Coppa Italia: il Milan batte di misura l’Alessandria, decide Balo dopo tanti errori

Pubblicato il 26 gennaio 2016 da redazione

AC Milan's Italian forward, Mario Balotelli (C), jubilates with his teammates after scoring on penalty the goal during the Italy Cup first leg semifinal soccer match US Alessandria vs AC Milan at Olimpico stadium in Turin, Italy, 26 January 2016. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

AC Milan’s Italian forward, Mario Balotelli (C), jubilates with his teammates after scoring on penalty the goal during the Italy Cup first leg semifinal soccer match US Alessandria vs AC Milan at Olimpico stadium in Turin, Italy, 26 January 2016.
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

TORINO. – Quarantamila mani battute per salutare all’uscita dal campo dell’Alessandria, sconfitta 1-0 dal Milan, su rigore, nell’impari confronto della semifinale di Coppa Italia giocato all’Olimpico di Torino. Il bello del calcio è ancora (anche) questo: la passione di 20 mila tifosi entusiasti della loro squadra, malgrado la sconfitta.

Erano in grandissima parte sostenitori dei ‘grigi’ partiti da Alessandria, compreso il sindaco, su una cinquantina di pullman, ma mischiati a loro c’erano centinaia di tifosi del Toro. Per chi non l’avesse capito, il coro “Torino è stata e resterà granata”, intonato nella curva Maratona stracolma di gente, ha risolto ogni dubbio.

Quando i ‘grigi’ sotto la curva, dopo il fischio finale hanno a loro volta festeggiato, i 500 milanisti, invece, avevano già lasciato le tribune, non proprio entusiasti della prova della loro squadra. E’ vero che il Milan ha colpito anche un palo con Niang (39′ st) ed ha avuto un gol annullato, di Poli, per il fuorigioco di Niang davanti al portiere, ma c’è voluto un rigore per portare a casa la vittoria, nella settimana che porta ad un derby complicato con l’Inter. Ed il gioco è stato tutto meno che brillante. Quanto a Balotelli prima del rigore non ne aveva combinata una giusta.

Tanto di cappello, però, all’Alessandria, che alla semifinale di lusso non ci è venuta in gita premio. Anzi, ha giocato con entusiasmo e senza mai tradire timori reverenziali ed ha provato a strappare almeno un pareggio, che avrebbe fatto diventare ancora più bella la sua favola di squadra di Lega Pro giunta a insidiare una delle grandi, il Milan, dopo avere eliminato altre due squadre di Serie A, Palermo e Genoa, e vinto in trasferta a La Spezia il quarto di finale che ha reso indimenticabile la sua stagione.

I grigi, in buona condizione fisica e ben organizzati nel 4-1-4-1, hanno tenuto testa al Milan e la prima vera azione della partita è stata un’uscita di piede di Abbiati su Fischnaller. C’è stato anche un intermezzo dilettantesco: Marras, sanguinante, si è cambiato la maglia, ma anzichè il 17 ne ha presa con una il 4, il numero di Mezavilla, in quel momento in panchina.

Tra un errore e l’altro di Balotelli, fischiato senza pietà, il Milan non è riuscito a passare fino al 43′ quando Morero, fin lì preciso, ha sbagliato un appoggio ed ha poi steso in area Antonelli. Dagli 11 metri Balotelli per una volta perfetta e fine della paura di una figuraccia per Mihajlovic.

Nel secondo tempo un’ovazione per l’ingresso in campo di Bocalon, l’attaccante ‘eroe’ di La Spezia – suo il gol decisivo in Liguria – che ha scoccato il tiro più pericoloso, finito fuori ma con Abbiati in ritardo. Ci ha provato senza troppa mira Fischnaller, poi il Milan ha cercato, senza troppo impegno, il secondo gol.

(di Renato Botto/ANSA)

Ultima ora

17:53Donna minaccia di darsi fuoco a Palazzo Giustizia La Spezia

(ANSA) - LA SPEZIA, 23 GEN - Una donna di origine albanese, a quanto risulta disperata per uno sfratto esecutivo, si è cosparsa di benzina e con un accendino tra le mani ha minacciato di darsi fuoco all'interno del Palazzo di Giustizia della Spezia. Gli agenti della polizia giudiziaria chiamati da alcuni avvocati sono riusciti a farla desistere. Il dramma è andato in scena al primo piano del palazzo, dove la donna si è cosparsa di liquido infiammabile ed è poi entrata nell'aula degli avvocati. Alcune persone presenti si sono subito accorte della situazione e hanno chiamato gli agenti di polizia giudiziaria che hanno iniziato a parlare alla donna cercando di farsi spiegare le ragioni del gesto. Alla fine, dopo alcuni interminabili momenti, la donna è stata convinta a desistere. E' stata quindi sottoposta ad un trattamento sanitario obbligatorio. (ANSA).

17:44Giorno memoria: danneggiata a Milano altra pietra inciampo

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - L'anno scorso successe alla pietra d'inciampo posata sul marciapiede di via Plinio a Milano per ricordare Dante Coen, deportato ad Auschwitz e ucciso a Buchenvald. Quest'anno ad essere danneggiata è stata la pietra d'inciampo posata in viale Lombardia 65 per Angelo Fiocchi, deportato a Mauthausen e assassinato nell'aprile 1945 ad Ebensee. La lastra in metallo che riporta il nome di Fiocchi, davanti alla sua casa, posizionata il 20 gennaio scorso, è stata graffiata a cercare di cancellare nome, deportazione e data della morte. (ANSA).

17:43Tennis: Australia, Wozniacki avanti

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Caroline Wozniacki si è qualificata per le semifinali dell'Open d'Australia battendo per 6-0 6-7 6-2 la spagnola Carla Suarez Navarro. In semifinale la danese, testa di serie n.2 del torneo, affronterà la belga Elise Mertens che ha eliminato l'ucraina Elina Svitolina.

17:39Calcio: due colpi per il City, pronti Fred e Laporte

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Il Manchester City è molto attivo in questa finestra invernale di calciomercato. Secondo la stampa inglese, l'attaccante brasiliano dello Shaktar Donetsk, Fred, è l'obiettivo più imminente dei 'citizens', che hanno nel mirino anche Aymeric Laporte, difensore della Nazionale francese e dell'Athletic Bilbao. L'allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, come conferma il Mundo deportivo, ha richiesto la firma del del club basco per questo mercato. La clausola rescissoria del giocatore ammonta a 65 milioni.

17:37Calcio: Juve, Matuidi è a rischio per il Chievo Verona

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - Tre bianconeri acciaccati dopo il posticipo contro il Genoa di ieri sera: Blaise Matuidi ha riportato una forte contusione alla coscia destra, con versamento di sangue, ed è a rischio per la trasferta di sabato a Verona contro il Chievo. Le sue condizioni saranno valutate nei prossimi giorni dallo staff medico. Juventus dopo la vittoria di ieri sera con il Genoa, riposo per Blaise Matuidi. Seduta in palestra, oggi a Vinovo, per Alex Sandro, che ha riportato una forte contusione alla regione sacrale, e Khedira, alle prese con un affaticamento alla gamba sinistra.

17:36Usa: sparatoria in una scuola del Kentucky, un morto

(ANSA) - WASHINGTON, 23 GEN - Una persona è stata uccisa in una sparatoria presso un liceo di Benton, in Kentucky. Lo ha annunciato il governatore, Matt Bevin. La situazione è al momento sotto controllo secondo la Cbs, almeno 5 studenti sono stati colpiti.

17:32Calcio: il Real Madrid su Kane, per lui pronti 230 milioni

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Nei pensieri del presidente del Real Madrid, Florentino Perez, c'è sempre l'ingaggio di un grande attaccante, in grado di garantire peso e soprattutto gol alla squadra più titolata del mondo. L'ultimo 'rumor' arriva dall'Inghilterra, dove il quotidiano Times parla di un forte interessamento del Real per Harry Kane. Per il bomber del Tottenham, che in questa stagione va a caccia della scarpa d'oro, secondo il giornale, il club 'blanco' è disposto a sborsare 230 milioni. Una cifra che lo trasformerebbe nel giocatore più costoso della storia. Dal club inglese non è arrivata alcuna smentita, ma emergerebbe la tendenza a voler tenere Kane anche per la prossima stagione, quando gli 'Spurs' si trasferiranno nel nuovo stadio. I costi per la costruzione dello stadio renderebbero difficile l'idea di voler trattenere Kane con uno stipendio all'altezza del mercato attuale.

Archivio Ultima ora