Paparoni: “16 milioni di venezuelani consumano due o solo un pasto al giorno”

La decisione dei responsabili della Fao a Caracas di non ricevere un documento della deputata del Tavolo dell’Unità, Manuela Bolívar, ha destato sorpresa e indignazione.
La decisione dei responsabili della Fao a Caracas di non ricevere un documento della deputata del Tavolo dell’Unità, Manuela Bolívar, ha destato sorpresa e indignazione.
La decisione dei responsabili della Fao a Caracas di non ricevere un documento della deputata del Tavolo dell’Unità, Manuela Bolívar, ha destato sorpresa e indignazione.

CARACAS – Ha provocato irritazione e fastidio. La decisione dei responsabili della Fao a Caracas di non ricevere un documento della deputata del Tavolo dell’Unità, Manuela Bolívar, ha destato sorpresa e indignazione.

Nel documento, la deputata dell’Opposizione illustrava l’attuale situazione del Venezuela e denunciava la crisi alimentaria nel Paese.

“Chiediamo alla Fao di non farsi condizionare dal governo del presidente Maduro” ha scritto la parlamentare che ha partecipato ad una piccola protesta di fronte all’ufficio dell’organismo dell’Onu.

Dal canto suo, il deputato di origine italiana, Carlo Paparoni, anch’egli presente alla protesta di fronte alla Fao, ha affermato che oggi il venezuelano mangia solo yuca e mango.

– Chiediamo alla Fao che parli della crisi venezuelana – ha detto il deputato -. In Venezuela sono 16 milioni di persone che consumano due e anche un solo pasto al giorno.