TSJ e AN, 8 giorni per approvare o bocciare il Decreto d’Emergenza

tsj

CARACAS – Parlamento e Corte Costituzionale avranno otto giorni per approvare, o rispedire al mittente, il “Decreto di Emergenza” annunciato venerdì scorso dal presidente della Repubblica e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale N. 6227.

Il nuovo decreto, che a differenza dei precedenti che solo contemplavano l’ambito economico, riguarda anche le libertà fondamentali (libertà di protesta, di transito nel territorio, di stampa e di opinione), avrà una durata di 60 giorni e potrà essere rinnovato per altri 60.

Parlamento e Corte Costituzionale dovranno dare una loro opinione e, quindi, approvarlo o bocciarlo.

Anche in questo caso si prevede uno scontro tra poteri. Infatti, così come si dà per scontato la bocciatura del “decreto” da parte del Parlamento, nello stesso modo si dà per sicuro la sua approvazione da parte della Corte.

Condividi: