Barack Obama pensa ad uno storico viaggio a L’Avana

Pubblicato il 03 gennaio 2016 da redazione

President Barack Obama, left, and first lady Michelle Obama wave as they board Air Force One to depart from Joint Base Pearl Harbor-Hickam at the end of their family vacation, on Saturday, Jan. 2, 2016, in Honolulu, Hawaii. (ANSA/AP Photo/Evan Vucci)

President Barack Obama, left, and first lady Michelle Obama wave as they board Air Force One to depart from Joint Base Pearl Harbor-Hickam at the end of their family vacation, on Saturday, Jan. 2, 2016, in Honolulu, Hawaii. (ANSA/AP Photo/Evan Vucci)

NEW YORK. – Barack Obama è più che mai deciso a chiudere il suo mandato presidenziale con una storica visita a Cuba. E’ una delle priorità in cima alla lista delle cose da fare nel 2016, l’ultimo suo anno alla Casa Bianca. E il sogno del presidente americano potrebbe avverarsi nella seconda metà del’anno.

Una decisone – spiegano i suoi più stretti collaboratori – potrebbe arrivare nel giro di un paio di mesi. Ma molte sono ancora le incognite. “Determinante è capire se davvero un viaggio a Cuba può aiutare a rafforzare il rispetto e la protezione dei diritti umani e una maggiore apertura verso le imprese americane”, ha spiegato il vice consigliere alla sicurezza nazionale della Casa Bianca, Ben Rhodes. Insomma, ha aggiunto Rhodes, si dovrà valutare se la visita di Obama contribuirà effettivamente “a migliorare la vita dei cubani”.

Per questo al governo de L’Avana si chiede uno sforzo maggiore: “Ci sono passi ulteriori che possono fare – ha spiegato Rhodes – durante l’anno. Passi che potrebbero permettere a Cuba di sviluppare maggiormente la sua economia”. E passi per procedere sul cammino della democratizzazione, anche se – ha ammesso Rhodes – “nessuno si aspetta che Cuba nel giro di un anno diventi una democrazia pluralista”.

Non è un mistero che il sogno di Obama sarebbe la definitiva normalizzazione dei rapporti con Cuba, che non può che passare per l’abolizione dell’embargo economico nei confronti dell’isola, in piedi da 50 anni. Un obiettivo che però difficilmente potrà essere raggiunto prima della fine del mandato di Obama, visto che per centrarlo servirà l’appoggio della maggioranza del Congresso, attualmente in mano ai repubblicani.

Il disgelo Usa-Cuba è cominciato con la storica stretta di mano tra Obama e Raul Castro in Sudafrica, alle celebrazioni per la morte di Nelson Mandela, ed è proseguito nel 2014 fino all’incontro dei due leader nell’aprile del 2015 al vertice delle Americhe a Panama, il primo bilaterale tra capi di Stato dei due Paesi dal 1961. Da allora moti passi in avanti sono stati fatti, dalla riapertura delle reciproche ambasciate all’abolizione di diversi divieti sul fronte del commercio e dei viaggi.

Ultima ora

04:29Samsung ammette: batterie causa incendi Galaxy Note 7

(ANSA) - PECHINO, 23 GEN - Samsung Electronics ha individuato nel design e nelle manifattura delle batterie il problema dell' incendio che nei mesi scorsi ha colpito i suoi Galaxy Note 7, costringendo il gruppo a ritirarli dai mercati e a sospenderne a ottobre la produzione per i timori sulla sicurezza. "La nostra indagine, così come le altre completate da tre organizzazioni industriali indipendenti, ha concluso che le batterie sono state all'origine degli incidenti del Note 7", ha rilevato Samsung in una nota, a chiusura dell'istruttoria.

02:16Football Americano: Atlanta Falcons qualificati a Super Bowl

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Sono gli Atlanta Falcons la prima squadra qualificata al Super Bowl, la finalissima del campionato Nfl del football americano, che si giocherà domenica 5 febbraio (in Italia sarà l'alba di lunedì 6) a Houston. I Falcons hanno conquistato l'accesso alla sfida per il titolo battendo i Green Bay Packers per 44-21 nel match giocato al Georgia Dome. A Houston affronteranno la vincente dell'altra semifinale dei playoff, New England Patriots-Pittsburgh Steelers, che si giocherà in nottata. Atlanta torna a giocare un Super Bowl a 18 anni dall'ultima apparizione.

01:05Calcio: tutto facile per il Barcellona, poker gol ad Eibar

(ANSA) - BARCELLONA, 22 GEN - Tutto facile per il Barcellona, che vince 4-0 sul campo dell'Eibar nel posticipo della 19/a giornata della Liga. I campioni di Spagna al 10' pt perdono Busquets per infortunio: il bollettino medico diffuso dal club catalano riporta "una distorsione al legamento collaterale laterale della caviglia destra", ma per la prognosi bisognerà attendere domani con gli accertamenti del caso. A sbloccare il risultato è proprio il sostituto di Busquets, Denis Suarez, al 31'. Nella ripresa, al 5', raddoppio di Lionel Messi, mentre lo 0-3 lo firma Luis Suarez al 23'. Quarta rete di Neymar al 91', ed è poker. Così in classifica il Barcellona si porta a quota 41, a -1 dal Siviglia secondo e a due lunghezze dal Real Madrid capolista (che però deve ancora recuperare una partita). L'Eibar rimane decimo con 26 punti.

00:57Calcio: Spalletti,Juve fortissima, conti si fanno alla fine

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Non abbiamo fatto un partita brillantissima, anche perché loro hanno fatto molto intensità in mezzo. Non siamo stati gli stessi delle scorse gare ma non ci siamo fatti prendere dal panico e non abbiamo fatto confusione. Abbiamo attaccato e creato ma non siamo stati cattivi negli ultimi metri, anche un po' per scelta, per evitare contropiedi. La partita comunque l'abbiamo fatta e la vittoria è meritata". Luciano Spalletti commenta così il successo della Roma sul Cagliari. "Nella ripresa abbiamo fatto bene, la difesa non ha concesso niente e siamo stati equilibrati - aggiunge Spalletti -. Abbiamo portato a casa una vittoria importante contro un Cagliari che sta bene. Lo scudetto è una corsa a tre? Il cammino è ancora lungo e bisogna essere bravi a rimanere sul pezzo. La Juve è fortissima ma noi dobbiamo far vedere che siamo attrezzati: i conti si fanno alla fine. La crescita di Fazio?Se ne parla poco ma gioca sempre lui, e qualcosa vorrà dire. In questo momento non possiamo fare a meno di Fazio".

00:55Trump a Netanyahu, ‘pace solo con negoziati diretti’

(ANSA) - NEW YORK, 22 GEN - "La pace fra Israele e i palestinesi può essere solo negoziata direttamente fra le due parti, e gli Stati Uniti lavoreranno con Israele per compiere progressi verso questo obiettivo". Lo ha detto il presidente Donald Trump al premier israeliano Benyamin Netanyahu, secondo quanto riferisce la Casa Bianca in un colloquio telefonico, nel quale Trump ha anche invitato Netanyahu alla Casa Bianca in febbraio. I due si sono detti d'accordo sul continuare a "consultarsi su vari temi, incluse le minacce poste dall'Iran". Trump ha ribadito "l'impegno senza precedenti alla sicurezza di Israele e messo in evidenza come la lotta all'Isis e agli altri gruppi terroristici del radicalismo islamico saranno una priorità della sua amministrazione".

00:43Hockey ghiaccio: 3-2 ad Asiago, Rittner è campione d’Italia

(ANSA) - ASIAGO, 22 GEN - Il Rittner Buam si conferma club campione d'Italia di hockey ghiaccio dopo aver battuto in rimonta la Migross Asiago per 3-2 nella finalissima per il titolo tricolore. Dopo una partenza molto buona dei padroni di casa, c'è stata la rimonta degli ospiti che hanno recuperato un doppio svantaggio tra primo e secondo tempo. Nel terzo periodo il Rittner ha conservato la rete di vantaggio di Alex Frei e così ha vinto il secondo scudetto consecutivo, il terzo in quattro anni. Il Rittner Sport, club che ha sede a Renon, comune di quasi 8.000 abitanti della provincia di Bolzano, e l'Asiago erano arrivate alla sfida per l'83/o scudetto della storia dell'hockey ghiaccio italiano battendo nelle semifinali scudetto rispettivamente il Cortina Hafro (5-2) e il Val Pusteria (3-1).

00:38Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Risultati della prima giornata di ritorno del campionato di serie A di basket: Dolomiti Energia Trentino - Enel Brindisi 84-48 The Flexx Pistoia - Vanoli Cremona 64-59 Openjobmetis Varese - Banco di Sardegna Sassari 76-83 Umana Reyer Venezia - Red October Cantù 93-72 Germani Brescia - Consultinvest Pesaro 99-68 EA7 Armani Milano - Betaland Capo d'Orlando 90-74 Grissin Bon Reggio E. - Pasta Reggia Caserta 85-86 Fiat Torino - Sidigas Avellino 84-79 - Classifica: Milano 28; Venezia 24; Avellino 22; Reggio Emilia e Sassari 18; Caserta, Capo d'Orlando, Brescia, Torino e Pistoia 16; Trentino e Brindisi 14; Cantù 12; Pesaro 10; Cremona e Varese 8.

Archivio Ultima ora