Ancora rischio deflazione nell’Eurozona e nel resto d’Europa

Pubblicato il 19 maggio 2016 da redazione

Presidente della Banca d'Italia Ignazio Visco

Presidente della Banca d’Italia Ignazio Visco

ROMA. – Un’economia che stenta a rimettersi in marcia mentre si fa concreto il rischio di un’avvitamento sulla deflazione. E’ ancora così pericolosamente incerto il quadro nell’Eurozona e nel resto d’Europa, nonostante la serie di contromisure iper-espansive messe in atto dalla Bce e l’ultimo potenziamento della cura Draghi: tassi a zero e rafforzamento degli acquisti di Bond tramite il piano di quantitative easing.

“Credo che corriamo ancora un concreto rischio di deflazione” avverte il presidente della Banca d’Italia Ignazio Visco in una intervista pubblicata dal tedesco Handelsblatt proprio nel giorno in cui Eurostat certifica la ricaduta in negativo dei prezzi al consumo. Ad aprile nell’area euro e nella Ue a 28 l’indice ha registrato un -0,2% su annuo dopo che a marzo l’andamento dei prezzi era risultato fermo a zero.

La deflazione “è la cosa peggiore che possa capitarci” rincara Visco spiegando che “si rischiano fallimenti ed effetti molto negativi sull’economia reale”. Il governatore non entra nel dettaglio, ma è un fatto che la Bce di recente abbia lanciato un nuovo allarme sulla spirale degli ‘effetti di secondo livello’ di una inflazione troppo bassa che finirebbero con il comprimere salari e prezzi innescando una pericolosa reazione a catena.

L’Italia ad aprile ha archiviato un -0,4%, un livello leggermente migliore della stima Istat di -0,5% del 13 maggio, mentre l’economia sembra mostrare segni di guarigione. “La ripresa in Italia è fragile ma c’è”, assicura Visco. “Vediamo finalmente aumentare gli investimenti e l’occupazione cresce grazie alle riforme e gli stimoli del governo.

Le esportazioni hanno mantenuto la loro forza, ma – avverte – l’economia deve essere aiutata da ulteriori cambiamenti strutturali”. Un percorso inevitabile tenuto conto che la traiettoria di crescita dell’Italia si inquadra in un contesto generale molto incerto (di recente la Bce ha menzionato con preoccupazione anche l’incognita Emergenti) e in alcuni casi deteriorato.

Un mese fa il Fondo monetario internazionale ha parlato di un sensibile aumento delle possibilità di recessione e deflazione, soprattutto in Eurolandia. Sono tredici i Paesi Ue con tasso di inflazione negativo, inclusi la Germania a -0,3% e la Francia a -0,1% e a pesare è sempre il crollo dei prezzi energetici.

Ma la frenata dell’inflazione poteva essere ben più forte se la Bce non si fosse mobilitata, puntualizza Visco difendendo Francoforte dalle rimostranze di parte tedesca sui contraccolpi dei tassi di interesse troppo bassi. “È evidente che non possano esserci tassi negativi in eterno”, spiega, ma “abbiamo fatto quello che andava fatto” e “senza il programma di acquisto dei bond il tasso di inflazione sarebbe sostanzialmente più basso”.

Anche Draghi, in una lettera di risposta a un parlamentare europeo, Nikolaos Chountis, spiega che il Qe “continua ad avere un impatto positivo su crescita, occupazione e prezzi” e “i livelli attuali dei tassi di interesse riflettono l’outlook debole su crescita e inflazione”.

Ultima ora

01:25Accoltella e investe immigrato, indagini su matrice razziale

(ANSA) - RIMINI, 22 MAR - Un riminese è stato fermato questa sera dalla polizia di Stato per il tentato omicidio di un immigrato. Il fatto sarebbe accaduto davanti ad un supermercato: l'italiano lo ha prima preso a pugni, poi l'ha accoltellato e infine, quando lo straniero ha tentato la fuga, lo ha investito con l'auto. Il giovane è in prognosi riservata all'ospedale, mentre il riminese è stato rintracciato poco dopo dalla polizia di Stato e portato in Questura, dove è stato sottoposto a fermo per tentato omicidio. Accertamenti sono in corso per appurare se il gesto violento abbia una matrice razziale.

00:28Slovenia: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

(ANSA) - LUBIANA, 22 MAR - Uccide la nonna di 80 anni e il fratello di 31, poi li decapita, brucia le teste e si autodenuncia alla polizia. Si è consumato così nel villaggio di Lukovec, piccolo paesino di una quindicina di case a Nord-Ovest di San Daniele del Carso, nel Comune di Komen, nel cuore del Carso sloveno, un delitto familiare che - secondo gli investigatori - assume i contorni dell'atto di follia. Il protagonista è un uomo di 35 anni, Marko Abram, che nella serata di lunedì ha ucciso i due familiari. Ancora da capire il movente del delitto, così come ancora poco chiare sono gli strumenti utilizzati per il delitto, che secondo alcune ricostruzioni, potrebbero essere due coltelli e un'accetta, al momento in possesso della Polizia scientifica che li sta esaminando ed esprimerà le proprie valutazioni nei prossimi giorni. L'avvocato dell'assassino, Gorazd Gabri, oggi, all'uscita dal Tribunale dove Abram è stato interrogato per sei ore, ha detto ai giornalisti che il suo cliente ha riconosciuto la propria colpevolezza.

00:23Calcio: Podolski saluta con un gol

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Sconfitta immeritata per l'Inghilterra, battuta 1-0 dalla Germania nell'amichevole di lusso giocata questa sera a Dortmund. L'unica rete porta la firma di Lukas Podolski, gran sinistro all'incrocio dei pali al 24' della ripresa. L'ex interista, campione del mondo nel 2014, ha così salutato nel migliore dei modi la maglia bianca dopo 130 presenze e 49 reti. Ma fino al momento in cui è passata in svantaggio ha fatto più bella figura l'Inghilterra, che nel primo tempo ha colpito un palo con Lallana ed è andata ancora vicino al gol con Dele Alli, tiro centrale parato da ter Stegen.

23:08Fillon denuncia ‘un complotto di Stato’

(ANSA) - PARIGI, 22 MAR - Il candidato della Destra alle elezioni presidenziali francesi, Francois Fillon, denuncia un "complotto" e violazioni del "segreto istruttorio" con fughe di notizie organizzate dai "servizi dello Stato". "Le maschere cadono, il complotto è ormai sotto agli occhi di tutti i francesi", ha detto ai microfoni di radio France Info, aggiungendo: "Ogni settimana ci sono fughe (di notizie) contro il segreto istruttorio, fughe di notizie organizzate dai servizi dello Stato".

22:34Attacco Londra: chiusa la London Eye

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Il London Eye, la ruota panoramica della capitale britannica sulla riva del Tamigi, ha sospeso il suo servizio. Lo hanno riferito le autorità precisando che tutti i turisti, dopo essere rimasti bloccati per quasi un'ora nelle cabine, sono stati fatti scendere e non hanno avuto problemi.

22:24Siria: i turchi bombardano zona curda

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 MAR - L'artiglieria turca ha bombardato nelle ultime ore postazioni curdo-siriane nella Siria nord-occidentale, un giorno dopo l'arrivo in quella stessa area di mezzi blindati russi a protezione dell'area a maggioranza curda. Lo riferisce l'Osservatorio per i diritti umani in Siria (Ondus), secondo cui i colpi di artiglieria hanno colpito il distretto di Afrin e quello di Jenderes. Non si registrano uccisi ma solo feriti tra civili e miliziani curdi. La stampa araba aveva dato ampio risalto ieri all'arrivo ad Afrin di truppe russe a bordo di mezzi blindati. E' la prima volta che le forze di Mosca si schierano al confine con la Turchia.

22:18Milan: arrivati 20 mln, resto caparra atteso entro venerdì

(ANSA) - MILANO, 22 MAR - Sarebbero arrivati nelle casse di Fininvest 20 dei 100 milioni di euro della terza caparra che i cinesi di Sino-Europe Sports devono pagare per ottenere una nuova proroga del closing per l'acquisto del Milan. Secondo quanto filtra, due sono le ricostruzioni della vicenda. La società cinese di Li Yonghong si starebbe muovendo con più di una banca per completare il pagamento di questa terza caparra da 100 milioni di euro e questo bonifico sarebbe avvenuto con tempistiche diverse da quello da 80 milioni di euro, atteso fra domani e venerdì. Oppure Ses si sarebbe affidata a un unico istituto finanziario che ha deliberato i bonifici in momenti diversi.

Archivio Ultima ora