Ramos Allup: “A Washington per denunciare la realtà del Paese”

Almagro y Ramos Allup
Almagro y Ramos Allup
Almagro y Ramos Allup

CARACAS. – Sfiderà la proibizione del “Tribunal Supremo de Justicia” e l’ira del governo del presidente della Repubblica, Nicolás Maduro. Il presidente del Parlamento, Henry Ramos Allup, ha assicurato che si recherà a Washington per denunciare all’Osa la realtà politica, economica e sociale del Venezuela.

– Nel caso che non mi venga dato il diritto di parola durante la sessione dell’Osa – ha detto il presidente dell’An -, comunque rilascerò dichiarazioni alla porta dell’Organismo.

Ramos Allup ha assicurato che il presidente Maduro, con la denuncia contro la direzione dell’Assemblea Nazionale al Tsj, vuole impedire che si possa denunciare gli abusi del governo.

– Denunciare la violazione dei diritti umani, la mancanza di indipendenza dei poteri pubblici, la mancanza di libertà di espressione, l’esistenza di una crisi umanitaria – ha sottolineato il presidente del Parlamento – mon mi fa un traditore alla Patria.

Il segretario dell’Osa, Luis Almagro, aveva chiesto al Consiglio Permanente dell’organizzazione di convocare una sessione urgente per esaminare la situazione in Venezuela, facendo pressione perché inviti Ramos Allup a dichiarare e invocando la possibilità di applicare al governo di Caracas la cosiddetta Carta democratica dell’organismo regionale.

Maduro, da parte sua, ha reagito denunciando le autorità del Parlamento per usurpazione dei suoi poteri costituzionali e minacciando di fare imputare Ramos Allup di “tradimento alla patria”, sostenendo che ha chiesto “un intervento straniero per assicurare che sia l’impero statunitense a imporci il modo in cui ci governiamo”.

Condividi: