Coppa Italia: il Milan batte di misura l’Alessandria, decide Balo dopo tanti errori

Pubblicato il 26 gennaio 2016 da redazione

AC Milan's Italian forward, Mario Balotelli (C), jubilates with his teammates after scoring on penalty the goal during the Italy Cup first leg semifinal soccer match US Alessandria vs AC Milan at Olimpico stadium in Turin, Italy, 26 January 2016. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

AC Milan’s Italian forward, Mario Balotelli (C), jubilates with his teammates after scoring on penalty the goal during the Italy Cup first leg semifinal soccer match US Alessandria vs AC Milan at Olimpico stadium in Turin, Italy, 26 January 2016.
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

TORINO. – Quarantamila mani battute per salutare all’uscita dal campo dell’Alessandria, sconfitta 1-0 dal Milan, su rigore, nell’impari confronto della semifinale di Coppa Italia giocato all’Olimpico di Torino. Il bello del calcio è ancora (anche) questo: la passione di 20 mila tifosi entusiasti della loro squadra, malgrado la sconfitta.

Erano in grandissima parte sostenitori dei ‘grigi’ partiti da Alessandria, compreso il sindaco, su una cinquantina di pullman, ma mischiati a loro c’erano centinaia di tifosi del Toro. Per chi non l’avesse capito, il coro “Torino è stata e resterà granata”, intonato nella curva Maratona stracolma di gente, ha risolto ogni dubbio.

Quando i ‘grigi’ sotto la curva, dopo il fischio finale hanno a loro volta festeggiato, i 500 milanisti, invece, avevano già lasciato le tribune, non proprio entusiasti della prova della loro squadra. E’ vero che il Milan ha colpito anche un palo con Niang (39′ st) ed ha avuto un gol annullato, di Poli, per il fuorigioco di Niang davanti al portiere, ma c’è voluto un rigore per portare a casa la vittoria, nella settimana che porta ad un derby complicato con l’Inter. Ed il gioco è stato tutto meno che brillante. Quanto a Balotelli prima del rigore non ne aveva combinata una giusta.

Tanto di cappello, però, all’Alessandria, che alla semifinale di lusso non ci è venuta in gita premio. Anzi, ha giocato con entusiasmo e senza mai tradire timori reverenziali ed ha provato a strappare almeno un pareggio, che avrebbe fatto diventare ancora più bella la sua favola di squadra di Lega Pro giunta a insidiare una delle grandi, il Milan, dopo avere eliminato altre due squadre di Serie A, Palermo e Genoa, e vinto in trasferta a La Spezia il quarto di finale che ha reso indimenticabile la sua stagione.

I grigi, in buona condizione fisica e ben organizzati nel 4-1-4-1, hanno tenuto testa al Milan e la prima vera azione della partita è stata un’uscita di piede di Abbiati su Fischnaller. C’è stato anche un intermezzo dilettantesco: Marras, sanguinante, si è cambiato la maglia, ma anzichè il 17 ne ha presa con una il 4, il numero di Mezavilla, in quel momento in panchina.

Tra un errore e l’altro di Balotelli, fischiato senza pietà, il Milan non è riuscito a passare fino al 43′ quando Morero, fin lì preciso, ha sbagliato un appoggio ed ha poi steso in area Antonelli. Dagli 11 metri Balotelli per una volta perfetta e fine della paura di una figuraccia per Mihajlovic.

Nel secondo tempo un’ovazione per l’ingresso in campo di Bocalon, l’attaccante ‘eroe’ di La Spezia – suo il gol decisivo in Liguria – che ha scoccato il tiro più pericoloso, finito fuori ma con Abbiati in ritardo. Ci ha provato senza troppa mira Fischnaller, poi il Milan ha cercato, senza troppo impegno, il secondo gol.

(di Renato Botto/ANSA)

Ultima ora

10:19Esplosione bombola gas: muore paziente ricoverato

(ANSA) - NAPOLI, 18 GEN - E' morto il più grave dei tre pazienti ricoverati nel Cardarelli di Napoli in seguito all'esplosione lunedì scorso di una bombola di gas in una piscina. L'uomo, colpito da ustioni profonde su più del 90% del corpo, è deceduto nelle prime ore di questa mattina. Le sue condizioni era apparse subito gravissime. Lo si apprende da fonti della Direzione sanitaria.

10:18Meningite: Napoli, muore in Pronto soccorso Cardarelli

(ANSA) - NAPOLI, 18 GEN - Un uomo di 36 anni è morto a causa della meningite la notte scorsa nel pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Lo si apprende dal direttore generale Ciro Verdoliva il quale fa sapere che l'uomo è giunto in pronto soccorso ''in stato di coma e in imminente pericolo di vita'. Verdoliva sottolinea che sono state attivate, come da protocollo, tutte le profilassi necessarie. ''Non esiste nel Cardarelli alcuna emergenza a seguito di questo caso'' ribadisce per non alimentare ''una psicosi ingiustificata''.

10:16Parigi: identificato kamikaze 13 novembre, era iracheno

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - Gli inquirenti francesi hanno identificato formalmente uno dei due kamikaze che il 13 novembre 2015 si fecero esplodere allo Stade de France di Saint-Denis. Si trattava, si apprende questa mattina, di un iracheno con falso passaporto siriano, proveniente da Mosul. L'Isis, aggiungono gli inquirenti, indennizzò la famiglia del ventenne Ammar Ramadan Mansour Mohamad al Sabaawi con un risarcimento di 5.000 dollari americani e con un gregge di pecore.

08:22Contrabbando carburante in Sicilia, 14 arresti

(ANSA) - CATANIA, 18 GEN - Oltre 150 finanzieri del Comando provinciale di Catania, a conclusione di un'indagine coordinata dalla locale Procura distrettuale, stanno eseguendo 29 misure cautelari personali, di cui 14 arresti domiciliari e 15 provvedimenti di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il sequestro preventivo di 25 impianti di distribuzione stradale di carburante nelle province di Catania, Ragusa, Siracusa ed Enna. Agli indagati è contestata l'associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di prodotti petroliferi immessi nel mercato nazionale in evasione d'imposta (accise e iva), utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, falso ideologico, frode in commercio e turbata libertà del commercio. I particolari dell'operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 nella sede del Comando provinciale della Guardia di finanza di Catania. (ANSA).

03:26Terremoti, scossa magnitudo 3.4 in provincia di Messina

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata alle 22:20 di ieri sulla costa nordest della Sicilia, in provincia di Messina. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 6 km di profondità ed epicentro tra Longi e Frazzanò. Non si segnalano danni a persone o cose. Un'altra scossa, di magnitudo 3, è stata poi registrata alle 23:50 al largo delle isole Eolie, con ipocentro a 14 km di profondità ed epicentro 13 km a sudovest di Leni (isola di Salina). Anche in questo caso non si segnalano danni.

01:19Calcio: 3-2 al Bologna, Inter ai quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - L'Inter vola ai quarti di finale di Coppa Italia, battendo il Bologna 3-2 a San Siro. Ma la squadra di Pioli ha avuto bisogno dei tempi supplementari per eliminare i rossoblù che, sotto 2-0, erano riusciti a mettere a segno la rimonta: l'Inter passa in vantaggio al 34' grazie al gol-capolavoro di Murillo. Il colombiano, sul corner di Joao Mario, batte Da Costa con una rovesciata spettacolare. Cinque minuti più tardi arriva il raddoppio con Palacio. Ma il Bologna trova la forza per reagire e al 43' riapre il match con il gol di Dzemaili. Nella ripresa arriva il pari, grazie alla rete di Donsah al 28'. Rimonta completata per la squadra di Donadoni che costringe così Pioli ai tempi supplementari. All'8 del primo extra time però l'Inter si riporta in vantaggio con Candreva che decide così la sfida e manda i nerazzurri avanti.

23:43Calcio: Coppa d’Africa, Mali-Egitto 0-0

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Esordio in Coppa d'Africa senza reti per l'Egitto di Hector Cuper e del giallorosso Salah. I Faraoni infatti sono stati fermati sullo 0-0 dal Mali, in un match valido per il girone D del torneo.

Archivio Ultima ora