Coppa Italia: il Milan batte di misura l’Alessandria, decide Balo dopo tanti errori

Pubblicato il 26 gennaio 2016 da redazione

AC Milan's Italian forward, Mario Balotelli (C), jubilates with his teammates after scoring on penalty the goal during the Italy Cup first leg semifinal soccer match US Alessandria vs AC Milan at Olimpico stadium in Turin, Italy, 26 January 2016. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

AC Milan’s Italian forward, Mario Balotelli (C), jubilates with his teammates after scoring on penalty the goal during the Italy Cup first leg semifinal soccer match US Alessandria vs AC Milan at Olimpico stadium in Turin, Italy, 26 January 2016.
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

TORINO. – Quarantamila mani battute per salutare all’uscita dal campo dell’Alessandria, sconfitta 1-0 dal Milan, su rigore, nell’impari confronto della semifinale di Coppa Italia giocato all’Olimpico di Torino. Il bello del calcio è ancora (anche) questo: la passione di 20 mila tifosi entusiasti della loro squadra, malgrado la sconfitta.

Erano in grandissima parte sostenitori dei ‘grigi’ partiti da Alessandria, compreso il sindaco, su una cinquantina di pullman, ma mischiati a loro c’erano centinaia di tifosi del Toro. Per chi non l’avesse capito, il coro “Torino è stata e resterà granata”, intonato nella curva Maratona stracolma di gente, ha risolto ogni dubbio.

Quando i ‘grigi’ sotto la curva, dopo il fischio finale hanno a loro volta festeggiato, i 500 milanisti, invece, avevano già lasciato le tribune, non proprio entusiasti della prova della loro squadra. E’ vero che il Milan ha colpito anche un palo con Niang (39′ st) ed ha avuto un gol annullato, di Poli, per il fuorigioco di Niang davanti al portiere, ma c’è voluto un rigore per portare a casa la vittoria, nella settimana che porta ad un derby complicato con l’Inter. Ed il gioco è stato tutto meno che brillante. Quanto a Balotelli prima del rigore non ne aveva combinata una giusta.

Tanto di cappello, però, all’Alessandria, che alla semifinale di lusso non ci è venuta in gita premio. Anzi, ha giocato con entusiasmo e senza mai tradire timori reverenziali ed ha provato a strappare almeno un pareggio, che avrebbe fatto diventare ancora più bella la sua favola di squadra di Lega Pro giunta a insidiare una delle grandi, il Milan, dopo avere eliminato altre due squadre di Serie A, Palermo e Genoa, e vinto in trasferta a La Spezia il quarto di finale che ha reso indimenticabile la sua stagione.

I grigi, in buona condizione fisica e ben organizzati nel 4-1-4-1, hanno tenuto testa al Milan e la prima vera azione della partita è stata un’uscita di piede di Abbiati su Fischnaller. C’è stato anche un intermezzo dilettantesco: Marras, sanguinante, si è cambiato la maglia, ma anzichè il 17 ne ha presa con una il 4, il numero di Mezavilla, in quel momento in panchina.

Tra un errore e l’altro di Balotelli, fischiato senza pietà, il Milan non è riuscito a passare fino al 43′ quando Morero, fin lì preciso, ha sbagliato un appoggio ed ha poi steso in area Antonelli. Dagli 11 metri Balotelli per una volta perfetta e fine della paura di una figuraccia per Mihajlovic.

Nel secondo tempo un’ovazione per l’ingresso in campo di Bocalon, l’attaccante ‘eroe’ di La Spezia – suo il gol decisivo in Liguria – che ha scoccato il tiro più pericoloso, finito fuori ma con Abbiati in ritardo. Ci ha provato senza troppa mira Fischnaller, poi il Milan ha cercato, senza troppo impegno, il secondo gol.

(di Renato Botto/ANSA)

Ultima ora

11:08Case, aziende e B&b, confiscati 50 mln a imprenditore barese

(ANSA) - BARI, 27 LUG - Beni due valore di 50 milioni sono stati confiscati dai Carabinieri al pregiudicato Giuseppe Cassone, 68enne di Gravina in Puglia. Il provvedimento è stato emesso dalla sezione Misure di Prevenzione dal Tribunale di Bari su richiesta della Dda. Cassone, condannato negli anni scorsi per bancarotta fraudolenta, truffa e ricettazione, avrebbe costruito fra gli anni '70 e '90 e un vero e proprio impero basato soprattutto sul commercio di slot machine. Il provvedimento di confisca, che fa seguito al sequestro disposto nel maggio 2015, è stato notificato nelle province di Bari, Taranto, Messina e Matera. Le indagini dei Carabinieri hanno consentito di documentare una sproporzione per decine di milioni di euro fra i redditi dichiarati e i beni accumulati. Tra i beni confiscati ci sono dieci società, un call center, un pub ad Altamura, un Bed & Breakfast a Gravina in Puglia, oltre a quattro ville, 12 appartamenti e sette locali commerciali.

11:06Basket: la Fiat Torino ingaggia Trevor Mbakwe

(ANSA) - TORINO, 27 LUG - La Fiat Torino si rinforza sotto canestro ingaggiando Trevor Mbakwe. Alto 207 centimetri e dotato di ottima stazza, il centro statunitense, ma con passaporto nigeriano, ha già conosciuto il campionato italiano avendo vestito la maglia della Virtus Roma nella stagione 2013/14. In Europa ha giocato anche nel Bamberg Brose, Maccabi Tel Aviv e, lo scorso anno, Zenit San Pietroburgo.

11:02Calcio: Juve, Rincon ‘con Psg una buona partita’

(ANSA) - TORINO, 27 LUG - "Abbiamo disputato una buona gara: fisicamente stavamo meglio rispetto alla sfida col Barcellona". Questo il bilancio di Tomas Rincon, centrocampista venezuelano della Juventus, dopo la vittoria a Miami contro il Paris Saint-Germain. "È stato un buon allenamento - prosegue Rincon sul sito della società bianconera -, utile per mettere minuti nelle gambe, nonostante il caldo e l'umidità". Una partita speciale per il portiere Carlo Pinsoglio, entrato in campo per sostituire Buffon a partita in corso e autore di interventi decisivi. "Un onore tornare alla Juve e avere avuto la possibilità di esordire in amichevole - sono le parole del numero uno, cresciuto nelle giovanili bianconere e lo scorso anno in prestito al Latina -. Le parate su Jesé e Lo Celso? La prima è stata più istintiva, diciamo che è andata bene. Lavorando con Buffon e Szczesny non si può che migliorare".

10:50Calcio: Dybala, felice alla Juventus darò il massimo

(ANSA) - TORINO, 27 LUG - "Sono felice alla Juventus, mi trovo bene e mi allenerò al massimo per disputare una grande stagione". L'entusiasmo di Paulo Dybala al termine dell'amichevole vinta dalla Juventus sul Paris Saint-Germain spazza via le voci di mercato che lo coinvolgono. "È stata una bella partita, utile per allenarci fisicamente e per conoscere i compagni nuovi - spiega la 'Joya' sul sito della società bianconera -. Sono appena arrivati, ma il mister riuscirà a farli integrare nel gruppo".

10:47Capo polizia municipale spara a figlio e si uccide

(ANSA) - GROSSETO, 27 LUG - Il comandante della polizia municipale di Monte Argentario, Loredana Busonero, ha sparato al figlio di 17 anni e poi si è tolta la vita. Anche il ragazzo è morto per le gravi ferite riportate. È accaduto stamani a Porto Santo Stefano. Sul posto i carabinieri della compagnia di Orbetello.

10:45Nuoto: Mondiali, Pellegrini in semifinale

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Dopo il fantastico oro di ieri nei 200 sl, Federica Pellegrini è tornata in vasca stamattina ai Mondiali di nuoto di Budapest per le batterie dei 100 sl. La campionessa veneta ha ottenuto il nono tempo in 53"92 qualificandosi per le semifinali, in programma nel pomeriggio. Eliminata Silvia Di Pietro, 19/a in 54"74. Miglior tempo per la svedese Sarah Sjostrom in 53"01.

10:28Giappone: si dimette Renho, leader partito opposizione

(ANSA) - TOKYO, 27 LUG - La leader del partito democratico giapponese, la 49enne Renho, ha annunciato le proprie dimissioni. Conosciuta col solo nome di battesimo Renho, di padre taiwanese, è stata la prima donna eletta alla carica di presidente della principale forza all'opposizione nel settembre dello scorso anno, e la prima con doppia cittadinanza. Dopo l'abbandono nei giorni scorsi del segretario generale del partito, l'ex premier Yoshihiko Noda, a ridosso del deludente risultato delle elezioni a Tokyo, negli ambienti del partito già circolavano voci su un possibile cambio al vertice. La stessa Renho aveva espresso il desiderio di rinnovare la leadership del partito e creare una nuova generazione di politici all'interno dell'opposizione.

Archivio Ultima ora