Polemiche per un viaggio in Venezuela di dirigenti di Podemos

Podemos

MADRID. – Suscita polemiche in Spagna il viaggio effettuato in Venezuela nel dicembre 2014, a spese del regime di Caracas, da due dirigenti di Podemos e dalla capogruppo del partito secessionista catalano antisistema Cup. I tre dirigenti della sinistra alternativa spagnola hanno viaggiato in Venezuela a bordo di un aereo inviato dal governo chavista di Caracas.

Podemos è accusato regolarmente di avere legami con le autorità venezuelane. Secondo la stampa di Madrid inoltre la polizia spagnola ha avviato accertamenti su presunti finanziamenti illeciti che il partito post-indignado avrebbe ricevuto da Iran e Venezuela.

I tre esponenti politici spagnoli, Maria José Aguilar e Ignacio Gil di Podemnos, la capogruppo di Cup Anna Gabriel, avevano partecipato a Caracas a un convegno sull’autodeterminazione del popolo basco. Il ministro degli interni Jorge Fernandez Diaz ha detto che “non è normale che il presidente di un paese mandi un aereo, e chi è andato deve dire perché”.

“Podemos dovrà dare spiegazioni su questa e su altre questioni” ha detto anche la dirigente socialista Maria Gonzalez Veracruz. Podemos ha replicato che i suoi esponenti avevano viaggiato in Venezuela “a titolo personale” e la dirigente della Cup ha detto di “non avere mai nascosto la propria simpatia” per il Venezuela.