Nel bunker di Gulen, il peggior nemico di Erdogan

Pubblicato il 29 luglio 2016 da ansa

Nel bunker di Gulen, il peggior nemico di Erdogan

Nel bunker di Gulen, il peggior nemico di Erdogan

SAYLORSBURG (USA, PENNSYLVANIA) – Fethullah Gulen è seduto sul divano del salotto al secondo piano del grande chalet al centro del Golden Generation Worship & Retreat Center. Accoglie alcuni giornalisti in un momento di pausa, tra le preghiere e le lezioni di Hanafi, in una delle rare occasioni in cui si offre al pubblico.

Le delicate condizioni di salute gli impongo uno stile di vita tranquillo e lontano dai clamori delle vicende politiche attuali, specie nella fase storica che il suo Paese sta attraversando col golpe di cui il presidente turco Erdogan lo accusa di essere la mente occulta.

Per incontrarlo si arriva a Saylorsburg, una cittadina di mille abitanti a circa 150 chilometri a nord di Filadelfia, situata tra i boschi delle montagne Pocono. Qui si trova il complesso di circa 110 mila metri quadrati dove da oltre quindici anni vive il predicatore religioso, fondatore di Hizmet, una interpretazione dell’Islam sunnita e della Ong ‘Alliance for Shared Value’.

All’ingresso nel compound c’è una guardia di piantone, uno dei membri dell’esercito di Gulen. Attorno allo chalet ci sono foresterie per gli ospiti, centri ricreativi, campi da basket, da calcio, un lago dove spesso i membri della comunità vengono invitati per il picnic e una pista per gli elicotteri.

Il Centro è chiuso al pubblico e l’abitazione di Gulen si trova nella struttura centrale, al secondo piano. A fare da guida è Y. Alp Aslandogan, direttore dell’Alleanza e uomo fidato del predicatore.

E’ lui che ci racconta le sue abitudini:

– Viveva in un altro edificio, poi è stato fatto trasferire nella struttura centrale per questioni di sicurezza.

Il suo spazio è formato da una camera con un arredamento essenziale con un letto basso e diversi arazzi con versetti dei testi sacri in arabo. Sul pavimento è posto l’immancabile tappeto per la preghiera, mentre la libreria ospita testi sull’Islam incorniciando una piccola scrivania.

Nell’anticamera si trova una vetrinetta su cui campeggia la bandiera turca e cimeli di ogni tipo. Al momento della foto di rito chiede “Com’e’ l’Italia?”. Aslandogan fa da interprete per quelle poche ed essenziali frasi spese durante la visita:

– Il maestro è molto interessato al vostro Paese.

Subito dopo si congeda, è il momento del pranzo, poi un po’ di riposo prima della nuova preghiera.

– I medici hanno raccomandato riposo – precisa Aslandogan – e le recenti vicende non aiutano. Lui comunque vuole ribadire con forza una cosa, una cosa che tutto mondo sa, ovvero che è schierato contro ogni terrorismo, dall’Isis ad Al Qaeda passando per Boko Haram. Ed è quello che insegna a fare qui.

(Valeria Robecco/ANSA)

Ultima ora

17:35Siria: offensiva Isis nell’est, 120 uccisi in 3 giorni

(ANSA) - BEIRUT, 17 GEN - Più di 120 persone, tra miliziani e civili, sono morti negli ultimi tre giorni di scontri armati nell'est della Siria, nel capoluogo di Dayr az Zor dove l'Isis ha attaccato posizioni governative nella zona ricca di giacimenti petroliferi e non lontana dal confine iracheno. L'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) riferiscono dell'uccisione da domenica scorsa di 122 persone, tra cui 27 civili compresi donne e minori, e 95 tra militari lealisti e miliziani dello Stato islamico. I civili, precisa l'Ondus, sono morti in raid aerei o di artiglieria sia nella zona controllata dall'Isis sia nell'area in mano alle forze di Damasco.

17:07Regeni: Alfano, prosegue impegno su ricerca verità

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - "Un pensiero commosso a Giulio Regeni a pochi giorni dall'anniversario della sua scomparsa. Un pensiero che si unisce alla prosecuzione di un impegno alla ricerca della verità". Così il ministro degli Esteri Angelino Alfano.

17:04Tenta di adescare bimba 10 anni su social, arrestato

(ANSA) - IMPERIA, 17 GEN - Un uomo di 40 anni, magazziniere e speaker per una una radio privata accusato di adescare ragazzine su internet è stato arrestato a Padova dalla Polizia postale della Liguria in flagranza di detenzione e scambio di materiale pedopornografico. L'indagine, conclusa in collaborazione con il compartimento Polposta Veneto, ha preso le mosse da un'attività della Polizia postale di Imperia che ha messo sotto intercettazione informatica e telefonica l'uomo quando aveva tentato di sedurre su Instagram una bambina di 10 anni della provincia di Imperia. A suo carico, la procura di Genova ha emesso un decreto di perquisizione che ha portato al sequestro di un ingente quantitativo di supporti informatici oltre che del profilo social utilizzato dall'uomo. Sono ancora in corso accertamenti volti alla ricerca di altri eventuali minori potenziali vittime dell'arrestato.

17:02Calcio: Vicenza, arriva Gucher dal Frosinone

(ANSA) - VICENZA, 17 GEN - Colpo sul mercato del Vicenza che ha ufficializzato l'acquisizione a titolo definitivo del centrocampista austriaco Robert Gucher, classe 1991. Il neo-acquisto proviene dal Frosinone dove è stato protagonista dell'ultima promozione in serie A e il cui contratto era in scadenza nel prossimo mese di giugno. Gucher, che fa parte della nazionale austriaca, ha firmato con il club veneto un contratto di due anni e mezzo, sino al 30 giugno 2019. Oggi si allenerà con i nuovi compagni agli ordini del tecnico Bisoli e sabato alla ripresa del campionato a Carpi potrebbe esordire in biancorosso.

16:59Calcio: Inter, vertice di mercato tra Thohir e Zhang

(ANSA) - MILANO, 17 GEN - Vertice di mercato tra il presidente dell'Inter Erick Thohir e Steven Zhang, figlio del numero uno di Suning. Questa mattina, nella sede del club nerazzurro, faccia a faccia tra i due massimi dirigenti che hanno parlato delle possibili cessioni per sfoltire una rosa ancora troppo ampia e rispettare i parametri del Fair Play Finanziario. Dopo gli addii di Jovetic e Felipe Melo, potrebbe partire anche il difensore Andrea Ranocchia che e' seguito da alcuni club di Premier League. Il giovane centrocampista Miangue, classe 1997, potrebbe accasarsi al Cagliari e Gnoukouri piace al Crotone. Anche Biabiany e' in uscita, su di lui si e' mosso il Bologna ma non e' da escludere una cessione in Cina.

16:50Coni: Malagò, troppi contenziosi, dovremo uniformare regole

(ANSA) - GENOVA, 17 GEN - "Se sarò ancora io il prossimo presidente del Coni porterò sicuramente in giunta un argomento importante: la necessità di uniformare le regole degli statuti e dei regolamenti all'interno del nostro mondo, dalle federazioni ai comitati regionali, agli enti di disciplina, che hanno generato una serie di strascichi, contenziosi, ricorsi che sono oggettivamente complicati da gestire". Lo ha annunciato il presidente del Coni Giovanni Malagò a margine della giunta nazionale riunita in via straordinaria a Genova. "Tutti i ricorsi hanno una caratteristica: sono figli del momento storico che viviamo - ha aggiunto Malagò - e vanno anche oltre i confini del mondo sportivo stesso. Spesso gli stessi avvocati e i giuristi si prestano a interpretazioni diverse. Credo che sia una cosa di buonsenso che il Coni, magari con il pieno mandato delle massime autorità, anche di chi ha la delega al consiglio dei ministri, debba impegnarsi per uniformare gli statuti, anche per ciò che riguarda le future competizioni elettorali".

16:47Calcio: Maradona, qui mi sento dentro al calcio

(ANSA) - FIRENZE, 17 GEN - "Qui mi sento dentro al calcio, mi sento a casa". Lo ha detto Diego Armando Maradona, a Firenze per la Hall of Fame del calcio italiano. L'ex 'Pibe de oro' ha confermato di aver parlato con il presidente del Napoli, Aurelio de Laurentiis, dal quale è stato invitato per la sfida contro il Real Madrid.

Archivio Ultima ora