Venezuela: Maduro, se mi attaccano sciopero e ribellione

Pubblicato il 02 maggio 2016 da redazione

Las habituales filas para comprar alimentos en Venezuela fueron eclipsadas hoy por los miles de ciudadanos que participaron en la colecta de firmas

Las habituales filas para comprar alimentos en Venezuela fueron eclipsadas hoy por los miles de ciudadanos que participaron en la colecta de firmas

CARACAS. – Il presidente Nicolás Maduro, ha chiesto ai suoi seguaci di “dichiararsi in ribellione e in sciopero generale indefinito” semmai l’opposizione dovesse arrivare al potere “con qualsiasi mezzo”.

“Se l’oligarchia un giorno dovesse fare qualcosa contro di me e ce la facesse a prendere questo palazzo, con qualsiasi mezzo, io vi ordino di dichiararvi in ribellione e proclamare uno sciopero generale indefinito, fino ad ottenere la vittoria, in una ribellione popolare con la Costituzione in mano, uniti alle Forze Armate, alla classe operaia e alle sue milizie”, ha detto Maduro durante un comizio per la Festa dei Lavoratori.

Il monito di Maduro arriva allo stesso momento in cui l’opposizione ha annunciato aver raccolto 2,5 milioni di firme, delle quali 2.301.945 sono già state confermate, per la convocazione di un referendum revocatorio del mandato di Maduro, ben al di sopra delle 195 mila firme necessarie per portare avanti il progetto di voto.

Ultima ora

14:44Savoia: D’Alema, sgradevole rientro con volo Stato

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Vittorio Emanuele III è stato corresponsabile del fascismo e quindi condivido il sentimento di ripulsa delle comunità ebraiche e dell'Anpi". Con queste parole Massimo D'Alema commenta, intervistato da Serena Bortone, questa mattina ad Agorà su Rai3, il rientro in Italia delle spoglie di Vittorio Emanuele III. E conclude: "Trovo che il rientro con volo di Stato sia un episodio sgradevole da chiarire in Parlamento"

14:42Calcio: City, 25 mln per trattenere Guardiola

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Primo posto solitario in Premier League, primo posto nel girone Champions, record d'imbattibilità (in Europa interrotto dall'ininfluente sconfitta all'ultimo turno contro lo Shakhtar Donetsk): la grande stagione del Manchester City porta la firma in primis di Pep Guardiola arrivato in Inghilterra nell'estate 2016 con un contratto triennale che adesso la dirigenza dei Citizens intende allungare. Lo riportano oggi i media britannici che hanno intenzione di proporre al 46enne tecnico catalano altri 4 anni di contratto e un robusto ritocco d'ingaggio: dai 16 milioni a 22 milioni di sterline l'anno (circa 25 milioni di euro), facendolo diventare l'allenatore più pagato al mondo.

14:39Austria: Fpoe, doppio passaporto a altoatesini nel 2018

(ANSA) - BOLZANO, 18 DIC - "I sudtirolesi potranno richiedere la cittadinanza austriaca già nel 2018, al più tardi all'inizio del 2019". Lo ha annunciato a Bolzano il parlamentare austriaco Werner Neubaur, responsabile della Fpoe (il partito di ultradestra austriaco al governo) per i rapporti con l'Alto Adige. La richiesta, ha detto, potrà essere avanzata da chi si è dichiarato tedesco e dai suoi figli e sarà gratis "per non gravare sulle tasche delle famiglie". Secondo Neubauer, in futuro atleti altoatesini potranno gareggiare per la nazionale austriaca.

14:36M5S: Di Maio, regola dei due mandati non in discussione

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "La regola dei due mandati non è in discussione, è uno dei nostri asset fondamentali". Lo afferma il candidato premier M5S Luigi Di Maio a Circo Massimo, su Radio Capital, rispondendo a chi gli fa notare che, in caso di legislatura brevissima e di ritorno alle urne, lui non possa ricandidarsi in virtù del tetto massimo dei due mandati.

14:30PyeongChang: Pancalli a Mattarella, grazie per sostegno

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Signor Presidente, lei non ha mai fatto mancare vicinanza e sostegno alla nostra famiglia. Questa e' la piu' bella istantanea di un Paese che attraverso lo sport racconta una dimensione di inclusione possibile: questo senso di riconoscenza e gratitudine e' vivo in ogni atleta qui presente". Così Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, durante la cerimonia di consegna del tricolore ai portabandiera dell'Italia ai Giochi invernali Olimpici e Paralimpici di PyeongChang 2018. "Ciascuno di loro dimostrerà di essere un esempio per tutti, di coraggio e perseveranza. Non voglio nascondere l'emozione che cerimonie come questa mi provocano. Ci sono riconoscenza, gratitudine, orgoglio e passione, in una cerimonia che ha un sapore particolare. Si colloca a chiusura di anno, quasi fosse un bilancio di una stagione straordinaria, un'esplosione del movimento paralimpico, che a inizio anno ha ottenuto riconoscimento come ente pubblico".

14:30Semplificazione: Di Maio, tutte le leggi in 40 Codici

(ANSA) - MILANO, 18 DIC - In Italia c'è una "sovrapproduzione normativa, ed è sbagliato fare leggi per sburocratizzare". Lo ha detto il candidato premier del M5S, Luigi Di Maio, alla Cna lombarda, ribadendo di voler presentare "nei prossimi mesi un progetto di 400 leggi da abolire suggerito dalle imprese italiane", con l'obiettivo di riordinare la legislazione italiana in "40 Codici, rimpiazzando la normativa vigente".

14:21PyeongChang: Fontana, pronti a scrivere nuova storia sport

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Oggi è un giorno incredibile per me, pieno di emozioni e di orgoglio. Anche per le persone che mi hanno sempre accompagnato nella vita, e mi immagino mia madre che ora si sta mettendo a piangere. A PyeongChang ci saranno tanti italiani a sostenerci per scrivere una nuova storia dello sport italiano". Così la portabandiera olimpica azzurra, Arianna Fontana, rivolgendosi al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della cerimonia di consegna del tricolore in vista delle Olimpiadi e Paralimpiadi di PyeongChang 2018. "Quel giorno in cui entrerò nello stadio e sventolerò il tricolore - ha quindi specificato Fontana rivolgendosi al Capo dello Stato, Sergio Mattarella - vedrà tre diverse me: una da bambina, con la passione dello sport, una me quindicenne che ha appena intravisto l'olimpico dei giganti dello sport e la donna che vedete oggi pronta ad affrontare ogni sfida per aiutare il nostro Paese".

Archivio Ultima ora