Usa 2016: Wisconsin, Cruz tenta lo sgambetto a Trump

Pubblicato il 04 aprile 2016 da redazione

New York Governor Mario Cuomo (L) reacts next to US Democratic presidential candidate Hillary Clinton at the conclusion of his campaign for economic justice victory rally for $15 dollars a day minimum wage and paid family leave at the Jacob K. Javits Convention Center in New York, New York, USA, 04 April 2016. EPA/JASON SZENES

New York Governor Mario Cuomo (L) reacts next to US Democratic presidential candidate Hillary Clinton at the conclusion of his campaign for economic justice victory rally for $15 dollars a day minimum wage and paid family leave at the Jacob K. Javits Convention Center in New York, New York, USA, 04 April 2016. EPA/JASON SZENES

WASHINGTON. – Le primarie in Wisconsin, stato del Midwest nella regione dei Grandi Laghi, potrebbero ridisegnare la corsa alla nomination repubblicana, sul piano matematico ma soprattutto psicologico. E prolungare il duello in casa democratica. I fari sono puntati, come sempre, sul frontrunner del Grand Old Party (Gop), Donald Trump, reduce dalla sua peggior settimana dopo le controverse prese di posizione sul suo campaign manager, sulla Nato, sull’aborto e sulle armi nucleari, con un calo nei sondaggi che lo rende sgradito al 67% degli elettori americani.

“Il Wisconsin sarà una grande sorpresa”, continua a promettere, convinto di smentire ancora una volta chi scommette su una sua battuta d’arresto. Ma nei sondaggi locali è dietro al senatore ultraconservatore Ted Cruz, il quale punta ad uno sgambetto che potrebbe interrompere il ‘momentum’ del tycoon.

I delegati in palio sono solo 42, assegnati con metodo maggioritario (una parte collegio per collegio, una parte sul totale statale): numeri che non consentono un sorpasso, ma una eventuale sconfitta del magnate, pur se non fatale, sarebbe significativa, rafforzando il fronte anti Trump anche all’ interno del partito.

Il Wisconsin è infatti un banco di prova particolare: popolato in gran parte da bianchi, working e middle class messe in difficoltà dalla crisi, insomma lo zoccolo duro del bacino elettorale di Trump e del senatore democratico Bernie Sanders, che qui possono contare su una destra e una sinistra molto radicali.

Per il ‘re del mattone’ perdere qui, dopo aver vinto negli stati più simili al Wisconsin, sarebbe una conferma del momento difficile della sua campagna. A mettergli i bastoni tra le ruote potrebbe essere inoltre il governatore repubblicano dello Stato, Scott Walker, riconfermato anche dopo i grossi tagli al settore pubblico e l’abolizione della contrattazione collettiva per i dipendenti pubblici: nei giorni scorsi si è schierato con Cruz.

Trump appare sempre più nervoso, tanto da lamentarsi con il suo partito del fatto che il governatore dell’Ohio John Kasich, ormai matematicamente impossibilitato a raggiungere la maggioranza dei delegati per la nomination, non abbandoni la corsa: “se non ci fosse, vincerei automaticamente”. Ma Kasich resta in gara proprio per impedirgli di raggiungere il quorum, sperando di giocarsi le sue carte in una convention ‘contestata’ o ‘aperta’, anche se in tal caso – secondo Politico – avrebbe più chance lo speaker della Camera Paul Ryan.

Cruz continua a credere nella rimonta, paragonando Trump ad un treno sfasciato e la sua nomination ad un sicuro disastro nella sfida con Hillary Clinton.

Nel Wisconsin i democratici mettono in palio 86 delegati con metodo proporzionale. I sondaggi danno Sanders avanti di poco, in uno stato che lo favorisce anche demograficamente (nelle primarie del 2008 nove elettori su dieci erano bianchi). Dopo aver strappato due stati vicini (Michigan e Minnesota), il senatore del Vermont la scorsa settimana si è aggiudicato i caucus nello stato di Washington, alle Hawaii e in Alaska, galvanizzando i suoi elettori e continuando ad attrarre finanziamenti (oltre 40 milioni di dollari in marzo).

Vincere con un piccolo margine non cambierebbe molto per lui sul piano matematico, lasciando pressochè invariato il suo svantaggio nel numero dei delegati. Ma sul piano psicologico otterrebbe una ulteriore spinta in vista delle prossime sfide, che deve assolutamente stravincere se vuole continuare a correre: la prima è New York (19 aprile), con 247 delegati.

Una sfida, quest’ultima, dove Hillary gioca in casa ma si mostra prudente usando tutte le sue carte, ad esempio mostrandosi con il governatore Andrew Cuomo mentre firma la legge sul salario minimo di 15 dollari, uno dei cavalli di battaglia di Sanders. I due rivali intanto continuano a litigare sulla data del dibattito tv prima del voto nella Grande Mela.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

14:01Uccide moglie con mannaia e ferisce bimbo di 3 anni

(ANSA) - CREMONA, 24 GEN - Una donna di 46 anni è stata uccisa dal marito 51enne a colpi di mannaia stamani intorno alle 10, nell'abitazione della coppia a Cremona. Accanto al corpo della donna - di nazionalità cinese come il consorte - gli agenti hanno trovato un bambino di 3 anni agonizzante che, secondo le prime informazioni, è il figlio di amici della coppia. Il bambino è in condizioni disperate all'ospedale Maggiore di Cremona. L'omicidio è avvenuto nell' abitazione della coppia, in via Fatebenefratelli, nel quartiere Zaist, alla periferia di Cremona. Quando gli agenti chiamati dai vicini sono entrati in casa hanno visto l'uomo che ancora impugnava una mannaia e il cadavere della moglie a terra. Lì vicino c'era il bambino ferito. L'uomo è stato ammanettato e portato in carcere.

13:56Doping:4 anni di squalifica per lituano Raimondas Rumsas jr.

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Quattro anni di squalifica per uso di sostanze vietate: questa la decisione del tribunale nazionale antidoping a carico del ciclista lituano Raimondas Rumsas jr., da anni residente in Italia con la famiglia. La squalifica è scattata da ieri e terminerà il 22 ottobre 2021, considerando anche il periodo di sospensione cautelare dall'attività sportiva ufficiale. Il 23enne Rumsas era stato trovato positivo al GRHP-6, un ormone della crescita, in un controllo fuori gara effettuato il 4 settembre scorso a Capannori, in Toscana. Anche il padre (peraltro omonimo, classe 1972) del giovane corridore in passato era stato coinvolto in scandali legati al doping e al traffico di medicinali proibiti. Rumsas senior nel 2002 fu anche terzo al Tour de France, durante il quale la moglie fu fermata alla frontiera con uno stock di farmaci vietati dall'antidoping. Un fratello di Rumsas, Linas, anch'egli ciclista, è morto il 2 maggio dell'anno scorso in circostanze mai del tutto chiarite, a causa di un malore improvviso. (ANSA).

13:50FdI: Gemmato, davanti sede Bari corona fiori su foto Meloni

(ANSA) - BARI, 24 GEN - Una corona di fiori è stata posizionata davanti alla sede del comitato di Fratelli d'Italia a Bari, sotto la foto del leader del partito, Giorgia Meloni. E il coordinatore regionale di FdI Marcello Gemmato, su Fb parla di "gesto intimidatorio: una corona di fiori davanti alla porta della nostra sede di Bari. Di certo non un omaggio floreale dal messaggio positivo". Fdi ha presentato denuncia e richiesto di visionare le immagini della telecamera che sta fuori la sede del comitato. La corona di fiori è la stessa che qualche giorno fa la Cgil, alla presenza del segretario Susanna Camusso, ha messo sotto la targa di Benedetto Petrone, il giovane militante comunista ucciso da un gruppo di fascisti nel 1977, a Bari. La targa si trova proprio accanto all'altro ingresso della sede del comitato di FdI, e dunque la corona è stata spostata di qualche metro. Gemmato precisa che dalla corona hanno tolto il nastro con i riferimenti alle vittime del fascismo, e "l'hanno attaccata sulla porta della nostra sede".

13:47Lega: nasce movimento ‘parallelo’ per Salvini premier

(ANSA) - MILANO, 24 GEN - Lo Statuto di un movimento 'parallelo' alla Lega è stato depositato e già pubblicato in Gazzetta Ufficiale a dicembre, con la denominazione 'Lega per Salvini premier', la stessa che dal 3 novembre utilizza Roberto Calderoli nel gruppo Misto del Senato. Si tratterebbe di un modo per aggirare il blocco dei conti di via Bellerio. Ma dallo statuto emerge anche la conferma di una nuova linea politica federalista ma nazionale che, nel primo articolo, non cita la 'Padania'. Ufficialmente i vertici della Lega non hanno mai parlato di questo Statuto, in queste settimane, nonostante la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il 14 dicembre scorso. Nello statuto del movimento 'parallelo', compare un simbolo blu uguale a quello della campagna 'Salvini premier' e non è contemplata la carica di presidente federale, che nella Lega è ricoperta da Umberto Bossi.

13:43Fondazione Musica per Roma, online il nuovo sito web

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - E' online il nuovo sito internet istituzionale della Fondazione Musica per Roma. Invariato nell'indirizzo: www.auditorium.com, lo spazio è completamente rinnovato nell'architettura di contenuti e consente all' utente una navigazione più agevole. La nuova piattaforma costruita ad hoc semplifica la ricerca e l'acquisto degli spettacoli e valorizza la produzione e programmazione della Fondazione. Il nuovo portale ha diverse novità e sezioni come "Share the love" per condividere subito i concerti e fare una propria whislist e "What's hot" per raccontare oltre le attività, le curiosità, il dietro le quinte attraverso i nuovi contenuti multimediali attivati, le foto, gli articoli principali, le produzioni dell'etichetta discografica. Il nuovo portale arriva dopo una serie di interventi di comunicazione che la Fondazione Musica per Roma ha attivato in due anni per attirare sempre di più il suo pubblico: dal nuovo magazine disponibile anche online sul neo canale www.issuu.com/auditoriumparcodellamusica, al canale dedicato ai last minute di Telegram https://telegram.me/auditoriumparcodellamusica, all'apertura del canale Spotify e infine il canale partecipativo di Instagram @IloveAuditorium la community dedicata a tutti gli amanti della cultura che racconta attraverso i social i festival ed eventi. (ANSA).

13:41Siria: Ankara, neutralizzati 260 curdi

(ANSA) - ISTANBUL, 24 GEN - Sono almeno 260 i militanti curdi appartenenti all'Ypg, al Pkk e anche all'Isis, "neutralizzati" - cioè uccisi, feriti o catturati - nell'enclave curdo-siriana di Afrin dall'esercito turco e dalle milizie siriane sue alleate a partire dall'inizio dell'operazione 'Ramoscello d'ulivo', giunta oggi al quinto giorno. Lo fanno sapere le forze armate di Ankara. "Sappiamo che per ogni lotta c'è un prezzo da pagare", ma "noi non faremo passi indietro", ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, annunciando poi che "in 4 giorni ci sono 7-8 martiri nell'operazione 'Ramoscello d'ulivo'" ma senza specificare se sono tutti soldati turchi o anche miliziani siriani filo-Ankara.

13:33Tennis: Federer quarto semifinalista Australia, ora Chung

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Roger Federer e' il quarto semifinalista degli Australian Open di tennis, e incontrerà ora la rivelazione del torneo, il sudcoreano Hyeon Chung. A Melbourne, lo svizzero campione in carica ha battuto nei quarti il ceko Tomas Berdych in tre set 7-6, 6-3, 6-4. Per Federer e' la quattordicesima semifinale in 15 partecipazioni al torneo australiano; la sfida a Chung e' invece una prima assoluta nella carriera del n.2 del mondo.

Archivio Ultima ora