Sanders e Cruz resistono, nonostante tutto

Pubblicato il 10 marzo 2016 da redazione

bernie-sanders-1

NEW YORK – Sorprese e contraddizioni. La campagna elettorale si fa sempre più avvincente. E anche se Hillary Clinton e Donald Trump continuano a dominare la scena nei rispettivi partiti, né Bernie Sanders né Ted Cruz si arrendono.

La nostra Comunità, come d’altronde il resto del Paese, segue il susseguirsi di colpi di scena con curiosità e interesse. E, talvolta, si rivolgono a brokers puntando sull’uno o sull’altro candidato. Nella “City”, ma anche a New York, dopo il “super-tuesday” le quotazioni di “The Donald” e di Clinton, come era da supporre, hanno subito un’impennata importante. Ma i brokers non hanno pulito la lavagna. E su essa non appaiono solo i nomi dei due “frontrunner” ma anche quelli degli immediati inseguitori: Ted Cruz e Bernie Sanders.

In casa dei repubblicani prosegue, senza esclusione di colpi, la sfida tra il magnate del mattone e il senatore di origini cubane. Le aspirazioni di Marco Rubio, invece, pare siano arrivate definitivamente al capolinea. Praticamente fuori corsa, si attende il suo endorsement alla candidatura di Cruz. La “nomination”, quindi, si è trasformata in una corsa a due. Ma non si sa come Cruz possa riuscire a far deragliare la “locomotiva Trump”, in corsa verso il successo.

Tutti contro “The Donald”. L’establishment repubblicano, simboleggiato dalla Grand Old Party” ha serrato i ranghi, nel timore che il Tycoon newyorchese possa ottenere la “nomination”. Ma mentre il Super-Pac dei miliardari guidati da Meg Whitman di Hewlett-Packard, gli imprenditori della Sillicon Valley e i capi del partito repubblicano si sforzano di frenare le aspirazioni di Trump, la base elettorale del partito dell’elefante continua a crederci. La maggioranza relativa, nei sondaggi, è con Trump mentre Cruz spera che alla fine possa prevalere il buon senso.

Donald Trump, nonostante le innumerevoli gaffe, i suoi gesti da “ducetto” e, ultimo nella linea di tempo, il suo saluto nazista, pare incarnare lo spirito dell’americano medio, specialmente quello conservatore e reazionario che sopravvive fuori dalle metropoli. Per molti americani la sua candidatura è diventata un vero incubo; incubo che ha prodotto un boom di consulte presso studi di psicologi. Fenomeno non estraneo in epoca di elezioni ma che, in quest’occasione, ha raggiunto livelli inimmaginabili.

In casa del partito dell’asinello l’atmosfera che si respira è un’altra. Ormai, dai sondaggi e dai caucus è emersa una realtà inequivoca: Sanders è sempre il candidato preferito dei “giovani bianchi” e di quella fascia di americani scontenti che spera in un giro di boa. I suoi discorsi non spaventano più di tanto. Anzi, riescono a far breccia anche tra i democratici moderati. Il trionfo, anche se di misura in Michigan dimostra che i sentimenti anti-Wall Street e il desiderio di un welfare più incisivo serpeggiano tra l’elettorato.

L’ex First Lady, dal canto suo, trionfa negli Stati del Sud, dove la comunità afroamericana e latinoamericana è assai numerosa. I risultati ottenuti in Mississippi ne sono riprova. La “nomination” nel partito democratico passa necessariamente per il voto della comunità nera.

Se la corsa di Trump, appena qualche mese fa presa con eccessiva leggerezza e scetticismo dalla “Grand Old Party”, spariglia le carte in tavola in casa Repubblicana, la resistenza di Sanders è una spina al fianco di Clinton. Resta da vedere quali saranno le prossime mosse e, in particolare, gli sviluppi dell’“affaire” delle mail che potrebbero irrompere nella scena politica con la violenza di uno tsunami e travolgere la candidatura dell’ex First Lady che, a differenza del “vecchio” Sanders, pare non essere in grado di trasmettere entusiasmo, calore, passione a chi l’ascolta.

(Flavia Romani/Voce)

Ultima ora

10:46Maltempo: identificato anziano morto nel Palermitano

(ANSA) - PALERMO, 23 GEN - E' Giovanni Mazzara, 67 anni, un pensionato di Campofranco (Cl), l'anziano morto ieri dopo essere stato travolto dal torrente Morello nella zona di Castronovo di Sicilia. La vittima è stata identificata dopo alcune ore dall'incidente avvenuto ieri al chilometro 15 della statale 189 Palermo-Agrigento. A causa delle forti piogge un'ondata di acqua e fango ha investito l'Audi Q5 sulla quale il pensionato viaggiava insieme ad altre tre persone che sono riuscite a mettersi in salvo. Giovanni Mazzara è stato invece trascinato e ritrovato dopo un'ora sommerso dall'acqua e dal fango. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e gli uomini della Polstrada che hanno partecipato alle ricerche. Il medico legale dopo l'ispezione sul corpo del pensionato, che era sposato, ha confermato la causa della morte per annegamento. La statale è stata riaperta alle 2 di notte. Sull'incidente indaga la Procura di Termini Imerese.

10:01Kuwait: perdita in giacimento petrolio, stato d’emergenza

(ANSA) - KUWAIT CITY, 23 GEN - L'ente del petrolio kuwaitiano ha dichiarato lo stato d'emergenza a causa di una perdita presso un giacimento nel sud ovest. Lo comunica l'ente in una nota ufficiale precisando che non sono fuoriusciti gas tossici ma senza fornire dettagli su quanti barili di petrolio siano andati perduti. La Kuwait Oil Co. non da' il nome del campo, secondo l'agenzia ufficiale Kuna si tratta di quello di Al Maqwa. Il Kuwait è uno dei maggiori produttori di petrolio con un totale di 2,7 milioni di barili di greggio al giorno ed è il sesto paese al mondo per riserve. E' già la terza volta in pochi mesi che nei giacimenti del paese si verificano delle perdite: lo scorso agosto fu la volta del campo di Ahmadi, mentre a febbraio un incendio scoppiò in seguito a una fuoriuscita di petrolio.

09:58Tunisia: riaperto il valico di Ras Jedir verso la Libia

(ANSAmed) - TUNISI, 23 GEN - Da ieri pomeriggio è tornato ad essere operativo al 100% il valico di frontiera tra Tunisia e Libia di Ras Jedir, dopo l'accordo raggiunto tra autorità tunisine e libiche la scorsa settimana. Lo ha confermato ai media locali il governatore della delegazione tunisina di Médenine, Tahar Matmati, che ha sottolineato tuttavia come la situazione sia da tenere sotto osservazione. Il valico era stato al centro di manifestazioni indette dai commercianti della regione di Ben Guerdane, ultima città tunisina prima della frontiera con la Libia, che ne chiedevano la riapertura permanente dopo alcuni blocchi da parte libica dovuti a questioni di tasse doganali. L'intera regione di Ben Guerdane vive principalmente di scambi commerciali con la Libia.

09:48Siria: oggi iniziano i negoziati di Astana

(ANSA) - MOSCA, 23 GEN - Iniziano oggi i colloqui di Astana sulla crisi siriana, a cui partecipano rappresentanti del governo di Damasco e di 15 gruppi dell'opposizione. Ieri, alla vigilia dell'incontro, esperti di Russia, Turchia e Iran, hanno discusso della situazione per oltre cinque ore. L'inviato speciale dell'Onu per la Siria Staffan de Mistura ha incontrato ieri una delegazione russa e stamane una del governo siriano. Gli Stati Uniti sono rappresentati dall'ambasciatore in Kazakistan, George Krol. L'inizio di nuove trattative sulla Siria a Ginevra sotto l'egida dell'Onu è previsto per l'8 febbraio.

04:29Samsung ammette: batterie causa incendi Galaxy Note 7

(ANSA) - PECHINO, 23 GEN - Samsung Electronics ha individuato nel design e nelle manifattura delle batterie il problema dell' incendio che nei mesi scorsi ha colpito i suoi Galaxy Note 7, costringendo il gruppo a ritirarli dai mercati e a sospenderne a ottobre la produzione per i timori sulla sicurezza. "La nostra indagine, così come le altre completate da tre organizzazioni industriali indipendenti, ha concluso che le batterie sono state all'origine degli incidenti del Note 7", ha rilevato Samsung in una nota, a chiusura dell'istruttoria.

02:16Football Americano: Atlanta Falcons qualificati a Super Bowl

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Sono gli Atlanta Falcons la prima squadra qualificata al Super Bowl, la finalissima del campionato Nfl del football americano, che si giocherà domenica 5 febbraio (in Italia sarà l'alba di lunedì 6) a Houston. I Falcons hanno conquistato l'accesso alla sfida per il titolo battendo i Green Bay Packers per 44-21 nel match giocato al Georgia Dome. A Houston affronteranno la vincente dell'altra semifinale dei playoff, New England Patriots-Pittsburgh Steelers, che si giocherà in nottata. Atlanta torna a giocare un Super Bowl a 18 anni dall'ultima apparizione.

01:05Calcio: tutto facile per il Barcellona, poker gol ad Eibar

(ANSA) - BARCELLONA, 22 GEN - Tutto facile per il Barcellona, che vince 4-0 sul campo dell'Eibar nel posticipo della 19/a giornata della Liga. I campioni di Spagna al 10' pt perdono Busquets per infortunio: il bollettino medico diffuso dal club catalano riporta "una distorsione al legamento collaterale laterale della caviglia destra", ma per la prognosi bisognerà attendere domani con gli accertamenti del caso. A sbloccare il risultato è proprio il sostituto di Busquets, Denis Suarez, al 31'. Nella ripresa, al 5', raddoppio di Lionel Messi, mentre lo 0-3 lo firma Luis Suarez al 23'. Quarta rete di Neymar al 91', ed è poker. Così in classifica il Barcellona si porta a quota 41, a -1 dal Siviglia secondo e a due lunghezze dal Real Madrid capolista (che però deve ancora recuperare una partita). L'Eibar rimane decimo con 26 punti.

Archivio Ultima ora