Formula 1: assalto Ferrari al Mondiale, tante novità e qualifiche show

Pubblicato il 15 marzo 2016 da redazione

Finnish driver Kimi Raikkonen of Ferrari during pre-season testings at Circuit de Barcelona-Catalunya in Montmelo, near Barcelona, Spain, 02 March 2016. The 2016 Formual One season starts on 20 March 2016 in Australia.  EPA/ALEJANDRO GARCIA

Finnish driver Kimi Raikkonen of Ferrari during pre-season testings at Circuit de Barcelona-Catalunya in Montmelo, near Barcelona, Spain, 02 March 2016. The 2016 Formual One season starts on 20 March 2016 in Australia. EPA/ALEJANDRO GARCIA

MODENA – Riuscirà la Ferrari a lottare ad armi pari con le super Mercedes o dovrà accontentarsi di poter salire solo sul podio come accaduto l’anno scorso per la maggior parte dei Gran Premi? A meno di una settimana dal via della stagione 2016 di Formula 1, con la prima gara all’Albert Park di Melbourne (domenica 20 marzo), resta questa la domanda principale dopo quanto visto nel corso dei test invernali, dove la Stella d’Argento guidata dal Lewis Hamilton e Nico Rosberg ha dato in parte l’impressione di volersi nascondere dando prova di grande solidità con un numero ‘monstre’ di giri effettuati.

La Rossa, invece, con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen ha mostrato incoraggianti segnali di crescita con una Sf16-H quasi sempre in cima alla lista dei tempi sul circuito spagnolo di Montmelò. Una prova, questa, della bontà del progetto firmato dal direttore tecnico di Maranello James Allison e che può rassicurare sul fatto che mal che vada il Cavallino sarà almeno la seconda forza del campionato che sta per partire.

Una stagione che si appresta a scattare col ‘botto’ per l’ultima novità tirata fuori dal cilindro, quella delle qualifiche ad eliminazione, che appare più il risultato di un braccio di ferro costante tra la Fia di Jean Todt e la Fom di Bernie Ecclestone che un reale passo in avanti per rendere il Circus più spettacolare agli occhi del mondo.

“Mi sembra questa delle qualifiche ad eliminazione – l’opinione dell’esperto di tecnica del Circus e firma della gazzetta dello Sport Paolo Filisetti – una roulette russa che non sconvolgerà più di tanto il panorama delle forze in campo a beneficio dello spettacolo tranne che nel caso di possibili inconveniente.

Troveremo una situazione di pista sempre trafficata, sarà difficile fare un giro pulito e non so quanto questa scelta vada in direzione della sicurezza. E’ una strategia che non mia piace molto, cambia veramente solo la fine delle qualifiche quando nella Q3 si sfideranno le ultime due macchine rimaste.

Poi c’è la questione dell’entrata della novità al momento sbagliato con gomme già decise da tempo. Forse la qualifica era una delle componenti da ritoccare di meno, hanno lasciato il venerdì tale e quale e che ormai è noiosissimo. Forse è stata scelta la soluzione meno peggio perchè era stata proposto l’inversione della griglia, frutto però di una guerra sotterraneo tra Ecclestone e Todt”.

E Ferrari è davvero più vicina alla Mercedes? “La Rossa – sostiene Filisetti – ha fatto una macchina che rompe con il passato, molto innovativa, hanno cercato di rischiare per fare una macchina prestazionale a partire dal cuore che è la power unit. Hanno guardato prima alla prestazione perchè l’affidabilità appare garantita. Vedendo i test della seconda settimana, molto positivi i long run della Ferrari con tempi in pista di tutto rispetto.

La Mercedes ha impressionato per il gran numero di giri fatti, ha fatto l’equivalente di una 24Ore di Le Mans o come se avesse fatto 20 Gp. Nonostante non si conoscessero i carichi di benzina si è avuta l’impressione che non si stessero nascondendo troppo. La mia sensazione è quella di una Ferrari che si è avvicinata davvero molto e in alcune circostanze possa essere davanti e in Mercedes ne sono consapevoli”.

Tra le altre novità 2016, le tre mescole Pirelli a disposizione di ogni pilota rispetto alle due dell’anno scorso e la possibilità di scelta dei set da parte dei team (2 obbligatori e 11 ‘liberi’, novità assoluta l’arrivo delle velocissime ultrasoft).

Si correrà anche in Azerbaigian sul circuito semicittadino di Baku, gara che insieme al ritorno del Gran Premio di Germania, porterà i Gp totali al numero record di 21. Guardando ai team c’è il ritorno della Renault che ha rilevato la Lotus e l’arrivo dell’americana Haas ma parecchio Made in Italy con il motore Ferrari ed il telaio Dallara.

Tra i piloti incuriosisce l’arrivo di alcuni esordienti come il primo indonesiano nella storia del Circus, Rio Haryanto e il tedesco ma con passaporto anche delle Isole Mauritius Pascal Wehrlein. Entrambi debutteranno con la Manor, mentre l’ennesimo figlio d’arte risponde al nome di Jolyon Palmer (figlio dell’ex pilota di Formula 1 inglese Jonathan Palmer) alla guida della rientrante Renault.

Ultima ora

12:29Totti: Lotti, mi auguro grande festa per lui domani

(ANSA) - FIRENZE, 27 MAG - "Totti non si discute, è un grande campione. Domani mi auguro che sarà per lui una grande festa, come è giusto che sia, e come sono convinto che l'Olimpico gli tributerà". Lo ha detto il ministro per lo sport Luca Lotti, rispondendo ai giornalisti sull'ultima partita in maglia giallorossa del capitano della Roma. Il ministro è intervenuto oggi a margine di una premiazione organizzata dal comitato toscano dilettanti, al centro tecnico di Coverciano a Firenze.

12:23G7: su Russia i sette pronti a ‘ulteriori azioni’

(ANSA) - TAORMINA, 27 MAG - Nella dichiarazione finale del G7 i grandi si impegneranno a prendere 'ulteriori azioni' nei confronti della Russia se non rispetta gli accordi di Minsk sull'Ucraina. Lo riferiscono fonti vicine al dossier, precisando che la discussione sulla Russia si tiene oggi. Sulla necessità di non levare le sanzioni a Mosca ci sarebbe quindi anche l'accodo degli Usa.

12:22Filippine: esercito bombarda Marawi, bandiere bianche civili

(ANSA) - BANGKOK, 27 MAG - Nei combattimenti di Marawi l'esercito filippino sta impiegando contro gli estremisti affiliati all'Isis anche bombardamenti aerei, mentre da alcuni edifici della città di 200 mila abitanti sono spuntate bandiere bianche sventolate da civili. Lo hanno riferito all'Associated Press alcuni testimoni. Con il bilancio ufficiale delle vittime fermo a 44 da ieri mattina (ma probabilmente già aumentato sul campo), gli scontri proseguono senza sosta tra le truppe di Manila e un centinaio di militanti armati appartenenti ai gruppi Maute e Abu Sayyaf, entrambi affiliati all'Isis. Un portavoce dell'esercito ha annunciato che le operazioni andranno avanti "fino a che la città sarà ripulita" dai combattenti che da martedì pongono assedio a Marawi, in seguito al blitz fallito delle forze di sicurezza per catturare uno dei loro comandanti. Nonostante migliaia di residenti abbiano lasciato la città, in molti sono rimasti nelle proprie case.

12:20Migranti: fiori e tedesco per integrazione profughi

(ANSA) - BOLZANO, 27 MAG - Hanno appreso primi rudimenti della lingua tedesca assieme a nozioni di floristica e cura dei giardini: sono 13 ragazzi profughi, richiedenti asilo in Alto Adige. Grazie ad un progetto organizzato dall'ufficio educazione permanente del dipartimento cultura tedesca in collaborazione con la scuola professionale Laimburg, e in sinergia con l'associazione dei giardinieri altoatesini, hanno compiuto un corso a moduli e uno stage presso 8 giardinerie in Alto Adige. In precedenza i ragazzi avevano acquisito i comportamenti corretti per la sicurezza sul lavoro. Ora sono pronti per una chiamata all'opera. Gli assessori provinciali di Bolzano Philipp Achammer e Arnold Schuler si sono complimentati con i corsisti e hanno consegnato loro gli attestati di frequenza del percorso formativo nell'ambito di una piccola festa.

12:18Migranti:altre due navi arrivate in Calabria,in una 32 salme

(ANSA) - CROTONE, 27 MAG - È approdata questa mattina nel porto di Crotone la nave Phoenix, dell'organizzazione non governativa Moas, con a bordo 600 migranti, tra i quali 150 bambini non accompagnati. La nave trasporta anche le salme di 32 persone morte nel naufragio dei giorni scorsi al largo della Libia, tra cui quelle di alcuni bambini. Le operazioni di sbarco e di assistenza ai migranti sono coordinate dalla Prefettura di Crotone. Un altro gruppo di 481 migranti é giunto, sempre stamattina, nel porto di Reggio Calabria a bordo della nave "Sirio" della Marina Militare. Quattro dei migranti sono stati ricoverati in ospedale per patologie varie. Le due navi sarebbero dovute approdare in Sicilia, ma sono state dirottate in Calabria per il blocco disposto per il G7 di Taormina. Ieri, per lo stesso motivo, erano approdate in Calabria altre quattro navi, con a bordo, complessivamente, 1.669 migranti. (ANSA).

12:15G7: anche Merkel cancella conferenza stampa finale

(ANSA) - Taormina, 27 MAG - Anche la cancelliera Angela Merkel, come il presidente Usa Donald Trump, rinuncia alla conferenza stampa finale della delegazione tedesca al G7. La Merkel avrà solo un breve colloquio con i giornalisti tedeschi, non con la stampa internazionale. Come nel caso di Trump, a Taormina si rincorrono ipotesi per spiegare la decisione di cancellare la conferenza stampa: ieri i due leader hanno avuto una discussione, definita "vivace e franca" dalla Merkel, senza replicare frontalmente alle accuse di Trump alle pratiche commerciali tedesche.

12:13G7: unica dichiarazione su clima, ‘più tempo agli Usa’

(ANSA) - TAORMINA, 27 MAG - Sulla questione del clima ci sarà "un'unica dichiarazione a sette" al termine del G7, nella quale i sei altri partner si impegnano "a lasciare più tempo agli Usa per prendere una decisione sull'accordo di Parigi". Lo riferiscono fonti del G7.

Archivio Ultima ora