Tensione nel centrodestra, ma Berlusconi pensa già a referendum

Pubblicato il 06 giugno 2016 da redazione

destra

ROMA. – Il risultato ottenuto a Milano che consente al centrodestra di andare al ballottaggio (così come a Napoli e Bologna) non frena il clima da resa dei conti che ormai si respira tra i partiti della coalizione. Ma se è vero che “uniti si vince”, come dimostra il responso delle urne, la ‘colpa’ di chi abbia mandato in frantumi l’alleanza in realtà decisive come Roma, rischia di mettere in seria discussione la possibilità di proseguire, dopo i ballottaggi, il cammino insieme.

I numeri delle elezioni, come era preannunciato, aprono diversi scenari: in primis la sfida alla leadership di Berlusconi, ma anche la possibilità in vista del referendum di ottobre di poter compattare intorno al ‘no’ altri partiti.

Uno su tutti, il Movimento Cinque Stelle a cui Forza Italia concede l’onore delle armi riconoscendo “una crescita numerica e politica importante che merita rispetto e con la quale bisogna fare i conti”. Ma è proprio in vista delle battaglie che si apriranno dopo il 19 giugno che vedono da subito Lega, Fdi e gli azzurri rivendicare il miglior risultato della coalizione.

Il Cavaliere esulta per la performance di Forza Italia a Milano rispetto alla Lega oltre che alla vittoria della Gelmini su Salvini in termini di preferenze. Primato conquistato anche a Napoli dalla Carfagna.

Quando si parla di Roma e Torino però l’umore in casa degli azzurri cambia visto che nella Capitale FI è sotto il 5% così come nel capoluogo piemontese. A Roma la partita interna al centrodestra la vince senza rivali Giorgia Meloni che per una manciata di voti non è riuscita a soffiare il ballottaggio a Roberto Giachetti. Mentre Matteo Salvini punta sul primo posto del Carroccio a Bologna con la Bergonzoni che andrà a sfidare Virginio Merola.

Ma, al netto dei singoli risultati, il giorno dopo la chiusura delle urne e soprattutto dopo quanto accaduto nella Capitale, a far notizia sono gli avvertimenti inviati all’ex capo del governo. Il leader della Lega non fa mistero di voler esercitare quella golden share del centrodestra che pensa di possedere ed è tornato sull’argomento annunciando una convention dopo i ballottaggi per lanciare un nuovo modello di coalizione. I

n poche parole, insomma, si tratta di un nuovo invito al Cavaliere a farsi definitivamente da parte. Ma il risultato ottenuto del Carroccio a Milano frena la scalata del leader leghista costretto a fare i conti con altri competitor pronti a sfidarlo per la guida della coalizione.

Dopo il risultato conseguito nella Capitale Giorgia Meloni non ha nessuna intenzione di essere messa in un angolo. Anzi: forte del ‘peso’ del suo partito mette in chiaro che “nel centrodestra non sarà più nulla come prima”.

A finire sul banco degli imputati è Berlusconi, ‘reo’ di aver “aiutato Renzi ed il Pd” preferendo l’alleanza con Alfio Marchini all’unità del centrodestra. Oltre al ‘duo lepenista’, però, altri potrebbero ambire allo scettro del centrodestra.

Per il momento resta solo una suggestione ma sono in molti (anche dentro Fi) a guardare con interesse all’ascesa di Stefano Parisi, capace secondo gli azzurri, di saper costruire un consenso molto più ampio dei numeri di Lega e Fratelli d’Italia.

Che i moderati siano il perno della coalizione è da sempre la profonda convinzione del Cavaliere che da Arcore fa presente come “senza i moderati, la destra arriva al massimo al 20% di Roma”. La battaglia per la leadership però non appassiona Berlusconi ormai già proiettato sul referendum di ottobre.

Non è un caso che FI abbia dedicato un lungo passaggio al Movimento Cinque Stelle riconoscendone la maturità politica raggiunta e la possibilità di aprire un confronto. Ed il primo terreno per approfondire il dialogo potrebbe essere proprio la battaglia comune per il no al referendum.

(di Yasmin Inangiray/ANSA)

Ultima ora

19:18Calcio: Strootman rinnova con la Roma fino al 2022

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Kevin Strootman ha rinnovato fino al 30 giugno del 2022 il contratto che lo lega alla Roma. Lo ha reso noto il club vice-campione d'Italia con una nota sul proprio sito. Il 27enne centrocampista olandese, arrivato dal Psv Eindhoven nell'estate del 2013, ha giocato finora 86 partite con la maglia della Roma, segnando 12 gol. "Il rinnovo è una cosa speciale. Voglio vincere qualcosa qui e farò di tutto per riuscirci - è stato il commento di Strootman poco dopo la firma -. Tutta la Roma mi ha sempre sostenuto durante il mio infortunio, anche per questo sono molto felice di restare".

19:17Tennis: Roland Garros, Errani al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Sara Errani ha raggiunto il secondo turno del torneo del Roland Garros. La 30enne romagnola ha sconfitto per 7-6, 6-1 la giapponese Misaki Doi e ora attende la vincente tra la statunitense Jennifer Brady e la francese Kristina Mladenovic. Errani è stata finalista a Parigi nel 2012, semifinalista nel 2013 e nei quarti nel 2014 e 2015.

18:50Terremoto: Lorenzin a Crevalcore, qui per imparare

(ANSA) - BOLOGNA, 29 MAG - "Vedere che questa terra non solo è ripartita ma è andata avanti è un grande segno. Siamo qui per imparare e prendere gli esempi migliori". Così la Ministra della Salute Beatrice Lorenzin, durante l'incontro con cittadini e operatori di oggi pomeriggio alla Casa della Salute delle Terre d'acqua a Crevalcore. All'incontro hanno partecipato Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, Palma Costi, Assessore alle attività produttive e ricostruzione post-sisma della Regione, Sergio Venturi, Assessore alle Politiche per la salute della Regione, Luca Rizzo Nervo, Presidente della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria metropolitana di Bologna, Claudio Broglia, Sindaco di Crevalcore, Chiara Gibertoni, Direttore Generale dell'Azienda USL di Bologna. "Siamo molto grati alla Ministra per la sua visita alla Casa della salute delle Terre d'acqua, che consideriamo una delle nostre migliori esperienze territoriali" ha detto Chiara Gibertoni. (ANSA).

18:46Champions:Barzagli,’noi al top,caccia trofeo più importante’

(ANSA) - TORINO, 29 MAG - "Siamo al top, abbiamo vinto giù due trofei e siamo a caccia della Champions". Andrea Barzagli spinge la Juventus verso "il trofeo più importante", anche se "al triplete non abbiamo mai pensato" perché "scendiamo in campo per vincere ogni gara", dice l'esperto difensore della Juventus. "Il Real è abituato a giocare queste sfide, per loro questa sarà la terza in quattro anni - aggiunge - ma anche noi abbiamo la giusta esperienza e potremo dire la nostra". "Allegri ha detto che non bisogna pensare in negativo? Sappiamo benissimo quanto è prestigioso questo club per quello che è riuscito a fare - prosegue Barzagli -. Ha ragione il mister, ci vuole positività, se siamo arrivati in fondo alla Champions due volte in tre anni vuol dire che ce lo siamo meritati. Questa finale poi dirà quello che siamo e speriamo che tutto il mondo Juve ci trascini".

18:44Usa: arrestato Tiger Woods

(ANSA) - NEW YORK, 29 MAG - Il campione del golf, Tiger Woods, e' stato arrestato in Florida per guida in stato di ebbrezza. Lo riportano i media americani.

18:44E.Letta, voto anticipato sbagliato e incomprensibile

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Interrompere la legislatura sarebbe sbagliato e incomprensibile. Ci deve essere una spiegazione al Paese, agli elettori. E' una dinamica bizzarra". Così Enrico Letta bocciando su Corriere.tv l'ipotesi di elezione anticipate. "Sarebbe molto meglio andare al voto a scadenza naturale, condivido pienamente Prodi. Votare a scadenza darebbe un messaggio importante all'Ue, che l'Italia paese normale che vota quando si deve. Invece - conclude - daremmo il messaggio di un Paese ancora arrovellato su giochi politici, senza una legge di stabilità".

18:44L. elettorale: M5S,ora facciamo legge che sia costituzionale

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Abbiamo consegnato la nostra proposta di legge elettorale, così come votata dagli iscritti del MoVimento 5 Stelle. Il nostro obiettivo è quello di evitare che i partiti partoriscano l'ennesima legge incostituzionale, dopo il Porcellum e l'Italicum. Adesso chiediamo a tutte le altre forze di assumersi le loro responsabilità davanti ai cittadini. Se lo faranno seriamente, in breve tempo, potremo finalmente dare al Paese, dopo quasi dodici anni, una legge elettorale rispettosa della Costituzione". E' quanto affermano in una nota congiunta i portavoce del MoVimento 5 Stelle, Vito Crimi, Roberto Fico e Danilo Toninelli, componenti della delegazione pentastellata che oggi ha incontrato i rappresentanti del Pd sulla legge elettorale.

Archivio Ultima ora