L’Isis fa paura, Gb teme “attacchi spettacolari”

Pubblicato il 07 marzo 2016 da redazione

gb

LONDRA. – Sotto pressione in Siria e in Iraq, l’Isis continua a far paura in occidente. Il timore è quello che i seguaci del Califfo abbiano in animo di tentare attacchi “enormi e spettacolari”, sul modello di quanto già avvenuto in Francia. Magari questa volta in Gran Bretagna, avverte Mark Rowley, responsabile dell’anti-terrorismo in seno a Scotland Yard, rilanciando l’allarme con parole tutt’altro che rassicuranti e ammonendo a tenere alta la guardia.

Parlando nel corso di un briefing a Londra, Rowley evoca la la strage di Parigi di qualche mese fa come un esempio della potenziale capacità di minaccia dei jihadisti – in primo luogo dei jihadisti della porta accanto – e della loro “ambizione” di compiere un salto di qualità. L’Isis punta sempre a prendere di mira bersagli simbolo come poliziotti o militari, sottolinea, ma sembra orientarsi adesso anche verso obiettivi più vasti, per colpire “lo stile di vita” della popolazione occidentale.

“Negli ultimi mesi – insiste il funzionario britannico – abbiamo visto un espandersi di questo”, l’emergere di piani d’azione sempre più numerosi “contro lo stile di vita occidentale”. Piani dietro i quali “si può intravvedere un gruppo terroristico animato dall’ambizione di perpetrare attacchi enormi e spettacolari, non solo del tipo di quelli orditi finora”.

Il numero uno del dipartimento più delicato della polizia di Sua Maestà evidenzia quindi come nel 2015 in Gran Bretagna si sia avuto un record di arresti per presunto reati di terrorismo: 339 persone, per il 77% cittadini britannici, il 14% donne e il 13% under 20. Ennesima conferma del pericolo rappresentato in primo luogo dalla cosiddetta ‘minaccia interna’.

“Si tratta di un quadro che sarebbe stato impossibile vedere fino a pochi anni fa, di una prova della radicalizzazione (di segmenti della società), degli effetti della propaganda e del modo in cui i messaggi del Daesh riecheggiano fra gli individui”, afferma Rowley. Di positivo c’è che una cinquantina di ragazzi minorenni sono stati fermati, talora grazie alle denunce dei loro stessi genitori, prima che potessero partire per la Siria e unirsi allo Stato Islamico o compiere altri passi irreparabili.

Ma questo non basta a certificare l’efficacia dell’attività di contropropaganda dello Stato (e degli Stati). Rowley glissa sull’argomento. E tuttavia fonti investigative del regno, interpellate in forma anonima dal Guardian, negano che le norme promosse finora dal governo siano state in grado di stroncare davvero l’insinuante proselitismo e le campagne di reclutamento dell’Isis o di sigle affini. Soprattutto attraverso i territori franchi di Internet.

Ultima ora

08:05India: autobus precipita in fiume nel nord, almeno 10 morti

(ANSA) - NEW DELHI, 27 MAR - Un autobus per il trasporto di passeggeri è caduto oggi in un fiume nell'India nord-orientale causando la morte di almeno dieci persone ed il ferimento di altre 24. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti. L'incidente, si è appreso, è avvenuto per cause ancora da chiarire alle 3.30 locali (la mezzanotte italiana) nel distretto di Senapati dello Stato di Manipur quando il veicolo si dirigeva verso la capitale statale Imphal. Secondo i soccorritori il bilancio delle vittime aumenterà perchè molti dei feriti sono in condizioni gravi.

05:38Corea Sud: procura vuole arresto ex presidente Park

(ANSA) - PECHINO, 27 MAR - La procura sudcoreana chiederà un mandato di cattura per l'ex presidente della Repubblica Park Geun-hye, decaduta il 10 marzo dopo che la Corte costituzionale ha validato la procedura di impeachment approvata il 9 dicembre dal parlamento. Lo riporta l'agenzia Yonhap, ricordando che Park è coinvolta nello scandalo per abuso di potere e corruzione che ha portato all'arresto la sua confidente e "sciamana" Choi Soon-sil.

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

Archivio Ultima ora