Ucciso in Canada terrorista dell’Isis pronto a colpire

Pubblicato il 11 agosto 2016 da ansa

MONTREAL, Dec. 19, 2015 (Xinhua) -- Police clash with demonstrators during a demonstration in Montreal, Canada, on Dec. 19, 2015. Some 150 demonstrators took to street in Montreal Friday night in protest of austerity measures and capitalist system. Two demonstrators were arrested by the police and another two demonstrators were wounded during the demonstration. (Xinhua/Kadri Mohamed)

MONTREAL, Dec. 19, 2015 (Xinhua) — Police clash with demonstrators during a demonstration in Montreal, Canada, on Dec. 19, 2015. Some 150 demonstrators took to street in Montreal Friday night in protest of austerity measures and capitalist system. Two demonstrators were arrested by the police and another two demonstrators were wounded during the demonstration. (Xinhua/Kadri Mohamed)

NEW YORK – Ritorna l’incubo terrorismo in Canada. La polizia ha infatti ucciso nel corso di un’operazione in Ontario un giovane canadese di 24 anni, sospettato di essere un ‘lupo solitario’ in procinto di compiere un attentato suicida. Piano che avrebbe realizzato probabilmente nelle prossime 72 ore in luogo pubblico con un’autobomba.

In un video, Aaron Driver, questo il nome del giovane, si professa “un martire”, loda gli attacchi ispirati dall’Isis in Europa e negli Stati Uniti e inneggia alla vendetta per gli attacchi degli alleati contro lo stato islamico.

Site, il sito specializzato che passa al setaccio l’attività online dell’universo jihadista, ha subito indicato che Driver si era convertito all’Islam due anni fa, che era uno delle migliaia di occidentali radicalizzati e reclutati dalla massiccia macchina propagandistica dell’Isis. Macchina che opera soprattutto attraverso i social media.

Il giovane era stato già arrestato lo scorso anno per aver appoggiato pubblicamente lo stato islamico su Facebook e Twitter, e all’inizio di quest’anno un tribunale – togliendogli il braccialetto elettronico – gli aveva ordinato di interrompere tutti i contatti con qualsiasi gruppo terroristico, incluso l’Isis.

Sempre da Site, del resto, arriva la conferma che Aaron fosse in contatto con figure di spicco della galassia Isis: come il militante Rahin Aziz, conosciuto all’intelligence Usa e che era uno dei follower di Driver su Twitter.

L’operazione di polizia è scattata all’alba a Strathroy, una cittadina nell’Ontario meridionale, circa 225 chilometri a sudovest di Toronto, una volta che gli investigatori hanno raccolto indizi sufficienti per sospettare un’imminente azione da parte del giovane. Una minaccia definita “credibile”. L’obiettivo forse un aeroporto, un mercato, oppure un grande magazzino. Un’area comunque molto affollata.

Poco si sa su come siano andate le cose. Secondo quanto ha riferito la famiglia di Aaron ai media, la polizia avrebbe detto che durante l’operazione il giovane ha fatto esplodere un ordigno ferendo una persona e, prima di essere colpito dalle forze dell’ordine, si preparava a farne esplodere un altro.

L’ultimo attacco terroristico in Canada risale a due anni fa, quando un uomo seminò il panico all’interno del Parlamento di Ottawa, sparando nei corridoi mentre era in corso una riunione di governo. Un episodio che provocò moltissime polemiche su come un ‘lupo solitario’ si fosse introdotto in uno dei palazzi più controllati del Paese.

Ultima ora

09:05Istanbul: cominciato interrogatorio killer Capodanno

(ANSA) - ISTANBUL, 17 GEN - La polizia turca ha cominciato a Istanbul l'interrogatorio di Abdulgadir Masharipov, il sospetto militante dell'Isis accusato dell'attentato di Capodanno nel nightclub 'Reina' della capitale turca che ha causato 39 morti. Lo riferiscono i media turchi. Masharipov e' stato arrestato ieri nel corso di un'operazione di polizia nel quartiere di Esenyurt, alla periferia europea di Istanbul.

09:02Aereo scomparso: interrotte ricerche volo 370

(ANSA) - SYDNEY, 17 GEN - Dopo quasi tre anni di infruttuose ricerche, e' stata interrotta la caccia all'aereo Malaysia Airlines scomparso l'8 marzo 2014 con 239 persone a bordo: lo ha reso noto il Joint Agency Coordination Center in Australia.

08:00India: si fanno selfie sui binari a Delhi, uccisi da treno

NEW DELHI - Due giovani indiani sono stati uccisi da un treno in corsa a New Delhi dopo aver scattato un selfie che volevano inserire in un portfolio da presentare ad un corso di fotografia. Lo riferisce oggi il quotidiano The Times of India. L'incidente e' avvenuto sabato pomeriggio quando i due, insieme ad altri cinque amici, dopo aver affittato una macchina fotografica professionale, si sono recati sui binari della ferrovia a Anand Vihar, nella zona orientale della capitale.

04:38Trump: Wsj, dollaro forte, non possiamo competere con Cina

NEW YORK - Il dollaro e' ''troppo forte'' e lo yuan sta scendendo a picco. Lo afferma Donald Trump in un'intervista al Wall Street Journal, suggerendo che le recenti azioni di Pechino a sostegno della valuta cinese ''sono solo perche' non vogliono farci arrabbiare''. ''Le nostre aziende non possono competere'' con quelle cinesi perche' la nostra valuta e' troppo forte e questo ci sta uccidendo''.

04:31Trump:Wsj, boccia piano tasse repubblicani, troppo complesso

NEW YORK - Donald Trump critica il piano per la revisione della tassazione sulle aziende dei repubblicani, aprendo di fatto un nuovo fronte di scontro con i membri della Camera del suo partito. Trump ritiene le misure proposte ''troppo complicate'' e non in grado di aiutare l'economia. I repubblicani alla Camera propongono di tassare le importazioni esentando allo stesso tempo le esportazioni.

04:26Trump:Nyt,caccia affari in Russia dal 1987,ma senza successo

NEW YORK - Donald Trump ha esplorato la possibilita' di opportunita' d'affari in Russia per anni, dal 1987. E ha presentato le carte per registrare il marchio Trump in Russia nel 1996. Lo riporta il New York Times, sottolineando che i figli del presidente eletto sono stati visti piu' volte a Mosca alla ricerca di joint venture, incontri con esponenti del governo e costruttori. Nel 2013 a visitare Mosca e' stato lo stesso Donald Trump, in occasione della vendita dei diritti per ospitare nel paese Miss Universo.

04:17Istanbul: tutti stranieri i 5 sospetti arrestati col killer

ROMA - Sono tutti stranieri i 5 sospetti - 2 uomini e 3 donne - arrestati ieri sera dall'antiterrorismo turca durante lo stesso blitz che ha portato alla cattura di Abdulkadir Masharipov, accusato di essere il killer che la notte di Capodanno ha ucciso 39 persone al nightclub 'Reina' di Istanbul. Lo riporta la Cnn Turk, secondo cui si tratta di presunti affiliati all'Isis con passaporti di Kirghizistan, Somalia, Egitto e Senegal.

Archivio Ultima ora