Raffaella Carrà: The Voice of Italy

raffaella

MILANO – Di anno in anno è diventata una delle trasmissioni più seguite della tv italiana. Torna puntualmente “The Voice of Italy”, il talent musicale che Raidue propone in prima serata per ben 14 settimane. Si parte il 24 febbraio con il grande ritorno di Raffaella Carrà, la “signora” della tv e tre nuovi coach, ognuno con il proprio marchio, dal rap al pop, a caccia di talenti, partendo solo dalla voce.

Dolcenera, Emis Killa e Max Pezzali saranno i volti nuovi del format televisivo giunto alla quarta edizione. La conduzione dell’evento è affidata anche quest’anno a Federico Russo, mentre Angelina sarà la V-Reporter che mostrerà i retroscena e le curiosità e interagirà con il pubblico da casa tramite web. La trasmissione sarà seguita in diretta anche da Radio2 Rai con “The Voice of Radio 2”.

“In questi anni The Voice è molto cresciuto – ha spiegato in conferenza stampa Raffaella Carrà, tornata con soddisfazione ad occupare una delle quattro poltrone rosse – ed è praticamente nato con me. Vorrei vedere giovani di talento raggiungere il successo anche se non subito. Quello che cerco è una voce diversa che abbia una certa presenza scenica ed un qualcosa di molto personale, insomma vorrei tirare fuori un numero uno. Ai giovani talenti mi piacerebbe trasmettere la capacità di stare sul palco e di essere artisti completi”.

raffaella2

Molto carico anche Max Pezzali, altro nome di rilievo tra i coach. Per lui si tratta del debutto in un talent: “Ho sempre vissuto la musica da un altro punto di vista e qui devo avere una rapidità diversa. Il dubbio va risolto in pochi isatnti e questo mi trasmette una carica di adrenalina incredibile.Il privilegio di far parte di questa squadra è veramente notevole. Ho visto le edizioni estere del format ma non è come stare qui”.

Reduce da un buon Sanremo, Dolcenera spiega: “Il Festival è una passeggiata, bastava fare la mia parte anche se è stato molto bello! Dopo dieci anni in cui, io e la televisione ci siamo un pochino evitati, quando ho saputo che gli altri coach erano loro mi sono tranquillizzata. Tirar fuori qualcuno da The Voice dipenderà molto da noi e da quello che possiamo dare anche fuori dal programma. Mi sento una certa responsabilità nei confronti della voce che potrà venir fuori”.

Debutto da coach in un talent anche per il rapper Emis Killa: “Non avrei detto che un giorno mi sarei trovato in un programma così di successo. Gran parte di quello che ho fatto sono riuscito a realizzarlo perchè ci ho creduto. Se qualcuno ha la stoffa di camminare da solo anche senza talent riesce a farcela”.

Quest’anno novità anche nello svolgimento delle quattro fasi della gara, durante la quale i talenti si esibiranno dal vivo con un’orchestra che eseguirà la grande musica italiana e internazionale.
Il vincitore di The Voice of Italy si aggiudicherà un contratto di esclusiva discografica con Universal Music Italia.

Chiusura con Raffaella Carrà, sicuramente la più richiesta dai numerosi giornalisti e fotografi presenti negli studi milanesi di Via Mecenate che ospiteranno il format: “Quest’anno non volevo fare televisione ma per The Voice faccio un’eccezione!”

(di Emilio Buttaro – Foto: Franco Buttaro)

Condividi: