Pressing Padoan contro evasione. Via segreto societario

Pubblicato il 28 giugno 2016 da redazione

padoan

ROMA. – La lotta all’evasione passa per l’eliminazione di tutte quelle zone d’ombra protette da meccanismi congegnati per far perdere le tracce, rifuggendo nell’anonimato. Ecco che dopo la spallata data al segreto bancario “il prossimo passo è rappresentato dal superamento del segreto societario”.

A indicare la strada da seguire, o meglio il nuovo muro da abbattere, è il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che sottolinea come la trasparenza sugli scambi a livello internazionale non basti: “per esempio, quando i conti finanziari – spiega – sono intestati a trust, società schermo o ad altre entità non trasparenti è necessario conoscere i beneficiari effettivi”.

Parlando a una platea di giovani ufficiali della Guardia di Finanza, appena usciti dalla Scuola di polizia tributaria, e l’occasione era proprio la chiusura dell’anno di studi, Padoan dà altre istruzioni per operazioni di successo: “migliorare gli incentivi all’adempimento fiscale spontaneo” e “concentrare gli interventi verso i soggetti che presentano un profilo di rischio fiscale ed economico-finanziario più elevato”.

Indicazioni che la Gdf è pronta a far sue, visto che il comandante generale del Corpo, Giorgio Toschi, parla di “un radicale rinnovamento” delle linee strategiche di azione, puntando gli sforzi sui fenomeni di criminalità “più gravi e dannosi”, attraverso interventi “mirati”, senza per questo abbassare la guardia, anzi impegnandosi in una “lotta senza quartiere”, dice Toschi.

E il titolare di via Venti Settembre rilancia, spiegando come debba essere valicato anche ogni confine, un’urgenza provata dalla cronaca recente. Per Padoan, infatti, la fuga d’informazioni provenienti “da uno studio legale panamense”, vicenda nota sotto l’etichetta Panama Papers, “ha riacceso i riflettori internazionali sulla necessaria implementazione delle attuali regole, degli standard sovra-nazionali di trasparenza”.

Insomma, riassume il ministro, serve “un vero e proprio salto di qualità”. Di certo dei risultati sono stati già ottenuti, il “più importante”, lo definisce il ministro, “è il superamento del segreto bancario”, che già dal primo gennaio 2017 interesserà 55 Stati (altri 46 l’anno dopo).

Per Padoan l’Italia ha assunto un “ruolo chiave” in tutti i tavoli e a proposito ricorda l’iniziativa contro le società ombra promossa da cinque membri dell’Ue, tra cui Roma. L’obiettivo è mettere a punto un nuovo ‘radar’ per tracciare le strutture offshore nelle mani di criminali ed evasori.

Tornando all’interno dei nostri confini, Padoan evidenzia come il Governo sia impegnato a dare certezza del diritto, ad intervenire con controlli che non penalizzino i contribuenti; puntando per la ripresa su legalità e trasparenza ma anche su una “progressiva riduzione della pressione fiscale”. Il ministro quantifica in “20 miliardi” l’alleggerimento già ottenuto, aggiungendo come gli incentivi fiscali sugli investimenti, in primis il superammortamento, stiano dando “risultati significativi”.

(di Marianna Berti/ANSA)

Ultima ora

22:44Tav: approvata mozione M5s, Torino esce da Osservatorio

(ANSA) - TORINO, 5 DIC - Il Consiglio comunale di Torino ha approvato con 26 voti favorevoli e 6 contrari la mozione che fa uscire Torino dall'Osservatorio tecnico sulla Torino-Lione. Il voto è stato accolto dall'applauso della maggioranza pentastellata, mentre davanti a Palazzo civico un presidio di No Tav, alcuni dei quali provenienti dalla Francia, gridava"sarà dura", lo slogan del movimento che si oppone all'Alta Velocità. Bagarre in aula, durante la discussione, quando la consigliera pentastellata Carlotta Tevere ha espresso solidarietà ai 38 No Tav condannati di recente nel maxi processo per gli scontri dell'estate 2011. "Vergogna, vergogna", è stata la replica dell'opposizione, che ha costretto il presidente Fabio Versaci a sospendere la seduta e a richiamare i consiglieri al rispetto delle regole. "So bene che un sindaco non può bloccare la Torino-Lione, ma questo è un atto che ha grande valenza politica, di cui sono molto orgogliosa", ha sottolineato la sindaca Chiara Appendino.(ANSA).

22:38Calcio: Napoli, Sarri, non sappiamo giocare per il pareggio

(ANSA) - NAPOLI, 5 DIC - "Giocare per il pareggio non fa per noi, potrebbe rovinarci la prestazione. Non siamo abituati a gestire il pari". Lo ha detto il tecnico del Napoli Maurizio Sarri alla vigilia della sfida contro il Benfica. "Non penseremo - ha detto Sarri - a quello che accade nell'altra gara del girone". Sarri ha spiegato che "la gara può cambiare violentemente nella fase finale. Nei primi 60'-70' si giocherà con equilibrio, tecnica, poi nel finale per forza di cose una delle due dovrà prendersi rischi enormi e portarla su aspetti meno tattici".

22:30Calcio: Chievo-Genoa 0-0

(ANSA) - ROMA, 5 DIC - Chievo-Genoa 0-0 in uno dei posticipi della 15/a giornata del campionato di serie A.

22:29Calcio:Sarri ‘stadio caldissimo, ma meritiamo passare’

(ANSA) NAPOLI, 5 DIC - "Domani ci giochiamo una finale, sarà una partita difficile, molto diversa da quella dell'andata". Lo ha detto l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri alla vigilia della sfida decisiva di Champions League a Lisbona contro il Benfica. Sarri invita a dimenticare il 4-2 del San Paolo e ricorda le inside del Da Luz: "Giocheremo in uno stadio caldissimo, ma noi vogliamo qualificarci, meritiamo di passare".

22:21Calcio:Inter, Zanetti, Champions? Abbiamo l’obbligo provarci

(ANSA) - MILANO, 05 DIC - "Abbiamo l'obbligo di provare a raggiungere la Champions League poi alla fine di questo campionato faremo le valutazioni. Non ci nascondiamo, i problemi sono tanti ma dobbiamo avere la forza di risolverli". Il vicepresidente dell'Inter Javier Zanetti, a margine della festa per i 15 anni della Fondazione Pupi, ammette il periodo difficile dei nerazzurri ma non per questo cambia gli obiettivi stagionali. E sulla possibilita' di vedere Simeone sulla panchina dell'Inter non si sbilancia: "Quello che accadrà in futuro chi lo sa, noi ci concentriamo sul presente, su Pioli, sul rimediare e tentare di arrivare il più in alto possibile. Il futuro nessuno lo sa". C'e' fiducia in Stefano Pioli che ha avuto "in grande impatto". La sconfitta per 3-0 contro il Napoli un ko "difficile da smaltire perche' per la prima volta abbiamo sbagliato l'approccio", secondo Zanetti, deve essere cancellato in fretta: "Devono contare i fatti. E' arrivato il momento di renderci consapevoli''.

22:17Calcio: Di Francesco,Fiorentina-Sassuolo no sfida tra deluse

(ANSA) - MONTECATINI TERME (PISTOIA), 05 DIC - "Sfida tra deluse? Non direi, io almeno non lo sono. I bilanci definitivi li faremo più avanti". Così, parlando della prossima gara di campionato tra Fiorentina e Sassuolo, il tecnico degli emiliani Eusebio Di Francesco, parlando stasera a Montecatini Terme (Pistoia) per il premio Maestrelli che gli è stato attribuito quale miglior allenatore dello scorso campionato. Di Francesco ha parlato anche di Domenico Berardi, fermo da tempo per infortunio: "Tornerà a gennaio e sarà il nostro acquisto: è un giocatore di livello internazionale ed è come se l'avessimo mandato in prestito per metà campionato". Poi, sul giocatore della Fiorentina Bernardeschi, ha detto che è un "ottimo giocatore, magari lo avessimo al Sassuolo". Quindi ha definito Lapadula del Milan come "un vero giocatore".

22:15Calcio: Napoli, Hamsik, sarà una finale, daremo il massimo

(ANSA) - NAPOLI, 5 DIC - "Domani ci aspetta una finale, daremo il massimo, perché in testa abbiamo un solo pensiero, passare il turno di Champions League, punteremo sulla nostra forza, che è il gioco" ha detto Marek Hamsik alla vigilia della sfida decisiva del Napoli in casa del Benfica per l'ultima giornata del girone di Champions League. Il capitano del Napoli ha sottolineato: "Sarà una partita difficile ma voi vogliamo vincere e ci proveremo giocando il nostro calcio".

Archivio Ultima ora