Serie A: crollo Napoli e svolta scudetto, Juve fuga a +6

Pubblicato il 03 aprile 2016 da redazione

Napoli's Gonzalo Higuain (C) jubilates with his teammates Lorenzo Insigne (L) and Allan (R) after scoring the goal during the Italian Serie A soccer match Udinese Calcio vs SSC Napoli at Friuli stadium in Udine, Italy, 03 April 2016. ANSA/LANCIA

Napoli’s Gonzalo Higuain (C) jubilates with his teammates Lorenzo Insigne (L) and Allan (R) after scoring the goal during the Italian Serie A soccer match Udinese Calcio vs SSC Napoli at Friuli stadium in Udine, Italy, 03 April 2016.
ANSA/LANCIA

ROMA. – Il Napoli fa harakiri a Udine col suo simbolo Higuain che perde la testa e si fa espellere nel giorno in cui raggiunge il trentesimo gol in serie A. La Juve si tiene stretto il suo successo sull’Empoli nell’anticipo e può essere la svolta della corsa scudetto (+6). Ma i partenopei ora devono guardarsi anche alle spalle perché la Roma stravince il derby 4-1 dopo aver rischiato il 2-2: i giallorossi si riportano a quattro punti dal secondo posto e giocheranno in casa lo scontro diretto. Per i biancazzurri un’altra batosta, che costa la panchina a Stefano Pioli, sostituito da Simone Inzaghi, e una dura contestazione dei tifosi a Formello.

La Fiorentina perde l’ultimo autobus per la Champions lasciandosi imporre il pari della Samp e nel posticipo l’Inter la imita, battuta 2-1 in casa dal Torino. In vantaggio su rigore con Icardi, i nerazzurri si fanno rimontare da Molinaro e Belotti, anche lui da dischetto, finendo in nove per le espulsioni di Miranda e Nagatomo.

Piange anche l’altra Milano: il Milan perde a Bergamo nel giorno dell’addio di uno dei suoi campioni più amati, Cesare Maldini. Per Mihajlovic il capolinea è vicino. In chiave salvezza vittorie decisive di Udinese, Genoa (splendida tripletta di Suso) e Atalanta e punto importante per la Samp. Carpi, Frosinone e Palermo si batteranno per l’ultimo posto utile per la serie A del prossimo anno.

Giornata disastrosa per il Napoli che sente la pressione della Juve a +6 contro un’Udinese trasformata dalla cura De Canio. Fa tutto Bruno Fernandes un rigore segnato e uno sbagliato, poi una rovesciata spettacolare che riporta sopra il friulano dopo lo splendido pari di Higuain. Nella ripresa Thereau chiude i giochi, poi il Pipita rimedia la seconda ammonizione, protesta sventatamente per l’espulsione e si profilano per lui tre turni di stop. Per le ambizioni scudetto un colpo molto forte mentre l’Udinese fa un poderoso salto in avanti verso la salvezza.

La Roma parte nel derby senza ultrà col piede giusto: Perotti e Nainggolan fanno la differenza imponendo l’azione, poi El Shaarawi di testa trova l’angolino. I giallorossi galoppano e creano occasioni con la Lazio spaurita. Pjanic con una magia accarezza il palo, poi nella ripresa raddoppio di Dzeko, appena entrato, dopo un palo di Perotti. Fiammata della Lazio che colpisce un palo con Hoedt e una traversa di Parolo dopo prodezza di Szczesny, protesta per un intervento in area di Manolas su Keita.

La Roma si fa schiacciare e la Lazio passa con Parolo su assist di Klose dopo un’uscita sbagliata del portiere polacco, poi crea qualche pericolo. Ma la Roma reagisce e chiude la gara con un gran tiro di Florenzi e una conclusione impeccabile di Perotti.

Stenta parecchio la Fiorentina affrontando la Sampdoria: vantaggio di Ilicic su perla di Boja Valero, poi i liguri pareggiano con un gran tiro di Alvarez dopo un fallo non fischiato su Babacar. I viola colpiscono un legno su Ilicic su punizione ma c’è poco mordente nelle loro azioni e lasciano un punto alla Samp abbandonando i sogni di Champions.

Un’altra occasione persa per il Milan di Mihajlovic che va in vantaggio a Bergamo su rigore con Luis Adriano dopo un ingenuità di Stendardo. Ma l’Atalanta non si perde d’animo: pari con sforbiciata in sospensione di Pinilla, poi puntata vincente di Gomez e per i rossoneri è la quarta gara senza vittoria. Inoltre diventa dura anche per l’Europa League visto che il Sassuolo è a un punto.

Molti punti fermi nella lotta per la salvezza: dopo il duro ko del Carpi arriva anche quello del Frosinone a Genova: i rossoblù abbattono i laziali per 4-0 con una tripletta di Suso. Rimane pesante la posizione del Palermo affidato a Novellino che riesce ad annullare il primo vantaggio del Chievo ma poi i veneti prendono il largo. Per la volata salvezza a parte il Verona, che gioca domani in casa del Bologna e che sembra ormai spacciato, solo una si salverà tra Carpi, Frosinone e Palermo.

Ultima ora

01:32Calcio: Chelsea soffre, col Norwich passa solo ai rigori

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Soffre il Chelsea di Conte in Fa Cup. Sono serviti i rigori ai Blues per decidere la gara con il Norwich e accedere al quarto turno della Coppa: avanti con Batshuayi a segno al 10' del secondo tempo, il Chelsea si fa acciuffare nel recupero subendo la rete di Lewis. Sull'1-1 anche dopo i tempi supplementari, la squadra di Conte dal dischetto però fa la differenza (5-3) e si guadagna seppure a fatica il passaggio di turno.

00:54Calcio: Messi sbaglia rigore, Barca cade in Coppa del Re

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Il Barcellona non è imbattibile. Con un gol di Melendo all'88' l'Espanyol si aggiudica il derby di Coppa del Re, valido per l'andata dei quarti di finale. Dopo aver dominato il match, i blaugrana si devono arrendere anche di fronte alla serata super del portiere dell'Espanyol, Diego Lopez, che para anche il rigore calciato da Lionel Messi. Tra una settimana al Camp Nou il ritorno che vale l'accesso alla semifinale.

00:30Calcio: Psg a valanga in Ligue1, Ranieri beffato al 95′

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Un Psg senza pietà liquida la pratica Digione (travolto 8-0 con) e mantiene a debita distanza (-11) il Lione da stasera secondo solitario in classifica dopo il successo per 2-0 sul campo del Guingamp e la frenata del Monaco, fermato ieri dal Nizza. Nella 21ma giornata di Ligue1, al Parco dei Principi è stata davvero una formalità per la squadra di Unay Emery, già sul 4-0 dopo il primo tempo, fa altrettanto nella ripresa chiudendo con otto reti: doppio Di Maria, Cavani (che tocca quota 156 ed eguaglia Ibrahimovic come miglior realizzatore nella storia del Psg), poker di Neymar, a segno anche Mbappe. Beffa in peno recupero invece per il Nantes di Claudio Ranieri, raggiunto sull'1-1 a Tolosa da un rigore di Gradel al 95'. In Classifica guida solitario il Psg con 56 punti, davanti a Lione (45), Marsiglia (44), Monaco (43) e Nantes (34).

00:09Parte un colpo di pistola, uccide la fidanzata

(ANSA) - VILLA D'ALME' (BERGAMO), 17 GEN - Una giovane donna è morta questa sera, uccisa da un colpo di pistola, pare sparato accidentalmente dal fidanzato, una guardia giurata. L'episodio nella casa di quest'ultimo, in via dei Mille a Villa d'Almè. In casa c'erano anche i genitori del ragazzo, tra cui il padre che è un carabiniere andato da poco in pensione. L'allarme è stato immediato, ma per la ragazza non c'era più nulla da fare. Le notizie sono ancora frammentarie: all'abitazione sono giunti i carabinieri della Scientifica e il pubblico ministero di turno, Maria Cristina Rota.

23:04Calcio: Crotone, preso in prestito Benali dal Pescara

(ANSA) - CATANZARO, 17 GEN - Il centrocampista Ahmad Benali è un nuovo calciatore del Crotone. L'annuncio è stato dato dalla società che ne ha ottenuto il prestito con diritto di riscatto dal Pescara. Ventisei anni, Benali è nato a Manchester, naturalizzato libico, cresciuto nel Manchester City. Nel 2012 ha giocato a Brescia (Serie B) prima di passare al Pescara, dove ha ottenuto la promozione in Serie A nella stagione 2015/16. Lo scorso anno ha messo a segno, alla sua prima stagione nella massima serie, 6 reti, mentre nei primi mesi dell'attuale stagione ha realizzato 4 gol in 15 presenze, sempre col Pescara. Ha già preso parte al primo allenamento con i nuovi compagni.

22:36Coppa del Re: Montella batte il ‘cholo’ e respira

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Vincenzo Montella respira. Dopo i due ko in Liga, contro il Betis e l'Alaves, il suo Siviglia si riscatta nell'andata dei quarti di Coppa del Re, vincendo sul campo dell'Atletico Madrid. Finisce 2-1 per gli andalusi che pure erano andato sotto 1-0 grazie a Diego Costa (73'). Il vantaggio dei padroni di casa è durato appena 7', co, pareggio raggiunto grazie all'autogol di Moya (80'). Quando l'epilogo sembrava scontato ci ha pensato Joaquin Correa a far sorridere l'ex tecnico del Milan piombando su un pallone vagante in area e trafiggere il portiere madrileno. Nell'altro quarto di finale disputato sempre alle 19 vittoria del valencia sull'Alaves per 2-1. Anche qui vittoria in rimonta: ha aperto le marcature Sobrino (66'), poi il parrggio di Guedes (73') e il gol vittoria di Rodrigo all'82'. Il ritorno di entrambe le partite è in programma martedì 23 gennaio.

22:23Donna uccisa in Calabria: omicida condannato a 30 anni

(ANSA) - CROTONE , 17 GEN - Salvatore Fuscaldo, il bracciante 50enne di Cirò Marina, reo confesso dell'omicidio di Antonella Lettieri, la commessa di 42 anni uccisa l'8 marzo dello scorso a Cirò Marina, è stato condannato a 30 anni di reclusione dal gup di Crotone che ha accolto la richiesta avanzata dal pm Alfredo Manca a conclusione della requisitoria nel processo celebrato con il rito abbreviato. Il rappresentante della pubblica accusa ha ripercorso le tappe della vicenda, elencando le prove raccolte dal giorno dell'omicidio fino alla richiesta di rinvio a giudizio con l'accusa di omicidio aggravato dalla premeditazione e dalla crudeltà. Antonella Lettieri venne uccisa nella sua abitazione con almeno una ventina di colpi alla testa sferrati con un tubo di ferro ed undici coltellate al corpo. L'indagine è stata condotta dai carabinieri della Compagnia di Cirò Marina, con l'ausilio del Ris di Messina. L'uomo, vicino di casa della vittima, fu fermato il 16 marzo ed il 21 aprile confessò di essere l'autore dell'omicidio.(ANSA).

Archivio Ultima ora