La Vinotinto femminile Under 17, il capolavoro di Zsemereta

Pubblicato il 22 marzo 2016 da redazione

sub17-2

CARACAS – Ci sono capolavori che per ammirarli devi visitare prestigiosi musei come il Louvre, il Prado o il Palazzo degli Uffizi, ma ci sono altri che per ammirarli devi andare in uno stadio di calcio. La storia che vi stiamo per raccontare é quella di Kenneth Zsemereta, un tecnico panameño che sin dal suo arrivo in Venezuela ha iniziato ad elaborare un capolavoro con la vinotinto femminile under 17: nazionale che sotto la sua gestione si é qualificata per tre volte consecutive al mondiale ed ha vinto in un paio di occasioni il campionato sudamericano di categoria.

Il primo contatto tra Zsemereta ed il Venezuela é stato quasi 10 anni fa. Allora, Laureano González, che era l’uomo di maggior peso nella Federación Venezolana de Fútbol per il calcio in rosa, invitó il tecnico panameño per uno stage di 2 settimane presso l’Universidad Cátolica Andrés Bello, lí lavorò con l’Ucab Spirit. Quella sua esperienza gli serví per inserirsi tra i candidati alla panchina della nazionale femminile di calcio.

In un primo momento Zsemereta lavoró insieme a Rolando Bello, che poi lo postuló come suo sustituto. Due anni dopo, Serafín Boutereira, direttivo della Fvf, gli diede l’incarico di selezionatore della nazionale femminile Under 17.

Durante otto anni alla guida della nazionale Kenneth Zsemereta ha disegnato diversi capolavori: tre qualificazioni per i mondiali U17 (2010, 2013 e 2016): nelle qualificazioni per il torneo iridato ha vinto un bronzo e poi due ori consecutivi; ha vinto i Juegos Centroamericanos y del Caribe nel 2010 ed il secondo posto nei Juegos Bolivarianos (2009).

Da ricordare che nel torneo iridato del 2013, per noi italo-venezuelani ci fu una sorte di derby del cuore: nella finalina per il terzo posto azzurre e vinotinto si sono affrontate e, per la cronaca, le italiche si sono imposte 2-0 dopo i calci di rigore, ma i tempi regolamentari si erano conclusi con uno spettacolare 4-4.

Da segnalare che quando Zsemereta prese le redini della nazionale, trovò uno scenario poco incoraggiante: la vinotinto era una squadra che per ogni gol che segnava, minimo ne subiva cinque. Se prendiamo in considerazione il periodo di tempo tra il 1991 e 2006 la nazionale aveva vinto solo una gara. Senza dimenticarci del fallimentare campionato femminile che si disputó tra il 2004 e 2007.

Kenneth Zseremeta, laureato in ingegneria, ha applicato le sue nozioni in materia per costruire e calibrare una macchina perfetta come la sua vinotinto. La sua nazionale non perde da 15 gare nel torneo Sudamericano. Hanno segnato 78 reti in 25 incontri, per una media gol 3,12.

Peccato che le sue opere d’arte nell’edizione 2016, sono state dipinte su una tela abbastanza deteriorata: lo stadio Metropolitano di Cabudare, aveva un manto erboso al di sotto delle aspettative e alla categoria del campionato che si stava disputando.

E nonostante, le sue ragazze sono state le protagoniste di un capolavoro che domenica é stato dipinto con toni vinotinto: non solo hanno battuto (1-0) il Brasile, vittoria che é servita per mettere in bacheca il secondo titolo Campeonato Sudamericano Femenino Sub 17, ma ha permesso al Venezuela di eguagliare le verdeoro per numero di campionati vinti.

“Questo é un evento storico, credo che con il successo di oggi, il calcio venezuelano ha fatto un salto da gigante” ha dichiarato Zsemereta a fine gara alla Tv venezolana, aggiungendo, “devo ringraziare Dio, mia madre e tutto il Venezuela per questa vittoria”.

Zsemereta, che puó vantare di aver portato in tre occasioni il Venezuela ad un mondiale, lascerá la vinotinto al termine della kermesse iridata, ma molti sperano in un ripensamento. “Per il momento, posso dirvi che dopo il torneo in Giordania analizzeró le cose. Però penso che sia il momento di farmi da parte e dare l’opportunitá ad altre persone”.

Tutti i tifosi della palla a chiazze sperano che l’esempio della Under17 femminile serva d’inspirazione per le altre nazionali venezuelane.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

13:02Usa: ‘Profughi sono benvenuti’, striscione su statua Libertà

(ANSA) - NEW YORK, 22 FEB - Un enorme striscione con su scritto 'I profughi sono benvenuti' è stato srotolato ai piedi della Statua della Libertà ed è rimasto sulla base per oltre un'ora prima che la polizia lo rimuovesse. Il fatto è avvenuto ieri sera, poche ore dopo l'annuncio del presidente Donald Trump di una stretta sull'immigrazione illegale.

12:39Pd: Serracchiani, contenta che Emiliano sia rimasto

(ANSA) - TRIESTE, 22 FEB - "Sono contenta che sia rimasto Emiliano all'interno del partito, e che si sia candidato". Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia e vicesegretaria del Pd, Debora Serracchiani, a margine di una cerimonia stamani al Porto di Trieste. "E' una candidatura assolutamente valida come tutte le altre - ha aggiunto Serracchiani - e auspico anzi che chi fino a ieri ha dichiarato che sarebbe stato fuori dal Pd magari ci ripensi e, con un gesto di grande solidarietà nei confronti della comunità che ha contribuito a costruire, torni dentro".

12:38Terremoto: ‘Back to Campi’, il borgo riparte dopo le scosse

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 22 FEB - E' stato completato il progetto 'Back to Campi', ideato dalla Pro loco per rilanciare il piccolo borgo medievale della Val Castoriana a ridosso del Parco dei Sibillini, a 11 chilometri da Norcia, duramente colpito dal terremoto: prevede un'area con bungalow in legno completi di ogni confort, una piscina di 25 metri per 12,5, servizi e un'area verde per i bambini. Un'altra porzione di quello che si prefissa di essere un vero e proprio villaggio turistico sarà dedicata agli amanti del campeggio, con piazzole attrezzate per camper, roulotte e tende. Non troppo lontano barbecue, posti a sedere e servizi igienici. Ora si tratta di trovare i tre milioni di euro che servono per realizzare tutto ciò. Illustra all'ANSA i dettagli del progetto Roberto Sbriccoli, il presidente della Pro loco, la quale intanto sta acquisendo le aree per realizzare il villaggio.

12:38Renzi, parlato poco di green economy, focus al Lingotto

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - "La questione ambientale, legata alla sostenibilità e alla green economy, è sempre più centrale nel mondo. Durante i mille giorni abbiamo fatto molto per questo settore ma ne abbiamo parlato poco. E ad ogni modo quello che abbiamo fatto ancora non basta". Lo scrive Matteo Renzi sul suo blog, raccontando la prima giornata in California. Renzi rinvia all'appuntamento del Lingotto, dove presenterà la sua mozione congressuale, per un approfondimento sul tema: "La sfida per l'auto elettrica, i contatori digitali, le città intelligenti, il consumo sostenibile e consapevole non sono più questioni da addetti ai lavori, ma grandi temi del nostro futuro prossimo. Ci torneremo sopra a cominciare dall'appuntamento del Lingotto (10-12 marzo) dove discuteremo a lungo anche di questo".

12:33Sud Sudan: Papa, portare cibo, non solo dichiarazioni

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 22 FEB - "Destano particolare apprensione le dolorose notizie che giungono dal martoriato Sud Sudan, dove ad un conflitto fratricida si unisce una grave crisi alimentare che colpisce il Corno d'Africa e che condanna alla morte per fame milioni di persone, tra cui molti bambini". Lo ha detto il Papa alla fine dell'udienza generale. "E' più che mai necessario l'impegno di tutti - ha sottolineato il pontefice - a non fermarsi solo a dichiarazioni, ma a rendere concreti gli aiuti alimentari e a permettere che possano giungere alle popolazioni sofferenti".

12:33Salvini, barricate da tassisti contro ius soli in Parlamento

(ANSA) - MILANO, 22 FEB - "Se metteranno in votazione lo ius soli per gli immigrati, "le barricate a mo' di tassista le facciamo non fuori ma dentro il Parlamento". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, rispondendo a un ascoltatore a Radio Padania. "Anche se ovviamente spero di fermare prima questa follia", ha aggiunto Salvini, confidando nel fatto che "un Pd tenuto in piedi con lo scotch non verrà a imporci questa follia". Nella diretta con la radio del partito, Salvini ha ribadito a più riprese le sue posizioni contro i nuovi migranti, prendendo spunto anche dall'ultimo fatto di cronaca sul traghetto Cagliari-Napoli. "Dobbiamo vincere al più presto - ha sostenuto il segretario della Lega - o qualcuno passa a maniere più spicce".

12:33Turismo: Tripadvisor, spiaggia Conigli la più bella d’Italia

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - Se è vero come diceva lo scrittore francese Jean-Claude Izzo che "di fronte al mare la felicità è un'idea semplice" la Spiaggia dei Conigli a Lampedusa, Cala Mariolu e Cala Goloritze in Ogliastra sono le vere "regine" d'Italia. Sono infatti in testa alla classifica italiana dei Travelers' Choice Beaches Awards 2017 di TripAdvisor. Ben 343 le spiagge premiate con la vittoria della Spagna con La Concha a San Sebastian a livello europeo e del Brasile con Baia do Sancho a livello mondiale. A livello italiano appunto torna in prima posizione la Spiaggia dei Conigli, che scala ben tre gradini della classifica rispetto allo scorso anno, ma è la Sardegna la regione più premiata con ben 5 spiagge premiate su 10: oltre a Cala Mariolu e Cala Goloritze sul podio ci sono infatti La Pelosa a Stintino (5/a), Porto Giunco a Villasimius (6/a) e Is Aruttas a Cabras (10/a). A livello europeo la Spiaggia dei Conigli è 5/a nella top ten ma nella top 25 Italia, Grecia e Spagna sono le più premiate con 5 riconoscimenti a testa. Delusione a livello mondiale con nessuna "bellezza" italiana tra le prime 10 in classifica. Questa la classifica italiana: 1.Spiaggia dei Conigli, Lampedusa, Agrigento 2.Cala Mariolu, Baunei, Ogliastra 3.Cala Goloritze, Baunei, Ogliastra 4.Cala Rossa, Favignana, Trapani 5.La Pelosa, Stintino, Sassari 6.Porto Giunco, Villasimius, Cagliari 7.Baia del Silenzio, Sestri Levante, Genova 8.Cala Bianca, Marina di Camerota, Salerno 9.Spiaggia di Tropea, Tropea, Vibo Valentia 10.Is Aruttas, Cabras, Oristano Questa la classifica europea: 1.La Concha, San Sebastian, Spagna 2.Elafonissi Beach, Elafonissi, Grecia 3.Côte des Basques, Biarritz, Francia 4.Fig Tree Bay, Protaras, Cipro 5.Spiaggia dei Conigli, Lampedusa, Agrigento 6.Playa de Ses Illetes, Formentera, Spagna 7.Spiaggia e laguna di Balos, Kissamos, Grecia 8.Kleftiko Beach, Milos, Grecia 9.Weymouth Beach, Weymouth, Regno Unito 10.Playa de Muro, Maiorca, Spagna

Archivio Ultima ora