Euro 2016: Loew all’Italia, non siete più il nostro incubo

Pubblicato il 28 giugno 2016 da redazione

PARIS, FRANCE - JUNE 27:  Graziano Pelle of Italy celebrates scoring his team's second goal during the UEFA EURO 2016 round of 16 match between Italy and Spain at Stade de France on June 27, 2016 in Paris, France.  (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

PARIS, FRANCE – JUNE 27: Graziano Pelle of Italy celebrates scoring his team’s second goal during the UEFA EURO 2016 round of 16 match between Italy and Spain at Stade de France on June 27, 2016 in Paris, France. (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

EVIAN-LES-BAINS (FRANCIA). – “Italien, wirkommen”, italiani, arriviamo. E’ una specie di grido di battaglia, quello che si leva dal ritiro della Nazionale tedesca, che ha scelto la parte francese più italiana, ossia l’Alta Savoia, come quartier generale dell’Europeo 2016.

L’urlo si mischia con i timori per una sfida storicamente ostile alla ‘Mannschaft’: la squadra dei bianchi di Germania, quando vede l’azzurro, si fa venire la tremarella.

Dal 1970, da quel pomeriggio (ma in Italia era tarda sera) a Città del Messico, fino ai giorni nostri, Italia-Germania del pallone è sempre leggenda, sfida all’ultimo assalto, lotta su ogni pallone, pathos allo stato puro. Inoltre, i tedeschi sono campioni del mondo in carica e l’Italia, mai come adesso, mina vagante di un torneo la cui storia è ancora tutta da scrivere.

“Per questo – spiega Joachim Loew – non condivido il coro di quelli che indicano la Germania come favorita numero uno di questo torneo. La Slovacchia non era lo snodo fondamentale per la conquista del titolo. Contro l’Italia dovremo usare umiltà e modestia, qualità indispensabili per una partita del genere.

Le sfide del passato? In quanto tali sono roba vecchia; non abbiamo un trauma Italia. Il passato è un caffè freddo, noi preferiamo invece bere un caffè appena fatto. E sabato ci dovrà piacere”.

Le parole del ct dei bianchi sono lineari come il gioco della sua squadra, la prima nella storia a conquistare un titolo mondiale in Sudamerica, due anni fa in Brasile, in una finale interminabile contro l’Argentina di Leo Messi.

La Germania, sabato a Bordeaux, non avrà di fronte gli argentini, ma un’Italia mai così stupefacente negli ultimi anni. Una squadra, quella di Conte, che, anche secondo Loew, propone “un nuovo stile di gioco”, che “mi ha impressionato”, le parole del selezionatore.

“Ieri la Spagna non ha avuto modo di segnare – spiega – non riusciva a sviluppare alcun tipo di gioco. Noi dovremo trovare il modo per sfruttare le nostre doti offensive. Gli azzurri non sono solo difesa, ma posseggono un altissimo livello di gioco. Grande merito ad Antonio Conte. Ha capito che, con il catenaccio, non si può vincere un torneo.

Hanno automatismi chiarissimi, con i quali hanno sopperito all’assenza di un giocatore come Pirlo. L’Italia è più forte di quella del 2008 e del 2012. Dicevano prima del torneo che era troppo vecchia e troppo difensiva, ma la verità è un’altra: ha esperienza, classe, inoltre è forte mentalmente e anche atleticamente”.

Eppure, a marzo, la Germania si è abbattuta sull’Italia, spazzandola via con un indiscutibile 4-1, in un’amichevole disputata sul terreno dell’Allianz Arena, a Monaco di Baviera. Una partita, quella, che per Loew “non fa testo”.

“Ogni match ha un proprio schema, un’inerzia diversa, quel che conta è che noi dovremo essere gli stessi di sempre, senza tararci sui nostri avversari. La qualificazione alla semifinale è abbastanza aperta, noi abbiamo fiducia, soprattutto se riusciremo a recuperare del tutto i giocatori che hanno accusato problemi fisici”.

Uno di questi è Jerome Boateng, gigantesco difensore del Bayern Monaco, che è stato impiegato durante il match contro la Slovacchia, aprendo peraltro le marcature. Nella ripresa è stato tolto dal campo per evitare ricadute, o comunque eventuali problemi. E’ anche da questi dettagli si giudica un selezionatore.

(dell’inviato Adolfo Fantaccini/ANSA)

Ultima ora

10:33Attacco Londra: Bbc, sette arresti in diversi raid

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Sono almeno sette, secondo quanto riporta il sito della BBc, i fermi effettuati dalla polizia nei raid legati all'attacco di ieri a Westminster. Secondo la Cnn, i sette arresti sarebbero stati compiuti in almeno sei diversi indirizzi in varie località del Paese.

09:59Attacco Londra: premier Cina, insieme contro il terrorismo

(ANSA) - PECHINO, 23 MAR - Il premier cinese Li Keqiang ha detto che l'attacco avvenuto a Londra davanti a Westminster, con vittime e feriti, è stato il primo tema di discussone nell' incontro avuto questa mattina col premier australiano Malcolm Turnbull. "Insieme inviamo le condoglianze al premier britannico, insieme condanniamo il terrorismo e insieme ci schieriamo contro tutte le forme di terrorismo", ha detto Li, a Canberra in visita ufficiale. "Non ci può essere un'instabilità continua nel mondo, ma dobbiamo apprezzare pace e stabilità", ha aggiunto.

09:52Corea Sud: riportato in superficie scafo traghetto Sewol

(ANSA) - PECHINO, 23 MAR - Lo scafo del traghetto sudcoreano Sewol, affondato ad aprile 2014 al largo dell'isola di Jindo, è riaffiorato questa mattina in superficie, come primo passo delle attività di sollevamento e stabilizzazione dello scafo di 6.825 tonnellate, finito sul fondale a 44 metri di profondità. Il governo di Seul ha reso noto che le operazioni finiranno con ogni probabilità nella notte: il relitto sarà trasportato nel porto di Mokpo per permettere il riconoscimento degli ultimi dispersi (ufficialmente 9) e ricostruire le cause della tragedia, la peggiore del suo genere nella storia della Corea del Sud, in cui morirono 295 persone, quasi tutti studenti in gita. L'operazione ha un costo di 85,1 miliardi di won (72 milioni di dollari) ed è guidata da un consorzio cinese capeggiato da Shanghai Salvage, un'azienda statale. I sommozzatori hanno finora lavorato all'iniezione di aria nello scafo e alla sistemazione di grandi boe di galleggiamento.

09:47Attacco Londra: media, raid polizia a Birmingham

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Reparti della polizia britannica hanno condotto nella notte un raid in un appartamento al piano di sopra di un negozio poco ad ovest del centro della città di Birmingham, attorno al quale le strade sono rimaste chiuse per diverse ore. Lo riferisce il quotidiano the Guardian nel suo sito online, notando che ieri sera la Bbc aveva reso noto che il suv usato per l'attacco, un Hyundai i40, potrebbe essere stato noleggiato a Birmingham. Secondo altre fonti, almeno una persona sarebbe stata arrestata.

01:25Accoltella e investe immigrato, indagini su matrice razziale

(ANSA) - RIMINI, 22 MAR - Un riminese è stato fermato questa sera dalla polizia di Stato per il tentato omicidio di un immigrato. Il fatto sarebbe accaduto davanti ad un supermercato: l'italiano lo ha prima preso a pugni, poi l'ha accoltellato e infine, quando lo straniero ha tentato la fuga, lo ha investito con l'auto. Il giovane è in prognosi riservata all'ospedale, mentre il riminese è stato rintracciato poco dopo dalla polizia di Stato e portato in Questura, dove è stato sottoposto a fermo per tentato omicidio. Accertamenti sono in corso per appurare se il gesto violento abbia una matrice razziale.

00:28Slovenia: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

(ANSA) - LUBIANA, 22 MAR - Uccide la nonna di 80 anni e il fratello di 31, poi li decapita, brucia le teste e si autodenuncia alla polizia. Si è consumato così nel villaggio di Lukovec, piccolo paesino di una quindicina di case a Nord-Ovest di San Daniele del Carso, nel Comune di Komen, nel cuore del Carso sloveno, un delitto familiare che - secondo gli investigatori - assume i contorni dell'atto di follia. Il protagonista è un uomo di 35 anni, Marko Abram, che nella serata di lunedì ha ucciso i due familiari. Ancora da capire il movente del delitto, così come ancora poco chiare sono gli strumenti utilizzati per il delitto, che secondo alcune ricostruzioni, potrebbero essere due coltelli e un'accetta, al momento in possesso della Polizia scientifica che li sta esaminando ed esprimerà le proprie valutazioni nei prossimi giorni. L'avvocato dell'assassino, Gorazd Gabri, oggi, all'uscita dal Tribunale dove Abram è stato interrogato per sei ore, ha detto ai giornalisti che il suo cliente ha riconosciuto la propria colpevolezza.

00:23Calcio: Podolski saluta con un gol

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Sconfitta immeritata per l'Inghilterra, battuta 1-0 dalla Germania nell'amichevole di lusso giocata questa sera a Dortmund. L'unica rete porta la firma di Lukas Podolski, gran sinistro all'incrocio dei pali al 24' della ripresa. L'ex interista, campione del mondo nel 2014, ha così salutato nel migliore dei modi la maglia bianca dopo 130 presenze e 49 reti. Ma fino al momento in cui è passata in svantaggio ha fatto più bella figura l'Inghilterra, che nel primo tempo ha colpito un palo con Lallana ed è andata ancora vicino al gol con Dele Alli, tiro centrale parato da ter Stegen.

Archivio Ultima ora