Maduro: “Approvati 22 milioni di dollari per Kimberly Clark”

Per il consorzio straniero proprietario fino a qualche settimana fa dell’azienda, nel paralizzare le attività, aveva sostenuto che era stato impossibile ottenere la valuta per l’importazione di materia prima. (Avn.info.ve)
Per il consorzio straniero proprietario fino a qualche settimana fa dell’azienda, nel paralizzare le attività, aveva sostenuto che era stato impossibile ottenere la valuta per l’importazione di materia prima. (Avn.info.ve)
Per il consorzio straniero proprietario fino a qualche settimana fa dell’azienda, nel paralizzare le attività, aveva sostenuto che era stato impossibile ottenere la valuta per l’importazione di materia prima.
(Avn.info.ve)

CARACAS. – 22 milioni di dollari e 700 milioni di bolívares. Queste sono le somme destinate all’azienda Kimberly Clark oggi proprietà dello Stato. Kimberly Clark, fino a qualche giorno fa proprietà di un consorzio straniero, aveva cessato la produzione a causa dell’impossibilità di ottenere la valuta per l’importazione di materia prima.

Oggi, il presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, ha approvato per Kimberly Clark, recentemente espropriata perchè presuntamente inoperante, ben 22 milioni di dollari. Una cifra, stando a fonti private, superiore a quella richiesta dai precedenti proprietari per continuare a produrre.

– Questa cifra – ha sostenuto il capo dello Stato nel corso di un programma trasmesso a reti unificate – permetterà all’azienda Kimberly Clark di produrre almeno fino al 31 dicembre. E’ necessario un’attenzione particolare per permettere all’azienda di recuperarsi e prender forza.

Quindi il capo dello Stato ha raccomandato:
– Queste risorse devono essere amministrate nel migliore dei modi, così da permettere all’azienda di produrre al 100 per cento della propria capacità.

Durante la trasmissione televisiva, il presidente Maduro ha sottolineato che l’azienda, che elabora prodotti per l’igiene personale, ha “capacità per soddisfare il 20 per cento del mercato nazionale”.

– Chiedo che il 20 per cento della produzione sia destinata all’esportazione così da permettere all’azienda di essere autosufficiente in materia di valuta. Non deve dipendere da nessuno.

Il capo dello Stato ha anche segnalato che l’infrastruttura di Kimberly Clarck permette la produzione di 25 milioni di pannolini per bambini e assorbenti. Quindi ha nominato Josè Gregorio Hernández autorità unica dell’azienda.

Condividi: