Droga: rapporto Ue, mercato da almeno 24 miliardi l’anno

Pubblicato il 05 aprile 2016 da redazione

Avramopoulos

BRUXELLES. – Il mercato della droga in Europa vale “almeno 24 miliardi di euro l’anno”. E non solo è una delle attività più redditizie del crimine organizzato ma finisce per “finanziare il traffico di esseri umani ed il terrorismo e minare gli sforzi per lo sviluppo internazionale”.

E’ la valutazione del Commissario per gli affari interni, Dimitris Avramopoulos, nella presentazione del Rapporto 2016 sul mercato degli stupefacenti nella Ue, pubblicato dal Centro per il monitoraggio europeo sulle droghe (Emcdda) e dall’Europol.

Un rapporto che alza l’allarme per gli evidenti legami col terrorismo jihadista emersi anche negli attentati di Bruxelles e Parigi. Il “tipico profilo del terrorista è collegato con precedenti di traffico” ricorda il direttore di Europol, Rob Wainwright. Ed il Rapporto specifica che il traffico di stupefacenti è “una via d’ingresso per la radicalizzazione” perché “la prigione può favorirla”.

Il volume d’affari indicato nel Rapporto, peraltro, è una stima “prudenziale” in un range “tra 21 e 31 miliardi di euro l’anno”. E Wainwright da una parte sottolinea che “la produzione ed il traffico di droga continuano ad essere il più grande ed innovativo mercato criminale in Europa” dall’altra osserva che proprio per gli intrecci sempre più stretti con altre forme di criminalità (“due terzi dei gruppi criminali operano in settori molteplici”) la droga è “la minaccia fondamentale per la sicurezza interna nella Ue”.

Con riflessi gravi, denuncia il rapporto, sull’economia legale ma anche sulle istituzioni governative per la diffusione della corruzione tra le forze di polizia. Come per la guerra al terrorismo, quindi, “la cooperazione transfrontaliera delle forze di sicurezza è essenziale per ridurre l’ampiezza e l’impatto” del fenomeno.

E di nuovo è forte l’analogia con l’impatto di internet, che – denuncia il rapporto – è il principale mezzo di distribuzione soprattutto grazie al ‘deep web’ e alla ‘dark net’, ma anche alla diffusione delle monete virtuali. Per quanto riguarda la ‘fotografia’ del mercato, nel Rapporto emerge che la quota di gran lunga maggiore dei proventi (circa il 38%) viene dalla cannabis e suoi derivati con una spesa valutata a 9,3 mld di euro l’anno.

Per la marijuana in foglie, la produzione è soprattutto in Albania (da dove viene distribuita passando per Italia e rotta balcanica) e Olanda (centro per la distribuzione in praticamente tutta l’Europa occidentale), ma anche la Repubblica Ceca (che ‘serve’ l’est). L’ hashish viene invece principalmente da Marocco e Afghanistan, con la Spagna e l’Albania come principali ‘hub’ di distribuzione.

Al secondo posto, l’eroina. Con il 28% circa del mercato ed un giro d’affari di 5,8 miliardi di euro. Nonostante la produzione di oppio si sia “dimezzata nel 2015” scendendo a 3.300 tonnellate, le dinamiche del mercato dell’eroina “sembrano diventae più complesse” ed hanno trovato “una nuova rotta” nel Caucaso del sud, aggiungendosi a quella tradizionale che passa per Turchia, Albania e balcani occidentali.

Il 24% del mercato (pari a 5,7 mld) è quello della cocaina. Al quarto posto anfetamine e metanfetamine (con circa l’8%, ovvero 1,8 mld), al quinto la Mdma o ecstasy con (con circa il 2%, 0,67 mld). E se anche ha un perso economico minore, è continua la lotta contro le ‘nuove sostanze psicoattive’, scoperte al ritmo di “due a settimana” dallo Emcdda.

Ultima ora

14:02Olanda: parte terzo governo Rutte, prima volta quadripartito

(ANSA) - BRUXELLES, 23 OTT - Aumentano le poltrone, calano le donne e la diversità nella nuova compagine ministeriale presentata dal premier Marke Rutte per il suo terzo governo, il primo 'quadripartito' nella storia d'Olanda. Con 16 ministri e 8 segretari di stato sono complessivamente 24 i membri che oggi hanno prestato giuramento: 14 uomini e 10 donne. Rutte ha creato tre vicepremier: Kajsa Ollongren (D66) ha anche la responsabilità degli interni, Hugo de Jonge (Cda) ha quella per la cura degli anziani nel Ministero della Salute, Carola Schouten (Cu) quella per l'agricoltura in un nuovo dicastero creato alla bisogna. Alle Finanze ha insediato il quarantaduenne Wopke Hoekstra (Cda), fino ad oggi partner di McKinsey&C ed ex manager con Shell. Agli esteri il premier ha piazzato uno dei 'duri' del Vvd: Halbe Zijlstra, 48 anni, parlamentare dal 2006. La Difesa, da cui si è dimessa Jeanine Hennis-Plasschaert che negli ultimi giorni ha respinto la proposta di riconferma, è andata a Ank Bijleveld (parlamentare Cda dal 1989).

13:49Israele: ‘no indagini premier in carica’, infuria dibattito

(ANSAmed) - TEL AVIV, 23 OTT - Un progetto di legge su cui stanno lavorando deputati del Likud, che mira ad impedire lo svolgimento di indagini di polizia nei confronti di un premier in carica, è al centro oggi di forti polemiche nell'opinione pubblica e desta anche contrasti nelle istituzioni. Secondo il Likud questa legge favorira' la stabilità istituzionale visto che negli ultimi due decenni tutti i primi ministri - Ehud Barak, Ariel Sharon, Ehud Olmert, e adesso Benyamin Netanyahu - sono stati oggetto di indagini della polizia, cosa che li ha necessariamente distratti da incombenze piu' impellenti. Ma oggi il Consigliere legale del governo Avichay Mendelblit ha replicato che una legge così sarebbe "inaccettabile", in quanto "colpisce in maniera severa lo Stato di Diritto e la fiducia del pubblico nella eguaglianza dei cittadini di fronte alla legge". Sulla stampa quella che viene adesso bollata come "la Legge Bibi" e' oggetto di aspre critiche. "Non c'e' più vergogna" esclama il diffuso Yediot Ahronot.

13:49Referendum: Zaia, io premier? Resto in Veneto

(ANSA) - VENEZIA, 23 OTT - "Cacciari fa ancora dichiarazioni? Non esiste, soprattutto davanti a un voto come questo bisogna stare qui in Veneto e fare presidio". Lo dice il governatore del Veneto Luca Zaia commentando le dichiarazioni del filosofo veneziano che lo indica come futuro premier.

13:39Cacciatore uccide per errore fungaiolo nel savonese

(ANSA) - BARDINETO (SAVONA), 23 OTT - Un uomo di 59 anni, Roberto Viale, di Diano Marina (Imperia) è stato ucciso per errore da un cacciatore mentre cercava funghi nei boschi di Bardineto (Savona) insieme alla fidanzata. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il cacciatore, Luigi Maule, 25 anni, avrebbe esploso un colpo contro un cinghiale, mancandolo: il proiettile ha invece raggiunto in pieno petto Viale, a circa 70 metri di distanza. La compagna dell'uomo ha immediatamente gridato per dare l'allarme, ed è stato lo stesso cacciatore il primo a raggiungere il ferito e a tentare, inutilmente, di tamponare il sangue. Il proiettile ha raggiunto gli organi vitali ed i soccorritori giunti poco dopo sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Il cacciatore ora è indagato per omicidio colposo. Secondo i primi rilievi dei militari si tratterebbe di una tragica fatalità: la vittima si trovava a grande distanza e non era visibile dal punto in cui è stato esploso il colpo.

13:34Calcio: serie B, Sacchi arbitra Cittadella-Venezia

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Questi gli arbitri designati per le partite dell'undicesima giornata di Serie B in programma domani martedì 24 ottobre alle ore 20.30. Ascoli-Spezia: Balice; Avellino-Pro Vercelli: Rapuano; Brescia-Bari (stasera ore 20.30): Pinzani; Carpi-Palermo: Di Paolo; Cittadella-Venezia: Sacchi; Empoli-Pescara: La Penna; Entella-Cremonese: Baroni; Foggia-Parma: Piccinini; Frosinone-Ternana: Giua; Novara-Salernitana: Ghersini; Perugia-Cesena: Fourneau.

13:27Calcio: Benevento, la delusione dei tifosi

(ANSA) - BENEVENTO, 23 OTT - "Dalle stelle alle stalle". E' il commento più diffuso tra i tifosi del Benevento all'indomani della nona sconfitta consecutiva della squadra, ancora a quota zero in classifica. "Non siamo la 'Cenerentola' del campionato - dice un tifoso - ma la 'Bella addormentata'". Opinione diffusa tra i sostenitori del club sannita è che i calciatori in campo non fanno gruppo, dimostrano di non avere attaccamento per la maglia e non sono dei veri lottatori come i "gladiatori Sanniti" della storia. I tifosi del Benevento criticano duramente la dirigenza della società, i calciatori ed anche l'allenatore Marco Baroni. "Se a giugno siamo balzati agli onori della cronaca nazionale per la scalata del Benevento dalla Lega Pro alla serie A in due anni - dice un esponente del tifo organizzato - oggi siamo la barzelletta in Europa". In queste ore il presidente Oreste Vigorito starebbe vagliando l'ipotesi di sostituire l'allenatore, forse già prima della sfida di mercoledì contro il Cagliari.

13:23Referendum: Salvini, nessun problema a linea Lega

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - "Gli alleati del centrodestra sappiano che il tema posto dai referendum diventa centrale". Lo ha detto il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, nella conferenza stampa in via Bellerio. "Quelli che dicevano che la linea nazionale della Lega avrebbe trovato problemi al Nord non hanno capito un accidente. Richieste di autonomia hanno convinto 5,5 milioni persone a votare, e Maroni e Zaia avranno mandato pieno mandato a trattare", ha aggiunto.

Archivio Ultima ora