Addio a Umberto Eco, da semiologo a romanziere star

eco2

ROMA. – Lutto nel mondo della cultura per la scomparsa a 84 anni di Umberto Eco. La notizia della morte dello scrittore, filosofo e semiologo è stata data dalla famiglia a Repubblica.

Eco, nato ad Alessandria il 5 gennaio del 1932, è deceduto alle 22:30 di ieri nella sua abitazione. Tra i suoi maggiori successi letterari ‘Il nome della rosa’ del 1980, che ispirò il film di Jean-Jacques Annaud e ‘Il pendolo di Foucault’ (1988). Il suo ultimo libro critica al giornalismo, ‘Numero zero’ è stato pubblicato lo scorso anno da Bompiani. Oltre che di romanzi di successo internazionale, nella sua lunga carriera Eco è stato autore di numerosi saggi di semiotica, estetica medievale, linguistica e filosofia.

Profondo cordoglio per la scomparsa di Umberto Eco è stato espresso ai familiari dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi. “Esempio straordinario di intellettuale europeo, univa una intelligenza unica del passato a una inesauribile capacità di anticipare il futuro”, sottolinea Renzi che con lui si era intrattenuto a Milano, a Expo, lo scorso giugno assieme al Presidente francese Francois Hollande, proprio sui temi della identità europea, dell’innovazione scientifica, della memoria e della lotta contro l’intolleranza. “Una perdita enorme per la cultura, cui mancherà la sua scrittura e voce, il suo pensiero acuto e vivo, la sua umanità”, conclude il presidente del consiglio.

La stampa internazionale rende omaggio a Umberto Eco, e la maggior parte gli dedica un articolo sulla prima pagina online. “Morte di Umberto Eco, l’autore del romanzo medievale ‘Il nome della rosa”, è il titolo che campeggia su Le Monde che gli dedica numerosi articoli e una grande foto; titolo simile anche per Liberation. La notizia della morte di Eco compare anche sul giornale emiratino, Gulf News e su tutte le edizioni di Huffington Post.

Quasi tutta la stampa britannica dedica la copertina al filosofo, ricordato soprattutto per ‘Il nome della rosa’, dal quale era stato tratto l’omonimo film con Sean Connery nel 1986. ‘Lo scrittore italiano Umberto Eco muore a 84 anni’, è il titolo della Bbc, seguito dal Guardian che lo ricorda anche come critico, dall’Independent (‘conquistò la notorietà a livello mondiale per ‘Il nome della rosa’) e dal Daily Telegraph il quale sottolinea che “era considerato da molti come uno dei più grandi scrittori della letteratura italiana”.

‘Muore lo studioso e romanziere italiano Umberto Eco, era un esperto nel campo arcano della semiotica, le cui 7 opere di narrativa include anche il blockbuster ‘Il nome della rosa’, è il titolo del New York Times, seguito dal Wall Street Journal, ‘Muore l’autore del nome della rosa’. Mentre il Los Angeles Times lo ricorda come “l’intellettuale che tesseva semiotica, storia e religione nei suoi romanzi diventati bestseller”.

Condividi: