Paradisi fiscali e controlli, le cose da sapere

Pubblicato il 05 aprile 2016 da redazione

Panama City skyline is seen at sunset in Panama, Monday, April 4, 2016. Panama's president says his government will cooperate "vigorously" with any judicial investigation arising from the leak of a vast trove of information on the offshore financial dealings of the world's rich and famous. An international coalition of media outlets Sunday published investigations it said stemmed from the leak of 115 million records kept by the Panama-based law firm Mossack Fonseca on behalf of clients. (ANSA/AP Photo/Arnulfo Franco)

Panama City skyline is seen at sunset in Panama, Monday, April 4, 2016. Panama’s president says his government will cooperate “vigorously” with any judicial investigation arising from the leak of a vast trove of information on the offshore financial dealings of the world’s rich and famous. An international coalition of media outlets Sunday published investigations it said stemmed from the leak of 115 million records kept by the Panama-based law firm Mossack Fonseca on behalf of clients. (ANSA/AP Photo/Arnulfo Franco)

ROMA.- Paradisi fiscali puri, zero tasse e zero trasparenza. Panama fa parte di un gruppo di 11 Paesi “irriducibili” che non accettano le regole internazionali che ormai quasi 100 Stati hanno sottoscritto per combattere evasione ed elusione internazionale. Ecco una scheda con tutto quello che c’è da sapere.

PARADISO FISCALE, COS’E’: si tratta di uno Stato che garantisce un prelievo in termini di tasse basso o addirittura nullo sui depositi bancari (in questo caso si parla di “pure tax haven”). L’obiettivo attirare più capitale possibile dai paesi esteri, fornendo in cambio una tassazione estremamente ridotta e assoluta riservatezza sulle attività finanziarie che hanno sede nella loro giurisdizione. Le amministrazioni locali possono cioè anche rifiutarsi di collaborare con le autorità di altri paesi per proteggere gli interessi delle società off shore.

IL CASO PANAMA – Panama è dal 1932 il paradiso fiscale per eccellenza ed oggi, con oltre 120 banche, è uno dei maggiori centri finanziari del mondo. Le società panamensi sono esenti da tasse, non hanno obbligo di presentare bilanci e/o dichiarazione dei redditi e possono essere amministrate da qualsiasi parte del mondo. L’unico adempimento è il pagamento di una Tassa Annuale (Tasa Unica) e dell’agente residente incaricato di gestire la società offshore per un totale di 550 euro l’anno, a partire dal secondo anno di vita della società. Lo Stato si è impegnato ad aderire agli standard di scambio di informazioni dell’Ocse che partirà a livello internazionale nel 2017, ma – a differenza di altri Stati come ad esempio la Svizzera che aderirà nel 2018 – non ha ancora specificato da quando.

LE REGOLE DEL GLOBAL FORUM OCSE – Il nuovo standard globale promosso da G20 e Ocse nel Global Forum si chiama Common Reporting Standard (Crs). L’obiettivo è lo scambio automatico di informazioni con cadenza annuale a partire dal 2017. Le informazioni riguardano sottoscrittori non residenti di prodotti finanziari presso banche, società fiduciarie, Sgr, assicurazioni dei paesi firmatari. L’accordo multilaterale è stato sottoscritto da 96 Paesi.

IN TUTTO 11 IRRIDUCIBILI – Secondo il Global Forum, i Paesi del tutto restii ad adottare canoni di trasparenza e regole comuni sulla lotta all’evasione sono 11: Brunei, Isole Marshall, Dominica, Micronesia, Guatemala, Libano, Liberia, Panama, Nauru, Svizzera, Trinidad e Tobago e Vanuatu.

CONTI ESTERI, SI PUO’, MA IN TRASPARENZA – L’apertura di un conto corrente all’estero è un’operazione legale secondo la normativa sia italiana che europea. L’importante è fare le apposite dichiarazioni fiscali nel proprio paese di appartenenza. In Italia, l’esistenza di un conto oltreconfine a prescindere dalla sua consistenza comporta l’obbligo della compilazione del quadro RW della dichiarazione dei redditi a partire da una giacenza o movimentazione annuale pari o superiore a 15.000 euro.

Ultima ora

02:41Manchester: esplosione a concerto, forse terrorismo

(ANSA) - LONDRA, 23 MAG - Paura e sangue in Gran Bretagna, nella Manchester Arena, dove una potente esplosione ha causato morti e feriti. L'episodio è trattato dagli inquirenti come un fatto di terrorismo. Alcune testimonianze fanno riferimento ad almeno "20-30 persone" viste a terra. L'episodio, descritto subito dagli investigatori come "un serio incidente", ha tutta l'aria di essere un attacco compiuto con un ordigno, anche se al momento non vi sono conferme. E' avvenuto ieri sera subito dopo la fine di un concerto di Ariana Grande - pop star americana 24enne, rimasta illesa secondo una sua portavoce - e ha scatenato il panico fra la gente. La struttura, la più grande arena indoor d'Europa, con una capienza di oltre 21.000 posti, era affollata soprattutto di giovani e giovanissimi. Immagini registrate da testimoni oculari hanno mostrato scene di terrore, con urla seguite dal fuggi fuggi generale. Mentre la polizia accorreva in forze e così pure i mezzi di soccorso.

01:47Wp, Trump sollecito’ aiuto due capi 007 contro Fbi

(ANSA) - WASHINGTON, 23 MAG - Donald Trump chiese invano lo scorso marzo ai capi di due agenzie di intelligence di negare pubblicamente l'esistenza di qualsiasi prova di collusione tra il suo entourage e i russi per smontare l'inchiesta dell'Fbi. Lo rivela il Wp citando due dirigenti americani attuali e due ex. La richiesta fu rivolta a Daniel Coats, capo della National Intelligence (Dia), e all'ammiraglio Michael S. Rogers, direttore della National Security Agency (Nsa).

01:44Manchester: morti e feriti a concerto

(ANSA) - LONDRA, 22 MAG - Ci sono alcuni morti e feriti a causa dell'incidente avvenuto in serata alla Manchester Arena, dove e' stata udita 'almeno una esplosione' che ha scatenato il panico fra migliaia di persone subito dopo la conclusione di un concerto della cantante americana Ariana Grande. Lo riferisce la polizia della città britannica. Stando alle prime informazioni l'esplosione sarebbe avvenuta nella zona delle biglietterie, subito fuori dall'arena, che può contenere circa 20.000 spettatori.

01:44Svezia: tracce esplosivo in borsa, evacuato scalo

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - E' stato evacuato in Svezia l'aeroporto internazionale di Goteborg Landvetter, dopo che in un bagaglio lasciato incustodito sono state rilevate tracce di esplosivo. La borsa abbandonata era nell'area partenze, che è stata subito evacuata, transennata e raggiunta da polizia e artificieri. L'allarme è scattato verso le 21 di ieri. Il bagaglio sospetto è stato trovato vicino a un banco informazioni e dopo che la sicurezza non è riuscita a trovarne il proprietario sono scattati gli accertamenti, dai quali è risultata la presenza di tracce di esplosivo. La polizia svedese afferma che per ora non si può parlare di una situazione di "minaccia effettiva", ma le indagini sono ancora in corso.

23:47Calcio: Quagliarella, a Schick dico di restare alla Samp

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Consiglio a Schick di restare un altro anno alla Sampdoria per confermare quanto di buono fatto e continuare a crescere. Non ho mai giocato con un calciatore simile". Fabio Quagliarella, vincitore del 22esimo 'Premio Gentleman', suggerisce al suo compagno di aspettare a lasciare Genova, ma concede un indizio sull'altro oggetto del desiderio del mercato, Muriel: "Muriel è nell'età giusta per poter partire se ci sono delle richieste che soddisfano il presidente. Contro l'Udinese non ha fatto una cosa bella, ma si è reso conto dell'errore. Non c'è stato alcuna rissa con Danilo e alla fine ha chiesto scusa". Quagliarella conferma il suo desiderio di restare alla Samp ("ho ancora due anni di contratto") e spende parole al miele per Francesco Totti: "E' una leggenda. Sono orgoglioso si averci giocato contro. Un ragazzo eccezionale, c'e solo da togliersi il cappello. Non mi permetto di dire nulla a Spalletti, ma Totti non va trattato così".

23:44Calcio: Montella, il Milan vuole tenere Donnarumma

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - "Il rinnovo di Donnarumma? So che la società sta facendo degli sforzi enormi per riconoscere le grandi qualità di Gigio. Voglio bene come a un figlio a Donnarumma, ma ora deve fare una scelta e capire cosa vuole fare da grande perché é anche diventato maggiorenne. Ma con la massima serenità perché la società sta facendo di tutto per tenerlo". Così Vincenzo Montella a margine del 22esimo Premio Gentleman, parla delle trattative per il rinnovo di Donnarumma, ma non svela nulla su chi sarà il prossimo centravanti del Milan: "Chi sarà il prossimo numero 9 tra Keita, Kalinic e Morata? Forse nessuno dei tre. La maglia numero 9 è di Lapadula e per il momento se la tiene lui".

23:15Calcio: Pescara batte Palermo 2-0

(ANSA) - PESCARA, 22 MAG - Il Pescara ha battuto 2-0 il Palermo nel posticipo della 37/a giornata della serie A di calcio, partita che ha messo di fronte due formazioni già retrocesse. Gli abruzzesi sono passati in vantaggio al 15' con la prima rete in A del croato Robert Muric. Nel finale dell'incontro è giunto il raddoppio siglato dal suo sostituto, il romeno Mitrita. Il Pescara ha così vinto la terza partita in campionato.

Archivio Ultima ora