Bangladesh: L’Italia alza le difese. Attenzione massima

Pubblicato il 04 luglio 2016 da ansa

dacca

ROMA. – Gli attentati dell’Isis contro l’Occidente continueranno e gli interessi italiani sono un possibile obiettivo, anche all’estero, come si è visto a Dacca. Intelligence ed Antiterrorismo sono così al lavoro per adeguare costantemente le misure di sicurezza. Il dispositivo è già al massimo, al ‘Livello 2’.

Si tratta quindi di moltiplicare gli sforzi per captare in tempo segnali di pericolo. Sul territorio nazionale, occhio alle carceri, luogo privilegiato di radicalizzazione ed al possibile ritorno di foreign fighters dai teatri siriani ed iracheni.

All’estero, l’obiettivo è rafforzare le alleanze e gli scambi di informazione con i Paesi alleati per meglio tutelare i connazionali presenti.

Confronti ci sono stati tra i vertici della sicurezza, il sottosegretario ai servizi Marco Minniti, i direttori di Dis, Aise ed Aisi, Alessandro Pansa, Alberto Manenti e Mario Parente, il capo della polizia, Franco Gabrielli. I primi rapporti su quanto accaduto a Dacca sono stati mandati dagli 007 inviati sul posto per verificare la dinamica dell’attacco al ristorante ed il discutibile blitz delle forze speciali bengalesi.

Ma c’è anche da discutere con le autorità locali su come proteggere meglio gli italiani che vivono lì: in Bangladesh, prima della strage di due giorni fa, nello scorso ottobre era stato ucciso il cooperante Cesare Tavella, mentre a novembre era stato gravemente ferito il missionario Pietro Parolari.

Più in generale, una riflessione è in atto su come più efficacemente si potrebbe organizzare la rete di agenti Aise all’estero (in Bangladesh erano assenti). Anche di questo probabilmente parlerà il direttore del Dis Pansa nel corso di un’audizione programmata per giovedì prossimo al Copasir.

Sono tanti gli italiani che vivono ed operano in contesti difficili e che l’aggravarsi della minaccia di Isis e al Qaeda mette in pericolo. Sono poi quotidiani i ‘warnings’ che dall’intelligence arrivano alle forze di polizia. La valutazione è affidata al Comitato di analisi strategica antiterrorismo (Casa).

A quanto si apprende, per ora si tratta di minacce generiche, che non riguardano obiettivi definiti. Nondimeno l’allerta è al massimo livello. Solo lo scorso 29 giugno, dopo gli attacchi all’aeroporto di Istanbul, c’è stato – con un’ordinanza dei questori – un rafforzamento dei dispositivi di vigilanza e controllo del territorio e delle misure a tutela degli obiettivi sensibili a Roma e Milano.

E tra gli obiettivi sensibili, sono stati inseriti anche ‘soft target’ come i “luoghi pubblici, punti di ritrovo dei tifosi per gli eventi relativi a Euro 2016 anche con l’allestimento dei maxischermi”. Sono 7mila i militari impegnati a presidio dei siti a rischio nell’operazione ‘Strade sicure’ in diverse città.

A preoccupare sono in particolare le carceri: si stimano in 3-400 i detenuti ad alto tasso di radicalizzazione islamica. Soggetti che vanno monitorati con attenzione una volta usciti dagli istituti di pena. Ci sono poi i combattenti ‘italiani’ (una novantina) che possono ritornare da Iraq e Siria. E c’è la rete, usata con grande efficacia dallo Stato islamico per fare proseliti e chiamare alla “guerra agli infedeli”.

Vanno inoltre tenuti d’occhio i soggetti di religione islamica che improvvisamente cambiano abitudini, dando segno – a livello esteriore, di abbigliamento e aspetto – di radicalizzarsi. Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, è fermo sulla strategia delle espulsioni dei sospetti: nel 2016 in 30 sono stati allontanati dal territorio nazionale per motivi di sicurezza dello Stato.

L’ultimo, lo scorso 29 giugno, proprio un bengalese di 30 anni, che aveva abitato a Bologna e dopo si era spostato a Grado e che sui social network aveva dimostrato simpatie per l’Isis.

(di Massimo Nesticò/ANSA)

Ultima ora

23:47Nuoto:Mondiali, Settebello ko con Croazia, niente semifinale

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - Niente semifinale per il Settebello ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest. Nei quarti di finale, gli azzurri sono stati sconfitti dalla Croazia 12-9 (3-2, 5-5, 8-6). Per i croati c'è adesso la Serbia, mentre l'altra semifinale sarà tra Grecia e Ungheria.

21:29Incendi: certo il dolo in roghi sud Sardegna

(ANSA) - CAGLIARI, 25 LUG - Il Corpo Forestale della Sardegna ha già avviato le indagini per risalire ai responsabili degli incendi dolosi appiccati nel sud dell'Isola, nei territori di Quartu Sant'Elena e di Muravera. Nel pomeriggio di oggi la linea spegnimento dell'apparato antincendi regionale è stata infatti messa a dura prova dai due pericolosi eventi in concomitanza. Nel primo erano sei i punti-incendio dolosamente appiccati in rapida sequenza in agro di Quartu, località San Martino e Frapponti. Il secondo incendio è divampato nelle campagne di Muravera e ha proseguito velocemente in direzione del villaggio turistico di Santa Giusta sino a lambirne il perimetro. Il Corpo Forestale ha coordinato le operazioni di spegnimento operando su entrambi gli eventi con sette squadre dello stesso Corpo, sette dell'Agenzia Forestas e 13 di associazioni di volontariato. Assegnati sui due eventi tre elicotteri regionali, uno dell'esercito e un Canadair. Le forze statali competenti in materia di soccorso pubblico e pubblica sicurezza hanno curato l'evacuazione del villaggio turistico. Il sistema antincendi sta continuando a contrastare il fuoco e a monitorare l'insorgere di ulteriori roghi nelle zone delle operazioni. (ANSA).

21:27Calcio: Ederson confessa, ‘ho tumore a testicolo’

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 25 LUG - Il centrocampista brasiliano Ederson Honorato Campos ha reso noto oggi di avere un tumore a un testicolo, scoperto al termine di un esame antidoping. Per potersi curare l'ex laziale, 31 anni, è stato così momentaneamente tolto dalla lista dei giocatori del Flamengo, dove è approdato due anni fa. "Sono triste ma anche tranquillo per il futuro che mi aspetta", ha detto il giocatore in una conferenza stampa a Rio de Janeiro.

21:11Johnny Zingaro, arrestato in appartamento in provincia Siena

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - E' stato arrestato in un appartamento di Taverne d'Arbia, in provincia di Siena, Johhny lo Zingaro. Assieme al latitante sono stati arrestati anche la compagna e alcuni fiancheggiatori. L'operazione è stata svolta da agenti dello Sco della Polizia, delle squadre mobili di Cuneo, Lucca e Siena e dagli uomini del Nucleo investigativo centrale della Polizia Penitenziaria.(ANSA).

20:59Travolta da un’onda, 15enne ungherese muore in Gallura

(ANSA) - OLBIA, 25 LUG - Una ragazza ungherese di 15 anni è morta annegata questo pomeriggio a Costa Paradiso, nel comune di Trinità d'Agultu, in Gallura. La giovane è stata travolta da un'onda mentre si trovava sopra uno scoglio, forse per ammirare lo spettacolo del mare in burrasca a causa del forte vento di maestrale. Il corpo è stato recuperato dall'elicottero dei vigili del fuoco di Sassari con a bordo una equipe medica del 118 che ha tentato di rianimare la 15enne per oltre mezz'ora. Purtroppo per l'adolescente non c'è stato nulla da fare. Sul posto è intervenuta anche una motovedetta della Capitaneria di Porto Torres.

20:53Sesso in cambio di favori, arrestato cc ispettorato lavoro

(ANSA) - LIVORNO, 25 LUG - I carabinieri del Nucleo investigativo di Livorno hanno eseguito, su ordine della Procura livornese, un'ordinanza di custodia cautelare a carico di un sottufficiale dell'Arma che ha comandato il nucleo carabinieri dell'ispettorato del lavoro livornese. Il cc è accusato di avere ottenuto prestazioni sessuali in cambio di favori. Le indagini, spiega una nota della procura, "hanno fatto emergere fatti per i quali viene ipotizzata la sistematica strumentalizzazione dei poteri connessi alla funzione di controllo dell'ispettorato del lavoro per ottenere favori di vario genere ed in particolare prestazioni personali". Il gip Antonio Del Forno ha perciò ritenuto sussistenti gravi indizi di concussione continuata, consumata e tentata e ha emesso l'ordinanza di arresto per il sottufficiale ora in servizio a Firenze: l'uomo si trova ai domiciliari, dopo il trasferimento fuori dalla Toscana. Le indagini proseguono: gli inquirenti non escludono che possano esserci altri casi non ancora venuti alla luce.

20:35Siccità: Regione Calabria chiede stato calamità naturale

(ANSA) - CATANZARO, 25 LUG - La Giunta regionale della Calabria, riunitasi sotto la presidenza di Mario Oliverio, ha chiesto al Governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la siccità. La decisione dell'esecutivo é stata presa su proposta dello stesso presidente Oliverio. "La siccità - si afferma in una nota dell'ufficio stampa della Giunta - ha già fatto registrare centinaia di migliaia di euro di danni nel settore agricolo".

Archivio Ultima ora