Usa 2016: Wisconsin, Cruz tenta lo sgambetto a Trump

Pubblicato il 04 aprile 2016 da redazione

New York Governor Mario Cuomo (L) reacts next to US Democratic presidential candidate Hillary Clinton at the conclusion of his campaign for economic justice victory rally for $15 dollars a day minimum wage and paid family leave at the Jacob K. Javits Convention Center in New York, New York, USA, 04 April 2016. EPA/JASON SZENES

New York Governor Mario Cuomo (L) reacts next to US Democratic presidential candidate Hillary Clinton at the conclusion of his campaign for economic justice victory rally for $15 dollars a day minimum wage and paid family leave at the Jacob K. Javits Convention Center in New York, New York, USA, 04 April 2016. EPA/JASON SZENES

WASHINGTON. – Le primarie in Wisconsin, stato del Midwest nella regione dei Grandi Laghi, potrebbero ridisegnare la corsa alla nomination repubblicana, sul piano matematico ma soprattutto psicologico. E prolungare il duello in casa democratica. I fari sono puntati, come sempre, sul frontrunner del Grand Old Party (Gop), Donald Trump, reduce dalla sua peggior settimana dopo le controverse prese di posizione sul suo campaign manager, sulla Nato, sull’aborto e sulle armi nucleari, con un calo nei sondaggi che lo rende sgradito al 67% degli elettori americani.

“Il Wisconsin sarà una grande sorpresa”, continua a promettere, convinto di smentire ancora una volta chi scommette su una sua battuta d’arresto. Ma nei sondaggi locali è dietro al senatore ultraconservatore Ted Cruz, il quale punta ad uno sgambetto che potrebbe interrompere il ‘momentum’ del tycoon.

I delegati in palio sono solo 42, assegnati con metodo maggioritario (una parte collegio per collegio, una parte sul totale statale): numeri che non consentono un sorpasso, ma una eventuale sconfitta del magnate, pur se non fatale, sarebbe significativa, rafforzando il fronte anti Trump anche all’ interno del partito.

Il Wisconsin è infatti un banco di prova particolare: popolato in gran parte da bianchi, working e middle class messe in difficoltà dalla crisi, insomma lo zoccolo duro del bacino elettorale di Trump e del senatore democratico Bernie Sanders, che qui possono contare su una destra e una sinistra molto radicali.

Per il ‘re del mattone’ perdere qui, dopo aver vinto negli stati più simili al Wisconsin, sarebbe una conferma del momento difficile della sua campagna. A mettergli i bastoni tra le ruote potrebbe essere inoltre il governatore repubblicano dello Stato, Scott Walker, riconfermato anche dopo i grossi tagli al settore pubblico e l’abolizione della contrattazione collettiva per i dipendenti pubblici: nei giorni scorsi si è schierato con Cruz.

Trump appare sempre più nervoso, tanto da lamentarsi con il suo partito del fatto che il governatore dell’Ohio John Kasich, ormai matematicamente impossibilitato a raggiungere la maggioranza dei delegati per la nomination, non abbandoni la corsa: “se non ci fosse, vincerei automaticamente”. Ma Kasich resta in gara proprio per impedirgli di raggiungere il quorum, sperando di giocarsi le sue carte in una convention ‘contestata’ o ‘aperta’, anche se in tal caso – secondo Politico – avrebbe più chance lo speaker della Camera Paul Ryan.

Cruz continua a credere nella rimonta, paragonando Trump ad un treno sfasciato e la sua nomination ad un sicuro disastro nella sfida con Hillary Clinton.

Nel Wisconsin i democratici mettono in palio 86 delegati con metodo proporzionale. I sondaggi danno Sanders avanti di poco, in uno stato che lo favorisce anche demograficamente (nelle primarie del 2008 nove elettori su dieci erano bianchi). Dopo aver strappato due stati vicini (Michigan e Minnesota), il senatore del Vermont la scorsa settimana si è aggiudicato i caucus nello stato di Washington, alle Hawaii e in Alaska, galvanizzando i suoi elettori e continuando ad attrarre finanziamenti (oltre 40 milioni di dollari in marzo).

Vincere con un piccolo margine non cambierebbe molto per lui sul piano matematico, lasciando pressochè invariato il suo svantaggio nel numero dei delegati. Ma sul piano psicologico otterrebbe una ulteriore spinta in vista delle prossime sfide, che deve assolutamente stravincere se vuole continuare a correre: la prima è New York (19 aprile), con 247 delegati.

Una sfida, quest’ultima, dove Hillary gioca in casa ma si mostra prudente usando tutte le sue carte, ad esempio mostrandosi con il governatore Andrew Cuomo mentre firma la legge sul salario minimo di 15 dollari, uno dei cavalli di battaglia di Sanders. I due rivali intanto continuano a litigare sulla data del dibattito tv prima del voto nella Grande Mela.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

00:38Calcio: Mondiali 2018, Argentina sconfitta in Bolivia

(ANSA) - LA PAZ, 29 MAR - La Bolivia ha battuto 2-0 l'Argentina in una partita valida per le eliminatorie mondiali del Sudamerica. L'Albiceleste ha giocato senza Lio Messi, squalificato qualche ora prima dell'incontro per quattro gare dalla Fifa. Le due reti sono state segnate ai 31' da Juan Carlos Arce e al 52' da Marcelo Moreno Martins.

00:16Calcio: Ventura, “campionato dal 13/8? Bisogna fare scelta”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Siamo di fronte ad una scelta: o prendiamo la strada della costruzione, per rendere la nazionale più competitiva, o ci affidiamo solo alla buona sorte e alla casualità". Lo ha detto il ct azzurro, Gian Piero Ventura, in merito alla possibilità di cominciare il campionato a metà agosto in vista dell'importantissima sfida a settembre con la Spagna. "Non conta una data, il discorso è più ampio - ha aggiunto -. Tanto per fare un esempio, nell'anno dopo il Mondiale la Germania comincia il campionato a fine agosto, mentre l'anno prima inizia il 10 agosto e l'anno dell'Europeo il 12. Perché? Perché vogliono vincere. E' un segnale di quanto la federazione sia forte".

00:10Calcio: Spagna batte 2-0 la Francia, anche grazie alla Var

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - La Spagna batte 2-0 la Francia in un'amichevole disputata allo Stade de France, un monito per gli Azzurri che a settembre dovranno affrontare la Roja per le qualificazioni Mondiali. Risultato di rilievo, soprattutto perché ha inciso l'utilizzo della Var (Video assistance referee). Il sistema ha consentito di annullare, per fuorigioco, una rete di Griezmann all'inizio della ripresa. Scampato il pericolo, la Spagna è andato in vantaggio al 23' su rigore per un fallo su Deulofeu trasformato da David Silva. Al 32', il raddoppio delle Furie Rosse è stato messo a segno dal milanista e ancora la Var è stata decisiva, annullando la segnalazione di fuorigioco fatta dal guardalinee.

23:51Calcio: Pjaca si infortuna con la nazionale croata

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Infortunio per Marko Pjaca durante il secondo tempo dell'amichevole tra Estonia e Croazia. Il giocatore della Juventus è uscito in barella, in lacrime, a causa di un problema ad un ginocchio che, al 20', ha subito una brutta torsione. Pjaca è rimasto a terra portandosi le mani al volto, visibilmente sofferente. Ora si attende l'esito degli esami, ma sono state pessimiste le prime parole del Ct della Croazia, Ante Cacic, nel dopo partita: "L'infortunio sembra qualcosa di serio". La partita è terminata con la vittoria per 3-0 dell'Estonia.

23:35Calcio: Bonucci, in Spagna difficile ma non battuti

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Sono contento perché sta nascendo un bel gruppo con i giovani che stanno portando entusiasmo e spensieratezza, alle quali si aggiunge l'esperienza dei 'vecchi'". Leonardo Bonucci, autore del gol vittoria contro l'Olanda, vede una crescita dell'Italia ed - ai microfoni di Raiuno - afferma "tutto è utile per la crescita della squadra. Ci credevamo ed ora bisogna acquisire personalità". Il 2 settembre in Spagna l'Italia si giocherà la qualificazione al Mondiale in Russia: "Sarà difficile - afferma il difensore bianconero - ma non partiamo certo battuti". Ultima battuta sul caso Barzagli: "Ha già risposto il mister, lui si è sempre comportato da grande professionista".

23:32Calcio: Ventura “se andremo in Russia saremo sorpresa”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Stiamo cercando di esportare un'immagine e di costruirci una certa mentalità. Contava il risultato, ma la duplice posta in palio era quella e credo che l'abbiamo centrata". Così il ct dell'Italia, Gian Piero Ventura, dopo la vittoria sull'Olanda ad Amsterdam. "Sarebbe bello andare in Russia, ma ci si va solo attraverso il lavoro e un gruppo che sta nascendo. Sono convinto che lì saremo la sorpresa del Mondiale", ha aggiunto il tecnico ai microfoni Rai. "Verratti? ha fatto una partita di spessore".

23:31Calcio: l’Italia vince 2-1 in Olanda

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Successo per 2-1 dell'Italia nell'amichevole contro l'Olanda giocata ad Amsterdam. La formazione schierata dal Ct Ventura, con ben quattro esordienti (compreso il 18enne Donnarumma tra i pali), si è ben comportata, soprattutto nel primo tempo, nel quale si sono concentrate tutte le reti. L'inizio è sfortunato con l'autorete di Romagnoli al 10'. Ma appena un minuto dopo arriva il pareggio grazie al diagonale di Eder, bravo a sfruttare un errore di rinvio degli avversari. Ed al 32' Bonucci realizza il gol vittoria, ribadendo in rete una deviazione del portiere olandese su un colpo di testa di Parolo. Nella ripresa tante sostituzioni ed un paio di interventi importanti del giovane portiere del Milan che ha 'blindato' il risultato fino al fischio finale.

Archivio Ultima ora