Renzi, non mi presterò a giochi di palazzo

Pubblicato il 06 luglio 2016 da ansa

Renzi-riforme-aula

ROMA. – Non mi presterò a giochi di palazzo. Così sintetizzano il pensiero di Matteo Renzi i parlamentari a lui vicini, nelle ore in cui un manipolo di senatori alfaniani minaccia la vita del governo. Ancor prima che si arrivi al bivio referendario, le fibrillazioni di Ncd si ripercuotono sulla maggioranza al Senato e rappresentano un’incognita per il prosieguo della legislatura.

Tanto che i renziani mettono in conto diversi scenari possibili. Il più probabile, professano ottimismo, è il ritorno della calma al Senato e la vittoria al referendum. Se però così non andasse e il governo dovesse cadere, non sarà prestato il fianco a ‘soluzioni’ diverse dal voto anticipato, anche perché poco praticabili in Parlamento.

A Palazzo Madama i ‘ribelli’ di Ncd, magari con la sponda di una manciata di verdiniani, aspettano il momento (il dl enti locali, si dice) per dare un segnale al governo. Preso atto delle fibrillazioni (che sarebbero limitate a 5-8 senatori), il premier ha fatto pervenire agli alfaniani segnali di apertura a discutere di temi per loro cruciali come la legge elettorale e la prescrizione.

E anche la fiducia confermata ad Angelino Alfano, di fronte a quanto emerge dalle inchieste, è una mano tesa dal Pd per rafforzarlo con i suoi. Ma Renzi, osservano fonti Pd, ha il più forte ‘alleato’ nella paura dei parlamentari di andare al voto. Anche perché se dovesse ‘crollare’ Ncd, osservano fonti Dem, non sarebbe possibile ‘rimpiazzarla’ con i senatori di Ala, perché a quel punto si staccherebbe la minoranza Pd.

“Le alternative? Ritornare alle larghe intese con Berlusconi, ma sembra ipotesi poco sostenibile anzitutto per il centrodestra. Oppure – sorride un deputato – riprovare col M5s”.

In un clima così agitato, i renziani soppesano le diverse alternative possibili rispetto alla via maestra, della vittoria al referendum. Inclusa quella di un voto anticipato a ottobre, con rinvio del referendum costituzionale di un anno (non impressionano il premier, assicura più d’uno, i sondaggi che danno il M5s vincente a un eventuale ballottaggio).

Un’altra ipotesi, nel caso in cui si calmino le acque Ncd, è che slitti di qualche mese il referendum: Renzi ha sempre detto che la data più probabile è a ottobre, ma si potrebbe restare entro i termini di legge, osservano fonti Dem, anche a gennaio o febbraio, dopo l’ok alla manovra.

Poi certo, osservano, c’è sempre la possibilità – su cui si ragiona nei capannelli in transatlantico – di un governo alternativo, tecnico o politico. Ogni decisione, si ricorda, spetterebbe comunque al capo dello Stato, l’unico titolare del potere di scioglimento delle Camere.

Ma Renzi, ricorda più d’uno, nella direzione di lunedì ha detto che la sua opinione – che esprimerebbe da segretario Pd – è che se vince il no alle riforme non solo il governo ma anche il Parlamento, che le ha votate, dovrebbe trarne le conseguenze.

E mentre dalla maggioranza Pd, solcata da sospetti reciproci, Matteo Orfini lancia l’appello a sciogliere tutte le correnti, la minoranza del Pd prova a compattarsi proprio sul tema referendum. La prossima settimana potrebbe tenersi una riunione congiunta delle aree che fanno capo a Roberto Speranza e Gianni Cuperlo per tenere una posizione comune.

Mentre guardando al congresso c’è già l’accordo sull’opportunità di presentare un candidato alla segreteria distinto dal candidato premier, per tenere separati i due ruoli. Sia Roberto Speranza che Enrico Letta smentiscono che il ‘ticket’ sarebbe composto da loro. “Speranza è il nostro candidato – dice un bersaniano – ma è ancora prematuro parlare di nomi”.

(di Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

14:37Totti: Zanetti, grazie ultimo imperatore Roma

(ANSA) - MILANO, 28 MAG - Da una bandiera ad un'altra bandiera, Javier Zanetti omaggia Francesco Totti, con un messaggio su Twitter, a poche ore dalla sua ultima partita con la maglia della Roma. "Caro Francesco - scrive il vicepresidente dell'Inter, ritratto con un paio di scarpini dorati 'griffati' dal capitano giallorosso - mancherai a tutti gli amanti di questo sport! Complimenti per quello che hai dato, ultimo imperatore di Roma!".

14:36Totti: Rudi Garcia, ‘non c’è fine, tu sei eterno’

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Oggi vestirai per l'ultima volta la tua seconda pelle Ma non c'é fine perché sei eterno.@Totti". Questo il tweet con cui l'ex allenatore della Roma Rudi Garcia, ora tecnico del Marsiglia, celebra il capitano oggi contro il Genoa all'ultima apparizione con la maglia giallorossa. Ai tempi della comune militanza a Trigoria i rapporti tra Garcia e Totti erano eccellenti.

14:10Tennis: Vinci subito eliminata a Parigi

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Roberta Vinci è stata subito eliminata dal torneo parigino del Roland Garros, cominciato questa mattina. La 34enne tarantina ha ceduto in tre set (6-3, 3-6, 6-2) alla portoricana Monica Puig, oro olimpico ai Giochi di Rio 2016. La sfida tra l'italiana n.33 Wta e la n.41 del ranking mondiale è durata dopo due ore e 50 minuti, con una breve interruzione per la pioggia. Al Roland Garros, secondo slam della stagione, la Vinci non è mai andata oltre gli ottavi e negli ultimi tre anni era uscita sempre al primo turno.

13:58L. elettorale: Salvini, ok qualsiasi legge purché si voti

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Da dicembre diciamo a Renzi di portare in Parlamento qualsiasi legge e la votiamo, portano il tedesco? Va bene il tedesco. Per noi va bene qualsiasi legge perchè confidiamo nella capacità degli elettori di saper scegliere. Ma bisogna andare al voto al più presto, già abbiamo perso troppo tempo e nel frattempo la disoccupazione è cresciuta e l'immigrazione è diventata una calamità naturale una invasione che deve essere bloccata". Così il leader leghista Matteo Salvini all'Intervista di Maria Latella su SkyTg24.

13:57Voucher: Orlando, tema non aprirà crisi ma spero riflessione

(ANSA) - LA SPEZIA, 28 MAG - "Mi auguro di no". Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha risposto ha chi ha chiesto se il voto di Forza Italia con il Pd in commissione sui voucher potesse rappresentare un segnale per un patto tra Renzi e Berlusconi, il cosiddetto Renzusconi. Orlando ha escluso che sui voucher si possa aprire una crisi di Governo dopo che i deputati vicini al guardasigilli non hanno partecipato al voto. Alla domanda se sui voucher gli orlandiani potrebbero spaccare il Pd, il ministro ha risposto: "Mi porrò sulla questione come mi sono sempre posto. Io espongo le mie posizioni e poi mi attengo alle decisioni del partito. In un partito si deve stare così. Ma senza rinunciare a esprimere il proprio punto di vista".

13:56L. elettorale: Cicchitto, Renzi vuole liberarsi di Gentiloni

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Non è esatto quello che nell'intervista al Messaggero afferma il presidente Renzi e cioè che vuole attuare direttive del presidente della Repubblica. Anche i sampietrini sanno a Roma che il suo obiettivo principale è quello di liberarsi del governo Gentiloni senza lasciare impronte digitali troppo marcate e per ottenere questo risultato è disponibile a qualunque legge elettorale: tedesca, francese, spagnola o russa che sia". Così Fabrizio Cicchitto (Ap), presidente della Commissione Esteri della Camera.

13:56Gerusalemme avrà una funivia per la Città vecchia

(ANSAmed) - TEL AVIV, 28 MAG - Gerusalemme avrà presto una funivia in grado di scaricare migliaia di escursionisti all' ingresso meridionale della Città Vecchia: la cosiddetta porta dell'Immondizia, che è la più vicina al Muro del Pianto. Lo ha annunciato oggi il premier Benyamin Netanyahu nel corso di una seduta di governo tenuta in via eccezionale in un'aula sotterranea vicino al Muro del Pianto, nel 50.mo anniversario della guerra dei sei giorni. Nel corso della seduta Netanyahu ha promesso che il suo governo farà investimenti ingenti a Gerusalemme e fra i vari progetti realizzerà anche quello di una funivia che partirà dall'edificio della antica stazione ferroviaria, sulla Hebron Road. I vagoni - secondo il sito del municipio di Gerusalemme - saranno in grado di trasportare quattromila persone all'ora. Il tragitto di 2,3 chilometri - che passerà sopra la vallata Ben Hinom e oltrepasserà il Monte Sion - durerà 5 minuti. ''Il primo viaggiatore sarò io stesso'' ha promesso Netanyahu.

Archivio Ultima ora