La Germania spazza via l’Italia e i suoi tabù, a Monaco è 4-1

Pubblicato il 29 marzo 2016 da redazione

German Mario Goetze (C) celebrates scoring the 2-0 during the international soccer match between Germany and Italy, at the Allianz Arena in Munich, Germany, 29 March 2016.  EPA/Tobias Hase

German Mario Goetze (C) celebrates scoring the 2-0 during the international soccer match between Germany and Italy, at the Allianz Arena in Munich, Germany, 29 March 2016. EPA/Tobias Hase

MONACO DI BAVIERA (GERMANIA). – Sarà pur vero che i tabù sono destinati a essere infranti, ma contro un’Italia fragile fragile la Germania lo ha fatto nel modo più eclatante: il 4-1 di Monaco spazza via a un tempo le certezze azzurre e la serie negativa che per i padroni di casa durava da 21 anni.

Dal giugno ’95, ultima sconfitta con Sacchi in panchina, i tedeschi non avevano mai vinto, anzi prima e dopo le avevano spesso prese e male. Stavolta le parti si sono invertite, perché Italia-Germania merita in un senso o nell’altro sempre gli annali.

In quelli personali di Conte, la debacle vale come la peggior sconfitta in due anni da ct, e un bel campanello d’allarme verso Euro 2016: il confronto di Udine contro la Spagna ha mostrato che l’Italia è una squadra, quello contro i campioni del mondo che ci sono squadre molto più squadre.

Nel disastro di Monaco, sono vittime e complici allo stesso tempo quei giovani cui il ct aveva chiesto conferme, da Bernardeschi a Zaza. A poco valgono la scusante delle assenze azzurre e la consolazione che il dente azzurro è stato cavato in amichevole: non c’è stata partita, la Germania ha segnato quando voleva, l’Italia non ha mai punto.

L’Allianz Arena è a festa, tedeschi in maglia azzurra che imprecano ai falli dei giocatori di Conte e italiani di Baviera che applaudono gli avversari: questo è il Classico mondiale, troppo rivali per non essere perfino amici.

Prima dell’omaggio a Cruijff, i tedeschi mostrano le quattro stelle mondiali ma è l’unica cosa pari della serata. Poi in campo sorprendono: fuori Khedira, neanche in panchina. Loew schiera un 3-4-3 speculare al modulo di Conte ma molto più efficace. Mueller fa il finto centravanti, Ozil e Kroos sono i due centrali di centrocampo e la cosa dice tutto sulla qualità cercata dai campioni del mondo.

A mettere in crisi da subito l’Italia è proprio la coppia tedesca. Unita al movimento continuo dei tre davanti, che non danno riferimenti: una volta erano i 10 azzurri a far impazzire le difese tedesche, disabituate all’imprevisto. Zaza non ha il peso di Pellè e fa soffrire anche i suoi compagni di tridente, deputati alla creatività.

Appena qualche minuto per il timore reverenziale e la Germania si prende la partita: a un ritmo neanche poi così frenetico eppure sufficiente a mandare sempre i centrocampisti azzurri fuori tempo. All’8′ la fiammata di Oezil, anticipato da Darmian su lancio di Rudy, è un segnale, cui l’Italia tenta di rispondere con analogo scambio tra Insigne e Bernardeschi: il primo è l’unico azzurro a trovare tempi e linee di passaggio giuste, il secondo sconta tutto il peso dell’esordio dal 1′.

Giaccherini deve rincorrere sulla sua fascia Rudy e Mueller ed è costretto al fallo da ammonizione, la Germania fa un giro palla infinito e aspetta solo il momento giusto. Che arriva al primo affondo vero, minuto 24: impressiona la facilità con la quale Mueller alza la testa per mettere al centro, la morbidezza di Bonucci che prova a deviare, il tempo concesso a Kroos per aggiustarsi il destro dell’1-0.

L’onda dell’entusiasmo lancia gli attaccanti tedeschi: son solo tre ma sbucano da mille corridoi, Mueller sfiora il raddoppio, Buffon alza in angolo. Un cross di Draxler attraversa pericoloso tutta l’area azzurra, ma è subito dopo che la Germania mostra il meglio di sè: cinque tocchi tutti di prima in verticale, da area ad area, lungo l’asse Kroos-Ozil-Mueller e Draxler al tiro impegna a terra il portiere azzurro.

La prima palla decente per Insigne arriva al 32′, il destro sulla sponda di petto di Zaza è alto e così riprende il dominio tedesco. Fino al raddoppio a fine primo tempo, di nuovo Mueller comodo di crossare, di nuovo la difesa morbida e Goetze che anticipa: 2-0.

Stavolta alla ripresa la Germania non si siede, come venerdì dopo aver fatto due reti all’Inghilterra. Montolivo avrebbe la palla giusta dopo 3′, ma spreca l’assist di Insigne; l’Italia prova a sfruttare la pausa che la Germania si prende, Bernardeschi in verticale costringe al fallo da ammonizione Hummels e sulla punizione i tiri di Zaza prima e Giaccherini poi sono tra il velleitario e lo sfortunato.

Conte non cambia modulo, e un attimo prima di cambiare solo un interprete (De Silvestri per uno spento Florenzi) arriva il 3-0: merito di Draxler, con l’aiuto dell’infortunio di Bonucci che lo lancia all’assist per la battuta vincente di Hector. Il difensore juventino esce in barella, per le preoccupazione di Allegri.

E a quel punto, oltre all’ingresso obbligato di Ranocchia, il ct azzurro ne manda in campo tre: Okaka per Insigne, Parolo per Thiago Motta ed El Shaarawy per Giaccherini. Tra un tiro alto di Zaza e una punizione morbida di El Shaarawy, arriva il poker di Oezil su rigore, dopo che Rudy l’ha fatta da padrone in area italiana per poi essere atterrato da Buffon. C’è tempo per il gol della bandiera di El Shaarawy e per i tentativi di Okaka. Ma questa volta la storia, ancorché in amichevole, parla solo tedesco.

(dell’inviato Francesco Grant/ANSA)

Ultima ora

23:57Blitz di Lotta Studentesca a giornate antifasciste dell’Anpi

(ANSA) - MILANO, 26 MAG - Blitz di Lotta Studentesca contro le giornate antifasciste dell'Anpi in diverse città italiane: il movimento giovanile di Forza Nuova ha recintato con del nastro segnaletico alcune sedi dell'Anpi. Lo rende noto lo stesso movimento con un comunicato stampa e con una foto in cui si vedono alcuni ragazzi davanti alla sede dell'Anpi di Milano nel quartiere Crescenzago. "I militanti di LS, in tuta bianca da lavoro, hanno anche affisso numerosi cartelli - si legge nella nota - per informare la cittadinanza della disinfestazione in corso contro zecche e fastidiosi animaletti, purtroppo presenti nel luogo". "Oggi i nostri militanti - afferma Andrea Di Cosimo, responsabile nazionale del movimento giovanile - sono impegnati in una vasta operazione di disinfestazione in molte città italiane per liberarle dalla presenza di zecche e partigiani vari". "Nessuno - conclude la nota - vieterà a Lotta Studentesca di esprimere le sue idee".

23:29Calcio: semifinali playoff, Carpi-Frosinone 0-0

(ANSA) - CARPI, 26 MAG - Finisce senza reti l'andata della semifinale dei playoff serie B tra Carpi e Frosinone, un pari che avvicina i ciociari alla finalissima in virtù della migliore posizione di classifica (terzo posto contro il settimo del Carpi) che avrà un peso nella gara di ritorno, lunedì prossimo a Frosinone. La squadra di Marino non è stata in grado di sfruttare la superiorità numerica dopo l'espulsione del giocatore di casa Sabbione al 35' della ripresa per doppia ammonizione. Gara molto intensa ma con pochissime occasioni da gol, a conferma del grande equilibrio in campo nell'arco dei novanta minuti. Decisiva nel corso del primo tempo l'uscita provvidenziale del portiere Belec su Ciofani, mentre nella ripresa più iniziativa da parte del Carpi che ha potuto contare sull'apporto di Mbakogu entrato ma anche lui poco incisivo in zona gol. Con un pareggio nel ritorno Frosinone in finale, mentre il Carpi sarà obbligato a vincere per andare in finale.

22:34Calcio: Bernardo Silva dal Monaco al Manchester City

(ANSA) - MANCHESTER, 26 MAG - Bernardo Silva, nazionale portoghese di 22 anni, passa dal Monaco al Manchester City. Durata del contratto e costo dell'operazione non sono stati resi noti, ma i media inglesi ipotizzano una affare da circa 43 milioni di sterline. Con la maglia del Monaco, Silva ha vinto quest'anno il campionato francese e raggiunto le semifinali di Champions. E' un rinforzo fortemente voluto dal tecnico Pep Guardiola, che ha concluso la prima stagione al City senza vincere trofei. Il centrocampista ha già superato le visite mediche e dal primo luglio sarà a tutti gli effetti a disposizione di Guardiola.

22:31Egitto: autorità, colpite basi miliziani in est Libia

(ANSA-AP) - IL CAIRO, 26 MAG - Responsabili egiziani hanno riferito stasera che aerei da combattimento egiziani hanno compiuto raid e hanno colpito basi di miliziani nell'est della Libia. Si tratta, hanno detto, della risposta al sanguinoso attentato compiuto oggi contro i cristiani copti egiziani. Il presidente Abdel Fattah al Sisi ha rivolto un appello al presidente Usa, Donald Trump, perché prenda la guida della lotta al terrorismo. "Rivolgo il mio appello al presidente Trump: io mio fido di te, della tua parola e della tua capacità di fare della lotta al terrorismo globale il tuo obiettivo principale". Sisi ha poi ripetuto il suo appello a punire i Paesi che finanziano, armano o addestrano i terroristi.

21:47Calcio: Mandzukic a riposo, col Bologna c’è Sturaro

(ANSA) - TORINO, 26 MAG - Niente Bologna per Mario Mandzukic, a cui mister Allegri dovrebbe concedere un turno di riposo in vista della finale Champions di Cardiff. Al suo posto al Dall'Ara dovrebbe esserci Sturaro. Questa l'indicazione emersa al termine dell'allenamento svolto dalla Juventus nel pomeriggio.

21:42Blue Whale: Procura Udine indaga su presunto caso in Friuli

(ANSA) - UDINE, 26 MAG - La Procura di Udine ha aperto un fascicolo per "istigazione al suicidio a carico di ignoti" per un sospetto caso di Blue Whale, la sfida delle 50 prove in 50 giorni che istigherebbe gli adolescenti fino al suicidio. La vicenda coinvolgerebbe una ragazzina friulana. Lo si apprende dal Procuratore di Udine, Antonio De Nicolo. Stando agli elementi emersi finora, la minore coinvolta sarebbe ancora nella fase iniziale della sfida, che comincia con la sveglia alle 4 del mattino e la visione di film horror per arrivare fino al suicidio gettandosi dal palazzo più alto della città, dopo le ferite autoinferte con un temperino per tatuarsi una balena sul braccio, da cui il nome di Blue Whale. E' stato lanciato dai genitori l'allarme sul quale stanno indagando la Procura della Repubblica di Udine e la Polizia Postale. La ragazzina vive in provincia di Udine e ha 13 anni. I genitori hanno notato un tatuaggio, simile a quello del Blue Whale, sul braccio della figlia.

21:12Terrorismo: Minniti, sbaglio fare scambio sicurezza-libertà

(ANSA) - TODI (PERUGIA), 26 MAG - "E' fondamentale tenere insieme due principi, quello di garantire la sicurezza dei cittadini ma anche la loro libertà. Non è possibile fare uno scambio tra sicurezza e libertà, sarebbe la cosa più sbagliata di questo mondo": lo ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti, intervenendo oggi a Todi ad un incontro a sostegno del candidato a sindaco del centro sinistra Carlo Rossini. presente anche la presidente della Regione Catiuscia Marini. Soffermandosi sul tema del terrorismo il ministro ha detto che "sicurezza e libertà devono essere due termini strettamente connessi" perché al cittadino non "serve avere una sicurezza che lo isola e che non gli permette di vivere serenamente la sua vita". (ANSA).

Archivio Ultima ora