Paparoni: “16 milioni di venezuelani consumano due o solo un pasto al giorno”

Pubblicato il 12 agosto 2016 da redazione

La decisione dei responsabili della Fao a Caracas di non ricevere un documento della deputata del Tavolo dell’Unità, Manuela Bolívar, ha destato sorpresa e indignazione.

La decisione dei responsabili della Fao a Caracas di non ricevere un documento della deputata del Tavolo dell’Unità, Manuela Bolívar, ha destato sorpresa e indignazione.

CARACAS – Ha provocato irritazione e fastidio. La decisione dei responsabili della Fao a Caracas di non ricevere un documento della deputata del Tavolo dell’Unità, Manuela Bolívar, ha destato sorpresa e indignazione.

Nel documento, la deputata dell’Opposizione illustrava l’attuale situazione del Venezuela e denunciava la crisi alimentaria nel Paese.

“Chiediamo alla Fao di non farsi condizionare dal governo del presidente Maduro” ha scritto la parlamentare che ha partecipato ad una piccola protesta di fronte all’ufficio dell’organismo dell’Onu.

Dal canto suo, il deputato di origine italiana, Carlo Paparoni, anch’egli presente alla protesta di fronte alla Fao, ha affermato che oggi il venezuelano mangia solo yuca e mango.

– Chiediamo alla Fao che parli della crisi venezuelana – ha detto il deputato -. In Venezuela sono 16 milioni di persone che consumano due e anche un solo pasto al giorno.

Ultima ora

19:25Uccise i 3 gatti ex convivente, condannato

(ANSA) - FIRENZE, 12 DIC - Aveva ucciso a bastonate due dei tre gatti dell'ex convivente e al terzo, che morì pochi giorni dopo, aveva tagliato i tendini delle zampe. Oggi l'uomo è stato condannato dal giudice di Lucca a un anno e mezzo di reclusione. La denuncia era stata presentata dalla donna e il tribunale aveva ammesso come parte civile anche la Lav. Il pm aveva chiesto 8 mesi. A scoprire quanto successo nella sua abitazione era stata la padrona degli animali che rientrando a casa aveva trovato i suoi gatti di undici anni, Grigiolino e Nera, morti sotto i mobili della cucina. Nuvola, 14 anni, era invece immobile sul suo tappetino con i tendini tagliati e visibili fuori dal manto peloso. La gatta venne soccorsa e medicata. Pochi giorni dopo Nuvola subì nuove sevizie. La sua padrona questa volta la trovò di nuovo con i tendini incisi ma anche ferite da taglio su una zampa. Il gatta venne soppressa qualche giorno dopo.

19:1854 deputate dem chiedono inchiesta su Trump

(ANSA) - WASHINGTON, 12 DIC - Oltre 50 donne democratiche al Congresso Usa hanno chiesto che venga aperta una inchiesta a Capitol Hill sulle accuse di molestie sessuali riguardanti il presidente Donald Trump. Sono in tutto 54 le deputate e due i deputati uomini che hanno sottoscritto una lettera con la richiesta alla commissione Vigilanza alla Camera Usa. "Sono almeno 17 le donne che hanno pubblicamente accusato il presidente di comportamento improprio", e' scritto , "non possiamo ignorarle".

19:18Isis: jihadista Meriem condannata in contumacia a 4 anni

(ANSA) - VENEZIA, 12 DIC - Meriem Rehaily, la 22enne foreign fighter di origini marocchine partita da Arzegrande (Padova) nel luglio del 2015 per andare a combattere in Siria nelle file dell'Isis, è stata condannata oggi in contumacia dal Tribunale di Venezia a 4 anni di reclusione, all'interdizione per 5 anni dai pubblici uffici e all'espulsione a fine pena. Alla lettura della sentenza non erano presenti i genitori della giovane. Durante l'intero processo non è stato possibile appurare se Meriem, come sosterrebbe una testimone, sia effettivamente morta lapidata per adulterio a Raqqa. Il pm Francesca Crupi aveva chiesto per la ragazza una condanna a 5 anni.

19:14New York: attentatore su Facebook, ‘Trump hai fallito’

(ANSA) - NEW YORK, 12 DIC - "Trump hai fallito nel proteggere il tuo Paese": questa la frase postata su Facebook da Akayed Ullah, l'attentatore che voleva farsi esplodere tra la folla a Manhattan. E' quanto emerge dalle carte dell'accusa.

19:11Calcio: Diaconale, la Lazio vuole un campionato corretto

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - "Ho parlato con il presidente Lotito che mi ha riferito di come i tifosi ci chiedano di compiere atti di protesta e, come ipotesi estrema, anche di ritirare la squadra dal campionato. A nome dei nostri sostenitori chiedo non vengano più commessi errori simili, perché vogliamo un campionato corretto". Così Arturo Diaconale, capo ufficio stampa della Lazio, a 'Tutti convocati', in onda su Radio 24, ha parlato della condotta arbitrale di Giacomelli, che ha diretto la partita contro il Torino, all'Olimpico. Sono contrario al complottismo e non mi piace neppure il piagnisteo però, diciamo la verità, quando gli episodi si ripetono in continuazione una domenica dopo l'altra, almeno il diritto al sospetto può essere rivendicato. La Var? Non c'entra niente Dietro l'interpretazione ci sono sempre le persone".

19:10Terrorismo: Cassazione, indizio è anche like a video jihad

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Anche un 'like' a un video inneggiante alla jihad può costituire, nell'ambito di un più ampio quadro, un grave indizio di colpevolezza e quindi giustificare la custodia cautelare in carcere per "apologia dello Stato Islamico". La Cassazione ha accolto il ricorso della procura di Brescia contro Gaffur Dibrani, un kosovaro poi sottoposto a provvedimento di espulsione per terrorismo. Sul caso era già intervenuta la Cassazione, annullando un primo pronunciamento del riesame contro il carcere. Nella nuova sentenza si sottolinea che per escludere il reato di istigazione a delinquere, il riesame "ha ridimensionato la portata apologetica" di due video diffusi da Dibrani su facebook, "sul rilievo della asserita breve durata, 11 giorni, della condivisione degli stessi" e "della circostanza che uno dei due video sarebbe stato diffuso con la sola opzione 'mi piace'". Ma questi sono "elementi non certo idonei a ridurre la portata offensiva della condotta", vista la "immodificata funzione propalatrice" dei social.

19:03L.elettorale: Consulta, no a conflitti su Rosatellum

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibili i 4 conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato sollevati su Rosatellum e Italicum. Tre sono stati presentati da alcuni soggetti che si sono qualificati allo stesso tempo come elettori, soggetti politici, parlamentari e rappresentanti del gruppo parlamentare di M5S. Ma nessuno - spiega la Corte - individua in modo chiaro e univoco né la qualità in cui i ricorrenti si rivolgono alla Corte né le competenze eventualmente lese né l'atto impugnato. Da qui, l'inammissibilità. Il quarto ricorso è stato proposto congiuntamente dal Codacons, da un cittadino elettore e da un senatore contro il Governo, per aver posto la questione di fiducia, alla Camera, durante l'iter di approvazione del Rosatellum. Anche tale conflitto è stato dichiarato inammissibile. La Corte specifica che un senatore non ha titolo per sollevare conflitto contro il Governo, e nessuno dei ricorrenti è, nel caso di specie, qualificabile quale potere dello Stato

Archivio Ultima ora