Argentina, grandi margini per sviluppo delle imprese italiane

Pubblicato il 05 aprile 2016 da redazione

BuenosAires,_PuertoMadero

PADOVA. – L’Argentina come uno dei nuovi fronti per l’internazionalizzazione delle imprese italiane: ne é convinto il consigliere della Camera di Commercio italiana nella Repubblica Argentina Giorgio Alliata di Montereale, intervenuto nel corso del convegno “Argentina, un paese di nuovo protagonista?” organizzato a Padova.

“Si tratta di un paese in cui siamo culturalmente a casa, per modi di fare, cultura, lingua e in cui é facile inserirsi – ha spiegato – c’é una grossa fetta di popolazione che entrerà presto nella classe media. In più è un mercato ricco di risorse naturali e che non soffre di problemi strutturali europei come le tensioni razziali, etniche, religiose e di flussi migratori da extracontinente. Ci sono settori come quello delle infrastrutture, energetico e agroalimentare in cui ci sono enormi margini per le imprese che decideranno di avventurarsi in questo mercato”.

Alliata di Montereale è intervenuto alla giornata di studi, promossa tra l’altro da Regione Veneto, Veneto Promozione e Unioncamere Veneto, dedicata allo Stato sudamericano a 15 anni dal default del 2001 e a pochi mesi dal cambio di rotta inaugurato dall’elezione lo scorso novembre di Mauricio Macri, elezione che ha portato al governo una nuova classe politica di tecnici provenienti per lo più dal mondo del business.

“Negli ultimi anni è stato fatto un lavoro molto forte per le aziende italiane già affermate in Argentina in modo che possano fare da traino alle piccole media aziende che si vorranno affacciare a questo mercato – ha sottolineato Claudio Farabola, segretario generale della Camera di Commercio Italiana nella Repubblica Argentina – sicuramente l’Argentina sta ripartendo e sicuramente ci sono molti prodotti che servono”.

La riprova verrebbe anche dalle recenti visite di premier e capi di Stato come Renzi, Obama e Hollande, una dimostrazione che la comunità internazionale guarda allo Stato sudamericano. Un Paese che ha dieci volte la superficie dell’Italia, 5mila chilometri di lunghezza, 45 milioni di abitanti, che rappresenta la seconda riserva mondiale di gas e la prima riserva mondiale di litio. Tutti elementi, è stato rilevato, che possono costituire un traino al pieno rilancio del Paese.

“Questo sarà l’anno più difficile per l’Argentina – ha detto il console generale della Repubblica Argentina a Milano Luciano Tanto Clement – abbiamo bisogno delle expertise italiane per arrivare ad una maggiore produttività della nostra economia. Finalmente si stanno prendendo delle decisioni per portare alla crescita”.

All’incontro seguirà poi una missione economica il prossimo settembre, come ha spiegato Fabrizio Alvisi, di Veneto Promozione, che permetterà di “toccare con mano le opportunità che in questa sede stiamo cercando di capire a livello teorico”.

Lo scorso anno Veneto Promozione ha organizzato 166 missioni economiche e iniziative di questo tipo che hanno visto la partecipazione di 9.385 aziende.

Ultima ora

11:22Alto Adige, nuove polemiche per cartelli di montagna

(ANSA) - BOLZANO, 21 LUG - In Alto Adige i cartelli di montagna non trovano pace: dopo le lunghe ed estenuanti polemiche sull'utilizzo dei toponimi italiani lungo i sentieri, ora l'opinione pubblica si divide sull'utilizzo di cartelli in metallo che fino ad ora sono stati un tabù a sud del Brennero. Mentre Austria, Germania e Svizzera da tempo hanno optato per la segnaletica in alluminio, l'Alto Adige finora è rimasto fedele a quelli in legno, considerati più belli ed ecologici. Ora però il comune di Selva dei Mulini ha fatto da apripista, istallando per la prima volta cartelli in metallo, suscitando aspre polemiche che da giorni occupano la stampa locale. "Ormai solo l'Alto Adige scrive su legno", titola oggi in apertura il Dolomiten. Il senatore Hans Berger si schiera per i cartelli gialli in metallo: sono meglio visibili, inoltre possono contenere più informazioni, come per esempio il grado di difficoltà del sentiero. Il dibattito è destinato a durare.

11:13Omicidio nel Salernitano, ucciso infermiere 53enne

(ANSA) - SALERNO, 21 LUG - Un uomo di 53 anni, Maurizio Fortino, è stato accoltellato, ieri sera, in un'abitazione di Nocera Inferiore nel Salernitano per motivi passionali. Nella nottata i carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno arrestato un pregiudicato 42enne nocerino, sorpreso per le vie del centro cittadino dopo aver accoltellato l'uomo, un infermiere dell'ospedale Umberto I. Alla base dell'aggressione motivi personali, riconducibili alla sfera sentimentale. La vittima, raggiunta da un fendente alla schiena, colpo che ha perforato il polmone sinistro, ha cercato di raggiungere l'ospedale, aiutato anche da alcuni passanti, ma è deceduta in seguito alla forte perdita di sangue causata dalla ferita.

11:12Scherma:Mondiali,sciabola, avanti Samele, Curatoli e Montano

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - Si alza il sipario sui Campionati del Mondo di scherma a Lipsia. Dopo le due giornate dedicate alle fasi di qualificazioni, le pedane tedesche assegnano oggi le prime medaglie e dunque i primi titoli iridati. Ad essere protagoniste di giornata sono fiorettiste e sciabolatori. Nella sciabola maschile Luca Curatoli, Luigi Samele ed Aldo Montano avanzano al tabellone dei 32. I tre azzurri hanno infatti vinto i rispettivi match d'esordio. Curatoli ha avuto ragione per 15-1 del thailandese Soravit Kitsibriboon, Samele ha superato 15-10 il portacolori di Hong Kong Ho Tin Low, mentre Montano ha sconfitto 15-12 il turco Enver Yildirim. Si è conclusa nel primo turno di giornata invece l'avventura iridata di Enrico Berrè, uscito sconfitto per 15-13 dall'assalto contro l'iraniano Ali Pakdaman. Nella gara individuale di fioretto femminile, l'Italia in gara con Arianna Errigo, Martina Batini, Alice Volpi e Camilla Mancini.

11:10‘Usa vieteranno agli americani viaggi in Corea del Nord’

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - Gli Stati Uniti intendono proibire agli americani di viaggiare in Corea del Nord. Lo sostengono i tour operator Koryo Tours e Young Pioneer Tours, secondo quanto riportato dalla Bbc. Le due agenzie di viaggio sostengono che il divieto sarà annunciato il 27 luglio e comincerà a valere un mese dopo. Dalla Casa Bianca non è arrivata alcuna conferma della notizia. Young Pioneer Tours è il tour operator con il quale viaggiò lo studente americano Otto Warmbier morto a giugno dopo aver trascorso 15 anni in un carcere nordcoreano.

11:09Calcio: Dzeko assicura ‘sarà una Roma ancora più forte’

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - "Siamo ancora all'inizio della preparazione. Qualche giocatore importante è andato via, ma ne sono arrivati altri forti. E magari ne arriveranno ancora. Sono sicuro che la Roma sarà forte anche più dello scorso anno". Parola di Edin Dzeko. Il capocannoniere del passato campionato rassicura i tifosi e manda un messaggio alle rivali. Da Boston, seconda tappa del tour estivo che sta affrontando la formazione allenata da Di Francesco, l'attaccante bosniaco ricorda come l'obiettivo della Roma sia quello di "fare bene in tutte le competizioni, dalla Champions al campionato passando per la Coppa Italia". "Quella scorsa - dice a RomaTv - è stata una stagione molto bella per me, con tanti gol, e voglio ripartire da lì. Voglio continuare così, segnare ancora tanto anche se so che è difficile. Mi voglio preparare bene per farmi trovare pronto". E a dargli una mano ci sarà l'ultimo acquisto del ds Monchi, Defrel: "È forte, mi piace. Deciderà il tecnico, ma penso che possiamo anche giocare insieme, non è un problema''

10:53Strangolato Valencia: omicidio aggravato a presunto omicida

(ANSA) - FERRARA, 21 LUG - Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio aggravato è stata notificata dai carabinieri di Ferrara a Eder Guidarelli, il 32enne accusato di avere strangolato con una corda l'amico Marcello Cenci il 2 luglio a Valencia. Guidarelli, arrestato a Ventimiglia mentre rientrava in Italia dalla Spagna, è stato poi trasferito nel carcere di Imperia. La misura cautelare - spiegano i militari del Reparto Operativo-Nucleo investigativo estense - segue "mirati accertamenti tecnici, specifici riscontri e attività investigative", condivisi dall'autorità giudiziaria di Ferrara, che lo indicano come unico autore della morte di Cenci. Secondo l'accusa, Guidarelli avrebbe covato una forte gelosia nei confronti di Cenci per via di una donna. Gelosia sfociata in tre aggressioni a Ferrara e Valencia. Per questi episodi pendeva un processo per stalking, fissato per ottobre: erano in corso trattative per il patteggiamento e il risarcimento danni, possibile causa scatenante dell'omicidio. (ANSA).

10:50Terremoto: Kos, Farnesina verifica presenza italiani

(ANSA) - ROMA, 21 LUG - "In relazione al terremoto che ha colpito l'isola di Kos, l'Unità di crisi della Farnesina e l'ambasciata d'Italia ad Atene sono al lavoro da questa notte per escludere la presenza di connazionali tra le vittime del sisma". Lo ha riferito la Farnesina.

Archivio Ultima ora