Raggi vede lo staff, domani bilancio in giunta

La sindaca di Roma Virginia Raggi all'altare della Patria in fascia tricolore, durante la cerimonia della deposizione di una corona di alloro, Roma, 23 Giugno 2016. ANSA/ GIUSEPPE LAMI
La sindaca di Roma Virginia Raggi all'altare della Patria in fascia tricolore, durante la cerimonia della deposizione di una corona di alloro, Roma, 23 Giugno 2016. ANSA/ GIUSEPPE LAMI
La sindaca di Roma Virginia Raggi all’altare della Patria in fascia tricolore, durante la cerimonia della deposizione di una corona di alloro, Roma, 23 Giugno 2016. ANSA/ GIUSEPPE LAMI

ROMA – Nel giorno del suo 38/esimo compleanno Virginia Raggi tiene una lunga riunione in Campidoglio con il cosiddetto mini-direttorio sulle linee programmatiche dell’amministrazione, domani oggetto della prima giunta operativa. Tra queste, rifiuti, trasparenza e mobilità, i capisaldi del programma M5S. Si discuterà anche delle misure più urgenti, tra cui l’assestamento di bilancio.

Nell’organismo che aiuta la sindaca, lo ‘staff’, entra il deputato M5S Stefano Vignaroli al posto della dimissionaria collega Roberta Lombardi. Il 40/enne parlamentare romano partecipa all’incontro, ma é già polemica dal Pd per il suo legame sentimentale con la senatrice Paola Taverna, altro componente del mini-direttorio.

Domani potrebbe esserci un incontro tra la sindaca e l’ex commissario Francesco Paolo Tronca prima della giunta. Poi con gli assessori sarà esaminata la delibera sul bilancio, che dovrebbe arrivare mercoledì in Commissione e giovedì in Aula. Le linee programmatiche saranno illustrate Aula ai primi di agosto.

Raggi, che domani andrà al Quirinale dal presidente Sergio Mattarella, oggi ha ricevuto una delegazione dei movimenti per la casa, in sit-in in piazza del Campidoglio.

– Possiamo aprire un tavolo, ma la legalità per noi è un punto imprescindibile – ha detto -. È nostra ferma intenzione supportare e aiutare tutte quelle famiglie che dopo anni sono ancora in lista per l’assegnazione di un alloggio.

Domani sarà attribuita la delega alle Politiche abitative, dopo che i movimenti all’uscita dall’incontro avevano parlato di un vero assessorato alla Casa. Oggi eletti i presidenti delle Commissioni capitoline, tutti del M5S tranne quello della Trasparenza, del Pd. Sull’assestamento di Bilancio il neo presidente della omonima Commissione Marco Terranova ha dichiarato:

– Dovremo lavorare tutta la prossima settimana per completare la discussione in commissione entro il 29. Abbiamo dato la nostra disponibilità per lavorare anche di sabato e di domenica.

– Non si può pensare di andare in Aula a discutere di assestamento di Bilancio se prima la giunta non presenta le proprie linee programmatiche – dice la capogruppo Pd Michela Di Biase -. Né la sindaca Virginia Raggi, né alcun membro della sua giunta, è ancora venuto a spiegarci quali sono le linee guida dell’amministrazione.

E’ polemica anche con l’assessore regionale Mauro Buschini, che ha reso noto di aver inviato due mesi fa una nota a Roma Capitale nella quale si dà tempo fino a settembre per indicare il sito di una nuova discarica di rifiuti di servizio.

– E’ un altro fronte che si apre per il sindaco Raggi proprio quando arriviamo noi – dice il capogruppo M5S Devid Porrello -. Zingaretti da tre anni sta qui in Regione, non ha mai chiesto nulla del genere: ora arriva il Cinque Stelle e vuole, più che risolvere, scaricare i problemi su un governo Cinque Stelle.

Raggi intanto nel messaggio per le celebrazioni del Mandela Day parla del leader antiapartheid:
– La sua ‘nazione arcobaleno’ deve essere oggi un modello anche per la nostra città.

(Luca Laviola/ANSA)