Champions: sfuma il sogno bianconero, Bayern ai quarti di finale

Pubblicato il 16 marzo 2016 da redazione

Bayern players celebrate after Bayern Munich's Spanish midfielder Thiago Alcantara (hidden) scored during the UEFA Champions League, Round of 16, second leg football match FC Bayern Munich v Juventus in Munich, southern Germany on March 16, 2016. / AFP / TOBIAS SCHWARZ        (Photo credit should read TOBIAS SCHWARZ/AFP/Getty Images)

Bayern players celebrate after Bayern Munich’s Spanish midfielder Thiago Alcantara (hidden) scored during the UEFA Champions League, Round of 16, second leg football match FC Bayern Munich v Juventus in Munich, southern Germany on March 16, 2016. / AFP / TOBIAS SCHWARZ (Photo credit should read TOBIAS SCHWARZ/AFP/Getty Images)

MONACO – Dopo il 2-2 maturato all’andata a Torino, la Juventus a Monaco di Baviera si fa rimontare nei tempi regolamentari e sorpassare nei supplementari dal Bayern dopo essere stata in vantaggio per 2-0. I tedeschi approdano ai quarti di finale di Champions League imponendosi per 4-2, eliminando la squadra di Allegri che esce dal campo a testa alta.

Parte subito forte la Juve, che al 5’ già sblocca la gara lancio di Khedirasul quale Alaba è incerto e costringe Neuer ad uscire per anticipare Lichtsteiner, il pallone giunge però a Pogba che insacca a porta sguarnita, 0-1. Il Bayern reagisce e cerca d’impensierire un Juve che tiene testa ai Campioni di Germania grazie ad un pressing altissimo.

Al 28’ così arriva il raddoppio bianconero, nasce tutto ancora da un errore di Alaba, che perde palla in attacco, di qua c’è l strepitosa ripartenza di Morata che salta tre avversari e serve L’accorrente Cuadrado, il quale in area evita Lahm ed infila la sfera alle spalle di Neuer con freddezza, 0-2.

I bavaresi di Guardiola non accettano di buon grado il risultato parziale ed al 42’ sfiorano la rete col tiro di Muller da centro area dopo su assist di Douglas Costa, sulla traiettoria del pallone c’è Buffon, il quale si oppone d’istinto ma non blocca, la palla carambola su Lewandowski e termina sul fondo.

Ci riprova la squadra di Allegri al 44’, quando Cuadrado non cala il tris facendosi anticipare da Neuer sul delizioso passaggio di Pogba. Si va al riposo con gli italiani avanti per 2-0 in quel di Monaco di Baviera.

Al rientro in campo Alaba continua creare danni ai compagni di squadra facendosi rubare palla da Morata al 56’, ma lo spagnolo, entrando in area trova una conclusione debole. Al 57’ Pogba serve ancora uno scatenato Morata che manda la palla alta (con una leggera deviazione) a pochi passi dalla porta.

Accorciano le distanze i tedeschi al 73’, tutto nasce da Coman che tiene in campo un pallone che sembrava destinato sul fondo, così Douglas Costa crossa per Lewandowski ed il bomber polacco insacca di testa dall’interno dell’area piccola il gol dell’1-2, si riapre la gara. Di qua la squadra di Guardiola cerca d’impossessarsi del pallino del gioco ed al 91’ gela l’entusiasmo juventino trovando il 2-2 con Muller, che di testa manda la palla in rete dopo gli sforzi di Coman e Vidal.

Si va ai supplementari.

La prima occasione del primo supplementare è bianconera con Lichtsteiner che trova la parata di Neuer sul suo tiro non proprio potente. La due squadre sono attente e stanche e seppur non come prima continuano a provarci, così al 105’ è ancora 2-2.

Secondo tempo supplementare Thiago Alcantara al 108’ cala il tris bavarese che vanifica quanto prodotto dalla squadra di Allegri, con un tiro da centro area, 3-2. La parola “fine” la dice l’ex di turno Coman, che al 110’ scatta in contropiede partendo dalla propria metà campo, entra in area e trafigge Buffon con un pregevole tiro a giro che sbatte fuori la Juve e mette la ceralacca sulla qualificazione tedesca.

I bianconeri tentano il tutto per tutto ma gli uomini di Guardiola sono attenti e spengono crudelmente le speranze bianconere.

Il Bayern approda ai quarti di finale, la Juve lascia la competizione calcistica per club più importante d’Europa a testa più che alta, accarezzando un sogno con la relativa impresa per ben 90 minuti. È un sogno che s’infrange con una doccia più che gelata per la compagine torinese in quel di Monaco di Baviera, dove ad eliminarla è beffardamente una rete dell’ex Coman.

Ultima ora

15:38Iran: Università Novara, ‘Djalali torturato per confessione’

(ANSA) - NOVARA, 18 DIC - "Ma quale confessione! E' stato torturato finché non ha dovuto dire quanto volevano i suoi carcerieri". Il professore Francesco Della Corte, direttore del Credim, il Centro di ricerca interdipartimentale in medicina dei disastri dell'Università del Piemonte Orientale per cui ha lavorato Ahmadreza Djalali, commenta così la confessione del ricercatore iraniano che in televisione ha sostenuto di essere una spia, l'accusa per cui è stato arrestato e condannato a morte. "Non è bastato che venisse condannato a morte dal Tribunale della Rivoluzione di Teheran per reati mai commessi - prosegue Della Corte - ora hanno voluto che pubblicamente si accusasse, in modo da avere una scusa, di fronte all'opinione pubblica, per poterlo uccidere".

15:37Pyeongchang: Fontana, Corea? Nel villaggio saremo protetti

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Per la situazione in Corea del Nord sono abbastanza tranquilla, perchè una volta entrati al villaggio olimpio saremo come in un bolla. Ci sentiremo, e saremo protetti, e saremo concentrati sulle gare. Quel che succede al di fuori, nei limiti, ci coinvolgerà relativamente". Arianna Fontana, portabandiera dell'Italia tra 53 giorni ai Giochi di PyeongChang, non si dice preoccupata per le tensioni internazionali caudate dalle minacce del regime di Pyeongyang. L'atleta, dopo aver ricevuto la bandiera al Quirinale dalle mani del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ribadito il suo dispiacere per il bando imposto dal Cio agli atleti russi per il doping: "Non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. Ci sono molti atleti puliti che. Una ragazza russa che ho sentito - ha aggiunto - mi ha detto che sapranno solo a fine gennaio se potranno gareggiare. Mi dispiace, sono momenti non molto semplici".

15:36Turchia: 822 arresti per terrorismo in una settimana

(ANSA) - ISTANBUL, 18 DIC - Continuano in Turchia gli arresti di massa sotto lo stato d'emergenza post-golpe. Nell'ultima settimana, sono 822 le persone finite in manette con accuse di terrorismo. Lo rende noto il ministero degli Interni. La maggior parte (575) è sospettata di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Altre 148 sono state arrestate per supposti collegamenti con il Pkk curdo. Nelle operazioni contro il Pkk sono inoltre stati "neutralizzati" 28 combattenti, 9 dei quali uccisi. Detenuti anche 75 sospetti affiliati all'Isis e 24 a gruppi illegali di estrema sinistra. Dal tentato putsch dello scorso anno, in Turchia gli arresti per presunti reati di terrorismo sono più di 50 mila.

15:32Germania: Schulz chiede ministero finanze, Merkel frena

(ANSA) - BERLINO, 18 DIC - I media tedeschi affermano che Martin Schulz rivendicherebbe il ministero delle finanze per l'Spd, nel caso in cui si arrivasse a un governo di Grosse Koalition. Ma Angela Merkel, sollecitata in materia, frena. "Parlare di una distribuzione dei ministeri, non avendo ancora neppure la certezza di costruire insieme un governo, non mi sembra la sequenza giusta", ha affermato, rispondendo alle domande dei giornalisti, in conferenza stampa, rispetto a possibili desiderata dei socialdemocratici. È stato il giornale economico Handelsblatt a scrivere oggi, in prima pagina, che il leader dei socialdemocratici vorrebbe per il suo partito il ministero delle finanze.

15:25Calcio: Coppa Italia, Pasqua arbitra Napoli-Udinese

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Questi gli arbitri, gli assistenti, i IV Ufficiali, i Var e gli assistenti Var per le partite valide per gli ottavi di finale di Coppa Italia in programma da domani: Napoli-Udinese (19/12 ore 21): Pasqua di Tivoli Mondin-Bellutti/Di Paolo/Pairetto-Fiorito); Atalanta-Sassuolo (20/12 h.15): Ghersini di Genova (Rocca-La Notte/Minelli/Giacomelli-Ranghetti); Roma-Torino (20/12 ore 17.30): Calvarese di Teramo(Paganessi-Prenna/Abbattista/Banti-Di Vuolo); Juventus-Genoa (20/12 ore 20.45): Maresca di Napoli (La Rocca-Bindoni/Marini/Mariani-Alassio).

15:20Migranti: ok a progetto per impiego in Scavi Pompei e Reggia

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Una migliore distribuzione dei migranti sul territorio attraverso anche l'impiego sperimentale nei servizi sociali, in particolare in alcune realtà turistiche di grande pregio come gli Scavi di Pompei e la Reggia di Caserta. É il senso del protocollo d'intesa siglato oggi a Napoli con il ministro degli Interni Marco Minniti da 265 sindaci della Campania (il 70% del territorio) per l'accoglienza dei richiedenti asilo. "Un progetto bello e straordinario - ha sottolineato il ministro - che mette in campo una visione comune basata su accoglienza, umanità, integrazione e sicurezza e che se dovesse avere successo renderà migliore non solo la Campania ma l'Italia intera".

15:16Assad, 400 mld dollari di danni materiali dalla guerra

(ANSA) - MOSCA, 18 DIC - I danni materiali del conflitto in Siria ammontano a circa 400 miliardi di dollari: è la stima fatta dal controverso presidente siriano Bashar al Assad e riportata oggi dal vice premier russo Dmitri Rogozin. "Secondo le stime del presidente siriano - ha detto Rogozin - i danni provocati da questa aggressione contro la Siria ammontano a circa 400 miliardi di dollari".

Archivio Ultima ora