Gentiloni in Nigeria per un patto sui flussi migratori

Pubblicato il 04 agosto 2016 da ansa

President Buhari with Hon. Paolo Gentiloni Silveri Minister of Foreign Affairs and International Cooperation and Domenico Nanzione Minister of State Foreign Affairs and International Cooperation, Italy

President Buhari with Hon. Paolo Gentiloni Silveri Minister of Foreign Affairs and International Cooperation and Domenico Nanzione Minister of State Foreign Affairs and International Cooperation, Italy

ABUJA – Fermare i flussi migratori con una operazione di polizia non si può e l’unica opzione possibile è gestirli, agendo, o tentando di farlo, su cause e contesti che provocano la fuga di decine di migliaia di disperati, e in collaborazione con i Paesi di origine. E’ quello che il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha cominciato a fare concretamente con una missione in Nigeria, Paese da cui arriva un immigrato su 5 di quelli che sbarcano sulle coste Italiane. E dal quale, solo nei primi mesi di quest’anno, sono giunti 12.163 migranti.

In una giornata densissima di incontri, dal presidente della repubblica Mohammadu Buhari in giù, il titolare della Farnesina ha spiegato ai vertici di Abuja il senso del ‘migration compact’, sostenuto dall’Italia dapprima in solitudine e poi condiviso dall’Unione europea che al vertice di giugno ha dato il suo endorsement ufficiale.

Ora si tratta di varare azioni concrete e il titolare della Farnesina, primo membro di un governo europeo a visitare uno dei Paesi da cui proviene un flusso intensissimo di clandestini, dopo il via libera al compact da parte Ue, spera di arrivare entro l’autunno a un’intesa formale con la Nigeria.

– Possiamo lavorare insieme per una migliore gestione dei flussi dei migranti nel mutuo interesse dei nostri paesi – ha detto Gentiloni nel corso dell’incontro ad Abuja con il collega degli esteri, Geoffrey Onyeama.

La questione, secondo il titolare della Farnesina, non è “eliminare” gli arrivi ma gestirli e “essere attivi sulle cause delle migrazioni, per esempio lavorando insieme sulla creazione di posti di lavoro”. Da parte sua Onyeama ha espresso “apprezzamento e gratitudine per l’umanità con cui l’Italia e il Governo aiutano e accolgono i migranti”.

– La gestione dei flussi migratori non è solo un’operazione di polizia ma l’obiettivo è di trasformare l’idea generale di un migration compact, cioè la collaborazione con i paesi africani, in intese specifiche con ciascuno – ha ribadito il ministro.

Sul fronte Ue, nel breve periodo la priorità è la conclusione di un accordo di riammissione tra Unione e Nigeria (l’Italia ha già un accordo bilaterale). L’avvio del negoziato è previsto a ottobre, preceduto il 7 e l’8 settembre a Varsavia da un seminario Frontex-Nigeria centrato sul tema delle riammissioni.

Il tema dei migranti si intreccia con quello della sicurezza. E al ministro dell’Interno Abdurlarahman Dambazau, Gentiloni ha ribadito che “la politica è impegnata a garantire la sicurezza e a coordinare gli sforzi in Italia e in Africa” a partire dallo scambio di informazioni, dalla creazione di database, dalla lotta al traffico di esseri umani, dall’addestramento delle forze di sicurezza.

Ad Abuja, assieme a Gentiloni è arrivato anche il sottosegretario agli Interni Domenico Manzione che ha ricordato “l’esperienza maturata dall’Italia nella lotta al crimine organizzato e non” e la disponibilità a fornire strumenti informatici e capacità tecniche per individuare chi può costituire un pericolo per la sicurezza.

E mentre anche oggi il mare ha inghiottito almeno 18 migranti – annegati al largo delle coste libiche – Frontex ha reso noto che nei primi sette mesi del 2016 ha soccorso 455 imbarcazioni e salvato 66.718 persone dirette in Italia e Grecia.

(Eloisa Gallinaro/ANSA)

Ultima ora

15:25Coree: team Nord domani farà sopralluogo siti Seul

(ANSA) - PECHINO, 20 GEN - La Corea del Nord ha notificato che domani invierà al Sud il team incaricato di fare i sopralluoghi ai siti di Seul e Gangnueng dove si esibiranno i suoi gruppi artistici di 240 persone, parte degli accordi di partecipazione alle Olimpiadi invernali di PyeongChang (9-25 febbraio). Lo riferisce il ministero dell'Unificazione di Seul, annunciando lo sblocco della missione che avrebbe dovuto iniziare oggi il suo lavoro di due giorni, prima che nella tarda serata di ieri il Nord informasse l'improvviso stop.

15:24Calcio: Verona, Osvaldo Bagnoli nominato presidente onorario

(ANSA) - VERONA, 20 GEN - Osvaldo Bagnoli, l'allenatore dello scudetto gialloblù conquistato nel 1985, è stato nominato presidente onorario dell'Hellas Verona. Lo ha ufficializzato stamattina il presidente del club, Maurizio Setti, intervenendo alla cerimonia d'inaugurazione di alcuni murales dedicati proprio a Bagnoli e a Preben Elkjaer Larsen, uno dei due attaccanti titolari (l'altro era Giuseppe Galderisi) di quella stagione trionfale, vicino allo stadio Marc'Antonio Bentegodi. Bagnoli, 81 anni, guidò la panchina del Verona dal 1981 al 1990, conquistando lo scudetto nella stagione 1984/85 - con 43 punti, quando all'epoca ogni vittoria valeva 2 punti e non 3 - e portando i gialloblù a disputare due finali di Coppa Italia.

15:23Norman Atlantic: relitto resta sotto sequestro in porto Bari

(ANSA) - BARI, 20 GEN - Il relitto del traghetto 'Norman Atlantic' rimane sotto sequestro perché potrebbe essere necessario tornare a bordo e perché si rischierebbe una infrazione comunitaria. Lo ha deciso il gip del Tribunale di Bari Alessandra Piliego, rigettando l'appello proposto dai difensori dell'armatore proprietario del traghetto, Carlo Visentini, gli avvocati Filiberto Palumbo e Pietro Palandri. Il traghetto naufragò dopo un incendio a bordo nel dicembre del 2014 che costò la vita a 12 persone (19 sono ancora disperse) e il ferimento di altre 64; il relitto è ormeggiato nel porto di Bari dal febbraio 2015. Per il giudice, che ha accolto le tesi della Procura, è necessario "assicurare la nave a fini probatori" perché anche nel corso del processo "potrebbero profilarsi nuove esigenze istruttorie". Concluso l'incidente probatorio, la Procura ha ipotizzato responsabilità a carico di nuovi indagati i quali, per il gip, potrebbero chiedere perizie tecniche a bordo, non avendo partecipato all'incidente probatorio.

15:18Sci. Cdm, tedesco Dressen vince libera Kitzbuehel e Fill 9/o

(ANSA) - KITZBUEHEL, 20 GEN - Favorito da un momentaneo arrivo del sole, e da una migliore visibilità, il tedesco Thomas Dressen, 24 anni e al primo successo in carriera, ha vinto a sorpresa (1'56"15) la discesa sulla leggendaria Streif a Kitzbuehel, la pista più famosa e difficile del mondo. Al secondo posto lo svizzero Beat Feuz (1'56"35), che già pensava a festeggiare di nuovo dopo il trionfo di una settimana fa a Wengen. Terzo l'austriaco Hannes Reichelt (1'56"56), che è riuscito a salvare l'onore dei padroni di casa. Caduto senza danni Christof Innerhofer, miglior azzurro è risultato Peter Fill, vincitore due stagioni fa, 9/o in 1'57"41. Poi c'è, pettorale 44 e miglior risultato in carriera, il veneto Emanuele Buzzi 11/o in 1'57"60. Dominik Paris - vincitore l'anno scorso e nel 2013, ha chiuso invece all'11/o posto, 1'57"79. L'attesissimo azzurro Matteo Marsaglia - primo e terzo tempo nelle due prove, nonostante il pettorale altissimo - è sceso da 49/o, ma con il cielo completamente chiuso: per lui solo il tempo di 1'58"80.

15:18Siria: Erdogan, al via operazione contro enclave curda

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che le forze armate turche hanno iniziato 'de facto' "un'operazione anti-terrorismo" di terra contro le postazioni curde nell'enclave di Afrin, nel nord-ovest della Siria. Lo riferisce l'agenzia Anadolu. L'esercito di Ankara era già schierato al confine siriano, e le autorità avevano avvertito che l'offensiva a Afrin era imminente.

15:17PyeongChang: Cio, ci saranno 22 atleti della Corea del Nord

(ANSA) - LOSANNA, 20 GEN - Sì alla sfilata sotto un'unica bandiera delle due delegazioni di Corea del Nord e Corea del Sud, alla cerimonia di apertura dei Giochi di Pyeongchang: lo ha stabilito il Cio nella riunione di Losanna con i rappresentanti dei due comitati olimpici e dei due governi. Il Cio ha stabilito anche che saranno 22 gli atleti nordcoreani che parteciperanno ai Giochi, al via dal 9 febbraio, in 5 discipline: hockey su ghiaccio femminile (con un'unica nazionale coreana), pattinaggio artistico, short track, sci alpino e sci di fondo. "PyeonChang 2018, si spera, aprirà le porte a un futuro più luminoso per la penisola coreana": così Thomas Bach, presidente del Cio, ha annunciato la scelta di una sfilata sotto una bandiera delle due Coree. "Lo spirito olimpico e' fatto di rispetto, dialogo, comprensione: con questa scelta invita il mondo a una celebrazione della speranza", ha detto Bach, che ha ringraziato i due governi per le loro scelte: "I Giochi ci mostrano il mondo cos' come tutti vorremmo che fosse".

15:11M5S: patron di Nero Giardini, io sto con Di Maio

(ANSA) - ANCONA, 20 GEN - Endorsement di Enrico Bracalente (Nero Giardini) per Luigi Di Maio e il Movimento 5 stelle. "Io sono molto deluso dalla vecchia politica - ha detto durante un incontro nel suo stabilimento nel Fermano con il candidato premier stellato e altri imprenditori, diffuso in diretta streaming - in passato sono stato dietro a qualche onorevole imprenditore, ma sono molto deluso e non voglio più accettare questa classe politica". Quanto a M5s, "loro amministrano bene, a Roma, nonostante tutto quello che si dice, sono cambiate molte cose. Speriamo che Di Maio vinca".

Archivio Ultima ora