Presidente della Federazione delle Industrie farmaceutiche venezuelane: “Il Paese non ha medicine”

medicine

CARACAS – Mentre lo scontro tra Parlamento e “Tribunal Supremo de Justicia”, lo scandalo “Panama Papers” e il futuro dibattito sulla Legge per il Referendo richiamano l’attenzione della politica venezuelana, la Federazione dell’Industria farmaceutica nazionale lancia l’ennesimo allarme: in Venezuela non vi sono medicine.

Freddy Ceballos, presidente di Farfaven, ha assicurato che nel Paese la mancanza di medicine ha ormai raggiunti livelli allarmanti. E precisato che il Paese risente della carenza di almeno il 75 per cento delle medicine che richiedono un grosso investimento per la loro produzione.

Ceballos ha sostenuto che è urgente l’aiuto esterno.
– Non capiamo – ha precisato – come il governo non si renda conto della necessità dell’aiuto umanitario. Il nostro è un problema di mancanza di medicine e non di distribuzione.