Dalla Turchia accuse agli Usa: golpe finanziato dalla Cia

Pubblicato il 25 luglio 2016 da ansa

turchia

ISTANBUL – Il tentativo di golpe in Turchia è stato finanziato dalla Cia e diretto da un generale americano. Covata per giorni da autorità e media locali, la clamorosa accusa finisce oggi sulla prima pagina di Yeni Safak, quotidiano vicinissimo al presidente Recep Tayyip Erdogan.

Con tanto di nome e cognome del presunto organizzatore del putsch: John Campbell. L’ex comandante della missione Isaf della Nato in Afghanistan viene definito senza mezzi termini come “l’uomo dietro il fallito colpo di stato in Turchia”, responsabile di averlo pianificato militarmente e finanziariamente.

Ai suoi ordini, scrive il giornale citando fonti dell’inchiesta, ci sarebbe stato uno stuolo di almeno 80 agenti della Cia a cospirare sin dal marzo 2015, corrompendo i militari turchi con oltre 2 miliardi di dollari messi in circolazione attraverso una filiale in Nigeria della United Bank of Africa.

Le infiltrazioni sarebbero arrivate fino alla base Nato di Incirlik, da cui partono i raid della Coalizione internazionale anti-Isis a guida Usa, e il cui responsabile locale, il generale Bekir Ercan Van, è già stato arrestato.

Dopo il suo pensionamento, nel maggio scorso, Campbell si sarebbe recato in Turchia almeno 2 volte per incontri segreti con alti ufficiali golpisti. Accuse pesantissime che piovono come un macigno sulle già tese relazioni diplomatiche tra Ankara e Washington per la richiesta di estradizione del magnate e imam Fethullah Gulen, la presunta mente del golpe.

Dopo che nei giorni scorsi era intervenuto direttamente Barack Obama, definendo “inequivocabilmente falsa” la voce secondo cui gli Stati Uniti fossero anche solo a conoscenza dei piani golpisti, il nuovo attacco personalizzato rischia di scatenare una crisi diplomatica.

E nelle stesse ore in cui si spara verso Washington, Ankara ringrazia Vladimir Putin per il suo “sostegno incondizionato”. Intanto, purghe e arresti proseguono senza sosta. Oggi 5 mila dipendenti sono stati sospesi dal ministero della Salute, 211 dalla compagnia di bandiera Turkish Airlines e 198 da quella delle telecomunicazioni Turk Telekom.

Il totale delle epurazioni dalle pubbliche amministrazioni supera così quota 50 mila, senza contare i 21 mila docenti cui è stata revocata la licenza per insegnare nelle scuole private.

Stamani è stato anche spiccato un mandato d’arresto nei confronti di almeno 42 giornalisti. Tra loro, la veterana Nazli Ilicak, da tempo critica nei confronti di Erdogan dopo un passato politico nella destra islamica e da giornalista nel quotidiano filo-governativo Sabah.

L’arresto è stato richiesto anche per giornalisti dell’opposizione liberale, come l’ex responsabile dei contenuti digitali di Hurriyet, Bulent Mumay. In manette sono finiti anche altri 31 accademici. Nel frattempo, Erdogan ha incontrato i leader dell’opposizione nel suo palazzo presidenziale di Ankara, escludendo però quelli del partito filo-curdo Hdp.

Dopo la manifestazione di ieri a piazza Taksim a Istanbul dei socialdemocratici, un nuovo segnale di unità nazionale per affrontare un’emergenza di cui in Turchia non si vede la fine.

(di Cristoforo Spinella/ANSAmed)

Ultima ora

00:24Calcio: 4-2 al Genoa, Lazio ai quarti Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - La Lazio ha battuto il Genoa 4-2 (2-2) e si è qualificata per i quarti di finale di Coppa Italia. Biancocelesti in vantaggio al 20' pt con Djordjevic e raddoppio di Hoedt al 31', accorcia Pinilla al 41' e pareggia Pandev al 45', poi Milinkovic-Savic al 25'st e Immobile al 30' chiudono la gara. Nel prossimo turno, il 31 gennaio, la Lazio affronterà l'Inter.

22:24Obama, la democrazia ha bisogno della stampa

(ANSA) - NEW YORK, 18 GEN - "Avere voi in questo edificio ci ha fatto lavorare tutti meglio, perché la stampa è l'occhio critico su quelli che hanno il potere": Così Obama nell'ultima conferenza stampa da presidente, sottolineando come "gli americani e la democrazia hanno bisogno della stampa. "Manning ha scontato una dura sentenza in carcere, la sua condanna era sproporzionata. Ho valutato il suo caso nei dettagli", ha aggiunto sottolineando di non prestare attenzione ai tweet di Assange. "Intrattenere rapporti costruttivi con la Russia è una priorità degli Usa ed è nell'interesse del mondo", ha detto aggiungendo però che con Putin c'è stata un'escalation del sentimento anti-americano." Poi ha invitato gli Usa a difendere la propria visione del mondo e a non perpetrare prepotenze nei confronti dei Paesi più piccoli, con un riferimento a Russia e Cina. "Cordiali" i rapporti con Trump. "Gli ho offerto i miei consigli, ha aggiunto, riferendo di aver detto al presidente eletto che il lavoro del presidente è "non lo si può fare da soli".

22:00Parigi sogna il vaporetto con linee di bus fluviali

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - "Il fiume deve essere parte integrante della nostra strategia di trasporto come le teleferiche o i veicoli autonomi. Dobbiamo esplorare tutte le possibilità tecnologiche sui corsi d'acqua, dalla Senna ai canali": ne è convinta Valérie Pécresse, presidente dell'Ile-de-France, la regione parigina, e del suo sindacato dei trasporti pubblici Stif, che lo ha spiegato a Le Monde. Il sogno di Parigi è di trasformare la Senna in uno dei mezzi di trasporto abituali: il trasporto fluviale è un sogno di cui si parla da anni ma che si è sempre scontrato con la realtà per diverse ragioni, spesso logistiche ed ambientali. Ma ora Pécresse vuole provare a fare sul serio.

21:51Sindaco Montegallo, 5 frazioni isolate,40 sfollati

(ANSA) - MONTEGALLO (ASCOLI PICENO), 18 GEN - ''Abbiamo 5 frazioni isolate sotto 2 metri e 30 cm di neve, con una trentina di persone, non abbiamo energia elettrica, la situazione è critica, e intanto continua a nevicare''. Lo dice all'ANSA il sindaco di Montegallo (Ascoli Piceno) Sergio Fabiani. ''Per fortuna, ad ora, non abbiamo malati o anziani gravi da assistere''. Gli sfollati del nuovo sisma, ''non per i crolli ma per la neve e la paura'', sono 40. Già da questa sera troveranno accoglienza negli hotel di Grottammare. ''Vengono da alcune delle 23 frazioni del comprensorio. Hanno timore a restare in casa, li capisco''. In paese sono al lavoro i carabinieri, i vigili urbani del contingente messo a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna, una squadra dei vigili del fuoco, ma mancano mezzi spartineve e pale gommate che possano aprire un varco per raggiungere le frazioni. ''La Provincia di Ascoli - spiega Fabiani, che è al suo posto nonostante 38 di febbre - ha promesso che domani ci manderà dei mezzi in più''.

21:43Cannes, rapina da 15 mln in gioielleria Harry Winston

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - Un uomo a volto scoperto è entrato nella gioielleria Harry Winston sul celebre boulevard della Croisette di Cannes e si è impadronito di 26 parure di gioielli, essenzialmente di diamanti per un valore di circa 15 milioni di euro. Il ladro aveva una pistola e una granata, non si sa ancora se vera o finta, riporta il quotidiano Le Figaro. L'uomo si è presentato intorno alle 11 del mattino, da solo, nella gioielleria come un semplice cliente. Aveva il volto coperto soltanto da un paio di occhiali da sole e "ha chiesto di vedere delle parure di diamanti per conto di un acquirente. La commessa si è insospettita e gli ha mostrato un catalogo", riporta ancora il quotidiano. L'uomo, allora, ha tirato fuori le armi per farsi aprire le vetrine dalle 2 commesse presenti e facendo stendere a terra la guardia di sicurezza. Si è impadronito dei gioielli e, senza sparare nessun colpo, è riuscito a uscire dalla boutique indisturbato, a piedi come era venuto, senza lasciare traccia.

21:27M5s: Forello candidato per comunali Palermo

(ANSA) - PALERMO, 18 GEN - E' l'avvocato Ugo Forello il candidato sindaco dei 5stelle a Palermo, dove si voterà in primavera per le amministrative. Lo hanno deciso gli iscritti al movimento che hanno votato sulla piattaforma Rousseau. Sconfitto il poliziotto Igor Gelarda, l'altro candidato.

21:16Legale Assange fa dietrofront, ‘non si consegna a Usa’

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - La decisione del presidente Usa Barack Obama di ridurre la pena per Chelsea Manning, la 'talpa' di Wikileaks che verrà scarcerata il 17 maggio, non è sufficiente perché Julian Assange si consegni alle autorità Usa come promesso. A The Hill, uno dei legali di Assange, Barry Pollack, ha detto che Assange accoglie positivamente la decisione di Obama "ma è meno di quanto volesse: aveva chiesto la grazia e la scarcerazione immediata".

Archivio Ultima ora