Usa 2016: Hillary e Trump dominano Super Tuesday. Flop Rubio

Pubblicato il 02 marzo 2016 da redazione

US Democratic presidential candidate Hillary Clinton holds a campaign rally at a film studio in Miami, Florida, USA, 01 March 2016. EPA/JOE SKIPPER .

US Democratic presidential candidate Hillary Clinton holds a campaign rally at a film studio in Miami, Florida, USA, 01 March 2016. EPA/JOE SKIPPER .

NEW YORK. – Nessuna sorpresa nel Super Tuesday, o quasi. Hillary Clinton e Donald Trump la fanno da padroni, vincendo sette stati per uno, mentre – come ampiamente previsto – Ted Cruz vince nel suo Texas e Bernie Sanders nel suo Vermont. Ma il senatore democratico si consola portando a casa anche altri tre stati, Oklahoma, Colorado e Minnesota: “Questa campagna è per cambiare l’America”, esulta. Mentre Cruz la spunta anche lui in Oklahoma, ritagliandosi almeno per una notte il ruolo del vero anti-Trump: “Sono l’unico che può batterlo”.

Finisce infatti quasi a mani vuote la serata di Marco Rubio, primo solo in Minnesota, quando mancano solo i risultati dell’Alaska. Su di lui puntava l’establishment del partito repubblicano sperando nel miracolo. Ma il miracolo non c’è stato, e ora il giovane senatore di origini cubane dovrà tentare il tutto per tutto il 15 marzo nel suo stato, la Florida. Dove però i sondaggi non lo danno come favorito, ma sempre dietro Trump. Ecco allora che la maggior parte dei commentatori politici dà ormai Rubio a fine corsa.

La sfida in vista della volata finale verso la Casa Bianca, insomma, è sempre più tra l’ex first lady e il tycoon newyorchese. “Questo Paese appartiene a tutti noi, non solo a chi guarda in una direzione, prega in una direzione o pensa in una direzione”, ha detto un’entusiasta Hillary Clinton parlando nel suo quartier generale di Miami, avendo oramai nel mirino solo lui, Donald Trump, che replica a pochi chilometri di distanza, a Palm Beach: “Quello che ha fatto Hillary è un atto criminale”, attacca riferendosi allo scandalo delle email.

Tutti in Florida, dunque, come del resto Rubio. E’ li’ che fra due settimane si svolgera’ una partita decisiva. Ed è lì, come in altri stati-chiave, che si assegneranno molti delegati con la regola del ‘winners-takes-all’, chi vince piglia tutto. “Mi dispiace per Rubio, per lui è stata una serata molto dura. E ha speso anche un sacco di soldi…”, ironizza Trump, che negli ultimi giorni è stato al centro di attacchi pesantissimi da parte del giovane senatore che ha cercato disperatamente di rimontare. Troppo tardi però, con i vertici del partito repubblicano che vedono l’incubo Trump materializzarsi sempre più. Così come lo spettro di una Casa Bianca per almeno altri 4 anni in mano democratica.

Poco conta che il tycoon nella notte del Super Tuesday cerchi di smorzare i toni definendosi “un conservatore di buon senso”. Anche se il muro col Messico, insiste, ci sarà eccome: “Come la Muraglia cinese”. Dietro di lui sul palco Chris Christie, il governatore del New Jersey che gli ha dato a sorpresa l’endorsement.

A conti fatti la Clinton trionfa in 7 stati (Georgia, Virginia, Tennessee, Alabama, Arkansas, Texas e Massachusetts). Lo stesso Trump (Georgia, Alabama, Tennessee, Massachusetts, Virginia, Arkansas e Vermont). In totale negli stati del Super Tuesday erano in palio 595 delegati per i repubblicani, quasi la metà dei 1.237 necessari per la nomination. E ce n’erano 865 per i democratici, più di un terzo del ‘numero magico’ di 2.383.

Ultima ora

05:38Corea Sud: procura vuole arresto ex presidente Park

(ANSA) - PECHINO, 27 MAR - La procura sudcoreana chiederà un mandato di cattura per l'ex presidente della Repubblica Park Geun-hye, decaduta il 10 marzo dopo che la Corte costituzionale ha validato la procedura di impeachment approvata il 9 dicembre dal parlamento. Lo riporta l'agenzia Yonhap, ricordando che Park è coinvolta nello scandalo per abuso di potere e corruzione che ha portato all'arresto la sua confidente e "sciamana" Choi Soon-sil.

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

Archivio Ultima ora