Per le prossime comunali si voterà soltanto il 5 giugno

Pubblicato il 17 maggio 2016 da redazione

Il ministri degli Interni Angelino Alfano, con il premier Matteo Renzi

Il ministri degli Interni Angelino Alfano, con il premier Matteo Renzi

ROMA. – Alla fine si è sgonfiata la querelle sulle date del voto per le prossime comunali: si voterà soltanto il 5 giugno, con eventuali ballottaggi fissati per il 19 dello stesso mese. L’annuncio del ministro Alfano lascia quindi tutto come previsto, al di là dei tanti amanti del giorno unico, tra cui l’ex presidente del Consiglio Enrico Letta, che non ha mancato di ricordare in un paio di tweet la propria contrarietà per l’estensione al lunedì del voto, sottolineando come al momento soltanto Egitto e India non rispettino questa regola.

E come se non bastasse, a rinfocolare le polemiche in queste ultime ore hanno contribuito anche i tanti che hanno puntato il dito sulla decisione del governo di poche settimane fa di scartare l’idea di un election day che abbinasse il referendum sulle trivelle alle comunali.

Con il ‘ravvedimento’ di Alfano perdono quota di colpo anche i calcoli sui costi del ventilato giorno in più, che secondo alcuni avrebbe comportato un aumento compreso tra i 100 e i 500 milioni. Come ha precisato più di un addetto ai lavori, l’estensione della data del voto pareva motivata non solo dai dubbi sulla partecipazione alle amministrative, quando da quella al referendum costituzionale di ottobre e quindi dalla sua affluenza (anche se in quell’occasione non ci sarà la mannaia del quorum).

Ma al di là del tira e molla tra gli amanti della data unica e i relativi detrattori, è invece utile ricordare come le scelte siano state diverse nel corso degli anni. Così se il referendum di domenica 17 aprile anti-trivelle si è svolto in un giorno solo (senza quorum), allo stesso modo di quello costituzionale del 2001 sul Titolo V (passato), quello del 2006 – anch’esso di carattere costituzionale – è stato respinto dagli elettori nel corso di due giorni (25 e 26 giugno).

Quindi decisioni diverse sono state prese a seconda del momento storico. Il referendum del ’46, ad esempio, si tenne in una sola giornata (2 giugno), per non parlare delle elezioni politiche, che dal 1948 al 1992 si sono svolte anch’esse in un solo giorno. Passando poi a due nel 1994 (27 e 28 marzo), tornando al giorno unico nel 1996 (21 aprile) e nel 2001 (13 maggio). Due date, invece, per le politiche nel 2006 (9 e 10 aprile), allo stesso modo del 2008 (13 e 14 aprile) e per quelle del 2013 (24 e 25 febbraio).

La decisione del governo di fissare a un solo giorno la data delle comunali ha stoppato anche gli organizzatori del referendum sulle trivelle, che polemicamente nelle ultime ore, a ipotesi ‘allungamento’ ancora non smentita, avevano attaccato la scelta di Palazzo Chigi di non autorizzare un election day per i quesiti che avevano promosso.

In generale un turno elettorale ha un costo all’incirca di 300 milioni di euro, quando naturalmente è chiamato alle urne l’intero corpo elettorale. Con questa cifra vengono pagati, tra l’altro, gli scrutatori, i militari che presidiano i seggi garantendone la sicurezza, l’organizzazione per l’allestimento dei seggi, il costo delle schede e delle liste elettorali e i contenitori utilizzati.

E un giorno in più, fanno sapere ancora una volta gli addetti ai lavori, non raddoppiano i costi, che sono stimabili in circa 100 milioni in più.

Ultima ora

13:02May, Trump riconoscerà importanza e significato Nato

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - La premier britannica Theresa May è convinta che il neo presidente degli Stati Uniti Donald Trump "riconosce l'importanza ed il significato della Nato" e "della cooperazione che abbiamo in Europa per garantire la nostra difesa e sicurezza collettiva". In una intervista al Financial Times, May, attesa il mese prossimo a Washington per un incontro con Trump, conferma di puntare ad un ampio accordo commerciale Gb-Usa per il dopo Brexit, ma non condivide con il tycoon l'ipotesi che l'Ue possa in futuro disintegrarsi.

13:00Bus ungherese: Alfano, profondo dolore, vicinanza a vittime

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Ho appreso con profondo dolore la notizia del terribile incidente di un pullman ungherese sulla A4, a causa del quale hanno perso la vita sedici giovani studenti". Lo ha dichiarato in una nota il ministro degli Esteri, Angelino Alfano. "Esprimo solidarietà e forte vicinanza del governo italiano alle autorità ungheresi, ai familiari delle vittime, ai feriti, confidando per questi ultimi in una pronta guarigione", ha aggiunto il ministro.

13:00Bus ungherese: Alfano, profondo dolore, vicinanza a vittime

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Ho appreso con profondo dolore la notizia del terribile incidente di un pullman ungherese sulla A4, a causa del quale hanno perso la vita sedici giovani studenti". Lo ha dichiarato in una nota il ministro degli Esteri, Angelino Alfano. "Esprimo solidarietà e forte vicinanza del governo italiano alle autorità ungheresi, ai familiari delle vittime, ai feriti, confidando per questi ultimi in una pronta guarigione", ha aggiunto il ministro.

12:56Morto Renato Buzzonetti, per 30 anni medico dei Papi

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 21 GEN - E' morto questa notte a Roma all'età di 92 anni il dottor Renato Buzzonetti, che dal 1978 era stato medico di san Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI. Lo rendono noto l'Osservatore Romano su Twitter e la Radio Vaticana sul suo sito. Nato a Roma il 23 agosto 1924, Buzzonetti era andato in pensione nel giugno 2009. Per ventisei anni medico principale di Karol Wojtyla, per quattro di Joseph Ratzinger e, prima, del beato Paolo VI, come secondo del dottor Mario Fontana, e di Albino Luciani. Benedetto XVI gli aveva concesso il titolo onorifico di archiatra pontificio emerito.

12:54Sci: cdm, Lindsey Vonn vince discesa Garmisch-Partenkirchen

(ANSA) - GARMISCH-PARTENKIRCHEN (GERMANIA), 21 GEN - La statunitense Lindsey Vonn ha vinto la discesa di coppa del mondo di Garmisch-Partenkirchen, cogliendo la sua vittoria n.77 in coppa del mondo: mai una donna era riuscita a tanto. Inoltre, la campionessa Usa era solo alla seconda gara dopo il suo rientro alle competizioni a causa di un paio di incidenti che l'hanno tenuta bloccata per quasi un anno. Vonn - 32 anni, tre titoli mondiali, un oro olimpico e quattro coppe del mondo - ha chiuso con il tempo di 1.43.41, precedendo la svizzera Lara Gut in 1.43.56 e la tedesca VIktoria Rebensburg in 1.43.89. Miglior azzurra e' stata Sofia Goggia, quinta in 1.44.29.

12:48Rigopiano: estratto altro cadavere, vittime salgono a 5

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Il cadavere di un uomo è stato recuperato dai soccorritori sotto le macerie dell'albergo di Rigopiano: si tratta del terzo corpo senza vita estratto tra la notte e stamani: il bilancio ufficiale delle vittime sale dunque a cinque. Nel frattempo i Vigili del Fuoco percepiscono altri segnali sotto la neve e le macerie: "stiamo verificando, potrebbero essere persone vive, ma anche le strutture dell'albergo che si muovono sotto il peso nella neve", ha spiegato il dirigente Alberto Maiolo al centro operativo di Penne.

12:30Rigopiano: Samuel, ‘ciao zio’

(ANSA) - ANCONA, 21 GEN - "Ciao zio...". Sono le prime parole che Samuel Di Michelangelo, 7 anni, il bambino estratto vivo dalle macerie dell'Hotel Rigopiano, ha detto allo zio Alessandro, agente della Digos di Chieti. ''Gli ho chiesto 'vengono mamma e papà?' - racconta l'agente all'ANSA - e lui ha fatto sì con la testa. Ma gli psicologi mi hanno subito bloccato, e spiegato che i bambini sotto choc possono annullare uno spazio temporale nella loro memoria''. ''Samuel ha trascorso la notte nell'ospedale di Pescara accanto alla nonna materna, sedato, sotto la stretta tutela degli psicologi. I medici ci hanno spiegato come comportarci: non dobbiamo fare alcun riferimento specifico alla tragedia, ma lasciare che sia il bambino a raccontare i fatti'' dice Alessandro. ''Mio fratello e mia cognata non compaiono nella lista dei superstiti, ma so che i soccorritori continuano a scavare, e voglio continuare a sperare''.

Archivio Ultima ora