Mafia: nessuna forza politica ne è immune

Pubblicato il 27 aprile 2016 da redazione

mafia

ROMA. – “Nessuna forza politica, anche con le migliori intenzioni, può ritenersi immune dal condizionamento o peggio dall’ infiltrazione” di qui la necessità di porre la questione del consenso delle mafie “con coraggio. Tutte le forze politiche devono farsene carico insieme, per rendere il contrasto ai poteri mafiosi un elemento non di divisione, ma di unione”.

La presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi, nella Relazione sulla Trasparenza delle candidature in vista delle comunali del prossimo 5 giugno, approvata all’unanimità, sollecita le forze politiche “a darsi codici etici e strumenti per selezionare la classe dirigente, soprattutto quando si vanno a ricoprire incarichi istituzionali e amministrativi in istituzioni così esposte come i comuni”.

E lancia un vero allarme, “perché le amministrazioni locali sono il primo varco di penetrazione delle mafie nella politica e nella pubblica amministrazione”. Al tempo stesso Bindi evidenzia l’aumento del numero delle amministrazioni sottoposte a commissioni di accesso o sciolte per mafia, passate in 5 anni, dal 2011 a 2015, da 20 a 33, e la carenza di strumenti, da parte dello Stato, per controllare l’applicazione delle leggi che si è dato, in particolare la Severino.

“Sostanzialmente c’è una totale non conoscenza del personale politico di questo paese”, ha sintetizzato Bindi, rilevando come il casellario giudiziario non sia aggiornato, manchi quello dei carichi pendenti e non esista una banca dati unica di candidati eletti; dunque l’Antimafia non riesce ad esaminare le oltre 150 mila candidature previste per i circa 1400 comuni al voto il prossimo 5 giugno.

Di qui la scelta di porre sotto osservazione solo i comuni sciolti per mafia, quelli in commissariamento ordinario, dopo aver avuto una commissione d’accesso e i comuni che hanno avuto una commissione d’accesso negli ultimi tre anni, in sostanza 15 comuni in 5 regioni, tra i quali spicca Roma.

Anche perché l’Antimafia non vuole “esporre il proprio lavoro alle critiche ricevute un anno fa” e dunque, piuttosto che arrivare “in zona Cesarini, le relazioni non verranno pubblicate. E tuttavia già due parlamentari calabresi, Ernesto Magorno, segretario del Pd in Calabria ed Enza Bruno Bossio Pd, hanno chiesto alla presidente dell’Antimafia che almeno per quanto riguarda la Calabria si sottopongano ad esame anche le liste che andranno al voto nei comuni capoluogo, Crotone e Cosenza.

Intanto, un primo successo è che in questa fase di preparazione delle liste tanti partiti stiano chiedendo all’Antimafia di esaminarle, “ma la Commissione non dà patenti di candidabilità a nessuno”, precisa Bindi, che ad oggi dichiara che il lavoro della Commissione si atterrà ai criteri scelti finora. Soddisfatto “del lavoro fatto dalla Commissione Antimafia e del risultato raggiunto con voto unanime” si dice il capogruppo Pd in antimafia, Franco Mirabelli.

“E’ importante una verifica per capire se queste saranno elezioni realmente libere per tutti e se i candidati rispondano ai criteri minimi della decenza”, aggiunge il vicepresidente della Commissione Claudio Fava (Si).

(di Valentina Roncati/ANSA)

Ultima ora

17:19Isis: rapper tedesco jihadista ucciso

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Deso Dogg, nome d'arte dell'ex rapper berlinese Denis Cuspert divenuto una delle figure di primo piano dell'Isis, è stato ucciso in un raid aereo a Deir Ezzor, nell'est della Siria. Lo riportano i media internazionali. Cuspert è stato dato morto diverse volte ma secondo il Site stavolta sono gli stessi siti jihadisti a riportare la notizia pubblicando la foto del cadavere insanguinato. Nato a Berlino nel 1975 da madre tedesca e padre ghanese, l'ex rapper era diventato uno dei più influenti reclutatori di 'foreign fighters' in Europa. Nel 2007 si era convertito all'islam, e cinque anni più tardi si era unito all'Isis in Siria. Era noto con il nome di battaglia Abu Talha al-Almani ed era considerato uno dei comunicatori più efficaci, capace di influenzare con il suo carisma molti giovani. Per le sue qualità propagandistiche si era ritagliato il non invidiabile soprannome di 'Gobbels dell'Isis'. Aveva messo la sua precedente esperienza di rapper al servizio dei messaggi violenti e truculenti dell'Isis.

17:10Calcio: Spalletti, Totti? Vi firmo risposta in bianco…

(ANSA) - MILANO, 20 GEN - "Totti? Vi firmo una risposta in bianco. Potete scrivere quello che vi pare. Non dico altri aggettivi, allenandolo ci si rende conto della qualità assoluta del giocatore. Poi, per quanto riguarda i rapporti, le complicazioni tra le persone possono nascere dalle cose che si lasciano in sospeso e che non vengono chiarite. Ma a lui ho detto tutto. Mi sono comportato come dovevo, giorno dopo giorno". Lo dice l'allenatore dell'Inter, Luciano Spalletti, alla vigilia della partita contro la Roma. "E' chiaro - prosegue - che se lo dovessi incontrare domani lo andrò a salutare in maniera importante, come tutti gli altri giocatori. Lo abbraccerò come abbraccerò tutti".

17:08Bonino, deciso apparentamento con Pd

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - "Abbiamo scelto l'apparentamento della nostra lista con quella del Pd perché abbiamo messo al centro la valorizzazione dell'agenda europeista" e per "impedire la vittoria di chi non vuole l'Europa". Così la leader di +Europa, Emma Bonino, in una conferenza stampa.

17:06Usa: torna la ‘Marcia delle donne’, un anno dopo

(ANSA) - WASHINGTON, 20 GEN - A migliaia tornano oggi in piazza negli Stati Uniti per la 'Marcia delle donne', ad un anno esatto da quell'evento che all'indomani dell'insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca fece pensare all'alba di un nuovo movimento. Da Washington a New York, da Los Angeles a Las Vegas oggi si replica ai tempi di #metoo e guardando alle elezioni di midterm con cui il prossimo novembre si rinnova il Congresso. Per molti degli organizzatori il messaggio diventa infatti un messaggio politico più generale, un appello alla partecipazione e al voto. E se le folle oceaniche, il fiume in piena di cappelli rosa che colpì l'immaginazione in tutto il mondo lo scorso anno può non replicarsi con gli stessi numeri e con le stesse immagini, le aspettative della 'Marcia delle donne' un anno dopo si fanno adesso più concrete puntando a un risultato anche nelle urne. (ANSA).

17:05Gentiloni annuncia in coalizione anche lista +Europa

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Nel suo intervento su fb per annunciare la candidatura nel collegio Roma 1, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni anticipa anche la notizia dell'accordo con la lista Più Europa di Emma Bonino: "Spero di contribuire al risultato del Pd e della coalizione con le liste Più Europa, Civica Popolare e Insieme", scrive il premier.

16:58Calcio: Chelsea a valanga, con il Brighton finisce 4-0

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Poker del Chelsea, sul campo del Brighton, nell'anticipo della 24/a giornata della Premier League. Una bella iniezione di fiducia per la squadra di Antonio Conte, che era reduce da due pareggi consecutivi. I 'Blues' hanno aperto le marcature dopo soli 3' con Harzard. Il fantasista belga, dopo il raddoppio di Willian al 6', al 32' della ripresa ha firmato il 3-0. Moses, al 44' st, ha chiuso definitivamente i conti, realizzando il 4-0. Il Chelsea, con questo successo, raggiunge momentaneamente il Manchester United al secondo posto, a quota 50; Brighton sempre 16/o con 23 punti, assieme al Newcastle. (ANSA).

16:58Gb: arrestato pilota a decollo, ubriaco

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - La polizia britannica ha portato via il pilota di un volo della British Airways, poco prima del decollo dall'aeroporto londinese di Gatwick, perché il personale di bordo temeva fosse ubriaco. Lo riferisce il Telegraph. L'equipaggio si era allarmato dopo aver sentito odore di alcol, così ha chiamato aiuto. Il velivolo, un Boeing 777 da 300 passeggeri, sarebbe dovuto partire alle 20.20 di giovedì per un viaggio di 11 ore verso Mauritius. "Il primo ufficiale è stato ammanettato e portato via, alcuni passeggeri erano a bocca aperta, è terrificante pensare a cosa sarebbe potuto accadere", ha riferito un testimone. Un portavoce della British Airways ha detto che la società sta prendendo la questione con estrema serietà e sta collaborando con la polizia. "La sicurezza dei nostri clienti e del nostro equipaggio sono sempre la nostra priorità", ha aggiunto. Il volo è partito con quasi tre ore di ritardo con un altro pilota. Il pilota arrestato è un 49enne di Londra.

Archivio Ultima ora