Commissario diritti umani Muiznieks, Italia non discrimini le adozioni

Pubblicato il 05 febbraio 2016 da redazione

adozioni

STRASBURGO. – Estendere alle coppie dello stesso sesso i diritti e doveri delle coppie eterosessuali, è giusto e necessario, e nel farlo l’Italia “non crea nuovi diritti ma elimina la discriminazione basata sull’orientamento sessuale”. In un’intervista rilasciata all’Ansa, il commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, Nils Miuznieks, incita il parlamento italiano a legiferare sulle unioni civili mantenendo l’articolo sulle adozioni. Inoltre, chiede maggiori tutele per i giornalisti e i media, e chiama il Paese a depenalizzare la diffamazione e a introdurre il reato di tortura.

“Trovo positivo che l’Italia finalmente discuta di una legge che riconosca legalmente le coppie dello stesso sesso, come ha stabilito la Corte europea dei diritti umani nel luglio del 2015” afferma Muiznieks, riferendosi alla sentenza Oliari e altri contro Italia. “Quello che ritengo meno positivo è tutto questo dibattito emotivo e non fattuale sull’articolo che permetterebbe l’adozione dei figli del partner” continua il commissario. “Trovo la discussione sull’impatto negativo che l’essere allevato da una coppia omosessuale ha sul minore, un argomento pretestuoso, smentito da una crescente quantità di ricerche scientifiche”.

Inoltre il commissario avverte che la posizione della Corte è chiara: se le coppie etero non sposate possono adottare i figli del partner, lo stesso devono poter fare le coppie dello stesso sesso. “Mi auguro quindi che il parlamento italiano faccia la cosa giusta e adotti una legge sulle unioni civili che includa l’adozione”.

Il Commissario reagisce poi alle minacce fatte a Lirio Abbate e alla perquisizione a Piazza Pulita (La 7), oggetto di 2 allerte sulla piattaforma per la protezione e la sicurezza dei giornalisti del Consiglio d’Europa. “Questi casi sono emblematici della preoccupante vulnerabilità strutturale cui devono far fronte i media in Italia, dove la mancanza di sicurezza per i giornalisti, l’impunità per i crimini commessi contro di loro, e le pressioni politiche sui media sono un problema di lunga data” denuncia Muiznieks.

Lo Stato, afferma, non deve rimanere in silenzio di fronte a questi fatti, ma deve tutelare i media, condannando tutti i casi di minacce e violenze contro i giornalisti e assicurando che i crimini commessi contro di loro siano perseguiti con maggiore efficacia. E sul fronte della difesa dei giornalisti Muiznieks si augura che il parlamento italiano “riprenda presto i lavori sulla questione della depenalizzazione della diffamazione e che l’Italia non perda un’importante opportunità per riformare la sua legge sulla stampa”.

Infine il commissario ricorda che come stabilito dalla Corte l’anno scorso, con la sentenza Cestaro, l’Italia deve anche adottare leggi che puniscano adeguatamente i responsabili di atti di tortura. “È necessario che l’Italia rimedi a queste mancanze non solo perché lo dicono le sentenze della Corte di Strasburgo, ma anche per mostrare che prende seriamente gli impegni assunti per il rispetto dei diritti umani” conclude Muiznieks.

(di Samantha Agrò/ANSA)

Ultima ora

15:29Gentiloni,impegno Italia su accordo Parigi non arretra

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - Abbiamo preso atto della posizione diversa degli Usa sulla questione dell'ambiente e del cambiamento climatico, "ma mi auguro che questa posizione si sciolga in senso positivo. In ogni caso è chiaro per l'Italia che il nostro impegno per gli accordi di Parigi continua ed è un accordo dal quale non vogliamo arretrare". Così il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa con il collega canadese Justin Trudeau a Villa Madama.

15:21Bimba di 4 mesi muore in ospedale Bari, Pm apre indagine

(ANSA) - BARI, 30 MAG - La Procura di Bari ha aperto un'indagine sulla morte di una bambina di quattro mesi nell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII. Il pm Baldo Pisani ipotizza il reato di omicidio colposo a carico di ignoti. Sulla base delle cartelle cliniche sequestrate dalla Polizia e della denuncia dei genitori della bambina, il magistrato sta identificando i sanitari che hanno avuto in cura la piccola per individuare eventuali responsabilità. La bambina è stata ricoverata due giorni fa nel reparto di malattie infettive con problemi respiratori e una diagnosi di bronchiolite. Fino a questa notte le sue condizioni sembravano stazionarie. Alle 2 c'è stata l'ultima poppata, poi la bambina è stata messa nella culla, dove si è addormentata. Intorno alle 5 è stata trovata morta. I genitori hanno chiamato la Polizia e sporto denuncia. Sarà l'autopsia ad accertare le cause della morte, se legate ai problemi respiratori di cui la bambina soffriva da alcuni giorni, oppure se si sia trattato di un rigurgito nel sonno.

15:14L. elettorale: Grasso, accelerazione? Noto rallentamento

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Noto un rallentamento invece che un'accelerazione". Così il presidente del Senato Pietro Grasso risponde sorridendo al cronista di "Repubblica.It" che gli chiede se non noti un'accelerazione sulla legge elettorale. "Qualcuno aveva detto che si andava in Aula ala Camera il 5 giugno e invece adesso vedo che dovrebbe andarci il 12 quindi vedo che un rallentamento c'è stato. C'è una settimana di...". Ma Grasso non dice altro su tempistica né su possibile voto anticipato. "Sono al Senato e aspetto la legge elettorale", ribatte

15:12Ap, guardate che fa Borsa su ipotesi voto anticipato

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "L'allarme lanciato dal ministro Alfano sul rischio di elezioni anticipate anche se non vengono messi in sicurezza i conti pubblici è confermato dall'andamento dei mercati. Ieri, infatti, la borsa di Milano ha perso il 2% nonostante fosse una giornata tranquilla sugli altri mercati". A dirlo è Valentina Castaldini, portavoce nazionale di Alternativa Popolare. E conclude: "Se il Pd e la deputata Fregolent vogliono far finta di non vedere perché hanno fretta di votare per cavalcare l'onda del populismo facciano pure. Noi siamo e saremo sempre responsabili e teniamo più ai cittadini italiani".

15:02Calcio: Spalletti, Inter? Prendo contatti con chi voglio

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Io spero che sia uno tra Di Francesco e Montella ad allenare la Roma il prossimo anno. Loro conoscono la Roma e hanno fatto vedere qualità umane oltre a quelle professionali. Entrambi poi non hanno cancellato il ricordo della Roma nonostante gli sviluppi professionali". Così Luciano Spalletti nella conferma stampa di addio alla panchina giallorossa. Il tecnico toscano non ha anticipato nulla sul proprio futuro, dribblando le domande sul probabile approdo all'Inter. "Sono una persona libera, prendo contatti con chi voglio da qui in avanti. Ma finora non è stato così - sottolinea -. Ci sarà chi reagirà in un modo chi in un altro dopo le mie scelte. Non mi disturberà più di tanto quello che si dirà. Io da qui in avanti comincio a parlare con chi vorrà far uso della mia persona: come allenatore, come metodo, come faccia. Organizzo il prossimo futuro se mi piace quello che uno mi propone".

14:59Calcio: Milan-Montella, rinnovo si avvicina

(ANSA) - SANTA MARGHERITA DI PULA (CAGLIARI), 30 MAG - Rinnovo in vista fra Vincenzo Montella e il Milan. Un incontro in mattinata in sede fra l'allenatore e la dirigenza rossonera avrebbe prodotto un'accelerazione verso l'intesa per prolungare di un anno, fino al 2019, la durata del contratto di Montella. L'intesa, secondo quanto filtra, non è stata ancora formalizzata.

14:55Calcio: Cristiano Ronaldo sarà di nuovo padre

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - Cristiano Ronaldo nuovamente papà? Il settimanale 'Chi', sul numero in edicola da domani, pubblica le immagini esclusive di Cristiano Ronaldo in Corsica con la fidanzata Georgina Rodriguez giunta al quarto mese di gravidanza. Lo dimostrano le immagini pubblicate dal settimanale che rivela anche che la coppia aspetterebbe due gemelli. Cr7 e Georgina Rodriguez sono legati da qualche mese. La loro breve vacanza precede di qualche giorno la finale di Champions League che sabato opporrà il Real Madrid alla Juventus. Con la coppia c'era anche il primogenito del calciatore, il piccolo Cristiano jr, che Ronaldo ha cresciuto da solo senza voler rivelare il nome della madre. Secondo 'Chi', le prime voci di una sua nuova paternità si inseguivano da quando Ronaldo ha pubblicato su Instagram una foto con Georgina in cui entrambi accarezzavano il pancino della ragazza. La mamma del fuoriclasse aveva smentito le voci di un bimbo in arrivo, ma ora 'Chi' conferma tutto e lo documenta con un ampio servizio fotografico.

Archivio Ultima ora