Renzi, senza le riforme l’Italia diventa il paradiso degli inciuci

Pubblicato il 22 maggio 2016 da redazione

referendum-costituzionale

BERGAMO. – Se la riforma costituzionale al referendum di ottobre sarà bocciata il Paese “andrà all’ingovernabilità” e sarà “il paradiso terrestre degli inciuci”: parola del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che ha lanciato la campagna per il “Sì” dal teatro sociale di Bergamo, non senza qualche contestazione degli antagonisti.

Adesso si sceglie chi governa con un accordo in Parlamento “e io ne sono la dimostrazione” ha spiegato, mentre in futuro saranno i cittadini con il loro voto a “scegliere, al posto degli inciucisti di Roma” dando la maggioranza a un solo partito.

L’elenco dei vantaggi della riforma che elenca è lunghissimo: tagli agli stipendi dei consiglieri regionali e dei presidente di Regione, cancellazione dei rimborsi così nessuno si potrà comperare “mutande verdi” con i fondi pubblici come accaduto in Piemonte, risparmio dei 315 stipendi dei senatori in un Parlamento che adesso “è il più costoso del mondo”, competenze chiare delle Regioni che si devono occupare di far andare “bene il trasporto pubblico e la sanità” e non di energia.

E procedure più snelle per le leggi con un monocameralismo di cui, ha sottolineato, parlava “direttamente Enrico Berlinguer”.

Messaggio nemmeno tanto velato alle critiche della sinistra che ha replicato con Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana chiedendosi “chissà come si sentirebbe scomodo Berlinguer a fianco a Verdini…”.

La sintesi del discorso di Renzi per lanciare la campagna (e il sito) “BastaUnSì” è arrivata sotto forma di colonna sonora con le note della canzone di Patty Smith ‘People Have the Power’, ovvero la gente ha il potere.

Centomila firme in due giorni e diecimila comitati entro ottobre sono l’obiettivo di Renzi, convinto che la riforma sarà votata anche “da tantissimi elettori del Movimento 5 stelle, della Lega Nord e di Forza Italia”. E questo anche se i parlamentari di quei partiti hanno “una fifa matta di perdere le poltrone” perché dicono “Roma ladrona, ma quando si accomodano ci stanno benissimo”.

Immediata la risposta di Luigi Di Maio, scettico sul fatto che i pentastellati possano votare “Sì” e convinto che Renzi si impegni per il referendum perché pensa di perdere le comunali. Opinione condivisa anche dal leghista Roberto Maroni.

In effetti, da Bergamo, di comunali Renzi non ha parlato. Il presidente ha dedicato tutto il tempo al referendum che è “una speranza per il futuro”, per il cambiamento. “Non è un caso che nel fronte del “No” ci siano tutti e il contrario di tutti – ha osservato – uniti dall’esigenza di dire no, non si cambia” mettendo insieme anche “Berlusconi e Magistratura democratica” che “magari diventeranno amici”.

D’altronde negli ultimi anni gli esponenti della politica sono stati gli stessi, un po’ come il wrestling dove tutti si picchiano, ha spiegato, ma alla fine sono sempre lì perché “è una grande finta”. Lui invece se il referendum sarà bocciato, si dimetterà.

“Non voglio personalizzare minimamente la campagna” ha assicurato, rispondendo alle critiche di esponenti Pd come l’ex segretario Pier Luigi Bersani. “Loro la chiamano personalizzazione, io serietà. Se vogliono gli inciuci – ha concluso – ne prendano uno più bravo di me. Se invece vogliono le riforme io continuo”.

(dell’inviata Bianca Maria Manfredi/ANSA)

Ultima ora

16:37Calcio: aumentano spettatori stadio, media Serie A è 23mila

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Prosegue il trend positivo delle presenze negli stadi della Serie A. Ieri sera, fa sapere la Lega di Serie A, è stata sfiorata quota 23mila spettatori a partita, mentre nelle ultime due stagioni, nel turno infrasettimanale di settembre, non erano mai andati allo stadio più di 20mila tifosi. Con riferimento ai primi cinque turni di Campionato, la media a gara è finora di 23.814 spettatori (deve ancora disputarsi la sfida tra Sampdoria e Roma rinviata lo scorso 9 settembre). Rispetto alla passata stagione, si registra un incremento di oltre 3mila presenze a partita (nello stesso arco temporale della scorsa stagione la media era di 20.775). La partita più seguita allo stadio in assoluto è stata Inter-Spal, disputata alle 12.30 del 10 settembre, con 57.235 spettatori.

16:32Intercettazioni: Orlando, entro fine mese pronto decreto

(ANSA) - ROMA, 21 SET - "Entro fine mese credo che lo consegnerò a Palazzo Chigi" per un'approvazione che potrebbe avvenire entro Natale. E' la tempistica del ministro della Giustizia Andrea Orlando sul decreto intercettazioni. "Non ci sarà il riassunto - dice il ministro a Corriere.it - per una ragione diversa da quanto detto con una campagna discutibile, il riassunto ci è stato contestato non dai giornalisti perché la Fnsi non si è presentata ma dai penalisti" sul diritto di difesa e "terremo in considerazione".

16:30Yoko Ono contro limonata ‘John Lemon’, bloccata vendita

(ANSA) - ROMA, 21 SET - La vedova di John Lennon, Yoko Ono, ha bloccato la vendita della limonata 'John Lemon', accusando una startup polacca di volere trarre profitto dalla memoria del suo consorte assassinato nel 1980. Secondo quanto riporta la Cnn, Ono, che aveva sposato l'ex Beatles nel 1969, ha fatto causa all'azienda polacca lo scorso aprile presso un Tribunale dell'Aja. La società ha reso noto questa settimana che il caso e' stato risolto in sede stragiudiziale e che sostituirà il nome 'John Lemon' con 'On Lemon'. La startup ha sottolineato che respinge l'accusa di Yoko Ono, motivando la sua decisone di chiudere il caso per "evitare i costi estremamente alti del procedimento giudiziario".

16:28Trump, in arrivo nuove sanzioni contro Corea del Nord

(ANSA) - NEW YORK, 21 SET - "Imporremo nuove sanzioni alla Corea del Nord": lo ha detto il presidente americano, Donald Trump a margine dell'Assemblea generale dell'Onu, dove oggi si riunisce il Consiglio di sicurezza. Anche un funzionario dell'amministrazione Usa - come riportano i media - conferma la decisione di nuove sanzioni nella giornata di oggi.

16:26Messico:Frida tra macerie scuola muove dita,simbolo speranza

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 21 SET - I soccorritori sono ormai da ore vicini a Frida, una bambina intrappolate nella scuola 'Enrique Rebsamen' di Città del Messico dopo il sisma, che ieri è riuscita a muovere le dita, mostrando di essere ancora viva. Un particolare che è divenuto simbolo della speranza per tutto il Messico dopo la tragedia del terremoto. Frida si trova sotto il tavolo di marmo dell'aula di inglese della prima elementare della scuola, precisano i media locali, sottolineando i rischi di crolli provocati dai movimenti tra le macerie che potrebbero così compromettere le operazioni di soccorso. Dall'interno della scuola, sottolineano i media, è stato estratto il corpo di una maestra di 58 anni.

16:23Brexit: Barnier, su negoziato restano molte incertezze

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Sul negoziato sulla Brexit "restano molte incertezze". Lo ha detto il capo negoziatore Ue per la Brexit, Michel Barnier, alle commissioni riunite Esteri e Politiche dell'Unione europea al Senato. "Ascolteremo con grande attenzione e spirito costruttivo il discorso che domani la premier britannica Theresa May farà a Firenze". "Bisogna trovare un accordo corretto con il Regno Unito ma bisogna essere intransigenti sulle regole". "Le regole devono essere rispettate. Dobbiamo trovare un accordo con i britannici, ma non ci siamo ancora", ha aggiunto Barnier. "Spero entro la fine dell'anno di constatare progressi sufficienti per poi avviare la seconda parte del negoziato. Noi - ha concluso - siamo fermi sui principi, è il Regno Unito che lascia la Ue e non noi. L'uscita di Londra non può farsi a danno del mercato unico"

16:15Morta a 12 anni dopo intervento femore: indagati 2 medici

(ANSA) - BARI, 21 SET - La Procura di Bari ha indagato due medici dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari, un chirurgo e un anestesista, per la morte di una 12enne di origini colombiane deceduta probabilmente a causa di una ipertermia maligna subito dopo un intervento di riduzione di una frattura al femore. Sul decesso il pm Bruna Manganelli ha aperto un' indagine per omicidio colposo disponendo l'acquisizione delle cartelle cliniche e l'autopsia. Stando a quanto ricostruito fino a questo momento, la 12enne - adottata da una coppia italiana all'età di sei anni - sarebbe arrivata all'ospedale pediatrico con una frattura al femore nel pomeriggio di martedì e sarebbe stata subito sottoposta ad intervento chirurgico. Subito dopo avrebbe avuto un improvviso innalzamento della temperatura corporea, fino a 44 gradi, e non si sarebbe più risvegliata. L'autopsia dovrà accertare se quella febbre riconducibile ad una ipertermia maligna, che è una patologia congenita che si manifesta soprattutto con l'anestesia.

Archivio Ultima ora