Usa 2016: Caos repubblicani, Romney guida la rivolta anti-Trump

Pubblicato il 03 marzo 2016 da redazione

trump-romney

NEW YORK. – Un ciarlatano, un’impostore, una persona falsa e inaffidabile, inadatta a fare il presidente degli Stati Uniti. E che potrebbe portare l’America alla rovina. Mitt Romney non usa mezzi termini per attaccare Donald Trump, lanciando un accorato appello agli americani: “Non votatelo, consegnereste il Paese a Hillary Clinton”. O peggio, lo condannereste “a una lunga recessione, e tutti saremmo più poveri e meno sicuri”.

Il ritorno sulla scena politica che conta dell’ex candidato repubblicano alla presidenza è di quelli che fanno gran clamore. Qualcuno già lo definisce ‘storico’, il discorso che potrebbe far girare la campagna elettorale. E in molti interpretano l’intervento dal palco della University of Utah, a Salt Lake City, come le prove generali per una possibile discesa in campo di Romney. Una candidatura ‘last minute’ nel caso il ciclone Donald si rivelasse davvero inarrestabile.

L’affondo contro il tycoon newyorchese – a poche ore dall’ennesimo dibattito tv tra i candidati repubblicani – è di una durezza inusuale: “Trump non è intelligente, non è un genio, la sua ricchezza non l’ha creata lui, l’ha ereditata. E non svelerà mai le sue dichiarazioni dei redditi, perché ha molto da nascondere”. Senza contare “l’allarme che crea nei Paesi alleati”, anche per le sue parole sulle torture e sui bambini profughi.

Ecco allora l’invito agli elettori: “E’ il tempo delle scelte. L’America può essere migliore del passato e del presente. Ma la scelta della nomination repubblicana avrà un impatto decisivo sul futuro. E una scelta improvvida sarebbe disastrosa”.

E’ il paradosso di questa incredibile campagna elettorale per la Casa Bianca: i repubblicani costretti a sparare contro il proprio candidato più forte, nel tentativo di fermare la corsa del tycoon che imbarazza gli Stati Uniti nel mondo intero.

Il partito, dopo il trionfo di Trump nel Super Tuesday, è nel caos. “Un pandemonio, titola il Washington Post, descrivendo una destra profondamente divisa, spaccata, con i vertici incapaci di reagire e di imporre una linea e un candidato alternativo. Così l’establishment gioca la carta Romney, che in verità più che un jolly o un asso nella manica assomiglia a una mossa disperata.

Trump intanto liquida l’ex candidato come sempre, senza peli sulla lingua: “E’ un cadavere, un morto”. “Ha già fallito due volte. E’ stato un candidato orribile, una catastrofe. E’ stato ucciso, e ora cerca ancora rilevanza politica”, ma i suoi attacchi “sono irrilevanti”.

Tutti sanno nel partito repubblicano che se il 15 marzo Trump vince in Florida, e magari anche in Ohio e in Illinois, avrà la nomination in tasca. Uno scenario catastrofico per il Grand Old Party, che per la prima volta in 40 anni potrebbe arrivare alla convention di fine luglio senza un accordo. Col rischio di una scissione come quella che nel 1912 portò Theodore Roosevelt ad abbandonare la convention e a fondare un movimento alternativo.

Ma Romney non è solo. Lui è stato scelto per guidare quella che sta assumendo i contorni di una vera e propria rivolta. Dalla sua parte c’è l’altro ‘saggio’ del partito, John McCain, eroe di guerra e anche lui ex candidato alla presidenza. E ci sono oltre 70 esperti di politica estera che hanno sottoscritto una lettera in cui scrivono che Trump “non può essere Commander in Chief” per questioni di sicurezza: tra loro l’ex ministro degli interni Michael Chertoff e l’ex consigliere della Casa Bianca su terrorismo e sicurezza Frances Townsend, entrambi tra i più stretti collaboratori dell’allora presidente George W.Bush.

Si va costituendo poi, sempre in campo repubblicano, un’alleanza di manager, imprenditori, strateghi finanziari pronti a lanciare un’offensiva senza precedenti contro Trump. A partire dalla Florida dove già sono stati messi a disposizione almeno 5 milioni di dollari per finanziare un’aggressiva campagna di spot televisivi. Primo passo di un piano anti-Trump ben più ampio. Basterà per fermare ‘The Donald’?

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

19:00Calcio: faro Antitrust intermediari per gare diritti tv

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - L'Antitrust ha avviato un'istruttoria per un presunto cartello di alcune società di intermediari nella gara per i diritti tv. A finire nel mirino, le società appartenenti ai gruppi Media Partners & Silva, IMG e B4. Le possibili violazioni alle legge, si legge nella nota dell'Autorità garante per la concorrenza ed il mercato, riguardano le gare indette, a partire dal 2009, dalla Lega Professionisti serie A per la commercializzazione dei diritti relativi alla visione all'estero delle partite svolte nel territorio italiano nell'ambito della Serie A (Campionati di Calcio di serie A, Torneo di Coppa Italia, Gara della Supercoppa di Lega, nonché alcuni campionati giovanili e della squadra di calcio della Lega) e della serie B. L'istruttoria è stata avviata sulla base della documentazione trasmessa dalla Procura della Repubblica di Milano. Oggi si sono svolte ispezioni, con l'ausilio della Guardia di Finanza

18:59Domato uno dei principali roghi in Costa Azzurra

(ANSA) - PARIGI, 27 LUG - L'incendio divampato nella notte tra martedì e mercoledì nei pressi della città di Bormes-les-Mimosas, sulla Costa Azzurra, è "sotto controllo". Lo hanno annunciato i pompieri del dipartimento del Var, aggiungendo che le persone evacuate possono rientrare nelle loro abitazioni "in modo progressivo". "Gli ultimi fuochi si stanno estinguendo, malgrado il vento. Il lavoro degli uomini sul posto, aiutati dai Canadair, ci ha permesso di essere abbastanza efficaci" ha detto il vicedirettore del Servizio dipartimentale degli incendi e dei soccorsi, Frédéric Marchi Leccia.

18:57Netanyahu, pena morte per attentatore a colonia Halamish

(ANSA) - GERUSALEMME, 27 LUG - Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha chiesto la pena di morte per il palestinese che il 21 luglio scorso ha ucciso tre israeliani nella colonia di Halamish, nei pressi di Ramallah in Cisgiordania. L'attentatore, Omar el-Abed di 19 anni, era rimasto ferito nel corso dell'assalto.

18:51Tuffi: da domani a Cosenza assoluti italiani con Tocci

(ANSA) - COSENZA, 27 LUG - Da domani al 30 luglio la piscina comunale di Cosenza ospiterà i campionati italiani assoluti di tuffi estivi. La manifestazione registrerà la partecipazione dei migliori atleti del Paese. Sui trampolini saliranno oltre 70 tuffatori, quasi equamente distinti tra uomini e donne. Da Roma arriveranno 33 atleti tesserati con la "Carlo Dibiasi", la "Fiamme Oro", "Fratelli Marconi" e il "Circolo Canottieri Aniene". In rappresentanza della "Bergamo Nuoto", la "Blu 2006" di Torino e la "Canottieri di Milano" ci saranno tre atleti per ciascuna società. Dal Friuli Venezia Giulia giungeranno la "Triestina Nuoto" e la "Tuffi Edera" con rispettivamente 9 e 5 tuffatori. Per la "Bolzano Nuoto" e la "Ice Como" si presenteranno 2 atleti per club. La società di casa, la "Cosenza Nuoto", farà gareggiare 7 atleti tra cui Giovanni Tocci, bronzo agli ultimi mondiali di Budapest. Oltre a Tocci si tufferà Elena Bertocchi, che in Ungheria si è aggiudicata il bronzo dal trampolino di un metro. (ANSA).

18:50Scuola: Miur, autorizzate 51.773 nuove assunzioni di prof

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - È on line sul sito del Miur il contingente delle assunzioni relative al personale docente della scuola. Ieri è stata firmata l'autorizzazione ad assumere, pari a 51.773 posti, di cui 13.393 sono posti di sostegno. I posti sono 4.050 per la scuola dell'infanzia (di cui 1.317 di sostegno), 11.521 per la primaria (di cui 4.836 di sostegno), 19.936 per la scuola secondaria di I grado (di cui 5.920 di sostegno), 15.548 per la secondaria di II grado (di cui 1.320 di sostegno), 718 per gli insegnamenti specifici dei licei musicali. Il cronoprogramma di avvicinamento al nuovo anno scolastico procede, ora, con le immissioni in ruolo del personale docente che saranno completate, compresa la fase della individuazione per competenze, entro il prossimo 14 agosto. Mentre entro il 31 agosto saranno effettuate le assegnazioni provvisorie. A seguire, le supplenze, saranno assegnate entro l'avvio delle lezioni secondo i calendari territoriali.

18:50Sci: Italia Team, azzurri sul ghiacciaio di Saas Fee

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Le imperfette condizioni meteorologiche non fermano il raduno degli specialisti delle discipline tecniche maschili di Coppa del mondo, impegnati sul ghiacciaio di Saas Fee (Svi) fino a domani con Giovanni Borsotti, Luca De Aliprandini, Florian Eisath, Stefano Gross, Simon Maurberger, Manfred Moelgg, Roberto Nani, Giuliano Razzoli, Tommaso Sala, Patrick Thaler e Riccardo Tonetti, seguiti dal capo allenatore Massimo Carca, l'allenatore responsabile Stefano Costazza e i tecnici Giancarlo Bergamelli, Devid Salvadori, Daniele Simoncelli, Alberto Sugliano e Andrea Viano. Il vento e la nebbia dei giorni scorsi che hanno ritardato l'inizio degli allenamenti, hanno abbandonato nella giornata odierna la località svizzera, così il programma stilato dagli allenatori di addestramento sia di gigante che di slalom e sci libero per chi sciava per la prima volta, è stato regolarmente portato a termine.

18:46Nuoto: mondiali, Pellegrini sorride, ci ho provato bene così

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - "Sono contenta, va benissimo così. Ero già soddisfatta stamattina, perché sapevo di aver dato tutto quello che avevo nella mia gara. Ci ho provato ma va bene così". Federica Pellegrini esce dall'acqua sorridente, nonostante il 54''26 non le consente di entrare nella finale della gara sprint. "Ora mi resta qualche staffetta - dice l'azzurra il giorno dopo l'impresa con l'oro nei 200 sl - I 100 mi divertono e mi stimolano. Mi allenerò di più su questa distanza, non certo per vincere i mondiali, ma sicuramente per fare del mio meglio, come piace fare a me. L'oro di ieri? Forse da questa sera comincerò a rendermene conto".

Archivio Ultima ora