Renzi, se perdo vado via. Adesso gigantesca campagna per il referendum

Pubblicato il 29 giugno 2016 da redazione

Italian Premier Matteo Renzi during a press conference at Chigi Palace in Rome, Italy, 24 June 2016. ANSA/ANGELO CARCONI

Italian Premier Matteo Renzi during a press conference at Chigi Palace in Rome, Italy, 24 June 2016. ANSA/ANGELO CARCONI

BRUXELLES. – “Se perdo vado via, come accade in tutta Europa. Non divento un pollo di batteria che fa finta di niente, come loro”. Matteo Renzi conferma di volersi giocare tutto, governo e futuro politico, al referendum costituzionale di ottobre.

Prima a Bruxelles, poi sulla sua e-news, non cede di un millimetro annunciando una “gigantesca campagna di informazione”, “10 mila comitati liberi entro settembre” per promuovere un “tam-tam”, “un porta a porta” per convincere capillarmente tutti gli italiani della validità della sua riforma per il futuro dell’Italia “tornata in Europa non più come imputata o esaminanda”, ma come un Paese che dice la sua “senza prendere lezioni da nessuno”.

E a Massimo D’Alema, che gli chiede di lasciare la segreteria Pd, replica secco: “Non ditelo in Italia – commenta sarcastico – ma in Europa il leader del partito di maggioranza è anche il primo ministro: funziona così nelle democrazie occidentali, in Gran Bretagna, in Francia, in Germania, in Spagna. E funzionerà così anche in Italia”.

“Se perdo il referendum vado via: è una cosa normale e logica. Solo da noi – osserva dopo il summit europeo – chi perde resta e continua a fare carriera politica per 50 anni. Secondo voi io posso diventare un pollo da batteria che perde e fa finta di nulla?”.

Il premier ammette che è una partita a “rischio”, a maggior ragione dopo il trauma della Brexit. Si rende conto che esiste il pericolo che la furia populista, già vittoriosa nel Regno Unito, si possa saldare con il dissenso che viene anche all’interno della sinistra.

“In molti – osserva Renzi – hanno collegato il referendum britannico a quello italiano di ottobre. E tanti amici mi hanno scritto, preoccupati: ‘Matteo, attenzione. Il referendum è un rischio!’ Ehi, ragazzi, non scherziamo! Certo che è un rischio. Ma chi ha paura dei rischi non può fare politica”.

Il ragionamento che si fa a Palazzo Chigi è che la linea di Renzi non è assimilabile a quella di Cameron. Brexit non fa rima con Renxit. “Basta vedere al Parlamento europeo che i M5s stanno con Farage e Salvini sta con Le Pen. Auguri!”, osserva orgoglioso.

Al di là della propaganda, i due referendum, spiegano a Palazzo Chigi, trattano materie totalmente diverse. Inoltre, a differenza di Cameron, non è Renzi che ha voluto il referendum. La consultazione di ottobre è prevista dall’art.138 della Carta, ed è difficile, ragiona il premier, per i paladini della lotta alla casta votare contro una riforma che punta a “ridurre le poltrone e i costi della politica”.

Anzi, proprio chi vota no, “vuole salvare il posto”, “ed è preoccupato dalla fine dei giochi di palazzo”, quindi evita di parlare del contenuto della riforma. E su questo punto Renzi, pur senza citarlo, replica duramente alle critiche ricevute da Massimo D’Alema a Ballarò.

E lo fa, ribaltando sui suoi avversari l’accusa di aver personalizzato troppo la lotta referendaria. “Nei rari momenti in cui i contrari al referendum stanno in tv – commenta sarcastico – non parlano del merito delle riforme, ma di me. Io vorrei che si discutesse del merito. Pare che il 60% degli italiani non conosca su cosa si vota. Tocca informarli. Spiegate a tutti i vostri amici – è l’appello lanciato sulla e-news – di cosa si parla quando si parla di referendum. Raccontate la verità sul referendum. Perché la verità è fondamentale. Basta dire la verità e vinceremo questo referendum: la verità – conclude – è più forte delle bugie, sempre”.

(di Marcello Campo/ANSA)

Ultima ora

09:40F1: Australia, ultimo Gp vinto da Ferrari a Singapore 2015

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Ferrari non vinceva un Gran Premio di Formula 1 dal 20 settembre 2015 quando sul circuito di Singapore Sebastian Vettel vinse la sua terza gara al volante della Rossa. Nel 2016 la Rossa non aveva vinto nessun Gran Premio.

09:35F1:Australia,Vettel, oggi potevo guidare Ferrari per sempre

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - ''E' stato un Gp fantastico, è stato folle in senso positivo vedere tutte queste bandiere rosse, la macchina è divertente da guidare, è stata una giornata bellissima''. Parola di Sebastian Vettel sul podio di Melbourne tra una doccia di champagne, gli abbracci e le strette di mano con gli avversari. ''Noi ci siamo - ha detto il pilota tedesco della Ferrari - siamo qui per lottare. Abbiamo fatto un lavoro eccellente, la Ferrari ci permette di competere quest'anno, è molto divertente da guidare, oggi avrei potuto continuare a guidare per sempre''.

09:33Vettel esulta in italiano’grande Ferrari, è per noi’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - ''Questa è per noi, grande Ferrari, grazie ragazzi''. Gioia ed esultanza targata Sebastian Vettel che appena tagliato il traguardo per primo del Gran Premio d'Australia si lascia andare parlando in italiano con il box ad una gioia irrefrenabile. Poi sceso dall'abitacolo salta come un grillo andando ad abbracciare i suoi meccanici dando il via alla festa della Rossa sul podio di Melbourne, nella prima gara della stagione di Formula 1.

09:32Usa: Pence, ‘lotta all’Obamacare continuerà’

(ANSA) - WASHINGTON, 26 MAR - La lotta all'Obamacare "proseguirà" per mettere fine a "un incubo e dare al popolo americano l'assistenza sanitaria che merita". E' quanto ha sottolineato il vicepresidente americano Mike Pence, intervenendo ad un incontro di imprenditori in West Virginia, all'indomani del fallimento del tentativo Gop di abrogare la legge di assistenza sanitaria voluta da Barack Obama che non è riuscito a raccogliere il sostegno repubblicano sufficiente per essere approvato alla Camera.

09:31Usa: si barrica su bus a Las Vegas e spara, un morto

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Un uomo su un autobus a due piani nella zona dei casinò di Las Vegas, ha estratto una pistola e ha cominciato a sparare, uccidendo una persona e ferendone un'altra per poi barricarsi all'interno per diverse ore prima di arrendersi ed essere arrestato dalla polizia. Le due persone colpite sono state portate in ospedale ma per una di loro non c'era più niente a fare, ha fatto sapere una fonte del University Medical Centermorto. Per ore, i negoziatori, robot e veicoli blindati hanno circondato il bus con le autorità incerte se ci fossero altre vittime all'interno. Nel frattempo, gli ufficiali hanno fatto evacuare i casinò vicini, mettendo in guardia i turisti e i passanti di allontanarsi dalla zona.

09:31F1: Australia, Giovinazzi chiude suo primo Gp al 12/o posto

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Il pilota italiano della Sauber Antonio Giovinazzi ha chiuso al dodicesimo posto il Gran Premio d'Australia, il primo della sua carriera in Formula 1. Dopo 6 anni di assenza, dai tempi di Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi l'Italia, l'Italia rivede un suo driver passare sotto la bandiera a scacchi di un Gp della massima serie. Chiude al quinto posto la Red Bull di Verstappen davanti alla Williams di Massa e alla Force India di Perez. Ottava posizione per la Toro Rosso di Sainz che ha preceduto il compagno di scuderia Kvyat e la Force India di Ocon. Ritirata l'altra Red Bull dell'idolo di casa Daniel Ricciardo e stessa sorte per la McLaren di Fernando Alonso.

09:26Usa: scontri tra pro e anti-Trump in California, 4 arresti

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Tafferugli tra i sostenitori e gli oppositori di Donald Trump su una popolare spiaggia della California del Sud. Il bilancio è di 4 arresti. Lo riferiscono i media statunitensi. Un gruppo di sostenitori di Trump ha improvvisato un corteo sulla spiaggia di Bolsa Chica. Un gruppetto di oppositori - tutti vestiti in nero - era nei pressi. Si è scatenata una battaglia a colpi di pugni e spray al peperoncino.

Archivio Ultima ora