Terrore a Monaco, almeno sei morti in strage McDonald’s

Pubblicato il 22 luglio 2016 da ansa

Heavily armed police forces operate at Karlsplatz (Stachus) square after a shooting in the Olympia shopping centre was reported in Munich, southern Germany, Friday, July 22, 2016. (Andreas Gebert/dpa via AP)

Heavily armed police forces operate at Karlsplatz (Stachus) square after a shooting in the Olympia shopping centre was reported in Munich, southern Germany, Friday, July 22, 2016. (Andreas Gebert/dpa via AP)

BERLINO – Ancora terrore in Germania. E di “almeno” sei morti e di numerosi feriti il bilancio della strage avvenuta in ristorante Mcdonald’s dentro un affollato centro commerciale di Monaco di Baviera. Tre persone, armate di fucili, hanno sparato decine di colpi. Uno di loro – secondo un testimone alla Cnn – ha preso di mira anche dei bambini.

Dopo qualche esitazione, la polizia parla chiaramente di terrorismo, anche se non fa riferimento all’Isis e alla matrice islamica. Ed è in corso una intensa caccia all’uomo, con posti di blocco e reparti speciali schierati. La stazione ferroviaria è stata evacuata e sono stati bloccati tutti i treni in partenza; bloccata è anche la metropolitana ed è interdetto l’ingresso in città alle auto dalle autostrade, con code chilometriche in entrata sulle autobahn.

Intensificati anche i controlli al confine con l’Austria e la Repubblica Ceca. La tragedia, a pochi giorni dall’assalto di un diciassettenne su un treno, sempre in Baviera, in cui sono rimaste ferite cinque persone a colpi di ascia va in scena nel tardo pomeriggio in un centro commerciale pieno di gente di venerdì sera, con uffici appena chiusi, vacanze scolastiche appena iniziate ed i saldi nel loro pieno.

Tre uomini sparano nel fast food dello shopping mall, da cui escono continuando a sparare, armi in pugno, sulle persone che incontrano sul loro percorso. E fanno perdere le loro tracce, anche se secondo gli inquirenti sarebbero ancora in città.

Per questo la Polizia lancia un appello alla gente via twitter, in tedesco, inglese e francese: state in casa, evitate le piazze ed i luoghi affollati. E non postate su internet video e foto dell’operazione di polizia in corso: finireste per aiutare gli attentatori in fuga.

E’ il panico. La gente scappa dal centro commerciale urlando e piangendo. La metropolitana viene completamente chiusa in tutta la città. Si sparge la voce di una seconda sparatoria in una piazza al centro, che però viene poco dopo seccamente smentita dai pompieri. Ma il terrore si sparge pure nelle zone centrali, dove ad alcuni clienti è stato impedito di uscire dai negozi in cui si trovavano a fare acquisti.

Gli ospedali accolgono numerosi feriti. Ed è allarme in tutto il Paese, mentre alla cancelliera Angela Merkel arrivano messaggi di solidarietà dall’Europa e dalla Casa Bianca. Mentre cala la notte in Baviera, poco si sa sulla caccia all’uomo.

Ancora nessun arresto, mentre voci non confermate dicono che uno dei tre attentatori sarebbe morto, forse togliendosi la vita. Ed arriva una testimonianza senza conferme ufficiali i cui contorni sono resi ancora più inquietanti dal fatto che oggi sia l’anniversario della strage perpetrata in Norvegia da Breivik.

Una testimone oculare avrebbe sentito uno dei tre attentatori gridare “stranieri di merda”. La polizia per ora comunica di non avere al momento alcuna indicazione relativa a una matrice islamica dell’attentato, ma la sicurezza non esclude la pista del terrorismo.

(di Francesco Bongarrà/ANSA)

Ultima ora

08:52Mo: tensione a Hebron, 100 coloni penetrano in palazzina

(ANSAmed) - TEL AVIV, 26 LUG - Atmosfera di tensione oggi nella citta' cisgiordana di Hebron, dopo che la scorsa notte un centinaio di coloni israeliani hanno fatto irruzione in una palazzina che e' stata al lungo al centro di un dibattito giudiziario per questioni di proprieta'. I coloni affermano di aver dimostrato di esserne adesso i proprietari legittimi, ma finora le autorita' militari avevano impedito loro di prenderne possesso. La scorsa notte i coloni hanno rotto gli indugi e sono entrati cogliendo di sorpresa le forze militari. Hanno annunciato che non usciranno spontaneamente.

08:39Gerusalemme: nuove misure di sicurezza Israele su Spianata

(ANSAmed) - TEL AVIV, 26 LUG - La rimozione dei metal detector dagli accessi alla Spianata delle moschee di Gerusalemme non e' bastata a riportare la calma. Ieri - su istruzione del Mufti di Gerusalemme, approvata a posteriori dal presidente Abu Mazen - i fedeli islamici si sono rifiutati di tornare sulla Spianata e in serata hanno dato vita ad aspri scontri con le forze di sicurezza dislocate alla Porta dei leoni, uno degli ingressi della Citta' vecchia. La radio militare ha riferito che di conseguenza il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha ordinato alla polizia - data la rimozione dei metal detector - di perquisire oggi ogni fedele islamico che si diriga verso la Spianata.

08:36Francia: incendi nel sud est, evacuate 10.000 persone

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Diecimila persone sono state evacuate durante la notte a causa di un nuovo incendio nel sud-est della Francia. Lo riportano i media francesi. Almeno 400 ettari di terreno sono stati bruciati a Bormes-les-Mimosas, nel dipartimento del Var, un'area molto frequentata in estate. Da tre giorni le fiamme stanno divorando migliaia di ettari di terreno lungo la costa mediterranea e in Corsica. Gli incendi sono arrivati fino alla zona del Golfo di Saint Tropez.

07:54Calcio: amichevoli, Roma vince 3-2 col Tottenham

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - La Roma vince 3-2 in amichevole col Tottenham negli Stati Uniti. I giallorossi passano in vantaggio al 13' con Perotti. Nella ripresa il raddoppio di Under (70'), poi nel finale gli inglesi pareggiano in pochi minuti con Winks (87') e Janssen (90'); il diciottenne Tumminello chiude le marcature.

07:51Attentati a Cc, arrestati due boss ‘ndrangheta e mafia

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 26 LUG - Un'operazione della Polizia, coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, è in corso per l'esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti elementi di vertice della 'Ndrangheta e di Cosa nostra che, nel quadro di un'unica strategia mafiosa di attacco allo Stato negli anni '93 e '94, sono ritenuti tra i mandanti dei 3 attentati compiuti contro i Carabinieri di Reggio. Nel primo, il 18 gennaio 1994, morirono gli appuntati Antonino Fava e Giuseppe Garofalo; nel secondo, l'1 febbraio '94, furono feriti l'appuntato Bartolomeo Musicò ed il brigadiere Salvatore Serra mentre il 1 dicembre 1994 rimasero illesi il carabiniere Vincenzo Pasqua e l'appuntato Silvio Ricciardo. Sono in corso anche numerose perquisizioni in diverse regioni. Le operazioni sono eseguite dalla squadra mobile di Reggio Calabria, dal Servizio centrale antiterrorismo e dal Servizio centrale operativo della Polizia e partecipano anche i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria.

23:47Nuoto:Mondiali, Settebello ko con Croazia, niente semifinale

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - Niente semifinale per il Settebello ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest. Nei quarti di finale, gli azzurri sono stati sconfitti dalla Croazia 12-9 (3-2, 5-5, 8-6). Per i croati c'è adesso la Serbia, mentre l'altra semifinale sarà tra Grecia e Ungheria.

21:29Incendi: certo il dolo in roghi sud Sardegna

(ANSA) - CAGLIARI, 25 LUG - Il Corpo Forestale della Sardegna ha già avviato le indagini per risalire ai responsabili degli incendi dolosi appiccati nel sud dell'Isola, nei territori di Quartu Sant'Elena e di Muravera. Nel pomeriggio di oggi la linea spegnimento dell'apparato antincendi regionale è stata infatti messa a dura prova dai due pericolosi eventi in concomitanza. Nel primo erano sei i punti-incendio dolosamente appiccati in rapida sequenza in agro di Quartu, località San Martino e Frapponti. Il secondo incendio è divampato nelle campagne di Muravera e ha proseguito velocemente in direzione del villaggio turistico di Santa Giusta sino a lambirne il perimetro. Il Corpo Forestale ha coordinato le operazioni di spegnimento operando su entrambi gli eventi con sette squadre dello stesso Corpo, sette dell'Agenzia Forestas e 13 di associazioni di volontariato. Assegnati sui due eventi tre elicotteri regionali, uno dell'esercito e un Canadair. Le forze statali competenti in materia di soccorso pubblico e pubblica sicurezza hanno curato l'evacuazione del villaggio turistico. Il sistema antincendi sta continuando a contrastare il fuoco e a monitorare l'insorgere di ulteriori roghi nelle zone delle operazioni. (ANSA).

Archivio Ultima ora