Maldonado o Magnussen, chi sarà in pista nel GP d’Australia?

Pubblicato il 15 gennaio 2016 da redazione

pastormaldonadojpg

CARACAS – Dopo il cambio di proprietà c’è fermento nel team Renault. Il ruolo di pilota titolare dell’italo-venezuelano Pastor Maldonado Motta, che sembrava uno dei pochi punti fermi del team francese (grazie soprattutto al buon apporto economico garantito dallo sponsor venezuelano Pdvsa), é stato messo in discussione in quanto potrebbe venir meno la sponsorizzazione della statale petrolifera venezuelana a causa del mutato clima politico ed economico nel paese.

Al margine delle voci sulla possibile sostituzione di Maldonado con il pilota danese Kevin Magnussen, arriva il commento di una fonte della compagnia petrolifera di Stato: “Sono tutte illazioni, al momento non abbiamo ricevuto informazioni diverse da quanto concordato lo scorso anno con Lotus”.

In caso di mancato accordo l’alternativa individuata dalla Renault, sembrerebbe essere il pilota nato 23 anni fa in Danimarca. Magnussen, ha già all’attivo un campionato in F1 nel 2014 (chiuse la sua stagione in F1 con 55 punti, 53 in più di Maldonado, che gli valsero l’undicesimo posto in classifica generale), e dopo aver passato la scorsa stagione come terzo pilota della Mclaren ha deciso di rompere il legame per la mancanza di reali prospettive di promozione.

Tra poche settimane, a febbraio, si terrà la conferenza stampa con la presentazione ufficiale del team Renault 2016, annunciata già in sede di rilevamento delle quote Lotus e sarà l’occasione buona per capirne di più sulle sorti sportive di Pastor, la sponsorizzazione PDVSA e il ruolo di Magnussen nel 2017.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

16:33Podemos ‘sotto shock, sospesa democrazia’

(ANSA) - MADRID, 21 OTT - Podemos è "sotto shock" davanti alla "sospensione della democrazia non solo in Catalogna ma anche in Spagna". Lo ha affermato il numero due del partito 'viola' Pablo Echenique dopo l'annuncio delle misure decise da Madrid contro la Catalogna.

16:31Calcio: Delneri, ci occorre autostima per futuro

(ANSA) - UDINE, 21 OTT - L'Udinese arriva alla sfida di domani con la Juventus con le motivazioni alle stelle. A caccia di "autostima per il futuro, al di là del risultato concreto", ricordando la svolta nel cammino dei friulani arrivata lo scorso anno proprio a partire dalla gara contro la Juve. "Per noi le motivazioni sono molto alte, credo la squadra abbia le caratteristiche per lottare - ha dichiarato nella consueta conferenza stampa della vigilia il tecnico dei friulani Gigi Delneri - Se guardiamo la tecnica penso che la Juve sia superiore. Quindi è chiaro che noi dobbiamo buttare sul campo un altro tipo di armi, vale a dire l'intensità fino a quando possiamo tenerla, per mettere in difficoltà una squadra quadrata". Fofana guarderà la partita dalla panchina, in dubbio Widmer e Larsen.

16:31Attacco a Monaco: polizia, sono 8 i feriti, anche dodicenne

(ANSA) - BERLINO, 21 OTT - C'è anche un bambino di 12 anni fra le persone rimaste ferite oggi a Monaco, dove un uomo ha aggredito con un coltello alcuni passanti in strada. Secondo il bilancio finale dato dalla polizia in conferenza stampa, i feriti sono 8 (e non 4 come si era detto nelle ore precedenti), ma nessuno sarebbe in condizioni gravi.

16:29Calcio: Lazio, Immobile rinnova fino al 2022

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - La Lazio ha prolungato i contratti di Ciro Immobile e Thomas Strakosha sino al 30 giugno 2022. Lo rende noto la società attraverso un comunicato stampa.

16:12Gasolio rubato in Libia: c’era ‘cartello’ di contrabbandieri

(ANSA) - CATANIA, 21 OTT - A Darren Debono, 43 anni, ex difensore della nazionale di calcio maltese (56 presenze tra il 1996 e il 2002), arrestato ieri a Lampedusa con l'accusa di fare parte di di un'associazione per delinquere internazionale dedita al riciclaggio di gasolio libico, militari del Gico del nucleo di polizia tributaria di Catania sono arrivati grazie a utenze telefoniche di suoi familiari. Era ricercato nell'inchiesta 'Dirty Oil' della guardia di finanza di Catania. Nei suoi confronti era pendente un'ordinanza del Gip emessa nei confronti di 9 indagati per il furto di gasolio dalla raffineria di Zawyia poi portato illegalmente in Europa. Il maltese era il punto di contatto con il libico Fahmi Mousa Saleem Ben Khalifa, alias "il Malem" (il capo), al vertice di una milizia armata, ora ricercato. Da intercettazioni emerge un "'cartello' tra contrabbandieri" per gestire a prezzi bassissimi ingenti quantitativi di petrolio trafugato in Libia e commercializzato con la complicità dell'Ad della Maxcom Bunker, Marco Porta.

16:10Rugby: Australia-Nuova Zelanda 23-18 in un test match

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Ci sono voluti due anni, ma finalmente l'Australia è riuscita a battere di nuovo la Nuova Zelanda, imponendosi 23-18 in un test match valido per la Bledisloe Cup disputato a Brisbane (Australia). Gli All Blacks avevano chiuso il primo tempo in vantaggio 13-12, ma neo secondi 40' hanno subito la rimonta dei Wallabies, che grazie al sostegno dei 45mila tifosi del Suncorp Stadium hanno segnato una meta con l'ala Marika Koroibete e due calci piazzati di Reece Hodge, autore anche della prima meta della sua squadra. Per gli All Blacks, in meta due volte con Waisake Naholo e Rieko Ioane, si tratta della prima sconfitta dopo sette partite.

16:06Catalogna: Madrid prenderà controllo Mossos e Radio-Tv

(ANSA) - MADRID, 21 OTT - Madrid prevede di prendere il controllo fra l'altro dei Mossos d'Esquadra, la polizia regionale catalana, della Radio-Tv pubblica (Tv3 e Radio Catalunya), grazie all'art. 155. Lo precisa il documento con le misure previste dall'esecutivo spagnolo inviato al Senato, che lo approverà probabilmente il 27 ottobre. Il governo spagnolo, attraverso i delegati che nominerà in Catalogna, potrà destituire e sostituire i dirigenti di polizia e radio-tv catalane.

Archivio Ultima ora