Mattarella, battaglia di civiltà contro il terrore sanguinario

Pubblicato il 04 luglio 2016 da ansa

Mexican President Enrique Pena Nieto, center left, escorts Italian President Sergio Mattarella past an honor guard during an official welcoming ceremony at the National Palace in Mexico City, Monday, July 4, 2016. (ANSA/AP Photo/Rebecca Blackwell)

Mexican President Enrique Pena Nieto, center left, escorts Italian President Sergio Mattarella past an honor guard during an official welcoming ceremony at the National Palace in Mexico City, Monday, July 4, 2016. (ANSA/AP Photo/Rebecca Blackwell)

CITTA’ DEL MESSICO. – “Estamos juntos, siamo uniti in questa battaglia di civiltà”, ormai necessaria per battere un “terrorismo dalla mano sanguinaria” che minaccia l’intero pianeta. Sergio Mattarella alza i toni da Città del Messico senza nascondere la propria preoccupazione per l’escalation mondiale di attentati.

E’ ancora scosso dalla strage di Dacca che lo ha convinto ad accorciare drasticamente il suo viaggio in America Latina, annullando le successive tappe in Uruguay e Argentina. Uno shock quello dell’attacco in Bangladesh che ha reso necessario riprogrammare il rientro in Italia senza rinunciare però ai colloqui con le autorità del Messico, un Paese ormai strategico per la politica estera italiana.

Ma domani il presidente sarà a Ciampino in tempo per rendere omaggio alle salme dei nove italiani che rientrano da Dacca con un volo militare. “L’ordine internazionale basato su ideali di democrazia, pace, libertà e giustizia” è il vero obiettivo del terrorismo fondamentalista, spiega Mattarella incontrando il presidente messicano Enrique Nieto nel palazzo presidenziale della capitale.

“Una condizione minacciata dalla mano sanguinaria del terrorismo che pochi giorni fa ha colpito la capitale del Bangladesh, spezzando, insieme a molte altre, le vite di nove cittadini italiani”, aggiunge il capo dello Stato parlando “con un’ombra di tristezza” della necessità di far “prevalere la cultura della vita contro l’oscurantismo della morte”.

Il terrorismo è una “barbarie” scatenata ovunque nel pianeta e che di conseguenza, sottolinea Mattarella, può essere affrontato solo prendendo atto della profondità del conflitto in atto. “Richiede quindi uno sforzo corale” che presuppone unità d’intenti, chiarezza degli obiettivi e una visione strategica di quella amplissima parte del mondo che lavora per ideali di pace, convivenza e progresso.

Anzi, serve qualcosa in più: di fronte alla sfida di un terrorismo sanguinario occorre, per il presidente, ormai “una alleanza della comunità internazionale contro la barbarie”. Sulla stessa linea il presidente messicano Nieto che ha espresso a Mattarella la “solidarietà” del popolo messicano per una strage che “semina paura e attenta alla dignità delle persone”.

Tra Mattarella e Nieto si è registrata comunque una sintonia totale sulla volontà di “aprire una nuova pagina” nelle pur eccellenti relazioni bilaterali. “Faremo di tutto – ha spiegato il giovane presidente messicano – per approfondire le relazioni politiche e commerciali, per lavorare per lo sviluppo e la crescita dei nostri Paesi”.

“Tra Italia e Messico c’è una perfetta condivisione”, gli ha fatto eco Mattarella spiegando che il grande Stato americano è oggi strategico per l’Italia. “Tra Città del Messico e Roma vi è – ha aggiunto il capo dello Stato – convergenza di interessi e crescente collaborazione. Dai temi multilaterali in seno alle Nazioni Unite e al G20, alla collaborazione in materia giudiziaria e lotta alla corruzione, a quella in ambito culturale, scientifico ed economico, non vi sono ambiti dove la cooperazione tra i nostri due Paesi non dia risultati di assoluta eccellenza”.

Peccato per Uruguay e Argentina che Mattarella per adesso non visiterà. L’appuntamento però è solo rimandato, assicurano al Quirinale.

(Dell’inviato Fabrizio Finzi/ANSA)

Ultima ora

19:32Pugilato: Europei Youth, 4 azzurri sul ring, vincono in 2

(ANSA) - ANTALYA (TURCHIA), 22 OTT - L'arena dell'OzkaymakFalez Hotel di Antalya è il ringside degli Europei Youth di Boxe. Sette gli azzurri, selezionati da coach Coletta, e 4 quelli saliti oggi sul ring nella 2/a giornata. Il primo a combattere è il veneto Adami che, superando 4-1 l'armeno Bazeyan, passa ai quarti dei 52 Kg: martedì 24 se la vedrà con il turco Demirhan. Passa ai quarti, nei 60 Kg, anche Gasparri che, battendo 4-1 il bosniaco Blazevic, si guadagna il match con il polacco Durckaz. Perde (4-1) negli ottavi dei 69 Kg Buremi, sconfitto dall'azero Njat. Sconfitta per Pugliara (ottavi 91 Kg) nel match con il georgiano Yordanyan. "Buon match quello di Adami - commenta il ct Coletta -, che avuto il solo difetto di essersi lasciato prendere dalla confusione dell'avversario. Vittoria, comunque, strameritata. Buremi ha perso un match in cui ha dato veramente tutto, avendo un fortissimo dolore al deltoide. Bene Gasparri: ha vinto in maniera chiara e netta ed è in crescita".

19:21Gb: testimone, sequestratore sarebbe marito d’una dipendente

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - L'uomo armato che risulta aver preso oggi in ostaggio due persone della sala da bowling 'Bowl Mfa', nell'area commerciale e di divertimento del Bermuda Park di Nuneaton, in Inghilterra, sarebbe "il marito" o il fidanzato o un ex di una delle dipendenti della struttura. Lo ha detto a SkyNews il chief executive della stessa struttura, Mehdi Amshar.

19:21Referendum: Bossi, spero più del 34% in Lombardia

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - "Spero di più": così il presidente della Lega, Umberto Bossi, ha risposto sull'obiettivo del 34% di affluenza fissato dal governatore Maroni per il referendum sull'autonomia della Lombardia. Bossi è stato interpellato al seggio di via Fabriano, non lontano dalla sede federale di via Bellerio a Milano, dove ha da poco votato. Bossi è apparso incuriosito dal voto elettronico. "Per me sì", l'indipendenza resta un sogno. Ma i referendum di Lombardia e Veneto "non sono inutili, sono l'unica possibilità di tamponare la crisi sociale che arriva", ha detto Bossi, rispondendo ai giornalisti al seggio in cui ha votato a Milano. E se non passano i referendum? "Vuol dire che quelli del Nord - ha risposto - vogliono l'indipendenza e sono stufi dei farabutti romani che hanno alle spalle e prendono i loro soldi. L'autonomia blocca l'indipendenza".

19:07Nudo davanti a David Michelangelo, denunciato da polizia

(ANSA) - FIRENZE, 22 OTT - Si è completamente denudato davanti al David di Michelangelo alla Galleria dell'Accademia di Firenze, in mezzo a decine di visitatori sorpresi: è accaduto nel pomeriggio di oggi nella Tribuna che ospita la celebre scultura per vedere la quale ogni giorno c'è una lunga coda di turisti. Protagonista del gesto un giovane uomo che, una volta liberatosi degli indumenti e rimasto completamente nudo, ha assunto una posa plastica davanti alla statua gridando anche frasi incomprensibili. I custodi in servizio alla Galleria hanno cercato di coprirlo e lo hanno convinto ad avviarsi all'uscita, mentre altri addetti chiamavano la polizia che, intervenuta, lo ha denunciato per atti osceni in un luogo pubblico frequentato anche da minori. Si tratta, secondo quanto appreso, di uno spagnolo 28enne che, tre anni fa, aveva compiuto un gesto simile davanti alla Venere di Botticelli, agli Uffizi: anche allora scattò un'analoga denuncia.(ANSA).

19:01Chiesa: S.Antonio Padova, accolto nuovo delegato pontificio

(ANSA) - PADOVA, 22 OTT - La Basilica di Sant'Antonio, a Padova, ha accolto mons. Fabio Dal Cin, che prende il posto di mons. Giovanni Tonucci, come delegato pontificio. Varcata la soglia principale, Dal Cin ha baciato il Crocifisso e ha celebrato la messa; quindi, dopo la comunione, ha offerto una lampada votiva alla tomba del Santo con cui illuminare il cammino della comunità, ha chiesto a Sant'Antonio di sostenerlo nel suo compito e ha posato la mano sulla pietra della tomba. "Vi ringrazio tutti della presenza e delle preghiere che farete per me - ha detto - Rivolgo a papa Francesco la mia gratitudine per questo incarico, che mi permetterà di tenere un piede in Veneto. Perché questa è la mia terra e vi sono molto legato". Tra i presenti anche il sindaco Sergio Giordani, che ha dato il benvenuto a monsignor Dal Cin ricordando la figura di Sant'Antonio: "In una società attraversata, oggi più che mai, da tensioni e violenze, la voce di sant'Antonio, il suo messaggio di pace, risuona forte e limpido in tutto il mondo".

19:01Gb: allerta in bowling, ‘non è terrorismo’

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - "L'incidente" in corso nella sala bowling del Beruda Park di Nuneaton, in Inghilterra centrale, "non è legato ad alcuna attività terroristica". Lo assicura la polizia locale, precisando che gli agenti sono al lavoro per cercare di sbloccare la situazione. Il servizio ambulanze di zona precisa da parte sua di aver inviato alcuni mezzi a scopo precauzionale, ma che al momento non risultano feriti.

18:52Gb: testimone, ‘uomo armato e due ostaggi in bowling’

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Sarebbero 2 gli ostaggi trattenuti da un uomo armato nella sala bowling del Bermuda Park, un'area commerciale di Nuneaton, in Inghilterra. Lo riferisce un testimone citato dal Mail online, mentre altri affermano di aver sentito parlare gli agenti di "ostaggi", ma senza fare numeri. La situazione appare ora di stallo, con una trentina di poliziotti che circondano l'area sorvolata pure da un elicottero. Il Bermuda Park, affollato di famiglie e bambini nel pomeriggio domenicale, è ora bloccato: non si entra né si esce.

Archivio Ultima ora