La Svezia prima in reputazione. L’Italia piace più da fuori

Pubblicato il 23 giugno 2016 da redazione

svezia

MILANO. – La Svezia è la prima Nazione al mondo in termini di reputazione, davanti a Canada e Svizzera. Lo ha accertato RepTrack, la più importante ricerca a livello globale sulla qualità di vita nei diversi Paesi, condotta dal Reputation Institute (Usa). L’Italia in questa speciale classifica è al 12/o posto.

Il tasso di reputazione della Svezia è valutato 78 punti, mentre l’Italia sconta una situazione paradossale: la reputazione di cui gode all’estero (71) è nettamente superiore a quella di cui gode in casa (57).

Tra le prime dieci Nazioni in classifica, nell’ordine, Australia, Norvegia, Finlandia, Nuova Zelanda, Danimarca, Irlanda e Olanda. Solo 15/a la Francia, 18/a la Germania, addirittura 28/i gli Stati Uniti. In fondo alla classifica il Pakistan, l’Iran, l’Iraq (24).

La reputazione di un Paese corrisponde alla percezione che se ne ha nel mondo. E’ valutata attraverso indagini che “misurano” parametri di base come economia, ambiente, efficacia delle politiche dei rispettivi governi. Questi parametri vengono poi incrociati dal modello RepTrack, da cui deriva il “valore” finale della reputazione del singolo Paese.

L’Italia è considerata molto meglio all’estero che non internamente. Nella classifica 2016 è cresciuta di 4 punti rispetto al 2015 (era a quota 67 in termini di reputazione, ora è valutata 71). Tuttavia sul piano interno questo valore scende a 57.

“Rileviamo da anni una situazione paradossale per l’Italia: la reputazione di cui godiamo all’estero è nettamente superiore a quella che gli italiani attribuiscono al loro Paese – ha commentato Michele Tesoro, managing director di Reputation Institute Italia -.

Gli investimenti stranieri in Italia che si stanno intensificando confermano il dato. L’Italia ha la possibilità di crescere ulteriormente, a patto di una rinnovata attenzione ai suoi beni culturali e paesaggistici e di una conferma della stabilità politica e del percorso di riforme avviato”.

Tra le curiosità rilevate dal modello RepTrack, queste: la Francia è il Paese che è cresciuto di più nell’ultimo anno in termini di reputazione (+4.9), mentre la Turchia è quello che ha perso maggiormente (-7.0).

L'”indice di felicità” indica al primo posto la Danimarca, considerata anche la Nazione “meno corrotta” del mondo, mentre in base al “peace index” è l’India a essere considerata il Paese più pacifico.

Invece in termini di “forza del brand”, gli Stati Uniti continuano ad essere i primi al mondo, davanti a Germania, Gran Bretagna e Francia. In questa speciale classifica l’Italia è settima, dietro al Giappone e davanti alla Svizzera.

Ultima ora

22:22Arabia Saudita, le donne potranno guidare

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Il re saudita Salman ha emesso un decreto che permette alle donne del Regno di guidare le auto. Lo scrive al Arabiya. La decisione del re, che entrerà in vigore da giugno del prossimo anno, è stata annunciata dalla televisione di stato e contemporaneamente in un evento a Washington, scrive il New York Times. Contro il divieto di guidare era stata lanciata una campagna che ha visto molte donne postare dei video su internet mentre erano al volante. In Arabia Saudita la condizione della donne è sottoposta a numerose restrizioni, tra cui quella di essere accompagnate da un familiare maschio e di avere un tutore legale. Da quando re Salman è salito al trono nel gennaio del 2015 ci sono state delle aperture sul fronte dei diritti delle donne di cui quella odierna appare come la più eclatante.

21:39Pallavolo: Europei donne, Olanda prossima avversaria Italia

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Sarà l'Olanda l'avversaria dell'Italia nei quarti di finale degli Europei di pallavolo femminile, la cui fase finale si disputando a Baku, in Azerbaigian. Le vice campionesse continentali hanno superato nello spareggi la Croazia 3-0 (25-18, 25-8, 25-21), guadagnandosi il passaggio del turno. La sfida tra le azzurre e le olandesi si disputerà giovedì 28 settembre alle ore 16 italiane. Dopo le tante sfide delle ultime stagioni l'Italia troverà quindi ancora una volta sulla propria strada la nazionale Oranje, già affrontata quest'anno due volte in amichevole: i test match si svolsero a fine maggio con un successo per parte. Nell'altro spareggio di oggi la Bielorussia con una grande rimonta ha sconfitto la Repubblica Ceca 3-2 (18-25, 23-25, 27-25, 25-22, 17-15), guadagnandosi il quarto contro la Serbia.

21:36Nuoto: il peso dell’acqua, Paltrinieri si racconta

(ANSA) - ROMA, 26 SET - "Ogni gara la gestisco in maniera diversa, sono alla continua ricerca di uno stato mentale buono per affrontare le gare. Non si arriva mai alla perfezione. Nel mio libro parlo del peso che sentivo addosso nel periodo prima delle Olimpiadi". Lo dice Gregorio Paltrinieri presentando il suo libro 'Il peso dell'acqua', al Circolo Canottieri Aniene a Roma alla presenza del n.1 del Coni Giovanni Malagò. "Per me è sempre come fosse la prima esperienza, e mi è successo anche agli ultimi mondiali nonostante avessi già provato le emozioni delle Olimpiadi - ha aggiunto l'olimpionico dei 1500 sl - È anche il bello dello sport, adesso a freddo accetto bene la sconfitta. Perché c'è sempre modo di migliorare". La prossima sfida è la 10 chilometri in mare: "Le emozioni che provo in vasca nei 800 e 1500 le vorrei riprovare in altre specialità. Credo di poter dare ancora tanto al nuoto ma ci sono anche nuovi orizzonti è il mare mi stimola molto. Sarà un obiettivo da qui a Tokyo 2020".

21:31Calcio: Torino, Iago Falque pensa già al Verona

(ANSA) - TORINO, 26 SET - "Dopo un derby perso è difficile voltare pagina, ma abbiamo già la testa al Verona. Siamo un gruppo forte e sentiamo sempre il sostegno dei tifosi". Iago Falque promette un pronto riscatto del Torino alla ripresa degli allenamenti. "Contro il Verona sarà una partita complicata, perché loro sono partiti male ma questo non vuol dire che non saranno pericolosi - dice l'attaccante granata a Torino Channel -. Anzi, vorranno riscattarsi, è una squadra da non sottovalutare". Lo spagnolo è stato sostituito da Mihajlovic quando il Torino è rimasto in dieci contro la Juventus. "Ci sta in una situazione del genere togliere un esterno - commenta -: stavolta è toccato a me, e chiaramente mi è dispiaciuto lasciare il campo in una partita così sentita. Il mister doveva scegliere ed accetto la sua decisione".

21:26Concorsi truccati: su social avvocato Laroma è ‘eroe’

(ANSA) - FIRENZE, 26 SET - "Caro Philip, sei un grande!!! Le persone come te andrebbero clonate!!! Con grande ammirazione e stima". E' uno dei tantissimi messaggi postati sulla bacheca di facebook dell'avvocato Philip Laroma Jezzi, il tributarista fiorentino che con la sua denuncia ha avviato l'inchiesta della procura di Firenze che ieri ha portato all'arresto di 7 professori universitari, alla sospensione per altri 22 e a 59 indagati. Sui social il legale è già un 'eroe' che "ha avuto il coraggio di denunciare ciò che ormai è consuetudine accettata da tutti", scrive Salvatrice. Stima, complimenti e ringraziamenti arrivano da quasi tutti e Mary scrive: "Grazie Philip da parte dei giovani italiani preparati e bravi come te traditi dall'Italia corrotta. Grazie per la tua rettitudine e il tuo coraggio. Non era facile. Grazie ancora".

21:01Champions: Barzagli, abbiamo tanta voglia di andare avanti

(ANSA) - TORINO, 26 SET - "Siamo tutti molto avvelenati per andare avanti il più possibile in Champions League, sappiamo quanto ci teniamo tutti". C'è tutta la voglia di vincere in Europa, dopo le due finali perse in tre anni, nelle parole di Andrea Barzagli alla vigilia dell'esordio casalingo contro l'Olympiacos. "L'approccio è uguale, più passano gli anni, più cerchi di migliorare - aggiunge il difensore -. Abbiamo tanta voglia di andare avanti, di giocare certe partite, perché la Champions comunque è una competizione che per un giocatore di calcio è il massimo". "Dove giocherò domani? Il mister mi ha provato mezzapunta - scherza Barzagli -. Sono a disposizione dove serve gioco".

20:43Calcio: Allegri, non possiamo sottovalutare l’Olympiacos

(ANSA) - TORINO, 26 SET - "Non possiamo assolutamente sottovalutare l'Olympiacos, non siamo in grado. Le partite di Champions sono tutte difficili". Allegri assicura la massima concentrazione della Juventus nella sfida con i greci, secondo impegno del girone di Champions. "In Europa tutte le squadre giocano fino alla fine - è il monito dell'allenatore -. Loro sono veloci, in campo aperto sanno far male. Inoltre a noi serve un solo risultato, la vittoria, visto che abbiamo iniziato con il ko di Barcellona. Bisogna iniziare a vincere altrimenti il girone si complica". L'assenza dell'infortunato Howedes e il mancato inserimento di Lichsteiner nella lista Uefa costringe Allegri a scegliere tra Sturaro e Barzagli per il ruolo di terzino destro. "O gioca Sturaro terzino e Barzagli centrale o Barzagli sulla fascia e Benatia centrale - dice -. Marchisio è ancora fuori, Khedira è tornato da poco e non è ancora al meglio. Se non succede nulla stanotte giocheranno Pjanic e Matuidi. In attacco? Non ho ancora deciso quali saranno i 4".

Archivio Ultima ora