Elezioni Comunali: ai ballottaggi ha vinto l’asse degli elettori M5s – Centrodestra

Pubblicato il 20 giugno 2016 da redazione

L'espressione gioiosa di Virginia Raggi candidata del M5s a Roma, dopo i risultati delle elezioni comunali

L’espressione gioiosa di Virginia Raggi candidata del M5s a Roma, dopo i risultati delle elezioni comunali

ROMA. – I candidati di M5s sono riusciti ad intercettare i voti degli elettori del centrodestra che al secondo turno non avevano candidati d’area da votare, mentre solo una parte degli elettori del Movimento si sono orientati verso un candidato del centrodestra. E’ quanto emerge da una analisi condotta sui dati definitivi del ministero dell’Interno.

A Roma Virginia Raggi aveva ottenuto 461.190 voti al primo turno, contro i 325.835 di Roberto Giachetti. Al ballottaggio la candidata di M5s è balzata a 770.564 consensi, con un incremento quindi di 309.374, mentre il suo “competitor” è salito di soli 51.100 voti, fino a quota 376.935. Tra il primo e il secondo turno c’è stato un calo di 160.446 elettori: il 5 giugno 1.307.945 e 1.147.499 ieri.

Il grosso dei voti in più di Raggi sono venuti dunque dall’elettorato di Giorgia Meloni (269.760), da quello di Alfio Marchini (143.829) e da quello degli altri candidati minori di area di destra, visto che Stefano Fassina aveva ottenuto solo (58.498).

Da notare che il solo Salvini aveva dato indicazioni di voto per Raggi al secondo turno, e che la Lega a Roma aveva ricevuto solo 32.175 voti. Quindi il nuovo sindaco ha ottenuto voti dagli elettori che avevano votato centrodestra.

A Torino l’andamento è stato simile, con in più il sorpasso di Appendino su Fassino tra il primo turno e il ballottaggio, che rende ancora più plastico l’appeal di M5s sul voto di protesta nei confronti di chi governa (a livello centrale o periferico).

Il 5 giugno il sindaco uscente si è attestato a quota 160.023, rispetto a 118.273 della avversaria. Il 19 giugno i cittadini recatisi alle urne sono calati da 382.503 a 371.644 (meno 10.859). Fassino ha sostanzialmente confermato i consensi (168.880) mentre Appendino ha registrato un boom: 202.764 voti, cioè un incremento di 84.491.

Anche a Torino c’erano più candidati di centrodestra. Alberto Morano, sostenuto da Lega e Fdi, aveva ottenuto 32.103 voti che da soli non sarebbero bastati per il sorpasso di Appendino. Vanno considerati allora anche i 20.349 elettori di Osvaldo Napoli (Fi), i 19.334 di Roberto Rosso e quelli dei candidati minori di destra. Anche a Torino la sinistra, con Giorgio Airaudo (14.166 voti il 5 giugno) era stata già cannibalizzata al primo turno da M5s.

Questo schema si è ripetuto in altri 17 comuni superiori a 15.000 abitanti nei quali M5s era giunto al ballottaggio (su 126 in cui c’è stato bisogno del secondo turno). Va però notato che in molti comuni il Movimento non si era nemmeno presentato.

Negli altri capoluogo di Regione (Milano, Bologna, Trieste e Napoli) M5s non è arrivato al ballottaggio, fermandosi a risultati modesti al primo turno. Interessante, nei tre capoluogo del Nord la sfida Centrodestra-centrosinistra, con il primo che ha vinto a Trieste, e il secondo a Milano e Bologna.

Nel capoluogo lombardo Beppe Sala è passato da 224.156 voti a 264.481 (+40.325). Anche Stefano Parisi in due settimane è salito da 219.218 voti a 247.052 (+27.834). Tra i due turni c’era stato il solo apparentamento di Marco Cappato (10.104 voti) con Sala, e si può pensare che almeno parte degli elettori di Basilio Rizzo (19.143) abbiano votato anch’essi per Sala. I 54.099 voti del pentastellato Gianluca Corrado non hanno invece “ricambiato il favore” al centrodestra per Torino e Milano, spalmandosi tra Sala, Parisi e astensione.

A Bologna la griglia del secondo turno era in parte simile a quella di Milano, con il Pd Virginio Merola in testa (68.772 voti) e il centrodestra ad inseguire con Lucia Borgonzoni (38.807), che però è della Lega.

I votanti sono scesi di oltre 20.000 (da 174.187 a 153.567), ma Merola ha saputo aumentare le proprie preferenze toccando quota 83.907 (+15.135), sufficienti per rintuzzare il ritorno di Borgonzoni (69.660 voti, +30.853).

A lei dovrebbero essere giunti i consensi dell’altro candidato di centrodestra, Manes Bernardini (18.188), mentre quelli del pentastellato Massimo Bugani (28.889) non si sono evidentemente riversati tutti sulla leghista, impedendo una Torino bis.

Se a Bologna un’alleanza ampia di centrosinistra si è imposto sul centrodestra, a Trieste Roberto Di Piazza di FI ha vinto con 44.845 voti contro i 40.361 di Roberto Cosolini, che inseguiva già al primo turno.

Al ballottaggio entrambi sono cresciuti (Di Piazza partiva da 39.495 voti, Cosolini da 28.277) ed anzi il candidato del Pd lo ha fatto di più, ma non abbastanza. I 18.540 voti presi da Paolo Menis di M5s al primo turno, come gli altri candidati civici, sono andati dunque un po’ più a Cosolini che a Piazza, ma senza invertire il verdetto.

Infine Napoli ha un verdetto unico. Il sindaco “arancione” Luigi De Magistris che al primo turno si era mangiato M5s (solo quarto Matteo Brambilla) è salito da 172.710 voti a 185.907, forse anche grazie ai voti di M5s del primo turno (38.863). Il candidato di centrodestra Gianni Lettieri ha invece addirittura perso consensi scendendo da 96.961 a 92.174 voti. Con gli elettori del Pd che sono stati quindi ininfluenti.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

08:46Mafia: Gabrielli, reato da cambiare

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - "Dobbiamo convincerci tutti che la corruzione è l'incubatrice delle mafie. E invece vedo un atteggiamento da scampato pericolo nei confronti della sentenza sul Mondo di Mezzo". Il capo della polizia Franco Gabrielli interviene a sostegno della tesi della procura di Roma sull'accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso. "Il procuratore capo Giuseppe Pignatone - dice - ha fornito un'interpretazione avanzata del reato. Non credo che in questo processo sia stato sconfitto". Probabilmente, osserva "bisogna rimodellare la formulazione del reato 416 bis".

00:30Roma ufficializza Kolarov dal City

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - La Roma ha perfezionto l'ingaggio di Aleksandar Kolarov. La società, attraverso una nota, ha comunicato di aver sottoscritto con il Manchester City il contratto per l'acquisizione a titolo definitivo del calciatore serbo a fronte di un corrispettivo di 5 milioni. Il calciatore 31enne, ha firmato un contratto che lo legherà al club fino al 30 giugno 2020. "Sono molto contento di essere qui", ha dichiarato il serbo. "Darò più del 100% alla Roma, il mio obiettivo è sempre uno: vincere". "Aleksandar è un calciatore con grande esperienza e che può dare da subito il suo contributo per il club", ha dichiarato il direttore sportivo Monchi. "Penso che con lui cresceremo sia dentro sia fuori dal campo. Desidero ringraziarlo per il suo entusiasmo e per la volontà dimostrata di venire alla Roma".

23:55Consip: gen. Maruccia sentito da pm come testimone

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il generale di Divisione Gaetano Maruccia, capo di Stato Maggiore dell'Arma dei Carabinieri, è stato ascoltato dai pm di Roma in qualità di persona informata sui fatti nell'inchiesta Consip. L'ufficiale, si apprende dallo stesso comando generale dei Carabinieri, si è detto "lieto di aver potuto contribuire alla ricerca della verità nella contorta vicenda".

23:46Calcio: amichevoli, Napoli-Chievo 1-1

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il Napoli non è riuscito ad andare oltre l'1-1 con il Chievo, nell'ultima amichevole nel ritiro di Dimaro, in Trentino. I gialloblù di Maran si erano portati in vantaggio con un gol di Inglese, dopo 26' di gioco, ma sono stati raggiunti dal neoacquisto Ounas (13' st), giocatore di origine algerina, ma proveniente dal Bordeaux. Finora la squadra partenopea aveva sempre vinto: 17-0 contro la Bassa Anaunia, 70 contro il Trento e 4-1 contro il Carpi. Prima di lasciare il ritiro di Dimaro, domani sera la squadra allenata da Maurizio Sarri verrà presentata ufficialmente. L'allenatore stasera ha schierato Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Rog, Jorginho, Hamsik; Callejón, Mertens, Insigne, come formazione di partenza. Nella ripresa cambio di formazione, sempre con il 4-3-3: Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Zielinski; Ounas, Milik, Mertens.

23:26Terremoto Kos, in serata due forti scosse di assestamento

(ANSA) - KOS (GRECIA), 22 LUG - Questa sera due forti scosse di assestamento di magnitudo 4.4 e 4.6, alla distanza di 16 minuti l'una dall'altra, hanno colpito l'isola greca di Kos, costringendo residenti e turisti a lasciare le case e i ristoranti. Lo riporta l'Istituto di Geodinamica di Atene. La prima scossa, avvenuta più vicina all'isola, è stata ad una profondità di 10 km. L'aeroporto è stato fatto evacuare. Poco di 24 ore fa una potente scossa di terremoto con epicentro a Bodrum, in Turchia, ha colpito sempre l'isola di Kos causando la morte di due turisti ed il ferimento di 500 persone.

23:17Mafia Capitale:Camera penale Roma, da Bindi più senso Stato

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - La Camera Penale di Roma auspica da parte della Presidente della Commissione antimafia, on.le Bindi, "un maggiore senso dello Stato. Riscontriamo con stupore le esternazioni dell'on. Bindi - informa un a nota - rispetto alla sentenza di primo grado del processo "mafia capitale", con cui si accusano i giudici del Tribunale di Roma di non essere idonei, perché non specializzati, a giudicare i reati contestati dalla Procura. Risulta palese, da parte del Presidente della Commissione Antimafia, la violazione del principio, costituzionalmente garantito, dell'indipendenza della magistratura dal potere politico. Lo stesso principio più volte invocato rispetto a sentenze gradite. Ecco perchè auspichiamo un maggiore senso dello Stato".

22:38Calcio: Genoa, slitta trattativa per acquisizione del club

(ANSA) - GENOVA, 22 LUG - Potrebbe slittare di oltre un mese la cessione del Genoa. Le trattative, infatti, si fermerebbero fino alla fine del calciomercato, prima di riprendere a settembre. Sarebbe questo l'orientamento emerso nelle ultime ore. La decisione sarebbe stata presa insieme da Enrico Preziosi, proprietario del Genoa, e Giulio Gallazzi, presidente di Sri group, che si dice disposta ad acquisire il club ligure attraverso fondi stranieri. Prima sembrava che il termine ultimo delle trattative fosse stato fissato per fine luglio, adesso la decisione di far slittare la chiusura dell'affare a inizio settembre, quando si sarà già concluso il mercato estivo.

Archivio Ultima ora