Renzi in Nevada all’impianto ibrido Enel, Italia leader

Pubblicato il 29 marzo 2016 da redazione

Renzi e moglie arrivano all'aeroporto di Fallon, Nevada

Renzi e moglie arrivano all’aeroporto di Fallon, Nevada

FALLON (NEVADA). – Matteo Renzi non vuole mancare. E vola fino in Nevada, che sceglie come prima tappa della sua missione in Usa, per tagliare il nastro di un impianto simbolo, quello che l’Enel Green Power ha inaugurato a Fallon, debuttando con il primo sito al mondo a unire geotermia, fotovoltaico e termosolare in un progetto d’avanguardia nelle rinnovabili.

Il premier si dice “orgoglioso” del gruppo elettrico che vuole “far crescere”, anche con la banda larga per la quale annuncia la presentazione di “progetti innovativi” il 7 aprile. E usa l’esempio dell’Enel, postando su Facebook mentre vola verso l’America l’hashtag #orgoglioitalia, per mandare l’ennesimo messaggio a casa: “Basta con la rassegnazione che fa male al Paese di quelli che dicono che la globalizzazione fa male all’Italia. E’ invece la più grande occasione del paese per tornare a esser sé stesso. L’Italia è più forte delle sue paure, nel mondo è un onore essere italiani”.

E mentre annuncia con un tweet un’altra “buona notizia”, con l’Enel Green Power che ha vinto una gara per eolico e solare in Messico da 1,5 miliardi, rilancia, ancora una volta, il ruolo delle rinnovabili che “vedono l’Italia tra i leader mondiali” e della tecnologia.

Senza però dimenticare, con un occhio al prossimo referendum sulle trivelle, che un “mondo di sole rinnovabili è per ora un sogno. Dobbiamo ridurre le fonti fossili e le emissioni, ma petrolio e gas serviranno ancora a lungo”, scrive.

Dal Nevada il premier fa anche un passaggio sulla situazione in Europa. Anche e soprattutto alla luce dei “terribili” fatti di Bruxelles. Il vecchio Continente “ha paura” e la risposta da dare sono “i vecchi valori e le nuove energie”, aggiunge con un gioco di parole sulle rinnovabili.

“Il nostro Paese sembra fare tutto per nascondere le proprie eccellenze”, scandisce più volte il premier, che è volato in Usa cogliendo l’occasione del summit sul nucleare di Washington in programma giovedì e venerdì per allargare il giro. E toccare tre Stati in chiave ‘soft power’, la penetrazione attraverso le eccellenze del sistema paese.

Così, dopo il Nevada, farà tappa a Chicago, dove visiterà, tra l’altro, il laboratorio che ha scoperto il bosone e prende il nome da Enrico Fermi. Poi aprirà il forum Ice Italia-Usa sul manifatturiero del 21mo secolo e proseguirà per Boston per visitare il centro Ibm per le alte tecnologie in campo della salute, dove è attesa la firma di un memorandum. E parlerà nella prestigiosa aula di Harvard, ateneo simbolo degli States.

Con gli Usa, insiste il premier, “non dobbiamo collaborare solo nei settori tradizionali”. A Fallon, dove Renzi è atterrato con la moglie Agnese e promette di voler tornare in “futuro” anche con i figli, ad aspettarlo c’è Francesco Starace, l’ad dell’Enel che dopo Stillwater, per il quale il gruppo ha investito 290 milioni di dollari, farà il “prossimo impianto di questo tipo, anche se più piccolo, a Monaco, in Germania”. “Siamo nati in Italia ma consideriamo la nostra casa il mondo”, dice mentre il premier annuisce soddisfatto.

(dell’inviata Marina Perna/ANSA)

Ultima ora

21:44Calcio: Prandelli riparte da Emirati, nuovo tecnico Al-Nasr

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Cesare Prandelli ricomincia dagli Emirati Arabi. L'ex ct azzurro sarà infatti il nuovo tecnico dell'Al Nasr. Lo ha ufficializzato il club sul suo sito, facendo sapere che la presentazione avverrà lunedì prossimo, con una conferenza stampa. Prandelli è reduce dalla sfortunata esperienza nella Liga sulla panchina del Valencia, terminata con la risoluzione contrattuale dopo pochi mesi. Prandelli è il secondo tecnico italiano a sedersi sulla panchina dell'Al-Nasr dopo Walter Zenga (2011-2013).

21:34Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Donald Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:20Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:15Manchester: Cnn, kamikaze forse addestrato in Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Il kamikaze autore della strage a Manchester, Salman Abedi, ha con tutta probabilità ricevuto addestramento dall'Isis in Siria nei mesi precedenti all'attacco, stando ad informazioni raccolte nella fase preliminare dell'inchiesta. Lo riferisce la Cnn citando fonti Usa.

20:41Tusk, con Trump non abbiamo visione comune su Russia

(ANSA) - BRUXELLES, 25 MAG - Con Donald Trump "abbiamo fatto progressi soprattutto sull'antiterrorismo ma altre questioni restano aperte, come il clima ed il commercio. E non sono al 100% sicuro che abbiamo una posizione comune sulla Russia, anche se sul conflitto in Ucraina siamo sulla stessa linea". Lo ha detto Donald Tusk in una breve dichiarazione fatta al termine dell'incontro con Donald Trump.

20:35Maestre d’asilo arrestate per maltrattamenti a Piacenza

(ANSA) - PIACENZA, 25 MAG - Due educatrici di un asilo nido di Piacenza sono state arrestate con l'accusa di maltrattamenti nei confronti dei bambini della struttura. I carabinieri della stazione di Piacenza Levante si sono presentati con due pattuglie prelevando le due donne piacentine e portandole in caserma. Riserbo assoluto sull'indagine, ma pare che i carabinieri abbiano eseguito un arresto in flagranza di reato, probabilmente grazie a telecamere nascoste nell'asilo, e che avrebbero filmato settimane di presunti maltrattamenti. Sulla vicenda è intervenuto con una nota anche il sindaco di Piacenza Paolo Dosi: "il Comune di Piacenza è parte lesa in questa vicenda e per questo confidiamo in un'azione degli organi inquirenti quanto più rapida e approfondita possibile. È un vero fulmine a ciel sereno, privo del benché minimo campanello di allarme, sia in termini di segnalazioni delle famiglie, che di risultanza dei costanti monitoraggi". (ANSA).

20:15Catalogna: ministro difesa Madrid, impediremo referendum

(ANSA) - MADRID, 25 MAG - Il ministro della difesa spagnolo Maria Dolores de Cospedal ha affermato che il governo di Madrid impedirà lo svolgimento di un referendum sull'indipendenza della Catalogna. "Faremo quello che dovremo fare" ha detto alla radio Cadena Cope. Il presidente secessionista catalano Carles Puigdemont ha promesso che convocherà un referendum sull'indipendenza entro fine settembre nonostante il veto di Madrid. El Pais scrive oggi, citando fonti autorevoli del governo di Madrid, che il premier conservatore Mariano Rajoy "userà tutti i mezzi a sua disposizione" per evitare lo svolgimento del referendum catalano. Secondo il quotidiano l'esecutivo spagnolo ha pronto già da mesi "un memorandum segreto". Il vicepresidente catalano Oriol Junqueras ha indicato di recente che "tutto è pronto" per la tenuta del referendum, e ai primi di maggio il governo di Barcellona ha avviato le procedure per l'acquisto delle urne. La data in cui potrebbe svolgersi ancora non è stata resa nota.

Archivio Ultima ora