Terremoto su Trump, il suo braccio destro accusato di percosse

Pubblicato il 29 marzo 2016 da redazione

trumpo

WASHINGTON. – Terremoto nel campo di Donald Trump. Il manager della sua campagna elettorale è accusato di aver malmenato una giornalista. E’ stato tecnicamente arrestato – anche se si è presentato spontaneamente alla Polizia di Jupiter, in Florida – ed è ora a piede libero. Dovrà comparire davanti al giudice il 4 maggio.

Un terremoto. Perché i rivali di Donald Trump non hanno mancato di partire all’attacco con il dito puntato contro la “cultura di abuso” perpetrata dalla macchina elettorale del tycoon secondo Ted Cruz, e John Kasich che senza mezzi termini definisce un “bullo” il braccio destro del magnate di New York.

Al centro della vicenda c’è Corey Lewandowski, sempre al fianco di Trump in conferenze stampa, comizi, eventi elettorali. E’ il manager della sua campagna ma anche di fatto il suo ‘guardaspalle’. Protegge il candidato dalla folla che lo segue continuamente, che sia di adoranti fan o di giornalisti assetati di quelle piccole frasi spesso esplosive che Trump non fa mancare nella cronaca di questa infuocata corsa verso la Casa Bianca.

Proprio per questo una giornalista di Breibart News, Michelle Fields, si trovava accanto al miliardario al Mar-a-Lago Club di sua proprietà a Palm Beach l’8 marzo. Troppo vicina secondo il fedele assistente, che per liberarsene la allontana strattonandola per un braccio. Proteste immediate, tweet e retweet, titoli su siti web e giornali.

Sembrava tutto superato con le reazioni scandalizzate diventate ormai quasi routine per chi segue passo dopo passo la marcia di Trump. Ma un video sembra incastrare Lewandowski insieme con la testimonianza della giornalista che non si è fermata alla denuncia verbale.

Strenua la difesa del fidato collaboratore da parte dell’entourage del tycoon: “E’ assolutamente innocente. Si dichiarerà non colpevole e non vede l’ora di farlo in tribunale”. Poi, giunge il tweet di Trump in persona: Lewandowski “è un uomo molto per bene”, e l’invito a guardare con attenzione il video incriminato: “non c’è nulla!”.

Il video non è un granché rivelatore a occhio nudo in effetti. Resta il fatto che uno stretto collaboratore di Trump che aspira a diventare presidente degli Stati Uniti sarà in tribunale i primi di maggio, prima che sia conclusa la caccia ai delegati, prima delle primarie di giugno in California, prima della convention repubblicana dove l’establishment del ‘Grand Old Party’ (Gop) intende tentare il tutto e per tutto per fermare il ‘fenomeno’ fin qui inarrestabile.

Lo conferma l’ultimo sondaggio Nbc che vede Trump in testa sul fronte Gop con il 48% dei consensi, mentre Ted Cruz segue a distanza con il 27%, e John Kasich è al 18%. E’ una coincidenza che la vicenda sia esplosa proprio adesso, mettendo in evidenza ancora una volta il ‘pandemonio’ che la discesa in campo di Donald Trump scatena anche sul piano giornalistico.

Tutti vogliono un po’ di Donald, che finisce dritto in prima pagina. Ma il monito sul metodo arriva dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama, quando invita i giornalisti a non rinunciare al rigore della professione. Per nome Trump non lo menziona mai, eppure è chiaro il riferimento di Obama: il lavoro di un giornalista politico “è molto di più che consegnare a qualcuno un microfono”, ma significa “scavare a fondo e mettere in discussione”.

“Continuate a credere in un elettorato ben informato – ha concluso l’inquilino della Casa Bianca – la nostra democrazia ha bisogno più che mai di voi”.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

19:28Fuma con la figlia incinta accanto, automobilista multato

(ANSA) - TRENTO, 19 GEN - Multato a Trento dalla Polizia locale un automobilista perché stava fumando una sigaretta mentre al suo fianco c'era la figlia incinta. Gli agenti, verificato l'avanzato stato di gravidanza della giovane donna, hanno contestato e verbalizzato al conducente, un sessantenne del capoluogo, una sanzione si 110 euro per l'inosservanza della legge 3 del 16/01/2003, recentemente modificata dal decreto legislativo 16 gennaio 2016. L'articolo 51 della norma prevede il "divieto di fumare da parte del conducente di autoveicoli, in sosta o in movimento, e dei passeggeri a bordo degli stessi in presenza di minori di anni diciotto e di donne in stato di gravidanza".

19:26Pompieri su resti relitto Concordia per principio incendio

(ANSA) - GENOVA, 19 GEN - Principio di incendio sui resti del relitto della Concordia, la nave da crociera naufragata nel 2012 davanti alle coste dell'isola del Giglio e ora in superbacino per essere definitivamente smantellata. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e le squadre antincendio del porto. Secondo quanto appreso, tutto sarebbe partito dalla coibentazione della sala macchine. L'intervento dei pompieri è terminato in pochi minuti.

19:25Terremoto: M5s cancella mobilitazione per voto dopo Consulta

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Il M5s ha deciso di cancellare, per rispetto del difficile momento che sta vivendo il Paese a causa delle conseguenze del terremoto, la manifestazione prevista a ridosso della sentenza della Corte Costituzionale sulla legge elettorale. E' quanto filtra da ambienti del M5s. I 5 Stelle avevano in programma di organizzare per il 24 sera un evento davanti il Parlamento per reclamare le urne elettorali.

19:21Craxi: Berlusconi, onorato ogni volta mio nome accostato suo

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "La sua eredita' politica, il socialismo riformatore,liberale, occidentale e' una delle parti migliori della tradizione politica del nostro Paese. La considero parte integrante del progetto politico che ho creato quando ho fondato Forza Italia, anche per impedire che l'Italia cadesse nelle mani della sinistra post-comunista. Continuo a credere che questa tradizione politica riformista, assieme a quella liberale e a quella cristiana, siano i fondamenti sui quali costruire il futuro dell'Italia Bettino Craxi e' anche un simbolo della dignita' della politica. Per questo sono onorato ogni volta che il mio nome viene accostato al suo, per quanto la cosa avvenga spesso con intenti polemici, come qualche giornale ha fatto anche oggi". Lo afferma Silvio Berlusconi in un passaggio della lettera inviata alla famiglia di Bettino Craxi.

19:21Usa: ex presidente Bush e moglie ancora in ospedale

(ANSA) - NEW YORK, 19 GEN - L'ex Presidente degli Stati Uniti George H. W. Bush e la moglie Barbara restano in ospedale a Houston, lui ricoverato in terapia intensiva, lei sotto antibiotici e in osservazione con sintomi di tosse e affaticamento. L'ex capo della Casa Bianca, che ha 92 anni, "ha subito una piccola operazione per liberare le vie aeree, che ha richiesto l'anestesia", ha detto il portavoce della famiglia, Jim McGrath. Alla base dell'intervento, "una crisi respiratoria acuta provocata dalla polmonite", ha spiegato. Quanto a Barbara, che ha un anno meno del marito, non si sentiva bene da un paio di settimane "e ha deciso di mettere la faccenda in mano agli esperti". Inizialmente i medici avevano pronosticato di dimettere lui entro la settimana, ma adesso ci hanno ripensato e non c'è ancora una data per rimandarlo a casa. Idem per la moglie: l'ospedale vuole vedere come reagisce alle terapie. I Bush hanno festeggiato il 6 gennaio il 72esimo anniversario di matrimonio, il più lungo nella storia dei presidenti Usa.

19:16Prodi da Gentiloni a Palazzo Chigi

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Incontro a Palazzo Chigi tra il premier Paolo Gentiloni e Romano Prodi. L'ex premier è arrivato da solo a piedi a Palazzo Chigi verso le 14,50 e si è intrattenuto con il presidente del consiglio per poco più di un'ora. Alla domanda sul motivo della visita, l'ex presidente della commissione Ue non ha risposto.

19:16Terremoto: Mattarella, nessuno sforzo viene risparmiato

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Nessuno sforzo viene risparmiato nel tentativo di salvare vite umane e di soccorrere le persone in difficolta'. Ringrazio per la loro abnegazione i soccorritori che operano in condizioni estreme provocate dalla contemporaneita' di scosse sismiche e di eccezionali nevicate. Questa condizione richiede alla comunita' nazionale grande unita'. Ognuno, per la sua parte, deve agire con intelligenza e responsabilita' per contribuire ad alleviare le sofferenze delle persone coinvolte". Lo dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Archivio Ultima ora