La “Mud” esaminerà le prime quattro leggi della nuova Legislatura

mud

CARACAS – “Misión Vivienda”, Amnistia per i prigionieri politici, Produzione nazionale e “cesta-ticket” per i pensionati. Sono questi i primi quattro provvedimenti legislativi che il nuovo Parlamento prevede elaborare e approvare in tempi brevi. E saranno gli argomenti all’ordine del giorno nella riunione che sosterranno gli esponenti del “Tavolo dell’Unità” domani.

Julio Borges, leader di “Primero Justicia” e candidato a presiedere la nuova “Assemblea Nazionale”, ha informato che domani i rappresentanti dei partiti che integrano il “Tavolo dell’Unità” sosterranno una riunione straordinaria per iniziare a tessere strategie in vista dell’inizio della nuova legislatura.

Riferendosi alla “Misión Vivienda”, l’iniziativa del governo che assegna case popolari in usufrutto ai venezuelani poveri, ma nega loro la possibilità di entrarne in possesso, Julio Borges ha affermato:

– Uno dei maggiori aspetti negativi che ravvisiamo nella “Misión Vivienda” è che coloro cui è assegnata la casa popolare non ne possono diventare proprietari. E’ semplicemente un “inquilino”. Noi abbiamo redatto una bozza di legge che permetterà, dopo aver accertato ogni informazione e aver incrociato tutti i dati, di consegnare i titoli di proprietà a chi ha ricevuto una casa popolare.

Argomento di discussione nel conclave di domani sarà anche la “Legge di Amnistia e Riconciliazione” che dovrebbe restituire la libertà piena ai prigionieri politici, tutti i diritti civili a chi è stato interdetto dai pubblici uffici e inabilitato politicamente e permettere agli esiliati di tornare in Patria.

Anche la “Legge sulla Produzione Nazionale” sarà tema di dibattito. Il provvedimento è destinato ad aiutare e a incoraggiare la produzione nazionale, creando stimoli e incentivi.

In ultimo, è previsto che la discussione si allarghi anche ai diritti dei pensionati di ricevere i “cesta-tickets” per alimentazione e medicine.

Non si discuterà, invece, della “Salida”, la polemica proposta di “Voluntad Popular” oggi al centro del dibattito dopo le dichiarzioni di Henrique Capriles Radonski e le airate prese di posizione di Leopoldo López Gil, padre di Leopoldo López condannato a 14 anni di carcere, e del connazionale Carlos Vecchio, in esilio negli Stati Uniti.

In seno al “Tavolo dell’Unità” prevale la convinzione che il Paese in questo momento richieda provvedimenti urgenti e di un Parlamento impegnato a legislare per creare le basi di una solida crescita economica.

Condividi: