8 Marzo: la mimosa simbolo italiano, compie 70 anni

Pubblicato il 06 marzo 2016 da redazione

8marzo

ROMA. – La mimosa dell’8 marzo compie 70 anni. Come il voto alle donne in Italia, così come la ripresa – dopo gli anni del fascismo e della guerra – sul nostro territorio nazionale della celebrazione della Giornata internazionale della donna. E’ l’8 marzo 1946 quando appare per la prima volta la mimosa. Fiore simbolo della festa solo italiano, è ormai diventato tradizione.

“La scelta della mimosa – racconta Vittoria Tola, presidente dell’Udi (Unione donne in Italia) – è attribuita a Teresa Mattei e a Marisa Rodano. Con il primo 8 marzo dopo la guerra e il fascismo, e il voto solo due giorni dopo, il 10 marzo, a cui hanno partecipato per la prima volta anche le donne, l’Udi voleva regalare insieme ai volantini anche un fiore, così come avveniva in Francia con le violette.

Ma i soldi per comprare e regalare fiori non ce n’erano. Roma però nei primi giorni di marzo era tappezzata di mimose, un fiore che cresce spontaneamente. Da qui probabilmente l’idea della mimosa, caratteristica di questo periodo dell’anno. Scelta quindi magari per il suo costo contenuto o forse perché era il fiore che una di quelle donne intravvedeva dalla sua finestra”.

E’ così che da allora, ed ancora oggi, questo fiore dal colore brillante, che ispira gioia ed allegria, richiama al forte significato di questa Giornata. La mimosa si regala alle donne. E lo fanno gli uomini sempre più spesso verso le loro compagne, compiendo magari un gesto più legato a festeggiamenti ludici – come lo sono diventate negli anni le cene al ristorante, le uscite fra donne per questa giornata – che non nel significato originario della rivendicazione del ruolo delle donne nella società.

Tuttora, quindi, la mimosa è un fiore che si regala per l’8 marzo ma – secondo Tola – ha il suo vero senso solo se il regalo “avviene fra donna e donna per ricordare lotte comuni”.

Anche il voto alle donne compie quest’anno 70 anni. Il 10 marzo 1946 le donne italiane entrarono per la prima volta nelle cabine elettorali e dare il loro voto alle elezioni amministrative. Un diritto che ormai era acquisito in gran parte del mondo. Una battaglia cominciata un secolo prima e della quale – ricorda ancora Tola – nella fase finale, l’Udi nata da qualche mese ne fa il suo primo impegno politico.

L’8 marzo 1946 è anche la data che ridà impulso in Italia a livello diffuso della Giornata internazionale della donna. Nel nostro paese la prima celebrazione di questa giornata avviene nel 1922, presto soppressa dal fascismo. Durante la guerra in alcune realtà locali le donne italiane provano a celebrare la ricorrenza ma è con la Liberazione e in concomitanza con il primo voto ‘rosa’ che le donne dell’Udi nel 1946 si riorganizzano sull’intero territorio nazionale e ridanno vita alla Giornata internazionale della donna. Ed appare la mimosa.

(di Agnese Malatesta/ANSA)

Ultima ora

16:07Ex calciatore ucciso: Rullo a gip, è stata mia madre

(ANSA) - MILANO, 17 DIC - "Sono innocente, è stata mia madre". Si è difeso in questo modo Raffaele Rullo, fermato per l'omicidio dell'ex calciatore Andrea La Rosa mentre sua madre, Antonietta Biancaniello ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere davanti al gip durante l'udienza di convalida del fermo. Rullo, come la madre accusato di omicidio premeditato e soppressione di cadavere, assistito dall'avvocato Luigi Di Martino è ora in attesa del provvedimento del gip che si è riservato. La donna si era addossata la responsabilità del delitto ed era stata trovata, giovedì sera, mentre, a bordo della sua auto stava probabilmente cercando di liberarsi del corpo dell'ex calciatore di Serie C che era stato messo in un fusto per il gasolio. Avevano anche comperato dell'acido per scioglierlo. All'origine del delitto un debito che Rullo aveva con la vittima per circa 30mila euro.

15:44Gerusalemme: sindaco Nazareth, feste Natale ci saranno

(ANSAmed) - TEL AVIV, 17 DIC - Il sindaco di Nazareth, città arabo israeliana del nord del paese, ha fatto sapere che le feste di Natale si svolgeranno nel luogo da programma e non saranno ridotte come annunciato nei giorni scorsi in protesta contro la decisione di del presidente Usa Donald Trump su Gerusalemme. "Le notizie che gli eventi di Natale erano stati cancellati - ha detto il sindaco Ali Salam citato dai media - non erano corrette. Come ogni anno la città è decorata per le feste". Il 14 dicembre l'agenzia ufficiale palestinese Wafa aveva riportato una dichiarazione di Salam, che è musulmano, in cui si annunciava la sospensione, eccetto per l'illuminazione dell'albero di Natale e per l'annuale marcia di Capodanno, per protesta "contro l'annuncio di Donald Trump su Gerusalemme".

15:40Brexit: May, non ci fermeremo, ci sarà accordo ambizioso

(ANSA) - LONDRA, 17 DIC - Theresa May lancia una offensiva mediatica sui domenicali più vicini al suo partito conservatore, Sunday Telegraph e Sunday Express, affermando che il suo governo non si fermerà nella Brexit e che porterà a termine un "accordo ambizioso" con Bruxelles. L'intervento della premier arriva dopo la cocente sconfitta ai Comuni su un emendamento alla Withdrawal Bill, la legge quadro sul divorzio dall'Ue, in seguito a una ribellione di 12 deputati Tory. La prossima settimana rischia una nuova 'rivolta' contro l'inserimento nel testo di legge della data di addio all'Unione, il 29 marzo 2019. Ma la May punta tutto sul successo ottenuto a Bruxelles con il via libera alla fase due dei negoziati e sottolinea che i "pessimisti avevano torto" e che non c'è limite ora alla "ambizione e alla creatività" di Londra nel raggiungere una intesa finale con l'Ue.

15:37Francia, cresce popolarità Macron e premier Philippe

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Sondaggio decisamente positivo per il presidente francese Emmanuel Macron e il premier Edouard Philippe. Secondo il Journale du Dimanche (Jdd), oltre il 50% dei francesi approva l'operato dei due. Macron, in particolare, vede la sua popolarità risalire al 52%, con il 46% (-6 rispetto al mese precedente) di scontenti. Il massimo era stato raggiunto a luglio con il 54% di pareri positivi. Per Philippe, i pareri positivi sono il 54%, gli scontenti il 42%.

15:05Sci: Hirscher vince gigante Badia, è la 5/a volta di fila

(ANSA) - ALTA BADIA, 17 DIC - Il fuoriclasse austriaco Marcel Hirscher ha vinto alla grande in 2.25.42 lo slalom gigante di Cdm di Alta Badia. E' la sua quinta vittoria in serie sulla pista Gran Risa ed ha cosi' anche staccato Alberto Tomba che aveva vinto quattro volte sul famoso tracciato. In cdm e' poi il 48/o successo di Hirscher che si avvicina alle 50 vittorie ottenute in carriera dall'azzurro. Alle spalle di Hirscher sono arrivati il norvegese Henrik Kristoffersen in 2.27.12 e lo sloveno di 23 anni Zan Kranjec, al primo podio in carriera, in 2.27.24. Il migliore degli azzurri - con una buona seconda manche dopo aver chiuso 10/o la prima - e' stato il trentino Luca De Aliprandini 8/o in 1.27.92. Poi ci sono Roberto Nani e Florian Eisath 16/i appaiati in 2.28.85 e Manfred Moelgg 19/o in 2.29.13. Domani sera, alla luce dei riflettori, e' in programma uno slalom gigante parallelo.

14:03Savoia: atterrato a Cuneo aereo con salma re

(ANSA) - CUNEO, 17 DIC - L'aereo partito questa notte da Alessandria d'Egitto con le spoglie del re Vittorio Emanuele III, è atterrato pochi minuti fa all'aeroporto di Cuneo-Levaldigi. La salma del re verrà traslata al Santuario di Vicoforte, nei pressi di Mondovì, dove riposerà accanto alla moglie regina Elena di Savoia. Non è vero che una parte della famiglia reale è stata tenuta all'oscuro dell'arrivo in Italia delle salme. "Erano tutti assolutamente informati: bisogna distinguere nettamente fra discrezione e segreto, o tentativo di occultare". Lo ha detto ai giornalisti Aldo Alessandro Mola, già presidente della Consulta dei senatori del Regno. "Qui - ha precisato - non c'era niente da occultare. La scelta di Vicoforte era stata individuata sin dal 19 marzo 2011, nel centocinquantesimo dell'Unità d'Italia".

13:49Papa: frati Assisi pregano per compleanno Pontefice

(ANSA) - ASSISI (PERUGIA), 17 DIC - "Il nostro ricordo per è la preghiera sulla tomba di San Francesco per il tuo straordinario ministero": è il tweet della comunità del Sacro Convento di Assisi in occasione del compleanno di Papa Francesco. Inviato dal direttore della sala stampa padre Enzo Fortunato. "Un abbraccio francescano da tutti noi" il messaggio augurale dei frati di Assisi al Pontefice. (ANSA).

Archivio Ultima ora