Il Napoli fallisce il sorpasso, solo un pareggio con il Milan

Pubblicato il 22 febbraio 2016 da redazione

Napoli's Gonzalo Higuain (R) and Milan's Alex in action during the Italian Serie A soccer match SSC Napoli vs AC Milan at San Paolo stadium in Naples, Italy, 22 February 2016. ANSA/CIRO FUSCO

Napoli’s Gonzalo Higuain (R) and Milan’s Alex in action during the Italian Serie A soccer match SSC Napoli vs AC Milan at San Paolo stadium in Naples, Italy, 22 February 2016.
ANSA/CIRO FUSCO

NAPOLI. – Controsorpasso fallito. Il Napoli non va al di là del pareggio con il Milan (1-1) e non riesce a riprendersi il primo posto in classifica, sfruttando appieno il mezzo passo falso di venerdì scorso della Juventus sul campo del Bologna. Dopo due sconfitte consecutive, in campionato ed in Europa League, gli azzurri cercavano il riscatto ed il successo in un San Paolo stracolmo, ma la prova ancora una volta non è convincente, nonostante il sostegno di un pubblico che risponde all’appello di Sarri ed accompagna la sua squadra con passione e partecipazione totale.

Il Milan, però, è abile a rimanere in partita con un atteggiamento tattico più da provinciale che da squadra che punta ad inserirsi nella lotta per un posto in Champions.

Il gioco degli azzurri è sempre lo stesso, fatto di supremazia a centrocampo, di possesso palla, ma ancora una volta, come già accaduto in occasione dei recenti rovesci di Torino e di Villarreal, le punte non fanno fino in fondo il loro dovere. Sarri ha smarrito l’attacco, l’arma micidiale del Napoli e per i rossoneri è tutto sommato agevole contenere gli avversari con mire da capolista. Il tecnico del Napoli non ha dubbi di alcun genere e schiera i titolarissimi, gli uomini che danno maggiore fiducia all’allenatore e che rendono la squadra più armonica ed imprevedibile.

Anche Mihajlovic manda in campo la squadra che, negli ultimi tempi, è diventata quella dei titolari fissi. Il tecnico serbo può affiancare a centrocampo il rientrante Kucka a Montolivo e rispolvera Abate sulla fascia destra della difesa. Mihajlovic, però, è costretto a rinunciare a Romagnoli, non ancora perfettamente guarito, e l’assenza dell’ex blucerchiato in mezzo all’area di rigore si rivela probabilmente decisiva.

La partita ha un andamento già visto nelle recenti gare del Napoli. La squadra di Sarri attacca ed il Milan aspetta gli avversari nella propria metà campo. Mihajlovic non soltanto tiene i quattro difensori allineati ma limita moltissimo le uscite di Abate ed Antonelli che non si vedono quasi mai oltre la linea di metà campo. Quanto a Kucka, è piazzato sistematicamente davanti alla lunetta dell’area di rigore e si oppone a tutti i tentativi di penetrazione per vie centrale degli azzurri, chiudendo ogni linea di passaggio.

Fino al gol del vantaggio del Napoli, che arriva al 38′ con una conclusione di Insigne deviata da Abate, i rossoneri non si vedono mai sotto la porta di Reina. Una volta in svantaggio, però, gli uomini di Mihajlovic incominciano a giocare non solo per difendersi ma anche e soprattutto per offendere e dopo soli cinque minuti trovano la via della rete. Il pareggio è di Bonaventura che scaglia in porta un traversone di Honda da destra, deviato di testa da Koulibaly, il quale finisce per fare un assist involontario all’avversario.

Nella ripresa l’atteggiamento passivo del Milan diventa ancor più evidente ed i rossoneri non mettono praticamente mai piede nella metà campo avversaria. Sarri, espulso da Banti per proteste, manda addirittura in campo contemporaneamente Higuain, Insigne, Mertens e Gabbiadini, a testimonianza del fatto che contro un Milan così platealmente passivo non rischiava praticamente nulla in difesa.

Il risultato però non cambia anche perché nel recupero El Kaddouri, solo davanti alla porta, si divora un gol. Al Napoli resta l’amarezza del mancato controsorpasso. Il Milan, per come Mihajlovic ha impostato la partita, è ben felice di portare a casa un punto.

Ultima ora

13:17Gentiloni, con maggior crescita meno debito

(ANSA) - MILANO, 24 LUG - "Un Paese che migliora le previsioni può avere una legge di bilancio e un abbassamento del debito più significativi e importanti". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni commentando le previsioni di crescita dell'Italia formulate dal Fmi. Durante la presentazione del dossier di candidatura Ema, Gentiloni ha sottolineato che il miglioramento delle previsioni porta anche "fiducia e convinzione delle possibilità del nostro Paese".

13:17Calcio: Neymar, passaporto spagnolo entro settembre

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Dopo le rassicurazioni del compagno di squadra Piqué ("resta"), un'altra pur piccola notizia puntella ulteriormente il rapporto fra Neymar e il Barcellona. Almeno per il momento, visto che la sessione di mercato non è ancora giunta nemmeno a metà e il Paris Saint-Germain non mollerà comunque la presa. Entro poche settimane, riferisce dunque il quotidiano "Mundo Deportivo", l'attaccante brasiliano dovrebbe ottenere il passaporto spagnolo. Come consentitogli dalla legge locale, per la quale servono due anni e mezzo vissuti in loco per poter ottenere la doppia nazionalità: requisito abbondantemente vantato da Neymar, che atterrò a Barcellona nell'estate del 2013. L'iter della pratica, infatti, era stato avviato un anno e mezzo fa e il tutto si concluderebbe a settembre con la cerimonia del giuramento. Ad esito raggiunto, spiega poi sempre "Mundo Deportivo", Neymar libererà un posto da extracomunitario, di cui potrebbe approfittare il nazionale colombiano Yerry Mina, in arrivo a gennaio dal Palmeiras.

13:15Gentiloni, cresciamo più di altri Paesi della eurozona

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - "Siamo dentro una fase positiva dell' Eurozona, ma dobbiamo registrare una cosa interessante: per altri Paesi stiamo parlando di uno scalino che si sale, nel caso italiano di qualche scalino in più". Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni rispondendo a una domanda sul miglioramento delle stime di crescita da parte del Fondo monetario internazionale, durante la presentazione del dossier di candidatura di Milano come sede dell'Ema.

12:58Nuoto: Mondiali, Quadarella in finale

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Grande prestazione di Katie Ledecky nella seconda giornata dei Mondiali di nuoto in corso di svolgimento a Budapest. La statunitense, oro ieri nei 400 sl, ha chiuso le batterie dei 1500 sl con il tempo di 15'47"54, distanziando di quasi 18" la seconda classificata della sua batteria, la spagnola Mireia Belmonte (16'05"37). Qualificata per la finale l'azzurra Simona Quadarella, quarta con il tempo di 16'07"08. In chiave azzurra da segnalare il passaggio di Matteo Milli, alla sua prima gara internazionale, alle semifinali dei 100 dorso maschili (11/o tempo, 54"17) e di Arianna Castiglioni alle semifinali dei 100 rana (15/o tempo, 1'07"43). Nella stessa gara eliminata Martina Carraro (22/a, 1'08"11). Fuori nei 100 dorso donne Margherita Panziera (20/o tempo, 1'01"03) e nei 200 sl maschili Filippo Megli (28/o, 1'47"94).

12:54Incendio a Messina, piromani tre minorenni

(ANSA) - PALERMO, 24 LUG - Una ragazzina di 14 anni e due coetanei di 13 e 15 anni sono i responsabili dell'incendio che sabato pomeriggio ha bruciato le colline dell'area di Fondo Fucile, a Messina. Avevano ancora nelle tasche gli accendini con cui hanno appiccato il fuoco quando sono stati sorpresi dai poliziotti. Agli agenti uno dei tre ha detto: "Abbiamo fatto una stupidaggine". Nessuno ha saputo dare una spiegazione sui motivi del gesto. Gli agenti delle volanti sono stati allertati da numerose telefonate di cittadini preoccupati per le fiamme che velocemente si stavano propagando. Alcune persone avevano notato i tre ragazzini muoversi su per la collina. I vigili del fuoco, avvertiti dalla sala operativa della Questura, sono riusciti a bloccare l'incendio e a evitare che le fiamme raggiungessero le vicine abitazioni ai piedi della collina. Una vasta porzione di vegetazione è comunque andata distrutta. I tre ragazzini sono stati deferiti all'autorità giudiziaria per i minorenni per incendio boschivo e riaffidati alle famiglie.

12:48Fisco: blitz M5S in Agenzia Entrate Cagliari per sgravi

(ANSA) - CAGLIARI, 24 LUG - Blitz delle parlamentari del Movimento Cinque stelle, Emanuela Corda e Manuela Serra, assieme agli attivisti del punto Civico di Cagliari SOS Equitalia e una piccola rappresentanza del Movimento Artigiani, negli uffici dell'agenzia delle Entrate di Cagliari per chiedere l'applicazione della legge sugli sgravi contributivi nelle cartelle esattoriali (228/12). "Oggi abbiamo dovuto intraprendere questa azione forte, senza preavviso, perché ci sentiamo presi in giro, dopo mesi di rimandi e promesse mai mantenute - spiega la deputata Corda - chiediamo che vengano concessi gli sgravi a diversi contribuenti che ci hanno conferito delega a rappresentarli in questa sede, così come l'agenzia aveva garantito mesi fa, c'è una disposizione del direttore regionale che impone ai dirigenti di questa agenzia di provvedere immediatamente alla cancellazione del debito di queste persone, in ossequio a ciò che dispone la legge. Oggi vogliamo una risposta chiara e semplice".

12:46Mdp: Rossi, Pisapia chiarisca su sentirsi a casa con il Pd

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - "Sarebbe utile qualche chiarimento": è quanto manda a dire a Giuliano Pisapia il governatore della Toscana Enrico Rossi (Mdp), attraverso un post-lettera su facebook. "Caro compagno Giuliano Pisapia, molti compagni - scrive Rossi - mi fanno presente che la tua affermazione che ti senti a casa alla festa del Pd è un po' contraddittoria con la scelta di costruire una forza alternativa al Pd e con la scelta dolorosissima compiuta da molti tuoi sostenitori di abbandonare il Pd per costruire una casa nuova".

Archivio Ultima ora